Amman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Amman (disambigua).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Amman
città
in arabo: عمان, ʿAmmān
Amman – Bandiera
Amman – Veduta
Localizzazione
Stato Giordania Giordania
Governatorato Amman
Dipartimento Non presente
Amministrazione
Sindaco Abdul Halim al-Kilani dal 2012
Territorio
Coordinate 31°57′N 35°56′E / 31.95°N 35.933333°E31.95; 35.933333 (Amman)Coordinate: 31°57′N 35°56′E / 31.95°N 35.933333°E31.95; 35.933333 (Amman)
Altitudine 777-1 400 m s.l.m.
Superficie 1 680 km²
Abitanti 2 520 000 (2005)
Densità 1 500 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Giordania
Amman
Sito istituzionale

Amman (in arabo: عمان, ʿAmmān) è la capitale e la più popolosa città della Giordania, formata da 14 montagne. La città antica dove è situata Amman, sembra che in origine si chiamasse Rab Amoon (ربة عمون) e poi nel III secolo a.C. venne chiamata Filadelfia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il tempio di Ercole

Amman è stata abitata da parecchie civiltà, la prima delle quali risale al periodo Neolitico, intorno al 6500 a.C.; l'esistenza di tale civiltà è stata dimostrata nel 1994 attraverso il ritrovamento di reperti archeologici[1] ad ʿAyn Ghazāl (in arabo: عين غزال), "località situata nella parte orientale di Amman".

Nel XIII secolo a.C. Amman fu dominata dagli Ammoniti, successivamente dagli Assiri, dai Persiani e poi dai Greci, durante la dominazione dei quali fu chiamata Philadelphia da Tolomeo II. Successivamente divenne una città del regno di Nabatea. Conquistata dai Romani divenne una delle dieci città della Decapoli.

Il nome Philadelphia fu modificato con Amman durante l'era dei Ghassanidi ed ebbe il massimo splendore nell'era degli Omayyadi, che avevano come loro capitale la vicina città di Damasco. Amman continuò ad essere una città importante anche nell'era degli Abbasidi (con capitale a Baghdad).

A causa di parecchi terremoti e disastri naturali Amman rimase niente più di un piccolo villaggio con annesso un mucchio di rovine fino all'anno 1887, quando arrivarono al governo i Circassi, i quali decisero di costruire una linea ferroviaria tra Damasco e La Medina e passante per Amman in modo da facilitare agli abitanti dei loro territori il pellegrinaggio annuale verso La Mecca.

Nel 1921 ʿAbd Allāh I scelse Amman come sede del governo per la creazione degli Emirati di Transgiordania e successivamente come capitale del regno hashemita del Giordano. Amman rimase una piccola città fino al 1948, quando ebbe inizio un afflusso di rifugiati palestinesi che portò ad un considerevole aumento di popolazione; è in questo anno, infatti, che i sionisti creano lo Stato di Israele all'interno di una parte della Palestina storica. Nel 1967 si registra una seconda imponente ondata in corrispondenza dell'occupazione da parte di Israele dei rimanenti territori palestinesi.

Dall'8 all'15 maggio 2009, si è recato in storica visita apostolica ad Amman, Papa Benedetto XVI, il quale ha celebrato la Santa Messa nell'International Stadium di Amman. Dal 24 al 26 maggio 2014 Papa Francesco è il quarto Pontefice che si reca in terra Santa, dopo Paolo VI (4-6 gennaio 1964), Giovanni Paolo II (20-26 marzo 2000) e Benedetto XVI (8-15 maggio 2009).

Geografia e clima[modifica | modifica sorgente]

Amman si trova in una zona collinare del nord-ovest della Giordania ed è posta ad un'altitudine fra 1.029 m sul livello del mare (punto più alto) e 773 metri (punto più basso). La città è stata costruita sui sette colli, ma oggi si estende su una superficie di oltre diciannove colline che prendono il nome di Jabal o montagna. Molti dei distretti di Amman prendono il nome proprio dalle caratteristiche dei sette colli.

Grazie alla sua posizione su un altopiano, Amman gode di un clima mediterraneo e le stagioni generalmente usufruiscono di condizioni climatiche migliori rispetto ad altri luoghi della regione. L'estate giordana raggiunge i 28 °C- 30 °C, ma con bassa umidità e frequenti brezze. Le temperature primaverili ed estive sono estremamente piacevoli e miti. Le temperature invernali (specialmente quelle notturne) oscillano vicino ai -5 °C, le nevicate ad Amman di solito si verificano poche volte l'anno. Il numero di giorni di pioggia nell'arco di un anno varia fra 15 e 95, i giorni con precipitazioni nevose fra 3 e 15. Generalmente non si verificano piogge da giugno a settembre. Negli ultimi anni si sono verificate nevicate anche nel mese di aprile e all'inizio di maggio, cosa insolita per la Giordania.

Distretti[modifica | modifica sorgente]

Torri, note come Jordan Gate
La vecchia stazione di Amman della Ferrovia dell'Hegiaz
Il Rainbow Cinema di Jabal Amman, che si trova a Rainbow Street

Questo è un elenco di tutti i distretti di Greater Amman Municipality (GAM)[2]:

Nome del distretto
1 al-ʿAbdalī
2 Naṣr
3

Umm al-Sammāq

4 al-Quwaysima, al-Jubayha, Abū ʿAlanda e al-Raqīm
5 al-Yarmūk
6 al-Jīza
7 al-Muwaqqar
8 al-Muqabalayn
9 Badr
10 Badr al-Jadīda
11 Basmān
12 Ḥusbān
13 Jbeyha
14 Khuraybat al-Sūq
15 Marj al-Ḥammām
16 Mārkā
17 Medina
18 Naʿūr
19 Uḥud
20 Raʾs al-ʿAyn
21 Saḥāb
22 Shafā Badrān
23 Suwāylaḥ
24 Tāriq
25 Talāʿ al-ʿAlī
26 Wādī al-Sīr
27 Zahrān
28 Khuldā

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi aeroporto di Amman.
Via di Zahran
Vista notturna della città

L'Aeroporto Internazionale Queen Alia, situato a circa 30 minuti dalla capitale, è l'aeroporto più grande della Giordania, e hub della Royal Jordanian. L'aeroporto dispone di tre terminali: due per i passeggeri e uno per il traffico merci. Nel 2007 il traffico passeggeri è stato di 4-5 milioni, ma l'attuale ristrutturazione dell'aeroporto potrebbe ampliare il flusso dei passeggeri fino a 9 milioni. Il collegamento ferroviario, verrà potenziato, collegando l'aeroporto con Raghadan, Mahatta, e Zarqa.

Il sistema di trasporto di Amman, subirà una radicale trasformazione, è in progetto la costruzione di tre linee della metropolitana ad Amman. La prima fase è di due linee, rossa e verde, che collegherà la parte meridionale, centrale e settentrionale della città, con un transito ad Amman Plaza con alcuni collegamenti con il Nord e il Sud della periferia. La seconda fase consiste in una linea gialla che collegherà il nord e il sud di Amman, con il transito verso le linee verde e rossa, e verso il municipio. Il progetto dovrebbe costare più di mezzo miliardo di dollari. C'è anche il progetto della costruzione della funicolare Amman est che collegherà il vecchio centro della città con Jabal al-Qal'at. Questi progetti dovrebbero essere completati entro il 2016 con l'intero sistema di trasporto di capitale completato entro il 2025.

Amman sarà collegata con la Ferrovia nazionale del regno giordano che collegherà ad Amman con il resto del Regno e della regione. Questo progetto sarà completato entro il 2013.

Amman dispone di un vasto sistema autostradale che collega ogni parte della città, e le città di Zarqa e Madaba. Dato il traffico della tratta Amman-Zarqa soprattutto durante le ore di punta, è in costruzione una nuova linea ferroviaria. Anche il traffico dei bus è ben organizzato. Ci sono le gallerie pedonali pedoni che portano da un lato di una strada a un altro.

Ci sono otto cerchi, o rotatorie, estese fino alla parte occidentale di Amman, tuttavia, la città non ha una ferrovia o metropolitana in grado di reggere il traffico cittadino, per cui tutte le strade saranno collegate con la capitale aumentando la capacità di traffico di Amman.

Il trasporto pubblico (autobus e taxi), collega la città con le zone limitrofe; le due principali stazioni di autobus e taxi sono Abdali (nei pressi della moschea di ʿAbd Allāh, e del parlamento e palazzo di giustizia). Dato il turismo nel mesi estivi specialmente nel Golfo Persico, la città può subire una notevole congestione del traffico nelle ore di punta.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Tramonto sulla periferia della città

Amman è il centro nevralgico dell'economia giordana per le comunicazioni il trasporto, il turismo medico, l'istruzione, e gli investimenti, i continui investimenti delle imprese stanno trasformando la città in un centro finanziario. Dopo la Guerra d'Iraq, i rapporti commerciali tra i due paesi si sono concentrati sulla capitale. L'economia cittadina è in rapida crescita. sviluppo che abbraccia tutti i settori: finanziari, immobiliari, bancario e delle costruzioni.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Amman conta una popolazione stimata (2007) di circa 3 milioni di persone, di cui la maggior parte sono di fede musulmana, ci sono minoranze cristiane (soprattutto greco ortodosse), e druze.

Dopo la guerra d'Iraq, Amman è stata presa d'assalto da immigrati iracheni, la cui presenza è attualmente stimata intorno alle 800 000 persone. Invece, il resto degli abitanti sono in maggioranza palestinesi, ma hanno acquisito la cittadinanza giordana.

Amman sta vivendo momenti di grande prestigio internazionale grazie agli sforzi del re Abd Allah II di Giordania che cerca di mediare la difficile situazione israelo-palestinese,

Dal 2000 circa Amman si sta sviluppando in modo sorprendente e infatti Amman è suddivisa in due parti:

Amman sta diventando il vero e proprio cuore del Vicino Oriente grazie ai continui investimenti esteri e alla stabilità politica ed economica del paese.

Inoltre Amman gode di un clima mite, (data la sua altitudine sul livello del mare, circa 800 m), e di conseguenza d'estate è presa d'assalto da molti turisti provenienti soprattutto dai paesi del Golfo

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Otto esempi di statue, le più antiche rispetto a quelli mai trovate in Medio Oriente, erano in esposizione in Giordania nel aprile 1997.
  2. ^ Greater Amman Municipality Website

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Asia Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Asia