Star Trek (serie animata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Star Trek
serie TV d'animazione
Star Trek TAS logo.svg
Titolo orig.Star Trek
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreGene Roddenberry
ProduttoreD.C. Fontana, Norm Prescott, Lou Scheimer
MusicheRay Ellis, Norm Prescott
StudioFilmation
ReteNBC
1ª TV8 settembre 1973 – 12 ottobre 1974
Episodi22 (completa)
Durata ep.23-24 minuti
1ª TV it.15 febbraio 1982[1][2][3]
Episodi it.22 (completa)
Generefantascienza

Star Trek, anche conosciuta come Star Trek - La serie animata o, nel fandom, con l'acronimo TAS (The Animated Series[N 1]),[4] è una serie televisiva di fantascienza a cartoni animati, realizzata dalla Filmation come seguito della prima serie televisiva di Star Trek. È composta da 22 episodi trasmessi dal 1973 al 1974, con le voci degli attori della serie televisiva originale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra dell'ultimo anno della missione quinquennale comandata dal capitano James T. Kirk, quindi gli avvenimenti descritti si situano cronologicamente tra la terza stagione della serie classica e il film Star Trek del 1979.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 16 1973-1974 1982
Seconda stagione 6 1974 1982

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Star Trek (serie animata).

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi della serie

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Specie di Star Trek.

La serie, oltre a riutilizzare specie aliene già apparse nella serie classica, come ad esempio Vulcaniani, Klingon, Romulani, Andoriani, Gorn, Triboli e altri, introduce anche nuove specie, che appaiono solamente in questa serie o saranno poi destinate a venire sfruttate anche in altre opere del franchise, quali ad esempio i Caitiani, gli Edosiani e gli Kzinti. Quest'ultima specie è stata creata dallo scrittore Larry Niven nel 1967 per il suo racconto The Soft Weapon, pubblicato all'interno della rivista If del febbraio di quell'anno e in seguito adattato per l'episodio della prima stagione della serie animata L'arma degli Slavers (The Slaver Weapon, 1973).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La Paramount, che si era fusa con la Desilu, rilevandone i diritti, dopo la fine della serie classica aveva deciso di produrre una nuova serie di Star Trek, ma, a causa degli elevati costi di produzione che comportava un telefilm di fantascienza all'epoca, preferì optare per una serie animata. Per espressa volontà di Gene Roddenberry, l'ideatore della serie originale, la serie animata doveva avere per protagonisti Kirk e il suo equipaggio e così fu.

Tutto il cast originale fu impiegato per il doppiaggio, tranne Walter Koenig (Pavel Chekov) che fu sostituito dal tenente Arex (doppiato da James Doohan).

In questa serie, libera dai costi di produzione di un telefilm, la fantasia di scrittori e sceneggiatori poté sbizzarrirsi all'inverosimile, con la comparsa di molte nuove specie aliene considerate non canoniche.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata originalmente trasmessa dalla rete televisiva NBC a partire dall'8 settembre 1973 e fino al 12 ottobre 1974, per un totale di 22 episodi della durata di circa 25 minuti l'uno.[5]

In Italia la serie è stata trasmessa su varie reti locali, venendo doppiata in italiano a cura della Cinitalia Edizioni, dagli stessi attori della serie classica. I doppiatori dei personaggi principali sono a loro volta gli stessi, tranne Diego Reggente, qui doppiatore di Spock, che nella serie doppiava Montgomery Scott, qui doppiato da Sandro Sardone e successivamente da Vittorio Di Prima.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative
  1. ^ The Animated Series è il nome convenzionale con cui viene indicata in lingua inglese per distinguerla da altre opere con il medesimo titolo
Fonti
  1. ^ Paolo Martinelli, Star Trek: la saga, su Alfa Model Club, Alfamodel. URL consultato il 24 giugno 2022.
  2. ^ Rossella Romagnoli, Star Trek: arrivano i dvd della serie animata, su Fantascienza.com, Associazione Delos Books, 6 settembre 2006. URL consultato il 24 giugno 2022.
  3. ^ Valerio, Star Trek a.s.: la saga senza frontiere, su Hit Parade Italia. URL consultato il 24 giugno 2022.
  4. ^ Frequently Asked Question, su Star Trek Italian Club. URL consultato l'8 marzo 2022.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Star Trek, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 17 gennaio 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN175424553 · LCCN (ENn86066824 · J9U (ENHE987007364988905171