Andoriani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andoriani
gruppo
StarTrek.Andorian.01.jpg
UniversoStar Trek
AutoreGene Roddenberry
1ª app.17 novembre 1967
1ª app. inTOS: Journey to Babel
app. it.27 dicembre 1979
app. it. inTOS: Viaggio a Babel
Luogo di nascitaAndoria
Affiliazione

Gli Andoriani sono una specie umanoide dell'universo fantascientifico di Star Trek, apparsi per la prima volta nell'episodio Viaggio a Babel della seconda stagione della serie originale.

Gli Andoriani sono nativi di una luna ghiacciata di nome Andoria, che ruota attorno al pianeta Andor, e che è capitale dell'Impero Andoriano; nel 2161, l'Impero fu uno dei fondatori della Federazione dei Pianeti Uniti.

Storia degli Andoriani[modifica | modifica wikitesto]

Storia antica e primi scontri con i Vulcaniani[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente, il popolo degli Aenar si separarono da loro come sottospecie, dopo essersi ritirati nelle Distese Settentrionali, divenendo per gli Andoriani come una sorta di un mito (ENT: Gli Aenar).

Sempre in epoche passate, gli Andoriani usavano dei cutter per navigare sul ghiaccio; il primo di essi a circumnavigare Andoria si chiamava Kumari; in suo onore, questo nome verrà usato anche per altri vascelli, pure quelli stellari (ENT: Fragile alleanza).

Andoriani e Vulcaniani si sono sviluppati in sistemi stellari limitrofi e il loro primo contatto avvenne all'inizio del XX secolo. A detta vulcaniana, il primo contatto "sembrava promettente, nonostante le loro intense emozioni". Tuttavia, ben presto i Vulcaniani iniziarono a considerare i loro "vicini" come ingannevoli, favorevoli ad onorare "accordi che non vanno in conflitto con i loro [meri] interessi", a causa della loro natura territoriale e militaristica. Ben presto, cominciò una disputa di confine, riconducibile alla metà del Novecento e durata per duecento anni, relativamente ad un pianeta vicino al sistema di Andoria. A riguardo, gli Andoriani ritenevano che l'unico deterrente ad una invasione vulcaniana era "la minaccia di una massiccia rappresaglia" (ENT: La tregua, Il test).

Negli anni '50 del XXI secolo, gli Andoriani terraformarono un planetoide di Classe D che chiamarono Weytahn, in una posizione strategica sul confine tra il territorio andoriano e quello vulcaniano. Quando Andoria rifiutò all'Alto Comando Vulcaniano il permesso di ispezionare la colonia, per assicurarsi che non vi fossero possibili minacce, i Vulcaniani evacuarono il planetoide con la forza. Nel 2097, un trattato venne finalmente siglato, con i Vulcaniani che reclamarono Weytahn ufficialmente, rinominandolo Paan Mokar e posizionandovi attorno un satellite di sorveglianza (ENT: La caduta di un eroe, La tregua).

Circa nel 2104, gli Andoriani scoprirono gli Aenar; da allora i due popoli mantennero contatti diplomatici (ENT: Gli Aenar). In un'epoca imprecisata prima del 2154, gli Andoriani entrarono in conflitto con i Tellariti e, secondo il loro ambasciatore Gral, gli incrociatori tellariti hanno respinto "quei demoni blu" nel loro territorio con la forza (ENT: Babel).

Contatto con la Terra e guerra fredda con i Vulcaniani[modifica | modifica wikitesto]

Nel tentativo di garantirsi una sorveglianza sicura sugli Andoriani, l'Alto Comando Vulcaniano realizzò una stazione d'osservamento altamente sofisticata sotto il monastero di P'Jem, un pianeta vulcaniano vicino ad Andoria. Nel 2151, il comandante della Guardia Imperiale Andoriana, Shran, svelò il segreto di P'Jem con l'aiuto dell'equipaggio di una nave stellare della Terra Unita, l'Enterprise NX-01, evento che diede inoltre inizio alle relazioni tra Umani e Andoriani. Dopo la distruzione del monastero, l'Alto Comando accusò la Flotta Stellare e il sub-comandante T'Pol per la perdita di P'Jem, che causò inoltre l'espulsione di sua madre dall'Accademia delle Scienze Vulcaniana e un aggravamento delle relazioni tra Vulcaniani e Umani (ENT: Il caso andoriano, Le ombre di P'Jem, Ritorno a casa).

Un altro argomento centrale della guerra fredda tra Vulcaniani e Andoriani fu Coridan, un pianeta di Classe M ricco di minerale di dilitio, indispensabile per la tecnologia a curvatura. Negli anni '50 del XXII secolo, su Coridan scoppiò una guerra civile, nella quale i ribelli, supportati dalla Guardia Imperiale Andoriana, tentarono di rovesciare il cancelliere e il suo governo, favoriti dall'Alto Comando Vulcaniano (ENT: Le ombre di P'Jem).

Nel 2152, un nuovo conflitto scoppiò su Weytahn, reclamato nuovamente dall'Impero Andoriano dopo essere rimasto deserto per circa sessant'anni. Con il conflitto in rapida escalation, Shran, alla guida delle forze andoriane d'invasione, chiese il capitano Jonathan Archer come mediatore per negoziare il cessate il fuoco, che fu infine seguito dal ritorno ai negoziati (ENT: La tregua).

Dopo aver sentito che gli Xindi avevano attaccato la Terra nel 2153, la Guardia Imperiale inviò la nave Kumari, al comando di Shran nella Distesa Delfica per localizzare la Enterprise. Scoperto che l'Enterprise stava cercando un prototipo dell'arma xindi, la Guardia Imperiale decise di procurarsi tale tecnologia per una futura guerra con i Vulcaniani. Tuttavia, il prototipo venne distrutto, obbligando gli Andoriani a tornare indietro a mani vuote. Prima di fare ritorno, però, Shran consegnò tutti i dati tecnici e tattici ottenuti dai sensori andoriani alla Enterprise, cosa che permise al suo equipaggio di impedire un secondo attacco alla Terra (ENT: Il test). Tre mesi dopo, Shran e la Kumari affiancarono apertamente la Terra, seguendo la traccia dell'arma xindi. La nave affrontò una nave da guerra xindi, attirando l'attenzione su di sé e permettendo all'Enterprise di distruggere l'arma (ENT: Ora zero).

All'insaputa degli Andoriani, i Vulcaniani avevano intercettato i dati e la telemetria del prototipo inviati su Andoria. I dati furono poi manipolati e usati dall'Amministratore V'Las per convincere l'Alto Comando che gli Andoriani stavano pianificando di usare il prototipo per potenziare la loro flotta e creare un'arma di distruzione di massa da usare contro Vulcano. Nel 2154, V'Las, sotto l'influenza di un agente romulano, ordinò un'invasione di Andoria e fece attirare il grosso della flotta andoriana vicino Weytahn creando false tracce di curvatura in prossimità del pianeta, mentre i Vulcaniani ammassavano una flotta di dodici incrociatori vicino Regulus, oltre la sorveglianza andoriana. Nonostante la Enterprise e l'ambasciatore vulcaniano Soval avessero avvertito Shran dell'incursione, gli Andoriani furono in grado di radunare solo sei navi da guerra poco lontano dal sistema andoriano, con la Enterprise stessa che giunse nel tentativo di impedire la guerra. Dopo che le due flotte diedero il via agli scontri, in quella che fu chiamata la battaglia di Andoria, il ministro vulcaniano Kuvak fece pressione su V'Las per fermare l'attacco, nonostante stessero vincendo lo scontro, poiché l'effetto sorpresa era stato perso e si prevedevano pesanti perdite da entrambe le parti in un conflitto che si sarebbe protratto a lungo. Compreso che nessuno dei vascelli andoriani erano in possesso di armamento xindi, come detto da V'Las, Kuvak riuscì a prendere il controllo della flotta, a cui ordinò di ritirarsi, mettendo fine alla battaglia (ENT: Il kir'shara).

Distensione diplomatica e Federazione dei Pianeti Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la Riforma Vulcaniana, l'Alto Comando Vulcaniano venne dissolto e il nuovo governo, guidato da Kuvak, iniziò un fase meno ostile verso Andoria, mettendo fine ad anni di guerra fredda e tensioni militari (ENT: Il kir'shara).

Nel novembre 2154, diplomatici andoriani pianificarono un incontro con una delegazione tellarita, guidata dall'ambasciatore Gral, sul planetoide Babel. Lo scopo originale della conferenza era risolvere una disputa commerciale di lunga durata tra le due fazioni. Tuttavia, l'Impero Stellare Romulano iniziò a considerare lo stretto legame formato tra Andoriani, Tellariti e Umani come una minaccia. I Romulani tentarono quindi di destabilizzare la regione causando la Crisi di Babel usando dei droni in grado di camuffarsi in vascelli di altre fazioni. Sotto le sembianze di due incrociatori tellariti, i Romulani distrussero la Kumari causando la cancellazione della conferenza e quasi lo scoppio di un nuovo conflitto tra le due parti. Tuttavia, il capitano Archer fece calare la tensione rispondendo alla sfida di Shran, nella cerimonia Ushaan, uno scontro fino alla morte, proteggendo così Naarg, membro della delegazione tellarita, e risparmiando poi la vita di Shran stesso rendendolo incapace di continuare la lotta. Successivamente Archer riuscì a far collaborare Andoriani, Tellariti, Umani e Vulcaniani per trovare e distruggere i droni, ottenendo così l'effetto opposto di quanto sperato dai Romulani (ENT: Babel, Fragile alleanza, Gli Aenar).

Risolta la Crisi di Babel, Andoria, la Terra e altri mondi compresero il valore del lavoro congiunto e si incontrarono in un'altra conferenza per fondare la Coalizione dei Pianeti, nel 2155. La conferenza venne disturbata da un movimento isolazionista umano chiamato Terra Prime, che riuscì ad ottenere supporto tra la popolazione e istigare proteste di fronte all'ambasciata andoriana sulla Terra. Messo fine alle attività di Terra Prime, Archer fece riprendere la conferenza con un discorso appassionato a favore dell'esplorazione congiunta, ottenendo infine gli applausi di tutti i delegati (ENT: Demoni, Lotta per la Terra).

Diversi partecipanti alla Coalizione dei Pianeti si avvicinarono ancor più, quando il conflitto con l'Impero Stellare Romulano scoppiò in una vera e propria guerra nel 2156. Un'umiliante sconfitta da parte degli Umani e dei suoi alleati – Andoriani, Tellariti e Vulcaniani – nella battaglia di Cheron, nel 2160, mise fine al conflitto, portando all'instaurazione di una Zona Neutrale tra i due blocchi politici (ENT: In uno specchio oscuro (seconda parte); TOS: La navicella invisibile).

Nel 2161, gli Andoriani, assieme a Tellariti, Umani e Vulcaniani fondarono la Federazione dei Pianeti Uniti a San Francisco e diedero vita ad una Flotta Stellare congiunta (ENT: Ora zero; TNG: Il diritto di essere, Il primo dovere; DS9: Inquisizione). Per il 2164, il comandante Shran fu promosso generale e nominò Jonathan Archer come membro onorario della Guardia Imperiale Andoriana. Cinque anni dopo, nel 2169, Archer stesso divenne ambasciatore della Federazione su Andoria (ENT: In uno specchio oscuro (seconda parte)).

Come membro chiave della Federazione, Andoria fu rappresentata dall'ambasciatore Shras alla Conferenza di Babel circa un secolo dopo, nel 2268, durante la quale supportò l'ammissione di Coridan alla Federazione. Nel tentativo di sabotare la conferenza, un agente del Sindacato di Orione, travestito da aiutante di Shras, assassinò l'ambasciatore tellarita Gav, che si opponeva invece all'ingresso di Coridan nella Federazione (TOS: Viaggio a Babel).

È noto che nel 2286 Andoria aveva due rappresentanti nel Consiglio della Federazione (Star Trek IV: The Voyage Home) mentre, ad un certo punto prima del XXIV secolo, alcuni andoriani sono ancora una minaccia per le navi della Flotta Stellare (TNG: I sopravvissuti).

Per il 2366, non vi sono donne andoriane a bordo della USS Enterprise-D ma almeno un andoriano fece visita al pianeta Risa. Più tardi, lo stesso anno, mercanti andoriani erano in contatto con Kivas Fajo e si auguravano di poter fare un'offerta per delle spezie telluriane (TNG: La figlia di Data, La vacanza del capitano, Il collezionista).

Nel 2369 e nel 2370, rispettivamente, trasporti e cargo andoriani operarono nei pressi della Deep Space Nine (DS9: Nagus per un giorno, Uno strano Ferenghi).

Per gli anni '70 del XXIV secolo, Andoria era una meta turistica popolare e l'Accademia Andoriana era una delle più rinomate scuole d'arte della Federazione (DS9: Figliol prodigo, Strani compagni di letto).

Durante la guerra del Dominio, l'importanza strategica del pianeta Andor (forse diverso dall'Andor attorno cui ruoterebbe Andoria), sede del Ministero Andoriano dell'Agricoltura (DS9: Il suono della sua voce), era paragonabile a quella della Terra, di Beregaria VII e di Vulcano. Alla fine del 2374, Andor era il potenziale obiettivo di un'invasione dopo l'occupazione di Betazed (DS9: La figurina, La coscienza di un ufficiale).

Universo specchio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo specchio, gli Andoriani sono tra le razze conquistate dall'Impero Terrestre, a cui venne dato il permesso di unirsi alla Flotta Stellare Imperiale. Alcuni Andoriani presero parte anche alla ribellione contro l'impero con delle proprie navi da guerra (ENT: In uno specchio oscuro (seconda parte)).

Gli Aenar[modifica | modifica wikitesto]

Gli Aenar, sono una sottospecie degli Andoriani, privi della caratteristica pigmentazione blu, ciechi e provvisti di forti capacità telepatiche, anche a distanza. Considerata sempre una specie mitica da parte degli stessi Andoriani, all'inizio del XXI secolo è stata scoperta una comunità di poche migliaia di Aenar nella parte settentrionale di Andoria, protetta da un campo di energia. Non concepiscono l'uso della violenza e sono molto riservati, tant'è che pochissimi Andoriani hanno incontrato un Aenar di persona (ENT: Gli Aenar).

Fisiologia degli Andoriani[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte degli Andoriani hanno la pelle blu, con capelli bianchi o argentati. Gli Aenar hanno invece la pelle di colore bianco, sono ciechi e in grado di usare la telepatia. Le due specie sono geneticamente compatibili e in grado di generare prole mista (ENT: Federazione prossima frontiera).

Gli Andoriani hanno un più alto tasso metabolico rispetto agli Umani, cosa che li rende sensibili ad infezioni in seguito a ferite da armi ad impulso di fase e ad un più rapido sfinimento in condizioni di sforzo fisico (ENT: Fragile alleanza). Tuttavia, dimostrano una notevole resistenza ad un'ampia gamma di condizioni ambientali. In climi dove le temperature si aggirano attorno al punto di ebollizione dell'acqua, un Andoriano può comunque vivere, nonostante perda il dieci percento del suo peso corporeo in due giorni (ENT: Gli Aenar).

Poiché la fisiologia andoriana rende impossibile un'iniezione in vena, i medici somministrano medicinali attraverso iniezioni intramuscolari (TOS: Il sogno di un folle). Anche gli Andoriani possono richiedere una tonsillectomia (DIS: Scegli il tuo dolore).

Uno dei tratti più caratteristici degli Andoriani e degli Aenar sono le due antenne, posizionate in cima al capo e in grado di muoversi, grazie a muscoli volontari, anche singolarmente. Perlomeno nel caso degli Andoriani, le antenne contribuiscono all'equilibrio, infatti, se uno di loro perde un'antenna rimane temporaneamente inabile, anche se in grado di riprendersi in pochi giorni. L'antenna persa ricrescerà poi in circa nove mesi, in metà tempo se trattata con massaggi craniali e stimolazione elettrica. La perdita di un'antenna non è un danno fisiologicamente grave in sé, ma viene considerato umiliante (ENT: Fragile alleanza).

La posizione e la forma delle antenne può variare in modo significativo. La maggior parte degli Andoriani del XXII secolo hanno le antenne posizionate nelle ossa frontali del cranio e lo stesso vale per gli Aenar. Nel XXIII secolo invece si sono visti Andoriani le cui antenne spuntavano più indietro, sulle ossa parietali (TOS: Viaggio a Babel). Altri, invece, in particolare nel secolo successivo, hanno antenne più lunghe e sottili (Star Trek - The Motion Picture; TNG: La figlia di Data, Le vacanze del capitano).

Gli Andoriani hanno il sangue blu scuro, visibilmente non viscoso e traslucido. Le lingue e le gengive possono essere sia blu scuro che rosa (ENT: Fragile alleanza).

Società e cultura degli Andoriani[modifica | modifica wikitesto]

Gli Andoriani sono una razza militarista e un piccolo esempio di ciò è il fatto che le loro armi non possono essere impostate in modalità non letale. Considerano inoltre un onore servire nella Guardia Imperiale e il grado militare ha grande influenza nella reputazione sociale. Gli Andoriani disapprovano la disonestà, non combattono mai senza una ragione e non sono in grado di fare il doppio gioco. Sono considerati molto emotivi, passionali e persino violenti, non sono molto caritatevoli né simpatici e tengono in gran conto il valore della famiglia (ENT: La tregua, Babel, Fragile alleanza; TOS: Viaggio a Babel).

Una parte cruciale della tradizione andoriana è lo Ushaan, un codice d'onore, che prevede un duello fino alla morte con l'utilizzo di armi di ghiaccio, gli ushaan-tor. Questo codice d'onore prevede circa 12 000 regole, le quali richiedono che il combattimento possa cessare se un combattente rende inerme l'altro in modo che quest'ultimo non possa più continuare lo scontro. Nonostante lo Ushaan possa essere richiesto come vendetta per una perdita personale, esiste un diritto di sostituzione secondo cui ogni contendente può avere un sostituto; inoltre i contendenti sposati possono posporre il duello indefinitamente, se essi non hanno figli in grado di tramandare la loro discendenza (ENT: Fragile alleanza).

I membri della Guardia Imperiale che muoiono lontani da casa possono contare sui propri compagni affinché portino a casa parte di loro, come per esempio un po' del loro sangue. In seguito, come onore speciale, questo sangue può essere posto sul Muro degli Eroi su Andoria (ENT: Fragile alleanza).

Le donne Andoriane godono di una posizione equa, anche nelle forze militari. Inoltre, esse possono iniziare una relazione intima assalendo un maschio. Il matrimonio andoriano richiede un gruppo di quattro persone, eccetto circostanze particolari, che vengono unite sotto lo stesso nome, detto keth, come se fossero membri di un clan (ENT: La tregua, Il test, Babel; TNG: Una giornata di Data).

Gli Andoriani sono noti per la loro determinazione e resistenza nel combattimento fisico, seppur per un tempo inferiore agli umani a causa del loro metabolismo. Su Andoria, viene insegnato loro a combattere con gli ushaan-tor sin da bambini (VOY: Un piccolo passo; ENT: Fragile alleanza).

Anche nella cultura andoriana è presente il concetto di Paradiso (Sha Ka Ree), un luogo idilliaco da cui si sviluppò la creazione. Quest'idea è menzionata da Sybok mentre parlava del pianeta Sha Ka Ree che sarebbe situato, secondo la tradizione andoriana, oltre la Grande Barriera di Energia, al centro della galassia, e che si dice sia impossibile da trovare (Star Trek V - L'ultima frontiera).

L'Accademia per le Arti andoriana è considerata una delle migliori accademie artistiche della Federazione (DS9: Figliol prodigo). Gli Andoriani producono una birra di colore blu (ENT: La tregua), mentre il Blues andoriano è uno stile musicale tipico della loro specie (TNG: Il segreto di Spock (seconda parte)).

Gli andoriani del film Star Trek - The Motion Picture indossano dei monili realizzati con delle pietre, utilizzano il flabbjellah, uno strumento musicale combinato con un'arma, e le donne indossano dei vestiti simili a dei kimono.

Tecnologia degli Andoriani[modifica | modifica wikitesto]

Nel XXII secolo la Guardia Imperiale Andoriana disponeva di incrociatori da battaglia, armati con cinque cannoni a particelle e protetti da scudi deflettori. I suoi soldati erano inoltre armati con armi al plasma e le loro armi non dispongono della regolazione "stordimento" (ENT: Il caso andoriano).

Realizzazione degli Andoriani[modifica | modifica wikitesto]

Le prime serie televisive e il primo film[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalla loro prima apparizione nell'episodio Viaggio a Babel, nella prima stagione della serie originale, il loro aspetto cambiò significativamente, sia per motivi di budget che per miglioramenti nelle tecniche di make-up. La sceneggiatura dell'episodio descriveva gli Andoriani come "umanoidi, alti e abbastanza snelli. Se possibile, le orecchie saranno minimizzate, ma ci sono due delicate antenne affusolate che spuntano dalla testa. Nonostante i loro corpi fragili, gli Andoriani sono una razza di guerrieri feroci. I loro vestiti lo indicano in una certa misura e includeranno un'arma da taglio dall'aspetto pericoloso... portata per essere usata e non per cerimonia. Gli Andoriani sono di un pallido blu."[1]

Gli Andoriani furono raffigurati per la prima volta da Fred Phillips. Non avendoli dato praticamente nessuno indicazione su come realizzare il make-up di un Andoriano, Phillips dovette idearlo da solo.[2] Il suo progetto iniziale prevedeva che le antenne si trovassero nella parte retrostante del capo in modo da poterle attaccare alla parrucca bianca.[3] Phillips realizzò le antenne utilizzando la plastilina e, secondo l'archivista Richard Arnold, usò dei rocchetti di filo come estremità per le antenne. Le basi delle antenne erano in materiale rigido e venne attaccato alle parrucche. Come tinta della pelle fu scelta una crema di colore blu marino, evidenziata con un'altra crema di una tonalità blu più scuro per ombreggiare il volto.[4]

Nella serie originale, a detta dello sceneggiatore di Star Trek: Enterprise Fred Dekker, gli Andoriani furono una specie interessante dal punto di vista del make-up, ma non vennero sviluppate storie relative ai loro personaggi.[5]

Il primo cambiamento nell'aspetto degli Andoriani si ebbe con il primo film, The Motion Picture, nel quale apparvero con delle creste frontali con lunghe e sottili antenne che partivano dal centro della fronte.[6] Un particolare difficile da realizzare furono le parrucche bianche delle donne andoriane. Esse richiedevano una lavorazione con del materiale d'amido e del filo, tutto coperto con del cotone assieme a capelli veri.[7]

Nella nuova serie televisiva, Star Trek: The Next Generation, non era prevista l'apparizione degli Andoriani, né di altre specie della serie originale, poiché Gene Roddenberry non voleva che la nuova serie fosse troppo dipendente dal passato.[5] Nel film Star Trek V - L'ultima frontiera però compare una divinità andoriana dall'aspetto simile a quello della serie classica, a cui sono state poste le antenne nello stile del primo film, e negli anni successivi gli Andoriani compariranno in vari cameo nelle diverse serie televisive e nei film, ma senza storie rilevanti nelle trame.

Star Trek: Enterprise[modifica | modifica wikitesto]

La decisione di introdurre nuovamente gli Andoriani nel franchise, in particolare in Star Trek: Enterprise, venne presa subito dai produttori esecutivi Rick Berman e Brannon Braga mentre riflettevano su quali cattivi inserire nell'episodio che poi sarebbe diventato Il caso andoriano durante la prima stagione.[8] Braga decise inoltre che gli Andoriani sarebbero stati un avversario ideale per i Vulcaniani rendendoli interessanti sia da questo punto di vista, che dal punto di vista del make-up, migliorato molto negli anni grazie a nuove tecnologie.[5]

L'adattamento degli Andoriani alla serie televisiva richiedeva di dare loro una profondità caratteriale, quindi di entrare di più nella loro psicologia e descrivere le loro paure e paranoie, come avvenuto nell'episodio Il caso andoriano,[8] a cominciare dal contrasto con i Vulcaniani, di cui divennero una loro nemesi, anche sul piano emotivo.[5] Fisicamente furono rappresentati in modo differente rispetto al passato, applicando il colore sulla pelle a strati sottili, in modo da rendere la pelle traslucida, invece che semplicemente colorarla.[8]

L'onere di modificare il make-up degli Andoriani venne dato a Michael Westmore, il quale decise anche di rendere le antenne mobili. Esse furono inoltre posizionate sulla fronte e rese più spesse e segmentate, come nella versione originale. Il nuovo aspetto degli Andoriani venne subito considerato dagli autori un successo e la razza fece il suo ritorno nell'episodio Le ombre di P'Jem e in altre puntate nelle stagioni successive.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Journey to Babel, orionpressfanzines.com. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  2. ^ (EN) Cinefantastique, vol. 17, n.º 2, p. 32.
  3. ^ (EN) Races with Changing Faces - Major Races, ex-astris-scientia.org. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  4. ^ (EN) Michael Westmore, Alan Sims, Bradley M. Look e William J. Birnes, Star Trek: Aliens & Artifacts, Pocket Books, ottobre 2000, p. 49, ISBN 06-710-4299-8.
  5. ^ a b c d (EN) Star Trek: The Official Starships Collection, Eaglemoss Collections, n.º 37, pp. 10-11.
  6. ^ (EN) Judith e Garfield Reeves-Stevens, The Art of Star Trek, Pocket Books, 28 novembre 1995, p. 178, ISBN 06-718-9804-3.
  7. ^ (EN) Susan Sackett e Gene Roddenberry, The Making of Star Trek: The Motion Picture, Wallaby Books, marzo 1980, p. 142, ISBN 06-717-9109-5.
  8. ^ a b c d (EN) Star Trek: Communicator, n.º 136, Decipher, dicembre 2001-gennaio 2002, p. 36-37.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Star Trek Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek