Liliana Sorrentino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Liliana Sorrentino (Roma, 22 marzo 1954) è un'attrice, doppiatrice e direttrice del doppiaggio italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sorella dell'attore e doppiatore Claudio Sorrentino, ha iniziato la sua carriera da bambina all'età di 4 anni, accompagnando il fratello ad un turno di doppiaggio.

È nota per aver doppiato Heather Locklear nella serie televisiva Melrose Place e nei film Looney Tunes: Back in Action e Le ragazze dei quartieri alti. Tra le altre, ha doppiato Mia Farrow, Patricia Clarkson e Cate Blanchett.

Da piccola possedeva una voce squillante, ben riconoscibile in molti film degli anni sessanta quali Mary Poppins (Jane Banks), Quel certo non so che e Tutti insieme appassionatamente, in cui doppia l'attrice Kym Karath nei rispettivi ruoli di Maggie e Gretel. Fu anche attiva nel doppiare pellicole di genere erotico, sia "d'autore" che commedia erotica. Ha prestato infatti la voce a Elisabetta Genovese in Il Decameron di Pier Paolo Pasolini e doppiò varie volte Gloria Guida.

Nel campo dell'animazione ha doppiato Pollon nell'anime C'era una volta... Pollon, Sayaka Yumi in Mazinga Z, Maria Fleed in Ufo robot Goldrake e Ritsuko Akagi nell'anime Neon Genesis Evangelion.

Teatro e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1965 ha recitato in televisione insieme alla coppia Rina Morelli e Paolo Stoppa in Questa sera parla Mark Twain, regia di Daniele D'Anza.

Nel 1969 ha recitato ne L'anitra selvatica di Henrik Ibsen nel ruolo di Edwige, con Renato De Carmine, Ileana Ghione, Umberto Orsini, Sergio Tofano, per la regia di Ottavio Spadaro.

Nel 1970 viene premiata come migliore attrice giovane alla XIV festa, al Teatro San Miniato[senza fonte] per la piece treatrale il "Sonno della ragione" di Antonio Buero Vallejo, con Giuliana Lojodice, Aroldo Tieri, Mino Bellei, con la regia di Paolo Giuranna.

Nel 1974 entra a far parte della Compagnia dei Giovani, insieme a Rossella Falk e Ugo Pagliai, recitando nelle commedie Trovarsi e Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello, per la regia di Giorgio De Lullo.

Nel periodo 1974-1984 presta la voce ad Erin Moran nella serie Happy Days.

Direttrice del doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad essere doppiatrice, è anche direttrice di doppiaggio per importanti film italiani e stranieri.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Anime e cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]