Star Trek: Picard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Star Trek: Picard
Star Trek Picard logo.svg
Titolo originaleStar Trek: Picard
PaeseStati Uniti d'America
Anno2020 – in produzione
Formatoserie TV
Generefantascienza, drammatico, azione
Stagioni1
Episodi10
Lingua originaleinglese
Crediti
Ideatore
Soggetto
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzioneSecret Hideout, Roddenberry Entertainment, CBS Television Studios
Prima visione
Prima TV originale
Data23 gennaio 2020
Rete televisivaCBS
Prima TV in italiano
Data24 gennaio 2020
Rete televisivaPrime Video

Star Trek: Picard è una serie televisiva statunitense del 2020 distribuita negli Stati Uniti sul canale CBS, in Italia su Amazon Prime Video.

La serie, la settima live action facente parte dell'omonimo franchise, è ambientata nel 2399 e vede come protagonista Jean-Luc Picard, vent'anni dopo gli avvenimenti narrati in Star Trek - La nemesi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2399[1], vent'anni dopo La nemesi e gli avvenimenti che hanno portato al sacrificio del tenente comandante Data per salvare il capitano Picard dall'esplosione dell'astronave romulana Scimitar, tornano protagoniste le vicende dell'ormai anziano ammiraglio Jean-Luc Picard.

Picard si è dimesso da diversi anni dalla Flotta Stellare, in conseguenza al ritiro dell'aiuto della Federazione dei pianeti uniti promesso ai profughi romulani, in seguito alla distruzione del loro pianeta natale Romulus da parte della supernova di Hobus; decisione presa anche a causa dell'attacco alla colonia terrestre di Utopia Planitia, sul pianeta Marte da parte di un gruppo di androidi ribelli, avvenimento accaduto il 5 aprile 2385[1] che ha portato poi al bando delle forme di vita artificiale all'interno della Federazione.

Picard indaga sulla creazione da parte di Bruce Maddox dell'Istituto Daystrom, da sempre interessato al lavoro del dottor Noonien Soong e con la volontà di emularlo, di due androidi organici femmine, le gemelle Dahj e Soji, la cui rete neurale è stata clonata da quella di Data. Per farlo intraprende un viaggio nello spazio coadiuvato dalla dottoressa Agnes Jurati, dagli ex membri della Flotta Raffi Musiker e Cristobal "Chris" Rios, dal romulano Elnor e dall'ex drone borg Sette di Nove.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean-Luc Picard, interpretato da Patrick Stewart e doppiato da Alessandro Rossi: un ex ammiraglio della Flotta Stellare ed ex capitano della USS Enterprise-D ed Enterprise-E.
  • Dahj/Soji Asha, interpretate da Isa Briones: androidi gemelle. Dahj, dopo aver manifestato capacità fisiche sovrumane durante un agguato da parte di agenti romulani, chiede l'aiuto di Picard poiché le appare in alcuni ricordi, ma viene uccisa presso gli Archivi della Flotta Stellare. Soji lavora presso l'Artefatto, un cubo borg occupato da un gruppo di ricerca romulano. Qui intraprende una relazione con Narek, e grazie a lui scopre la sua vera natura di androide.
  • Agnes Jurati, interpretata da Alison Pill: una ricercatrice che lavora all'Istituto Daystrom.
  • Raffi Musiker, interpretata da Michelle Hurd: ex ufficiale della Flotta Stellare, licenziatasi quando Picard ha rassegnato le proprie dimissioni, si unisce alla missione di Picard per un passaggio dopo avergli procurato una navetta e un pilota.
  • Cristobal "Chris" Rios, interpretato da Santiago Cabrera e doppiato da Gabriele Sabatini: ex pilota della Flotta Stellare munito di navetta, si unisce a Picard mettendo a disposizione la sua astronave La Sirena e la propria abilità.
  • Elnor, interpretato da Evan Evagora, un giovane rifugiato romulano addestrato per il combattimento corpo a corpo.[2]
  • Narek, interpretato da Harry Treadaway e doppiato da Daniele Giuliani, un agente romulano incaricato di seguire lo smantellamento di un cubo Borg.

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Narissa Rizzo, interpretata da Peyton List: agente romulana che lavora assieme a suo fratello Narek.
  • Data, interpretato da Brent Spiner e doppiato da Marco Mete: un androide senziente che ha prestato servizio sotto Picard come secondo ufficiale, ufficiale scientifico e capo operazioni a bordo dell'Enterprise. Data appare nei sogni di Picard.
  • Sette di Nove, interpretata da Jeri Ryan e doppiata da Francesca Fiorentini: un ex drone Borg che ha servito a bordo della USS Voyager.
  • Laris, intepretata da Orla Brady, e Zhaban, interpretato da Jamie McShane: ex agenti romulani entrati a servizio di Picard, che vivono con lui nella sua tenuta a La Barre.
  • Tugh, interpretato da Jonathan Del Arco e doppiato da Christian Iansante: un ex drone Borg, incontrato dall'equipaggio dell'Enterprise e divenuto amico di Geordi La Forge. È il superiore di Soji Asha nell'artefatto Borg. Viene ucciso da Narissa Rizzo, agente romulana nell'artefatto Borg
  • William Riker, interpretato da Jonathan Frakes e doppiato da Giorgio Locuratolo: capitano in pensione della USS Titan ed ex primo ufficiale di Picard sull'Enterprise. Si sposò con Deanna Troi all'inizio di Star Trek - La nemesi e con lei e la figlia Kestra, andò successivamente a vivere sul pianeta Nepenthe.
  • Deanna Troi, interpretata da Marina Sirtis e doppiata da Anna Rita Pasanisi: ex-consigliere dell'Enterprise, si sposò con Riker e andò a vivere con lui e la figlia su Nepenthe.
  • Altan Inigo Soong, interpretato da Brent Spiner e doppiato da Marco Mete. Figlio del dottor Noonian Soong (il creatore e "padre" di Data) e collega di Bruce Maddox su Coppelius.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 10 2020 2020

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie vede come interpreti il protagonista Patrick Stewart (anche produttore) insieme a Santiago Cabrera, Michelle Hurd, Evan Evagora, Alison Pill, Harry Treadaway e Isa Briones. Altri attori di Star Trek: The Next Generation rientreranno nel cast, tra cui Brent Spiner, Marina Sirtis, Jonathan Frakes e Jeri Ryan di Star Trek: Voyager.[3]

Le riprese sono iniziate in California il 22 aprile 2019 ai Santa Clarita Studios, con il titolo ufficiale della serie annunciato a maggio.

Prima ancora dell'esordio, il 17 dicembre 2019 è stata annunciata la seconda stagione.[4][5][6]

I primi due episodi sono stati diretti da Hanelle Culpepper, che aveva già diretto alcuni episodi di Discovery. Questi rappresentano il primo "blocco" di regia: la serie infatti è composta da 10 episodi affidati a 5 diversi registi, ciascuno dei quali dirige 2 episodi consecutivi. Jonathan Frakes, che aveva anche lui diretto alcuni episodi di Discovery e che ha diretto il secondo "blocco" di episodi, afferma di credere che questo sistema non sia dovuto a discontinuità della trama[7]. Altri registi sono Maja Vrvil, che ha diretto il settimo e ottavo episodio, e Akiva Goldsman per il nono e decimo. Le riprese si sono concluse il 1º settembre 2019.[8]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer è stato pubblicato il 20 luglio 2019.[9] La serie viene trasmessa da Prime Video a partire dal 23 gennaio 2020[10] ed è composta da dieci episodi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Manuel Enrico, Star Trek Picard secondo episodio: Mappe e Leggende. Tutti i riferimenti e le citazioni della saga di Star Trek, su Tom's Hardware - Cultura Pop, 3Labs Srl., 1º febbraio 2020. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  2. ^ Star Trek’: Evan Evagora Joins Picard Show As Series Regular, Deadline.com, 13 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Joe Otterson, Joe Otterson, ‘Star Trek: Picard’ to Feature Jonathan Frakes, Marina Sirtis, Brent Spiner, Jeri Ryan, su Variety, 20 luglio 2019. URL consultato il 21 luglio 2019.
  4. ^ Star Trek: Picard è stato rinnovato per una seconda stagione, su Lega Nerd, 16 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2019.
  5. ^ Martina Volonté, Star Trek: Picard è stato rinnovato per una seconda stagione, su Cinematographe, 16 dicembre 2019. URL consultato il 25 gennaio 2020.
  6. ^ Emanuele Manta, Star Trek: Picard rinnovata per una seconda stagione prima del debutto, su Comingsoon.it, 17 dicembre 2019. URL consultato il 25 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) Interview: Jonathan Frakes Talks “Ambitious” Picard Show And ‘Star Trek: Discovery’ Growing Its Beard, su TrekMovie.com, 15 aprile 2019. URL consultato il 28 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Intervista a Michael Chabon, su TrekMovie.com.
  9. ^ Star Trek: Picard, il trailer della serie con Patrick Stewart, su Movieplayer.it. URL consultato il 21 luglio 2019.
  10. ^ (EN) Star Trek: Picard, su cbs.com. URL consultato il 2 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]