Erling Håland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Erling Håland
Benefizgrillerei (2019) 12.jpg
Håland nel 2019
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 194 cm
Peso 87 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Borussia Dortmund
Carriera
Giovanili
2013-2016Bryne
Squadre di club1
2016-2017Bryne16 (0)
2017-2019Molde39 (14)
2019-2020Salisburgo16 (17)
2020-Borussia Dortmund23 (23)
Nazionale
2015-2016Norvegia Norvegia U-154 (4)
2016Norvegia Norvegia U-1617 (1)
2017Norvegia Norvegia U-175 (2)
2017-2018Norvegia Norvegia U-186 (6)
2018Norvegia Norvegia U-199 (10)
2019Norvegia Norvegia U-205 (11)
2018Norvegia Norvegia U-213 (0)
2019-Norvegia Norvegia7 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 novembre 2020

Erling Braut Håland (Leeds, 21 luglio 2000) è un calciatore norvegese, attaccante del Borussia Dortmund e della nazionale norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Leeds,[1] è figlio di Alf-Inge Håland,[1] ex calciatore professionista che giocava nel Leeds United quando lui è nato,[1][2] e ciò lo rendeva convocabile dall'Inghilterra.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

«È forte come un orso ed è veloce come un cavallo. È un killer, una macchina da gol.»

(Øyvind Godø, giornalista norvegese, in un'intervista a ESPN del 2018[4][5])

È un attaccante dotato di buona tecnica,[1][4][6][7] velocità[1][4] e forza fisica.[1][4][6] Dispone di buon fiuto del goal,[6][7] è di piede mancino,[8] e i suoi 194 cm gli consentono di essere un buon colpitore di testa.[8] La potenza dei suoi tiri li rende insidiosi,[4] e in più è bravo anche a infilarsi negli spazi lasciati dalle difese avversarie.[4] Sa distinguersi anche come rifinitore per via della sua buona visione di gioco.[4][5] Si ispira a Zlatan Ibrahimović.[9]

Nell'estate 2019 viene indicato dall'UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020.[10]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Bryne[modifica | modifica wikitesto]

Håland ha giocato nelle giovanili del Bryne, venendo aggregato in prima squadra in vista della stagione 2015. Ha effettuato l'esordio in 1. divisjon l'anno seguente, in data 12 maggio 2016: ha sostituito Robert Undheim nella sconfitta per 1-0 partita sul campo del Ranheim.[11] Nel corso dell'annata, ha sostenuto un infruttuoso provino all'Hoffenheim.[12] Ha chiuso la stagione a quota 16 presenze, mentre il Bryne è retrocesso in 2. divisjon.

Molde[modifica | modifica wikitesto]

Håland in una partita di Europa League con il Molde contro lo Zenit nell'agosto 2018.

Il 1º febbraio 2017 il Molde ha reso noto il tesseramento del giocatore.[13] Ha debuttato con la nuova casacca il 26 aprile seguente, schierato titolare nella vittoria per 3-2 in casa del Volda, sfida valida per il primo turno del Norgesmesterskapet.[14] Il primo incontro in Eliteserien, invece, lo ha giocato il 4 giugno, quando ha sostituito Fredrik Brustad nella sconfitta per 0-1 arrivata sul campo del Sarpsborg 08.[15] Il 6 agosto ha trovato la prima rete, contribuendo alla vittoria per 2-1 in casa del Tromsø.[16] Il 1º luglio 2018, nella partita vinta sul campo del Brann per 4-0, il giovane mette a referto quattro gol, segnandoli tutti tra il 4º ed il 21º minuto di gioco.[1] In due stagioni con il Molde, raccoglie globalmente 20 reti in 50 presenze.

Salisburgo[modifica | modifica wikitesto]

Håland mentre esulta dopo una rete in una partita di Champions League con il Salisburgo contro il Genk nel settembre 2019.

Il 18 agosto 2018 gli austriaci del Salisburgo hanno comunicato l'ingaggio di Håland, valido a partire dal 1º gennaio 2019: il giocatore ha firmato un contratto valido sino al 30 giugno 2023.[17] Il 12 maggio gioca la sua prima gara da titolare contro il LASK, realizzando anche la sua prima rete con gli austriaci nel successo per 2-1 della sua squadra.[8][18]

Il 17 settembre 2019 entra ufficialmente nella storia della UEFA Champions League, realizzando una tripletta al Genk, nei primi 45 minuti di gioco, al suo debutto nella competizione a 19 anni,[1][19] diventando così il secondo giocatore più giovane (dietro a Wayne Rooney) a realizzare una tripletta all'esordio nella massima competizione europea,[1] oltre che il terzo più giovane a fare ciò, poiché anche Raúl realizzò una tripletta in una gara di Champions, a 18 anni, ancorché non al debutto.[7] In Champions va a segno anche nelle sfide contro Liverpool[20] e Napoli (perse rispettivamente 3-4 e 2-3), segnando tra l'altro una doppietta contro i partenopei,[21] e diventa così il calciatore ad avere segnato più goal nelle prime 3 gare in Champions con 6; il primato in precedenza apperteneva a Didier Drogba (che ne aveva realizzate 5).[21][22] L'attaccante norvegese segna nuovamente contro il Napoli allo stadio San Paolo (1-1)[23][24] e pure contro il Genk (vittoria 1-4),[25] segnando per 5 partite consecutive di Champions League; tuttavia, nell'ultima partita del girone non riesce a ripetersi e termina la propria esperienza nella massima competizione europea con la maglia del Salisburgo con 8 reti in 6 partite giocate.[26]

Borussia Dortmund[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 dicembre 2019 viene ufficializzato il suo trasferimento al Borussia Dortmund,[27][28] che paga la clausola rescissoria da 20 milioni di euro presente nel suo contratto.[29] Il 18 gennaio 2020 esordisce in Bundesliga contro l'Augusta, subentrando a Łukasz Piszczek realizzando una tripletta nei primi 23 minuti in campo nella vittoria per 5-3.[30] Si ripete nelle due sfide successive quando, in 25 minuti e sempre da subentrato, realizza una doppietta ai danni del Colonia contribuendo al 5-1 finale,[31] per poi realizzare un'altra doppietta nel 5-0 all'Union Berlino, in quella che era la sua prima gara da titolare con i gialloneri.[32] Il 18 febbraio 2020 debutta in Champions League con il club tedesco, realizzando una decisiva doppietta per il 2-1 contro il PSG nell'andata degli ottavi,[33] divenendo al contempo il più giovane a raggiungere quota 10 gol segnati nella storia del torneo.[34][35] Il 16 maggio 2020, alla ripresa del campionato dopo la pausa dovuta al coronavirus, segna la prima delle quattro reti che consentono di vincere contro lo Schalke 04,[36] raggiungendo così la doppia cifra.[37] Conclude la stagione 2019-2020 con 44 reti in 40 partite giocate, di cui 16 in 18 con i tedeschi e 28 in 22 con la società austriaca.[38]

Stagione 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

L'anno successivo continua a essere prolifico in fase realizzativa. Il 14 settembre segna un gol nel 5-0 con cui il Borussia Dortmund elimina il Duigsburg dalla Coppa di Germania, il 20 ottobre segna nella prima partita di Champions League (sconfitta per 3-1 contro la Lazio); nelle due partite successive della massima competizione europea segna quattro gol, uno allo Zenit San Pietroburgo (2-0) e una tripletta al Club Bruges (0-3). Con il gol segnato il 28 ottobre 2020 contro lo Zenit San Pietroburgo arriva a quota 12 realizzati nelle prime 10 partite di Champions giocate: nessuno ci era mai riuscito e il record precedente di 9 era detenuto da Harry Kane, Sadio Mané e Simone Inzaghi.[39] Il 22 novembre seguente realizza una quaterna nel successo per 5-2 in casa dell'Hertha Berlino.[40]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Håland ha rappresentato la Norvegia a livello giovanile, nell'Under-15, Under-16, Under-17, Under-18, Under-19, Under-20 e Under-21.[41] Per quanto concerne quest'ultima selezione, ha effettuato il proprio esordio l'11 settembre 2018, venendo schierato da titolare nella vittoria per 3-1 in casa dell'Azerbaigian, sfida valida per le qualificazioni al campionato europeo 2019.[42]

Con la nazionale, al mondiale Under-20, il 30 maggio 2019, ha segnato 9 reti nella partita giocata contro l'Honduras, vinta per 12-0 dalla nazionale scandinava, risultando alla fine del torneo il miglior marcatore.[3][43]

Nell'agosto successivo, viene convocato per la prima volta, dal commissario tecnico svedese Lars Lagerbäck nella nazionale maggiore norvegese, dove fa il suo esordio il 5 settembre dello stesso anno, giocando come titolare nella partita vinta per 2-0 in casa contro Malta, valida per le qualificazioni al campionato d'Europa 2020.[44] Il 4 settembre 2020 realizza la prima rete con la nazionale maggiore nel match valido per il primo turno della Nations League, perso contro l'Austria per 1-2.[45] Nella medesima competizione mette a segno il 7 settembre la prima doppietta in nazionale nel 5-1 contro l'Irlanda del Nord[46][47] e l'11 ottobre la prima tripletta nel 4-0 contro la Romania.[48]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Håland, tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, ha collezionato 181 partite segnando 122 reti, alla media di 0,68 reti a partita.

Statistiche aggiornate al 28 novembre 2020.

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2016 Norvegia Bryne 1D 16 0 CN 0 0 - - - - - - 16 0
2017 Norvegia Molde ES 14 2 CN 6 2 - - - - - - 20 4
2018 ES 25 12 CN 0 0 UEL 5[49] 4[50] - - - 30 16
Totale Molde 39 14 6 2 5 4 - - 50 20
gen.-giu. 2019 Austria Salisburgo BL 2 1 CA 2 0 UEL 1 0 - - - 5 1
2019-gen. 2020 BL 14 16 CA 2 4 UCL 6 8 - - - 22 28
Totale Salisburgo 16 17 4 4 7 8 - - 27 29
gen.-giu. 2020 Germania Borussia Dortmund BL 15 13 CG 1 1 UCL 2 2 - - - 18 16
2020-2021 BL 8 10 CG 1 0 UCL 4 6 SG 1 1 14 17
Totale Borussia Dortmund 23 23 2 1 6 8 1 1 32 33
Totale carriera 94 54 12 7 18 20 1 1 125 82

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-9-2019 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2020 - Uscita al 66’ 66’
8-9-2019 Solna Svezia Svezia 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 76’ 76’
4-9-2020 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 2 Austria Austria UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 1 Ammonizione al 86’ 86’
7-9-2020 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 5 Norvegia Norvegia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 2
8-10-2020 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 2 dts Serbia Serbia Qual. Euro 2020 -
11-10-2020 Oslo Norvegia Norvegia 4 – 0 Romania Romania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 3 Uscita al 78’ 78’
14-10-2020 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 87’ 87’
Totale Presenze 7 Reti 6
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-9-2018 Baku Azerbaigian Under-21 Azerbaigian 1 – 3 Norvegia Norvegia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 -
12-10-2018 Ingolstadt Germania Under-21 Germania 2 – 1 Norvegia Norvegia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 -
16-10-2018 Drammen Norvegia Under-21 Norvegia 1 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 - Ingresso al 55’ 55’
Totale Presenze 3 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-3-2019 Frauenkirchen Austria Under-20 Austria 0 – 1 Norvegia Norvegia Under-20 Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
26-3-2019 Dunajská Streda Slovacchia Under-20 Slovacchia 1 – 2 Norvegia Norvegia Under-20 Amichevole 1 Ammonizione al 58’ 58’
24-5-2019 Łódź Norvegia Under-20 Norvegia 1 – 3 Uruguay Uruguay Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno -
27-5-2019 Łódź Norvegia Under-20 Norvegia 1 – 2 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno -
30-5-2019 Lublino Norvegia Under-20 Norvegia 12 – 0 Honduras Honduras Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno 9
Totale Presenze 5 Reti 11
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-19
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-10-2017 Kamëz Norvegia Under-19 Norvegia 3 – 0 Montenegro Montenegro Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 1 Uscita al 84’ 84’
7-10-2017 Kamëz Norvegia Under-19 Norvegia 1 – 2 Ucraina Ucraina Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 1
10-10-2017 Tirana Albania Under-19 Albania 1 – 7 Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 2 Uscita al 56’ 56’
21-3-2018 Ahlen Paesi Bassi Under-19 Paesi Bassi 6 – 1 Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 -
24-3-2018 Hüsten Germania Under-19 Germania 2 – 5 Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 2
27-3-2018 Lippstadt Norvegia Under-19 Norvegia 5 – 4 Scozia Scozia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2019 3 Ammonizione al 80’ 80’
16-7-2018 Vaasa Portogallo Under-19 Portogallo 3 – 1 Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2019 - 1º turno -
19-7-2018 Seinäjoki Finlandia Under-19 Finlandia 3 – 2 Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2019 - 1º turno -
22-7-2018 Seinäjoki Italia Under-19 Italia 1 – 1 Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2019 - 1º turno 1 Ammonizione al 9’ 9’
Totale Presenze 9 Reti 10
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-18
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30-8-2017 Sandefjord Norvegia Under-18 Norvegia 1 – 1 Austria Austria Under-18 Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
2-9-2017 Sandefjord Norvegia Under-18 Norvegia 4 – 2 Svezia Svezia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 61’ 61’
4-10-2017 Tirana Montenegro Under-18 Montenegro 0 – 2 Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 84’ 84’
7-10-2017 Tirana Ucraina Under-18 Ucraina 2 – 1 Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1
10-10-2017 Tirana Albania Under-18 Albania 1 – 7 Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 2 Uscita al 56’ 56’
11-11-2017 Miami Polonia Under-18 Polonia 0 – 2 Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 80’ 80’
Totale Presenze 6 Reti 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Molde: 2017

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Salisburgo: 2018-2019
Salisburgo: 2018-2019

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Polonia 2019 (9 gol)
2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Champions League, tripletta all'esordio: Haland è inarrestabile, su Fox Sports, 18 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  2. ^ (EN) Molde starlet Erling Braut Haland wants to follow father Alf-Inge and play for Leeds United, talksport.com. URL consultato l'11 settembre 2018.
  3. ^ a b (EN) Guardian sport, Erling Braut Håland breaks U-20 World Cup record with nine goals in one match, in The Guardian, 30 maggio 2019. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  4. ^ a b c d e f g È un orso? È un cavallo? No, è Haaland, su L'Ultimo Uomo, 19 settembre 2019. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  5. ^ a b (EN) Man United, Juventus and Dortmund tracked Erling Haaland, but he chose Red Bull Salzburg, su espn.com, 23 agosto 2018. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  6. ^ a b c Norvegia U20, segna 9 gol: chi è Braut Haland, su sport.sky.it. URL consultato il 18 settembre 2019.
  7. ^ a b c Champions League: il Salisburgo lancia Haaland, l'uomo dei record, su Fox Sports, 17 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  8. ^ a b c Haland, 19 anni e 3 gol al debutto in Champions: e in stagione è già a 17 reti in 9 gare!, su gazzetta.it. URL consultato il 18 settembre 2019.
  9. ^ (EN) Zlatan Ibrahimovic an inspiration for Erling Braut Haaland, su skysports.com. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  10. ^ (EN) 50 for the future: UEFA.com's ones to watch in 2019/20, su uefa.com, 30 luglio 2019.
  11. ^ (NO) Ranheim 1 - 0 Bryne, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  12. ^ (NO) Erling Braut Håland (15) drar til Hoffenheim, su aftenbladet.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  13. ^ (NO) HÅLAND KLAR FOR MOLDE FK, su moldefk.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  14. ^ (NO) Volda 2 - 3 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  15. ^ (NO) Sarpsborg 08 1 - 0 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  16. ^ (NO) Tromsø 1 - 2 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  17. ^ (EN) Welcome to Salzburg, Erling Haland!, su redbullsalzburg.at. URL consultato l'11 settembre 2018.
  18. ^ Red Bull Salisburgo - LASK, 12/mag/2019 - Bundesliga - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  19. ^ Salisburgo, Håland nella storia della Champions: tripletta in un tempo al debutto, su goal.com, 17 settembre 2019.
  20. ^ Champions: Liverpool-Salisburgo 4-3, su ansa.it, 2 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  21. ^ a b Haaland da record, nessuno come lui in Champions, su sport.sky.it. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  22. ^ Segna sempre Haaland: 6 gol nelle sue prime 3 partite in Champions, nessuno come lui, su eurosport.it, 23 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  23. ^ Napoli-Salisburgo 1-1: gol e highlights della partita. Lozano risponde al solito Haaland, su sport.sky.it. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  24. ^ Champions League, Haaland scatenato batte i record di Raul e Mbappé, su foxsports.it, 6 novembre 2019. URL consultato il 24 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2020).
  25. ^ Il Salisburgo dà spettacolo a Genk: quattro gol, segna anche Haaland, su ilmattino.it. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  26. ^ (NB) Haaland etter Champions League-exiten: – Det er blytungt, su vg.no. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  27. ^ (DE) BVB verpflichtet Erling Haaland, su bvb.de, 29 dicembre 2019.
  28. ^ (DE) Haaland wechselt zum BVB, su redbullsalzburg.at, 29 dicembre 2019.
  29. ^ Erling Haaland al Dortmund, le cifre dell’operazione, su calcioefinanza.it, 30 dicembre 2019.
  30. ^ Haaland, che debutto col Dortmund: entra e fa tripletta in 23'! Augsburg ribaltato, su gazzetta.it, 18 gennaio 2020.
  31. ^ Borussia Dortmund a valanga sul Colonia: 5-1, doppietta per Haaland, su it.eurosport.com, 24 gennaio 2020.
  32. ^ Haaland, 7 gol in 3 partite: Dortmund facile. Lipsia pari, il Bayern sale in vetta, su gazzetta.it, 1º febbraio 2020.
  33. ^ Haaland re di Dortmund: show del norvegese, Psg ai piedi di un 19enne, su gazzetta.it, 18 febbraio 2020.
  34. ^ Haaland spaziale, dieci goal in sette gare: può essere il primo Under 20 capocannoniere, su goal.com, 18 febbraio 2020.
  35. ^ Haaland (Borussia) doma il Psg, l’Atletico sorprende il Liverpool, su corriere.it, 18 febbraio 2020. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  36. ^ La Bundesliga riparte da Haaland: suo il primo gol della rinascita, su repubblica.it, 16 maggio 2020. URL consultato l'8 luglio 2020.
  37. ^ Bundesliga, il primo gol dopo la pandemia è di Haaland: l'esultanza senza abbracci, su video.repubblica.it, 16 maggio 2020. URL consultato il 16 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2020).
  38. ^ https://www.transfermarkt.it/erling-haaland/leistungsdaten/spieler/418560/plus/0?saison=2019
  39. ^ Haaland da record in Champions League: in 10 gare fa meglio di Kane, Mané e… Simone Inzaghi
  40. ^ Quanti gol ha fatto Haaland? Favre perde il conto, su sport.sky.it. URL consultato il 23 novembre 2020.
  41. ^ (NO) Erling Braut Håland, fotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  42. ^ (NO) U21-landslaget slo Aserbajdsjan : - Tre poeng var det viktigste i dag, fotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  43. ^ (EN) Fifa World Cup U20 2019 - Norvegia - Honduras 12-0, su fifa.com.
  44. ^ (EN) Bobby McMahon, Remember His Name; RB Salzburg’s Erling Braut Håland, su forbes.com, 15 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  45. ^ (EN) Nations League round-up: Erling Haaland nets first international goal, Italy held by Bosnia and Herzegovina, su skysports.com, 4 settembre 2020. URL consultato il 5 settembre 2020.
  46. ^ HAALAND SCATENATO: DOPPIETTA NEL 5-1 DELLA NORVEGIA, su eurosport.it, 8 settembre 2020. URL consultato il 23 novembre 2020.
  47. ^ Norvegia, Haaland show anche in nazionale: esulta come l’idolo Michu, su fanpage.it, 8 settembre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  48. ^ (SE) Håland-hattrick när Norge nollade Rumänien, su svt.se, 11 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  49. ^ Presenze nei turni preliminari.
  50. ^ Reti nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1158978782155791627 · GND (DE1210603934