The Net - Intrappolata nella rete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la serie televisiva tratta dal film, vedi The Net.
The Net - Intrappolata nella rete
The Net - Intrappolata nella rete.png
Sandra Bullock in una scena del film.
Titolo originale The Net
Paese di produzione USA
Anno 1995
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere thriller
Regia Irwin Winkler
Soggetto Michael Ferris
Sceneggiatura John D. Brancato, Michael Ferris
Produttore Rob Cowan, Irwin Winkler
Fotografia Jack N. Green
Montaggio Jimmy Giritlian, Richard Halsey
Musiche Mark Isham
Scenografia J. Dennis Washington
Costumi Linda M. Bass
Trucco Pamela S. Westmore
Sfondi Ann Harris
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Scappare è impossibile quando sei... intrappolato nella rete. »
(Tagline del film.)

The Net - Intrappolata nella rete (The Net) è un film del 1995 diretto da Irwin Winkler, con protagonista Sandra Bullock.

È tra le prime pellicole a portare sul grande schermo il mondo di internet e il primo a basarsi su un caso di furto d'identità, reato che nel 1995 era avveniristico.

Ha ispirato una serie televisiva, The Net, e ha avuto anche un sequel, The Net 2.0, realizzato direct-to-video nel 2006.

La consulenza scientifica per l'adattamento in italiano fu prestata da Corrado Giustozzi, noto esperto di sicurezza informatica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Angela Bennett è un'analista programmatrice, esperta nell'individuare virus e testare software in sviluppo.

Aiutando un collega a fronteggiare un virus che minaccia l'uscita sul mercato di Wolfenstein 3D, è incuriosita da un simbolo pi greco (Π) che compare in basso a destra sul suo monitor (unione delle lettere I e T di IT, Information Technology). Cliccando, apre la backdoor nel firewall di una rete occulta.

Da quel momento è perseguitata da un gruppo di cracker, i Pretoriani, che sembrano poter manipolare qualsiasi dato presente in rete. Angela dovrà lottare per la sua sopravvivenza, fisica e "digitale".

Sfruttando le sue competenze informatiche, scopre che dietro i Pretoriani c'è il proprietario dell'azienda di software per la quale lavora, interessato a diffondere un programma di protezione dei dati, che in realtà gli consente di controllare la rete informatica del governo e delle principali istituzioni e aziende finanziarie.

Giocando d'astuzia, Angela riesce a inviare al FBI le prove del complotto e a non farsi schiacciare da qualcosa di più grande di lei.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato $ 110.627.965 in tutto il mondo.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Basato su 33 recensioni, ha ricevuto un punteggio medio di 5,1 su 10 su Rotten Tomatoes, in cui il 30% dei critici ha dato una recensione positiva. Roger Ebert ha dato una recensione positiva di tre stelle. Owen Gleiberman, che scrive per la rivista Entertainment Weekly, ha elogiato la performance di Sandra Bullock, dichiarando che «Sandra Bullock ti tira nel film. Il suo sorriso chiaro e gli occhi imploranti a volte ricordano Julia Roberts».

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Con questa interpretazione Sandra Bullock ha ottenuto una nomination nel 1996 agli MTV Movie Awards come "donna più desiderabile".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]