Animal House (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Animal House
Animal house-belushi.jpg
John Belushi in una scena del film
Titolo originale National Lampoon's Animal House
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1978
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia John Landis
Soggetto Harold Ramis, Douglas Kenney, Chris Miller
Sceneggiatura Harold Ramis, Douglas Kenney, Chris Miller
Produttore Matty Simmons, Ivan Reitman
Fotografia Charles Correll
Montaggio George Folsey Jr.
Effetti speciali Henry Millar
Musiche Elmer Bernstein, Stephen Bishop (non accreditato), Sam Cooke (non accreditato)
Scenografia Hal Gausman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Doppiaggio originale

Ridoppiaggio parziale (2003)

Animal House (National Lampoon's Animal House) è un film del 1978 diretto da John Landis.

La pellicola vede la prima collaborazione tra il regista John Landis e l'attore John Belushi, che due anni più tardi, nel 1980, daranno vita insieme a Dan Aykroyd al mito dei Blues Brothers, un rapporto vincente che si tronca con la morte improvvisa dell'attore nel 1982.

Nel 2000 l'American Film Institute l'ha inserito al trentaseiesimo posto nella lista delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi. Nel 2001 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Università di Faber, 1962. Larry e Kent, due giovani matricole, sono impazienti d'iscriversi a una delle varie confraternite (nel film dette fratellanze) del college. Rifiutati dalla "Omega Theta Phi", composta da studenti ricchi e snob, capitanata dal cadetto militare Niedermeyer, vengono accettati dalla sgangherata "Delta Tau Chi", composta solo da studenti ripetenti con voti infimi e una condotta disastrosa e da cui è bandita ogni regola sociale. L'audacia della loro goliardia non conosce limiti.

La rivalità tra le due fratellanze sfocia nel grottesco, dal cavallo di Niedermeyer, ucciso dallo sparo di una pistola a salve, a "Bluto" che spia Mandy, compagna del rivale, la quale, fingendosi ignara, improvvisa un sensualissimo spogliarello alla finestra. Seguono una seduzione "fraudolenta" della figlia del sindaco e quella della moglie del rettore.

Le autorità e la fratellanza Omega decidono di accanirsi contro la Delta per farla chiudere. "Bluto" e i suoi compagni decidono di ribellarsi rovinando la parata di fine anno, organizzando un colpo teatrale che getterà nel ridicolo i loro nemici.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Per le riprese, inizialmente era stata scelta l'università del Missouri, fino a quando il preside della scuola non lesse il copione e negò il permesso di girare. Il film venne quindi girato presso l'università dell'Oregon a Eugene. Il preside dell'università dell'Oregon accettò che il film fosse girato nel campus senza leggere la sceneggiatura. Nel 1967 aveva ricevuto la sceneggiatura di un film ma aveva negato il permesso di girare. Il film in questione era Il Laureato e, vedendolo, gli piacque talmente tanto che decise non si sarebbe lasciato sfuggire un'altra opportunità. Così accettò subito le riprese di Animal House.

Gli attori della "Delta House" furono portati sul set cinque giorni prima di quelli della "Omega House", con l'intento di facilitare la complicità nel gruppo. Per la scena in cui "Bluto" (Belushi) beve un'intera bottiglia di whisky in un unico sorso, l'attore Tim Matheson (Otter) racconta: «John era stupefacente, quando si bevve il quinto "Jack Daniels"[senza fonte] avevamo sistemato la cosa in modo tale che il whisky scorresse lateralmente alla sua bocca, attraverso un trucco ottico. Lui invece disse: "No, lo faccio io". Spalancò la sua gola e lo fece in un unico ciak. Pazzesco». Tuttavia, il regista John Landis, nel documentario relativo alla realizzazione del film, rivelò che la bevanda dentro la bottiglia era semplice the alla pesca.

Negli anni alcune canzoni della colonna sonora sono state sostituite e le tracce originali non sono più reperibili.[senza fonte]

Riferimenti ad altri media[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio n. 20 ("Q-Pido") della quarta stagione di Star Trek: The Next Generation, i protagonisti principali della serie vengono trasportati nella foresta di Sherwood e costretti a impersonare i personaggi dell'epopea di Robin Hood. In una scena, Geordi La Forge, che interpreta la parte del menenestrello Alan-a-Dale, tenta maldestramente di suonare un liuto; Worf (che interpreta Will Scarlet) si avvicina, gli strappa di mano il liuto, lo distrugge sbattendolo contro un albero, quindi lo restituisce all'attonito La Forge dicendo "scusa", chiaro riferimento alla scena in cui Bluto distrugge la chitarra durante il toga-party.
  • In un episodio della serie animata The Real Ghostbusters, serie animata tratta dal film Ghostbusters, a cui avrebbe dovuto partecipare lo stesso Belushi, gli Acchiappafantasmi si ritrovano a combattere contro gli spettri che infestano un college e che si divertono a fare i toga-party. Il nome del capo di questi spettri è proprio Bluto.
  • In un episodio della serie animata Simpson un riferimento al film si ha nell'episodio Il tour storico di Marge in cui Homer canta la canzone durante i titoli di coda. Inoltre nell'episodio Adozione made in Cina durante il viaggio in aereo compare Jim Belushi, fratello di John, con addosso una toga, un chiaro riferimento al toga party.
  • Nella serie animata Futurama fu creato un intero episodio (Mars University) direttamente ispirato al film, nel quale compaiono diversi riferimenti come le confraternite, tra cui quella robotica e quella snob simile all'Omega, il rettore severo e la scena finale.
  • Nel videoclip del brano dei Twisted Sister "I Wanna Rock", appaiono Stephen Furst e Mark Metcalf, rispettivamente Sogliola e Neidermeyer, che interpretano le parti di un professore di liceo (Metcalf) e del preside (Furst).
  • Il film è citato nella canzone Deca Dance di J-Ax, contenuta nell'omonimo album uscito nel 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Librarian of Congress Names 25 More Films to National Film Registry, Library of Congress, 18 dicembre 2001. URL consultato il 6 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE1033238937
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema