Star Trek: Deep Space Nine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Star Trek: Deep Space Nine
DS9 Titel.svg
Logo della serie
Titolo originaleStar Trek: Deep Space Nine
PaeseStati Uniti d'America
Anno1993-1999
Formatoserie TV
Generefantascienza
Stagioni7
Episodi176
Durata45 minuti circa ad episodio
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreRick Berman, Michael Piller
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreIra Steven Behr, Rick Berman, Michael Piller
Casa di produzioneParamount Television
Prima visione
Prima TV originale
Dal3 gennaio 1993
Al2 giugno 1999
Rete televisivaSyndication
Prima TV in italiano
Dal29 giugno 1995
Al20 aprile 2002
Rete televisivaRai 2 (st. 1)
Rai 3 (st. 2-3)
LA7 (st. 4-7)
Opere audiovisive correlate
OriginariaStar Trek
PrecedentiStar Trek: The Next Generation
SeguitiStar Trek: Voyager

Star Trek: Deep Space Nine, nota nel fandom anche con la sigla DS9 o DSN,[1] è una serie televisiva di fantascienza del franchise di Star Trek, trasmessa dal 1993 al 1999. È la terza serie televisiva live action ambientata nell'universofantascientifico di Star Trek, la quarta se si considera anche la serie animata.

Deep Space Nine è stata l'unica serie di Star Trek a essere ambientata non a bordo di un'astronave ma all'interno di una stazione spaziale, Deep Space Nine, appunto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La stazione spaziale Deep Space Nine è situata nell'orbita del pianeta Bajor, ai turbolenti confini tra lo spazio della Federazione dei Pianeti Uniti e quello dell'Unione Cardassiana. La stazione, costruita su progetto cardassiano (il suo nome originale cardassiano era Terok Nor), è stata ceduta al controllo della Federazione con un trattato a seguito della fine di una sanguinosa guerra e della brutale occupazione del vicino Bajor.

Nelle sue vicinanze vi è l'unico tunnel spaziale stabile conosciuto che sbuca nel Quadrante Gamma, all'interno del quale vive una specie aliena incorporea adorata dai Bajoriani come divinità con il nome di Profeti di Bajor. Il comandante di Deep Space Nine entra in contatto con questi aliene e viene investito della carica di "Emissario", il che lo pone in una condizione inizialmente malvista dalla Federazione di riferimento religioso per i Bajoriani.

La presenza del tunnel spaziale bajoriano favorisce inoltre il contatto con specie sconosciute che abitano il Quadrante Gamma. In particolare la Federazione e le altre organizzazioni del quadrante Alpha, verranno in contatto con i Fondatori, specie mutaforma a capo di un impero conosciuto con il nome di Dominio, il che porterà a alla Guerra del Dominio, che vedrà contrapposti gli schieramenti dei Fondatori, supportati dalle specie da loro assoggettate dei Jem'Hadar e dei Vorta, alleati con Cardassiani e Breen, e quello composto da Federazione, Impero Klingon e Impero Romulano.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Originale Prima TV Italia
Prima stagione 20 1993 1995
Seconda stagione 26 1993-1994 1996
Terza stagione 26 1994-1995 1997-1998
Quarta stagione 26 1995-1996 2000-2001
Quinta stagione 26 1996-1997 2001
Sesta stagione 26 1997-1998 2001-2002
Settima stagione 26 1998-1999 2002

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Star Trek: Deep Space Nine.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Deep Space Nine è stata la seconda serie ambientata nell'universo di Star Trek ad usare immagini generate al computer (computer-generated imagery, CGI) per le scene ambientate nello spazio aperto. Anche se altre televisive, come ad esempio SeaQuest DSV, Space: Above and Beyond e Babylon 5, avevano usato la CGI esclusivamente per risparmiare sul costo elevato della fotografia, il franchise di Star Trek ha proseguito l'utilizzo di questa tecnologia, perché si è ritenuto che fornisse più realismo allo spettatore. DS9 ha iniziato ad usare Foundation Imaging and Digital Muse nel 1997 (stagioni 6-7), per i suoi effetti come parte della trama in corso della guerra del Dominio della stazione. Tuttavia, la stazione Deep Space Nine stessa è rimasta un modellino fisico per tutta la durata della serie, tranne per la scena finale dell'ultimo episodio.

Nell'ottobre 2006, il modellino della stazione è stato venduto per 132000 $ a un'asta presso la casa d'aste Christie's di New York.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È stata messa in onda per la prima volta il 3 gennaio 1993 negli Stati Uniti, due anni dopo la morte di Gene Roddenberry, l'ideatore di Star Trek, avvenuta nel 1991. Deep Space Nine è stata prodotta in sette stagioni e trasmessa in prima visione negli USA dal 1993 al 1999, per lasciare il testimone alla serie parallela Star Trek: Voyager iniziata nel frattempo nel 1995.

La serie doppiata in italiano è stata trasmessa una prima volta dalla Rai nel 1995 fino alla terza stagione. Una trasmissione via satellite dell'intera serie è avvenuta sul canale Jimmy a partire dal 2001, con gli episodi non doppiati trasmessi sottotitolati. Il doppiaggio italiano è stato realizzato dalla Società Attori Sincronizzatori (stagioni 1-3) e da La BiBi.it (stagioni 4-7).

Per l'home video in Italia la serie DS9 non è stata distribuita in VHS, tranne l'episodio pilota; per i fan della serie è stato possibile acquistare gli episodi solo successivamente, quando la Paramount ha prodotto i 7 cofanetti DVD, uno per ogni stagione, doppiando gli episodi ancora non tradotti in italiano. Dal 2006 gli episodi delle sette stagioni di DS9 sono stati distribuiti in edicola come inserto del settimanale Panorama e la serie è anche stata trasmessa in chiaro su LA7 in seconda serata.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Opere derivate (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Giochi su Star Trek.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frequently Asked Question, su Star Trek Italian Club. URL consultato l'8 marzo 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173871888 · LCCN (ENn94088268 · GND (DE4394807-8 · J9U (ENHE987007588648505171