Deportivo Alavés

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Deportivo Alavés
Calcio Football pictogram.svg
Deportivo alaves.png
El Glorioso
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Azzurro.svg bianco-azzurro
Dati societari
Città Vitoria-Gasteiz
Paese Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg RFEF
Campionato Segunda División
Fondazione 1921
Presidente Spagna Fernando Ortiz de Zárate
Allenatore Spagna José María Salmerón
Stadio Estadio Mendizorrotza
(19.200 posti)
Sito web www.alaves.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Deportivo Alavés (o più semplicemente Alavés) è una squadra di calcio spagnola. La squadra ha base nella città basca di Vitoria-Gasteiz e gioca le partite casalinghe al Mendizorrotza. Ha raggiunto notorietà internazionale tra la fine degli novanta e l'inizio degli anni 2000 partecipando alla Liga con buoni risultati e giungendo alla finale di Coppa Uefa nel 2001.

Nella stagione 2010-2011 ha militato nella Segunda División B, la terza serie del campionato spagnolo di calcio, non riuscendo a risalire di categoria.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Il primo nome, di brevissima durata, della squadra fu Sport Friends. L'attuale nome, divenuto quasi subito quello storico, significa semplicemente "Sportivo Alavés": alavés è il nome degli abitanti della provincia basca di cui Vitoria-Gasteiz è capoluogo, l'Alava appunto.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dalla fondazione agli anni sessanta[modifica | modifica sorgente]

Il Deportivo Alavés nacque nel 1921 con il nome di Sport Friends anche se il 21 gennaio dello stesso anno il nome fu immediatamente cambiato in quello attuale. Fin dal giorno della sua creazione non sono poche le date indimenticabili per la tifoseria biancazzurra.

L'Alavés disputò il suo primo campionato durante la stagione 1920-21 in serie B ma per attendere la prima promozione si dovette attendere il torneo 1929-30 quando la squadra approdò alla Primera división dove rimase però solo 3 stagioni toccando il fondo anni dopo quando la squadra retrocesse nella Tercera división (la quarta serie del calcio spagnolo) sfiorando anche, in diverse occasioni, il fallimento.

Dagli anni '70 al 1998[modifica | modifica sorgente]

Fortunatamente per i suoi tifosi non fu così in quanto anni dopo l'Alavés riconquistò la Segunda división affermandosi come uno degli undici più forti della categoria negli anni settanta. Ciononostante la promozione in prima divisione non arriva e la stagione 1989-90 rappresenta un punto critico nella storia della società di Vitoria, passata sotto il controllo di una nuova cordata di finanziatori. In questi anni la squadra arriva a disputare per cinque anni consecutivi i play-off per la promozione in Segunda división senza mai riuscire a conquistare l'obiettivo se non il 21 giugno 1995 e dopo altri tre anni riconquista la Primera división.

Gli anni in Primera e in Europa[modifica | modifica sorgente]

La formazione dell'Alavés che affrontò il Liverpool in finale di UEFA nel 2001

La prima stagione in Primera dopo tanti anni di assenza fu piuttosto difficile ma la salvezza ottenuta fu la fortuna del club che l'anno successivo conquistò un insperato quanto meritato piazzamento in Coppa UEFA, traguardo storico per la società basca.

La prima sfida europea fu contro i turchi del Gaziantepspor e per la gioia dei fans biancazzurri ne sarebbero seguite molte altre quell'anno. Gli aficionados videro i propri beniamini eliminare una ad una ogni squadra che gli capitasse di fronte (come l'Inter agli ottavi di finale), arrivando a qualificarsi per la finale, disputatasi contro il Liverpool nel Westfalenstadion di Dortmund il 16 maggio 2001. Alla fine la coppa andò agli inglesi e la partita è ad oggi considerata come la migliore nella storia della competizione e in effetti il risultato di 5-4, ottenuto solo al golden gol, lo conferma. Alle reti di Babbel e Owen seguì il temporaneo 2-1 di Javi Moreno, poi McAllister su rigore riallungò le distanze. Nella ripresa andarano a segno prima Tomic e poi ancora Javi Moreno, che piazzò rasoterra una punizione calciata violentemente. Robbie Fowler portò il Liverpool sul 4-3, poi a pochi minuti dal 90' il gol di testa di Jordi Cruyff riportò la situazione in equilibrio. Al 117' minuto, con l'Alaves in nove contro undici, il difensore Geli deviò nella propria porta una punizione di Mc Allister consegnando ai Reds la loro terza Coppa UEFA ma facendo tributare alla squadra basca l'applauso unanime non solo di tutto il pubblico presente al Westfalenstadion ma di tutti gli appassionati di calcio.

Ultimi anni[modifica | modifica sorgente]

La memorabile stagione 2000-01 non tornò però a ripetersi e anzi, l'Alavés retrocesse presto in Segunda Divisiòn. Il 12 giugno 2005 fu nuovamente promosso, salvo poi retrocedere l'anno successivo. Seguirono anni difficili, che videro i baschi sprofondare, al termine della stagione 2008-09, nella Segunda División B, terzo livello dell'organigramma calcistico spagnolo.

Museo[modifica | modifica sorgente]

Al Deportivo Alavés è anche dedicato un museo inaugurato agli inizi del 2005. Vi si possono trovare trofei come il Secondo Posto in Coppa UEFA e una placca in cui si qualifica la tifoseria dell'Alavés come la migliore d'Europa. Sono anche presenti due sale di 60 per esposizioni temporanee che possono essere richieste dagli artisti che volessero esporre le proprie opere. Il museo rimane però sempre chiuso d'estate e potrà essere visitato esclusivamente su appuntamento che può essere fissato telefonando agli uffici della società.

Divise e colori sociali[modifica | modifica sorgente]

I colori sociali dell'Alavés sono il bianco e il blu. La compagine storicamente indossa maglie a strisce verticali bianco-azzurre, le cui dimensioni hanno variato nell'arco degli anni, pantaloncini blu e calzettoni generalmente bianchi e blu. La prima divisa storica del 1921 era in realtà una maglia a metà bianco-blu con calzettoni e calzoncini neri. Il nero fu abbandonato già dalla metà degli anni '20, per fare spazio a blu e bianco, ma è stato ripreso recentemente. Come divise alternative le scelte invece sono state molto differenti a seconda delle stagioni.

L'attuale fornitore tecnico è Nike e prevede una tenuta classica bianco-blu ed una divisa da trasferta rosso-scura in onore della stemma provinciale dell'Alava e dei vini pregiati della Rioja Alavesa.

Evoluzione della divisa[modifica | modifica sorgente]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1921
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1925
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1926-1990
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1991-1999
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1999-2002
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2002-2006
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2006-2008
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2008-2010
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2010-2011

Evoluzione delle divise alternative[modifica | modifica sorgente]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1994-1995
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1995-1999
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
1999-2002
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2002-2005
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2005-2006
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2006-2008
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2008-2009
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2009-2011

Le divise alternative in Coppa UEFA[modifica | modifica sorgente]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2000-2001
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Final 2000-2001
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2002-2003

Per l'esperienza europea in UEFA l'Alavés ha utilizzato sempre divise diverse dalle classiche bianco-blu rompendo quindi con la tradizione del club e destinando quest'ultime alle competizioni domestiche. Per tutta la UEFA 2000-01 l'Alavés ha giocato con una particolare divisa rosa-nero, che richiamasse in Europa i vini della regione di Vitoria, con appunto come sposor la Rioja Alavesa. Erano inoltre impressi sulla maglia i nomi dei soci abbonati al club. Nella finale col Liverpool invece i giocatori dell'Alavés hanno indossato una livrea che richiamava fortemente le tenute classiche del Boca Juniors. Nell'altra partecipazione in Europa (2002-2003) le divise erano interamente color vino.

Storia nazionale e in Europa[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Tornei nazionali[modifica | modifica sorgente]

1954, 1998
  • Copa Federación: (1)
1946

Altri piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Lo stadio[modifica | modifica sorgente]

Il Mendizorroza

L'Alavés gioca nello stadio Mendizorroza, che si trova nella città di Vitoria-Gasteiz, capitale dell'Álava. L'impianto fu inaugurato nel 1924: ha 19.200 posti e il campo misura 105 x 68 m. Viene solitamente soprannominato El Glorioso (il Glorioso).[senza fonte]

Calciatori celebri[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del Deportivo Alavés.

Organico[modifica | modifica sorgente]

Rosa[modifica | modifica sorgente]

Aggiornata al 19 settembre 2013

N. Ruolo Giocatore
1 Spagna P Ivàn Crespo
2 Spagna D Oscar Rubio
4 Spagna D Alex Ortiz
5 Spagna C Carlos Lazaro
6 Spagna C Jaume Delgado (capitano)
7 Spagna C Guzmán Casaseca
8 Spagna C Serrano
9 Argentina A Mauro Quiroga
11 Spagna A Ion Vélez
12 Spagna C Toti
13 Spagna P Iñaki Goitia
14 Spagna C Emilio Sánchez
N. Ruolo Giocatore
15 Spagna D Luciano González
16 Uruguay C Nicolás Schenone (Spagna)
17 Spagna D Unai Medina
18 Rep. Ceca D Jirí Jarosík
19 Spagna C Manu García
20 Spagna D Pepe Mora
21 Spagna C Gorka Laborda
22 Spagna C Juanma
23 Spagna C Nano
24 Spagna C Jagoba Beobide
Spagna D Raúl García Carnero
Spagna A Marco Sangalli

Deportivo Alavés B[modifica | modifica sorgente]

Esiste anche un club affiliato al Deportivo Alavés, il Deportivo Alavés B. Fondato anch'esso nel 1921, gioca nella Tercera División (Gruppo 4). Gioca i match casalinghi nello stadio "Instalaciones de Ibaia" (2.500 posti a sedere).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]