John de Lancie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'oboista statunitense, vedi John de Lancie (oboista).
John de Lancie nel 2019

John de Lancie (Filadelfia, 20 marzo 1948) è un attore statunitense. È noto soprattutto per l'interpretazione del personaggio di Q nell'universo fantascientifico di Star Trek e per il doppiaggio di Discord in My Little Pony - L'amicizia è magica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

John de Lancie nel 2009

Dopo aver superato alcune difficoltà scolastiche dovute alla sua dislessia, ha frequentato la Kent State University vincendo una borsa di studio per la Juilliard Drama School.

Ha lavorato come attore di teatro con l'American Shakespeare Festival e la Seattle Repertory Company ed è apparso in numerosi film, compresi La leggenda del re pescatore e Salvate il soldato Ryan. Ha lavorato in numerose serie televisive, tra cui: Uccelli di rovo, Il tempo della nostra vita, L'uomo da sei milioni di dollari, Senza traccia,.

Ha interpretato il personaggio ricorrente di Q, un alieno onnipotente appartenente a Continuum Q, nel franchise di Star Trek, nelle serie live-action Star Trek: The Next Generation, Star Trek: Deep Space Nine e Star Trek: Voyager, ha inoltre prestato la voce al medesimo personaggio nella serie animata Star Trek: Lower Decks.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Marnie Mosiman e ha due figli, Owen e Keegan, attori anch'essi. Keegan de Lancie è apparso insieme al padre nella parte del figlio di Q nell'episodio di Star Trek: Voyager Q2.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è sostituito da:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103436740 · ISNI (EN0000 0000 7839 8806 · LCCN (ENn95026954 · GND (DE140136096 · BNF (FRcb14169837v (data) · BNE (ESXX1224669 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95026954