Società Attori Sincronizzatori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Società Attori Sincronizzatori
StatoItalia Italia
Forma societariasocietà cooperativa
Fondazione1959 a Roma
Fondata daStefano Sibaldi, Adriana De Roberto, Gabriella Genta, Fede Arnaud, Guido Leoni.
Chiusura2007
Persone chiaveGianni Giuliano (ex presidente)
SettoreCinema
Prodottidoppiaggio e post-produzione

La Società Attori Sincronizzatori, spesso abbreviata in S.A.S., è stata una società di doppiaggio italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Venne fondata nel novembre 1959 dai doppiatori Stefano Sibaldi, Adriana De Roberto, Gabriella Genta e dai direttori del doppiaggio Fede Arnaud e Guido Leoni.

Negli anni 1960 aderirono altri soci come Antonio Battistella, Dante Biagioni, Giulio Bosetti, Lucia Catullo, Renato De Carmine, Mario Feliciani, Giancarlo Maestri, Cesarina Gheraldi, Roberto Villa, Manlio Guardabassi, Vittoria Martello, Emilio Cappuccio, Roberto Del Giudice, Luciano Melani, Renzo Palmer, Sandro Tuminelli, Omero Antonutti, Giulio Platone, Leonardo Severini, e Gianrico Tedeschi.

Anni sessanta[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della SAS si formarono molti noti doppiatori degli anni a venire, come Michele Kalamera, Carlo Valli[1], Marcello Mandò, Gigi Proietti, Gianni Musy, Marcello Tusco, Sergio Di Stefano e Loretta Goggi.

Nel 1966 anche la voce storica della Cooperativa Doppiatori Cinematografici, Emilio Cigoli, passò alla S.A.S.[2]

Anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni settanta la società cura l'edizione italiana di molti anime giapponesi, e lancia voci come quelle di Renzo Stacchi, Giorgio Locuratolo, Giuliano Santi, Oliviero Dinelli, Guido Sagliocca, Rosalinda Galli, Emanuela Fallini, Anita Bartolucci.

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1982, con la presidenza di Gianni Giuliano, la società si orientò maggiormente verso le serie televisive, attività prevalente fino agli anni 1990. In questo periodo si affermano nuove voci, tra cui Paolo Maria Scalondro, Paolo Buglioni, Claudio De Angelis, Gianni Bersanetti, Alessio Cigliano, Lorenza Biella, Claudia Balboni, Monica Gravina.

Anni novanta e chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 1990 hanno fatto parte della società altri doppiatori molto conosciuti, come Claudia Catani, Fabrizio Temperini, Daniela Nobili e Barbara Berengo Gardin. [3] Dal 2007 la società non è più attiva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia del doppiaggio, su cineaudioteca.it. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  2. ^ Doppiaggio, su antoniogenna.net. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  3. ^ Barbara Berengo Gardin, su toth.be. URL consultato il 4 febbraio 2020.