Luis Alberto Suárez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'ex calciatore spagnolo, vedi Luis Suárez Miramontes.
Luis Suárez
Luis Suárez vs. Netherlands (cropped).jpg
Suárez con la maglia della Nazionale uruguaiana
Dati biografici
Nome Luis Alberto Suárez Díaz
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 181 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Liverpool Liverpool
Carriera
Giovanili
2003-2005 Nacional Nacional
Squadre di club1
2005-2006 Nacional Nacional 27 (11)
2006-2007 Groningen Groningen 29 (10)
2007-2011 Ajax Ajax 110 (81)
2011- Liverpool Liverpool 105 (67)
Nazionale
2007
2012
2007-
Uruguay Uruguay U-20
Uruguay Uruguay olimpica
Uruguay Uruguay
4 (2)
5 (3)[1]
77 (39)
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Copa América
Oro Argentina 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 aprile 2014

Luis Alberto Suárez Díaz (Salto, 24 gennaio 1987) è un calciatore uruguaiano, attaccante del Liverpool e della Nazionale uruguaiana.

Soprannominato El Pistolero.[2], ha vinto con la sua nazionale la Coppa América nel 2011. È inoltre primatista assoluto con la maglia della Celeste con 39 gol.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Suárez nel periodo al Groningen

Con il Nacional vince il campionato 2005-2006; le sue prestazioni non sfuggono agli osservatori del Groningen, squadra di Eredivisie,[3] che lo acquista per 800.000 Euro.[4] Le prime reti con la nuova maglia arrivano nella partita vinta 4-3 contro il Vitesse, in cui segna una doppietta.[5] Il 14 settembre segna il suo primo gol in Europa contro il Partizan Belgrado persa 4-2.[6] Sempre contro il Vitesse nella partita di ritorno il 21 gennaio segna nuovamente due gol ma questa volta è il Vitesse a vincere per 3-2.[7] Il 28 gennaio segna un gol a quella che sarà la sua futura squadra, cioè l'Ajax.[8]

Ajax[modifica | modifica sorgente]

Suárez come capitano dell'Ajax

Dopo la stagione 2006-2007 con la maglia del Groningen, il 9 agosto 2007 viene ceduto all'Ajax per un ammontare di 7.5 milioni di euro.[9] A causa di alcuni intoppi nel trasferimento, l'Ajax non può far scendere in campo il suo giocatore nella finale di Supercoppa d'Olanda. Il suo debutto ufficiale avviene nel preliminare di UEFA Champions League contro lo Slavia Praga, partita in cui Luis Suárez conquista un rigore poi sbagliato da Klaas-Jan Huntelaar. Al suo debutto nel campionato segna un gol, fa 3 assist per i compagni e si conquista un rigore nella partita terminata 8-1 in casa dei neopromossi del De Graafschap. Debutta all'Amsterdam ArenA nella partita contro l'Heerenveen, partita nella quale segna una doppietta.

Viene confermato anche per la stagione 2008-2009 dopo l'annata precedente molto positiva. Al debutto in Coppa UEFA il 18 settembre realizza un gol e serve un assist nell'incontro contro i serbi del Borac Čačak finita 4 a 1. Il 28 settembre segna il primo gol in Campionato nella partita vinta 3 a 0 contro il Vitesse. Il 6 novembre sempre nella competizione Europea decide la sfida contro lo Žilina con una rete, l'Ajax vince 1 a 0. Il 21 dicembre realizza la sua prima doppietta in stagione contro il De Graafschap finita 6 a 0. Nella partita seguente effettua tre assist, tutti per Darío Cvitanich.[10] Segna 2 gol contro il De Graafschap, partita vinta 3 a 0. Il 12 aprile 2009 realizza la sua prima tripletta in stagione contro il Willem II, fintita 7 a 0.

Suarez in un intervista prima di una sfida di UEFA Champions League

L'8 agosto 2009 contro il RKC Waalwijk segna 3 gol, la partita viene vinta 4 a 1 dall'Ajax.[11] Nella giornata successiva l'Ajax affronta il PSV; Suárez segna 2 gol inutili perché la partita finisce 4 a 3 per la squadra di Eindhoven. Gioca il 20 agosto i play-off di Europa League contro lo Slovan Bratislava segnando 4 gol, la partita finisce 5 a 0 per l'Ajax, nella gara di ritorno gli olandesi vincono 2 a 1 qualificandosi alla fase a gironi. Il 13 settembre nella larga vittoria contro il NAC Breda (6-0) segna un gol ed effettua 2 assist. 7 giorni dopo contro il Venlo realizza 4 gol (0-4). Il 4 ottobre contro il Roda, segna 2 gol, la partita si conclude 2 a 2. Segna un gol nella partita contro il Willem II finita 4 a 0. Il 22 ottobre dopo i 4 gol segnati nel turno preliminare segna il primo gol in UEFA Europa League nella partita vinta 2 a 1 contro la Dinamo Zagabria. Il 25 ottobre realizza una doppietta nella sfida contro l'AZ Alkmaar. Negli ottavi di finale di Coppa d'Olanda, l'Ajax vince per 14 a 1 contro i dilettanti del WHC segnando ben 6 gol. Il 3 febbraio contro il Roda arrivano altri 4 gol ma rispetto alla gara di andata l'Ajax vince 4 a 0. Il 18 febbraio gioca da titolare la partita di sedicesimi di finale di Europa League dove viene sconfitto per 2 a 1 dalla Juventus. Sigla un'altra doppietta il 28 febbraio nella partita vinta contro l'Utrecht. Il 14 marzo lascia la sua firma con un gol nell'importante vittoria per 4 a 1 contro il PSV. Il 21 marzo è ancora protagonista con una doppietta nella gara esterna contro il Waalwijk (1-5). L'11 aprile sigla la sua seconda tripletta in Eredivisie nella partita vinta 7 a 0 contro il Venlo. Il 2 maggio, nell'ultima giornata contro il N.E.C., segna 2 gol. Il 6 maggio 2010, dopo la gara di andata all'Amsterdam ArenA vinta 2 a 0, l'Ajax vince la Coppa d'Olanda battendo il Feyenoord 4 a 1 a Rotterdam. È il primo trofeo in Europa per Suárez.


La nuova stagione inizia subito con un gol nella terza partita contro il Roda. Il 29 agosto segna 3 gol contro il De Graafschap. Alla quarta giornata realizza una doppietta contro il Willem II. Dopo aver segnato 3 gol nei preliminari contro Paok Salonicco sia all'andata che al ritorno e alla Dynamo Kiev segna un gol nella fase a gironi della UEFA Champions League contro l'Auxerre il 18 ottobre. L'ultimo gol con la maglia dell'Ajax lo segna contro il Veendam nella partita di Coppa d'Olanda.

Liverpool[modifica | modifica sorgente]

Il 28 gennaio 2011, nel mercato di riparazione dopo una lunga trattativa, Suárez si trasferisce al Liverpool per una cifra pari a 26,5 milioni di euro.[12]. All'esordio con la maglia dei Reds, il 2 febbraio 2011, segna la sua prima rete in Premier, a farne le spese è lo Stoke City.

Suárez con la maglia del Liverpool

La nuova stagione col Liverpool inizia con un gol nella prima giornata di campionato nella partita giocata a Liverpool il 13 agosto pareggiata 1-1, con un rigore sbagliato inizialmente segna di testa 5 minuti dopo.[13] Si ripete la settimana dopo nella partita contro l'Arsenal all'Emirates, fornendo l' "assist" per l'autorete di Ramsey e segnando il gol del definitivo 2-0 con cui i Reds sconfiggono i Gunners.

Il 20 dicembre 2011 una sentenza della FA decide di punire il giocatore con otto giornate di squalifica per presunti insulti razzisti nei confronti di Patrice Evra, terzino del Manchester United, che lo avrebbe a sua volta insultato.[14] Successivamente nell'incontro di campionato dell'11 febbraio 2012 tra Manchester United e Liverpool, Suárez rifiuta la stretta di mano offerta da Evra ad inizio match; visto il gesto Rio Ferdinand, compagno di squadra di Evra, si rifiuta a sua volta di stringere la mano a Suárez.[15] Nella semifinale di FA Cup derby contro l'Everton, segna il gol dell'1-1 sfruttando un errore difensivo. Sarà il Liverpool a vincere per 2-1 con gol finale di Andy Carroll qualificandosi alla finale.[16][17] Il 28 aprile, segna per la prima volta tre reti con la maglia dei Reds ai danni del Norwich City, una delle quali da oltre 50 metri.[18]

Suarez in azione

Il 26 agosto segna il suo primo gol della nuova stagione nella sfida di Anfield contro il Manchester City pareggiata 2 a 2.[19] Il 29 settembre contro il Norwich City realizza una tripletta grazie alla quale il Liverpool vince 5 a 2. Nella stessa partita serve l'assist per Sahin. Nel derby contro l'Everton, il 28 ottobre segna 2 gol, il primo su deviazione, la partita finisce 2 a 2. In occasione del secondo gol dopo le critiche dell'allenatore dell'Everton David Moyes che lo aveva definito un "tuffatore", Suarez esulta tuffandosi sul campo davanti alla panchina della squadra avversaria.[20] L'11 novembre contro il Chelsea allo Stamford Bridge segna il gol che consente al Liverpool di pareggiare la partita per 1 a 1.[21][22] Al momento del gol Suarez esulta da solo mentre i compagni tornano nella loro metà-campo.[23] Il 17 novembre realizza 2 gol nella sfida vinta 3 a 0 contro il Wigan, portandosi a quota 10 gol in Premier.[24] Il 30 dicembre contro il QPR realizza una doppietta permettendo al Liverpool di vincere per la partita 3 a 0.[25][26] Due giorni più tardi si ripete con 2 gol nella sfida contro il Sunderland vinta 3 a 0.[27][28] Alla prima partita dell'anno il 2 gennaio, realizza nuovamente una doppietta nella sfida casalinga contro il Sunderland vinta 3 a 0.[29] Il 30 gennaio nella sfida dell'Emirates Stadium contro l'Arsenal, segna la rete del momentaneo 1 a 0 al 5 minuto del primo tempo. La partita si conclude con rimonta dell'Arsenal da 2 a 0 a 2 a 2. Nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di UEFA Europa League contro lo Zenit, segna 2 gol, entrambi su punizione. La partita viene vinta 3 a 1 dai Reds ma non basta per rimontare il 2-0 dell'andata. Il 21 aprile 2013 durante la partita Liverpool - Chelsea, terminata 2-2, morde il braccio del suo avversario Branislav Ivanović, ricevendo così ben 10 giornate di squalifica.

La nuova stagione lo vede ancora scontare la squalifica, torna il 29 settembre 2013 alla sesta giornata di Premier nella partita giocata contro il Sunderland vinta 3 a 1, realizza una doppietta. Il 5 ottobre segna il suo terzo gol nella gara contro il Crystal Palace. Il 26 ottobre contro il WBA nella gara casalinga di Anfield è protagonista di una bellissima prestazione. Segna 3 gol e il Liverpool vince 4 a 1. Goleador ancora una volta il 9 novembre contro il Fulham segnando 2 gol che lo portano al primo posto della classifica dei cannonieri. Durante la quattordicesima giornata della Premier League il 4 dicembre, segna un poker ai danni del Norwich, compreso un gol dalla distanza di 40 metri. Tre giorni più tardi arriva a quota 15 gol con la doppietta realizzata contro il West Ham. Si ripete con altre due doppiette contro Tottenham il 15 dicembre e Cardiff il 21 dicembre. Il 22 marzo 2014 nella grande vittoria per 6 a 3 contro il Cardiff, segna tre gol arrivando a quota 28 in campionato.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nazionale giovanile[modifica | modifica sorgente]

Mondiale U-20 2007[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 viene convocato per disputare il Mondiale Under-20 in Canada. Esordisce il primo luglio 2007 a Burnaby, contro la Nazionale di calcio della Spagna Under-20, realizza il gol del momentaneo 2 a 0 al 56' (dopo l'1 a 0 di Cavani), ma la Spagna grazie ai gol di Adrián López Álvarez e Diego Capel, la partita finisce 2 a 2.[30] Il 4 luglio grazie alla rete di Cavani, l'Uruguay vince la partita per 1 a 0 contro la Giordania Under-20.[31] La "Celeste" perde la terza partita del girone contro lo Zambia Under-20 2 a 0.[32] L'Uruguay si classifica terza nel girone, ma si qualifica agli ottavi come seconda migliore terza. Agli ottavi di finale l'11 luglio a Toronto segna un gol contro gli Stati Uniti Under-20, ma gli USA vincono 2 a 1 grazie all'autogol di Mathías Cardacio e il gol di Michael Sheehan Bradley al 107' dei tempi supplementari.

Nazionale maggiore e Olimpica[modifica | modifica sorgente]

Suárez fa il proprio debutto nella Nazionale uruguaiana nell'amichevole contro la Colombia disputata l'8 febbraio 2007 e finita 3-1 per la sua squadra, giocando 85 minuti prima di venire espulso per doppia ammonizione. Gioca anche le prime quattro partite di qualificazione per i Mondiali del 2010, nelle quali realizza due gol, rispettivamente contro Bolivia e Cile.

Suarez nel 2013
Mondiali 2010[modifica | modifica sorgente]

Si rende poi protagonista dei Mondiali 2010 segnando la rete della vittoria contro il Messico, che sancisce il primo posto nel girone A per gli uruguaiani, e due gol nell'ottavo di finale contro la Corea del Sud. Nella partita dei quarti di finale contro il Ghana viene espulso per aver fermato con il braccio una palla diretta in porta al secondo minuto di recupero del secondo tempo supplementare. Il conseguente rigore, che poteva rivelarsi decisivo, essendo assegnato a tempo ormai scaduto, viene fallito dal ghanese Asamoah Gyan; la partita si risolve quindi ai tiri di rigore e l'Uruguay vince per 4-2 ottenendo l'accesso alla semifinale per la prima volta dai Mondiali del 1970[33]. In virtù della squalifica rimediata nei quarti, Suárez salta la semifinale contro l'Paesi Bassi, partita persa dai suoi per 3-2. Rientra in campo nella finale per il terzo posto, contro la Germania, dove anche stavolta la sua Nazionale viene sconfitta con il punteggio di 3-2, finendo quindi il Mondiale al quarto posto.

L'8 ottobre 2010 realizza una tripletta nella partita amichevole contro l'Indonesia, giocata a Giacarta finita 7 a 1.

Copa América 2011[modifica | modifica sorgente]
Suárez, accanto a Joseph Blatter, viene premiato come miglior giocatore della Copa América 2011

Partecipa con la Celeste anche alla Copa América 2011, andando a segno nella prima partita del gruppo C contro il Perù (1-1 il punteggio finale). Il 19 luglio 2011 segna 2 gol nella semifinale, ancora contro il Perù (risultato finale 2-0), trascinando l'Uruguay alla finale di Buenos Aires.[34] In finale, il 24 luglio, al Monumental di Buenos Aires, l'Uruguay affronta il Paraguay. All'11º, Suárez segna il primo gol; l'Uruguay raddoppia a pochi minuti dalla fine del primo tempo con Forlán. All'89º, serve l'assist a Forlán per la rete che fissa il punteggio finale sul 3-0 per la Celeste. L'Uruguay vince per la quindicesima volta la Coppa America, a distanza di 16 anni dall'ultima affermazione, e torna ad essere la squadra sudamericana con il maggior numero di titoli continentali in assoluto, staccando l'Argentina.[35][36][37] A fine manifestazione viene scelto come miglior giocatore del torneo.[38]

Il successo con la Nazionale gli consente anche di entrare per la prima volta nella classifica del Pallone d'oro FIFA (6º posto).[39]

L'11 novembre segna un poker nella partita vinta per 4-0 sul Cile e valida per le qualificazioni ai Mondiali 2014.[40]

Giochi olimpici 2012[modifica | modifica sorgente]

Il 9 luglio 2012 viene convocato per disputare il torneo olimpico dei Giochi di Londra.[41] L'11 luglio nell'amichevole contro il Cile realizza una tripletta. La partita si conclude in favore dell'Uruguay per 6 a 4 con i gol di Hernández e la doppietta di Cavani.[42][43] Esordisce il 26 luglio nella prima partita dell'Uruguay vinta in rimonta 2-1 contro gli Emirati Arabi.[44][45]

Confederations Cup 2013[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2013 viene convocato nella rosa uruguaiana partecipante alla Confederations Cup. Suárez va subito in gol all'esordio, il 16 giugno, realizzando un calcio di punizione nella sconfitta della Celeste 1-2 contro la Spagna;[46] nonostante il risultato negativo, la rete gli permette di appaiare per la prima volta Diego Forlán in testa alla classifica dei maggiori marcatori in Nazionale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 6 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005 Uruguay Nacional PD 0 0 CL 1 0 - - - 1 0
2005-2006 PD 27+4[47] 10+2[48] CL 3 0 - - - 34 12
Totale Nacional 31 12 4 0 0 0 35 12
2006-2007 Paesi Bassi Groningen ED 29+4[49] 10+3[49] CO 2 1 CU 2 1 - - - 37 15
2007-2008 Paesi Bassi Ajax ED 33+4[50] 17+2[50] CO 3 2 UCL[51]+CU 2+2 1+0 - - - 44 22
2008-2009 ED 31 22 CO 2 1 CU 10 5 - - - 43 28
2009-2010 ED 33 35 CO 6 8 UEL 9[52] 6[53] - - - 48 49
2010-gen. 2011 ED 13 7 CO 1 1 UCL 9[54] 4[55] SO 1 0 24 12
Totale Ajax 114 83 12 12 32 16 1 0 159 111
gen.-giu. 2011 Inghilterra Liverpool PL 13 4 FACup+CdL 0+0 0+0 UEL[56] - - - - - 13 4
2011-2012 PL 31 11 FA Cup+CdL 4+4 3+3 - - - - - - 39 17
2012-2013 PL 33 23 FA Cup+CdL 2+1 2+1 UEL 8[57] 4[58] - - - 44 30
2013-2014 PL 28 29 FA Cup+CdL 3+1 0+0 - - - - - - 32 29
Totale Liverpool 105 67 15 9 8 4 0 0 128 80
Totale carriera 283 175 29 22 46 21 1 0 359 218

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Nacional: 2005-2006
Ajax: 2009-2010
Liverpool: 2011-2012

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Argentina 2011

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2009-2010
2009-2010 (35 gol)
Argentina 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 6 (3) se si comprende l'amichevole vinta per 4-0 contro il Central Español giocata il 7 luglio 2012 cfr..
  2. ^ (EN) The Luis Suarez story part two - new Liverpool FC star always one to hit the headlines. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  3. ^ UFFICIALE: Suarez al Groningen Tuttomercatoweb.com
  4. ^ Luis Suarez, attaccante dal piede caldo. Marcatore più prolifico del 2009 a livello mondiale Mediagol.it
  5. ^ Groningen 4-3 Vitesse, soccerway.com. URL consultato il 2 giugno 2012.
  6. ^ soccerway.com.
  7. ^ Vitesse 3-2 Groningen, soccerway.com. URL consultato il 2 giugno 2012.
  8. ^ Groningen 2-3 Ajax, soccerway.com. URL consultato il 2 giugno 2012.
  9. ^ (FR) Luis Suarez arrive à l'Ajax Lequipe.fr
  10. ^ De Grafshap-Ajax 0-6, transfermarkt.it, 28-12-08. URL consultato il 02-06-12.
  11. ^ Ajax-Waalwijk 4-1, soccerway.com, 08-08-09. URL consultato il 13-11-12.
  12. ^ (EN) Suarez swaps Ajax for Liverpool, ajax.nl.
  13. ^ Premier League: il Liverpool stecca la prima ilsole24ore.com
  14. ^ Suarez stangato: disse 7 volte «negro» a Evra - Corriere della Sera
  15. ^ Rooney show, Liverpool ko. Suarez-Evra, altre scintille in corrieredellosport.it, 11 febbraio 2012.
  16. ^ FA Cup - Liverpool in rimonta: 2-1 nel derby e finale, yahoo.com, 14 aprile 2012. URL consultato il 14 aprile 2012.
  17. ^ Fa Cup, il Liverpool vola in finale: rimontato l’Everton con Suarez e Carroll, mondopallone, 14 aprile 2012. URL consultato il 14 aprile 2012.
  18. ^ Premier League - Pareggia l'Arsenal: Suarez in gol da 50m, eurosport.com, 28-04-12. URL consultato il 28-04-12.
  19. ^ Liverpool - Manchester City 2 - 2, transfermarkt.it, 26-08-12. URL consultato il 05-10-12.
  20. ^ Everton-Liverpool 2-2: Suarez illude i 'Reds', Osman e Naismith riprendono il match, goal.com, 28-10-12. URL consultato il 01-11-12.
  21. ^ Premier League - Liverpool bestia nera: Chelsea bloccato, eurosport.com, 11-11-12. URL consultato il 13-11-12.
  22. ^ Premier League, Chelsea-Liverpool 1-1: Suarez fa contenta Manchester, calciomercato.it, 11-11-12. URL consultato il 13-11-12.
  23. ^ Chelsea-Liverpool: Suarez segna, ma nessuno esulta con lui, ilmessaggero.it, 11-11-12. URL consultato il 13-11-12.
  24. ^ Liverpool 3 - 0 Wigan, eurosport.com, 17-11-12. URL consultato il 18-11-12.
  25. ^ Premier League: Qpr-Liverpool 0-3, corriere.it, 30-12-12. URL consultato il 22-01-13.
  26. ^ PREMIER. QPR – LIVERPOOL 0-3. SUAREZ trascina i Reds, sportnews.eu. URL consultato il 22-01-13.
  27. ^ Liverpool 3 - 0 Sunderland, bbc.com.uk, 02-01-13. URL consultato il 22-01-13.
  28. ^ Premier League, Liverpool-Sunderland 3-0: Suarez sempre più trascinatore, calciomercato.it, 02-01-13. URL consultato il 22-01-13.
  29. ^ Liverpool 3 - 0 SUnderland, goal.com, 02-01-13. URL consultato il 05-03-13.
  30. ^ Spagna-Uruguay 2-2, fifa.com, 01-07-07. URL consultato il 10-07-12.
  31. ^ Uruguay-Giordania 1-0, fifa.com, 04-07-07. URL consultato il 10-07-12.
  32. ^ Uruguay-Zambia 0-2, fifa.com, 07 luglio 2007. URL consultato il 10 luglio 2012.
  33. ^ Storico Uruguay! E' semifinale Dramma Ghana ai rigori, La Gazzetta dello Sport, 2 luglio 2010.
  34. ^ Uruguay in finale gazzetta.it
  35. ^ Finalmente Forlan, la Copa all'Uruguay: Paraguay al tappeto sky.it
  36. ^ Coppa America all'Uruguay. Forlan e Suarez, che show corrieredellosport.it
  37. ^ Adriano Seu, Uruguay campione! I re del Sudamerica in La Gazzetta dello Sport, 24/07/2011. URL consultato il 26/07/2011.
  38. ^ Luis Suárez, mejor jugador de la Copa América, elmundo.es, 24 luglio 2011. URL consultato il 21 luglio 2012.
  39. ^ (EN) FIFA Ballon d'Or 2011 - voting results in fifa.com, 9 gennaio 2012. URL consultato il 21 luglio 2012.
  40. ^ (EN) Uruguay-Cile 4-0 Fifa.com
  41. ^ Cavani con l'Uruguay a Londra 2012: Supercoppa a rischio, sport.it, 09-07-12. URL consultato il 18-07-12.
  42. ^ Uruguay-Cile: incredibile 6-4, che gol Hernandez!, mediagol.it, 11-07-12. URL consultato il 14-07-12.
  43. ^ Suarez hat-trick is good sign for Liverpool, givemesport.com, 11 luglio 2012. URL consultato il 31 marzo 2014.
  44. ^ Olimpiadi: il Giappone sorprende la Spagna, l'Uruguay e il Brasile soffrono ma conquistano i tre punti trascinati da Ramirez e Neymar, goal.com., 26-07-12. URL consultato il 26-07-12.
  45. ^ Brasile e Uruguay col brivido. Sorpresa Giappone, Spagna ko, sky.it, 26-07-12. URL consultato il 26-07-12.
  46. ^ Paolo Condò, Confederations, Spagna-Uruguay 2-1. Pedro-Soldado furie rosse, Suarez accorcia in gazzetta.it, 17 giugno 2013.
  47. ^ 2 presenze nei play-off scudetto+2 presenze nella Copa Artigas
  48. ^ 2 reti nel play-off scudetto
  49. ^ a b Nei play-off per la qualificazione alla Coppa UEFA 2007-2008
  50. ^ a b Nei play-off per la qualificazione alla UEFA Champions League 2008-2009
  51. ^ Terzo turno preliminare
  52. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  53. ^ 4 gol nei turni preliminari.
  54. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  55. ^ 3 gol nei turni preliminari.
  56. ^ Non inserito nella lista UEFA
  57. ^ 1 presenza nei turni preliminari.
  58. ^ 1 gol nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]