Carolina Morace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carolina Morace
Carolina Morace, 1989 circa.jpg
Morace in nazionale, 1989 circa.
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatrice (ex attaccante)
Ritirata 1998 - giocatrice
Carriera
Giovanili
1974-1977600px Giallo e Blu.svg Ca' Bianca
Squadre di club1
1977600px Giallo e Blu.svg Spinea ? (?)
1978Belluno? (?)
1979-1982Verona? (?)
1982-1984Lazio CF? (27)
1985-1987Trani 80? (?)
1987-1989Lazio CF? (66)
1989-1991Reggiana52 (71)
1991-1993Milan 82 Salvarani55 (75)
1993-1994Torres30 (37)
1994-1995Agliana22 (41)
1995-1996Verona CF20 (43)
1996-1998Modena60 (90)
Nazionale
1978-1997Italia Italia153 (105)
Carriera da allenatore
1998Lazio CF
1999ViterbeseMaschile
2000-2005Italia Italia
2009-2011Canada Canada
2016-2018Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
2018-2019MilanFemminile
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio femminile
Argento Italia 1993
Argento Norvegia-Svezia 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 maggio 2019

Carolina Morace (Venezia, 5 febbraio 1964) è un'allenatrice di calcio, dirigente sportiva ed ex calciatrice italiana, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatrice[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò con la maglia della Nazionale italiana nel 1978 contro la Jugoslavia; da allora è scesa in campo 153 volte[1] ed ha segnato 105 reti, diventando la miglior marcatrice di sempre nella storia della squadra azzurra e sfiorando la vittoria degli Europei nel 1993 e 1997 (finalista entrambe le volte).

Morace in azione alla Lazio CF nella seconda metà degli anni 1980

Dopo ben 19 anni dalla sua prima partita in Nazionale, decide di ritirarsi nel 1998. Nella sua carriera ha vinto 12 scudetti, 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa italiana, oltre ad essere stata 12 volte capocannoniere della Serie A (11 consecutivamente). I grandi risultati ottenuti la consacrarono come la giocatrice italiana più forte di tutti i tempi, insieme a Elisabetta Vignotto e Patrizia Panico.

Allenatrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998, dopo essersi rititata definitivamente dal calcio giocato[2], intraprese la carriera di allenatrice, guidando la Società Sportiva Lazio Calcio Femminile.[3] Nel luglio 1999 venne nominata allenatrice della Viterbese[4] (all'epoca in Serie C1 e presieduta da Luciano Gaucci), divenendo la prima donna ad allenare una squadra di calcio professionistica maschile;[5] ma, dopo una vittoria ottenuta alla prima giornata di campionato per 3-1 contro il Marsala[6] e una sconfitta per 5-2 contro il Crotone durante il secondo impegno[5], il 14 settembre 1999 rassegnò le dimissioni.[5][7][8]

Dal 2000 al 2005 ricoprì il ruolo di commissario tecnico della Nazionale di calcio femminile dell'Italia.

Dopo aver allenato la Nazionale Italiana Parlamentari[9], nel febbraio 2009 venne nominata commissario tecnico della Nazionale di calcio femminile del Canada, con cui ha vinto la CONCACAF Women's Gold Cup di Messico 2010, la seconda per il Canada, ottenendo così la qualificazione al Mondiale di Germania 2011.

Prima dell'avventura tedesca il Canada partecipa all'edizione 2011 della Cyprus Cup, torneo ad invito con cadenza annuale che si disputa a Cipro, dove sotto la guida di Morace vince il torneo nella finale del 9 marzo supera per 2-1 i Paesi Bassi. Le aspettative di una buona prestazione al Mondiale sono però subito smorzate; la squadra offre una prestazione inferiore alle aspettative, perdendo tutti i tre incontri del gruppo A, concludendo all'ultimo posto e venendo di conseguenza eliminata già alla fase a gironi. Al termine della competizione iridata decide di dimettersi dall'incarico.[10]

Nel 2014 è la prima donna a essere inserita nella Hall of Fame del calcio italiano.[11]

Il 7 dicembre 2016 è stata nominata allenatrice della Nazionale di calcio femminile di Trinidad e Tobago e direttore tecnico di tutte le selezioni giovanili femminili della federcalcio locale, firmando un contratto di due anni e mezzo.[12][13]

Il 22 giugno 2018 viene ingaggiata come tecnico del neonato Milan.[14] Dopo aver terminato la stagione con un terzo posto in campionato e un'eliminazione in semifinale di Coppa Italia, il 13 maggio 2019 viene ufficializzata l'interruzione del rapporto professionale con il club rossonero[15].

Carriera extrasportiva[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in giurisprudenza,[16] dal 1998 esercita la professione di avvocato.[17]

A partire dal 1992, anno in cui condusse Galagoal su Telemontecarlo al posto di Alba Parietti[18], ha lavorato come commentatrice per trasmissioni televisive di stampo calcistico: oltre a Galagol, ha partecipato a Campioni, il sogno su Italia 1 nel 2005 (in cui commentava le gare del Cervia),[19] a Il gol sopra Berlino[20] e Le partite non finiscono mai[21] su LA7 nel 2006 e nel 2007, e alle trasmissioni Rai sugli Europei del 2008[22]. Dal 2019 è commentatrice per Sky Sport in occasione del Campionato mondiale di calcio femminile e della Serie A.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatrice[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 luglio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2018-2019 Italia Milan A 22 16 3 3 CI 5 3 1 1 - - - - - - - - - - 27 19 4 4 70,37
Totale carriera 22 16 3 3 5 3 1 1 - - - - - - - - 27 19 4 4 70,37

Panchine da commissario tecnico della nazionale italiana femminile[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-9-2000 San Giorgio di Nogaro Italia Italia 2 – 1 Slovacchia Slovacchia Amichevole -
14-10-2000 Roma Italia Italia 3 – 1 Francia Francia Amichevole -
18-10-2000 Palermo Italia Italia 3 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2001 - Play-off Federica D'Astolfi
Tatiana Zorri
Rita Guarino
[23]
22-11-2000 Portalegre Portogallo Portogallo 1 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2001 - Play-off - [24]
17-1-2001 Vibo Valentia Italia Italia 3 – 0 Scozia Scozia Amichevole -
7-3-2001 Rieti Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
1-5-2001 Monza Italia Italia 2 – 0 Belgio Belgio Amichevole -
10-5-2001 Troisdorf Germania Germania 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
17-6-2001 Tavarone Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
25-6-2001 Aalen Italia Italia 2 – 1 Danimarca Danimarca Euro 2001 - Girone 2 Patrizia Panico
28-6-2001 Reutlingen Norvegia Norvegia 1 – 1 Italia Italia Euro 2001 - Girone Rita Guarino
1-7-2001 Ulma Francia Francia 2 – 0 Italia Italia Euro 2001 - Girone -
8-9-2001 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Italia Italia Qual. Mondiali 2003 Ásthildur Helgadóttir (aut.)
10-10-2001 Siena Italia Italia 1 – 3 Russia Russia Qual. Mondiali 2003 Rita Guarino
28-11-2001 Perugia Italia Italia 3 – 0 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2003 -
13-2-2002 Ostia Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
24-3-2002 Pozoblanco Spagna Spagna 0 – 1 Italia Italia Qual. Mondiali 2003 -
10-4-2002 Copenaghen Danimarca Danimarca 4 – 0 Italia Italia Amichevole -
22-5-2002 Seljatino Russia Russia 2 – 1 Italia Italia Qual. Mondiali 2003 -
8-6-2002 Arzachena Italia Italia 0 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2003 -
13-6-2002 Požarevac Jugoslavia Jugoslavia 0 – 6 Italia Italia Amichevole -
2-10-2002 Cary Stati Uniti Stati Uniti 4 – 0 Italia Italia Coppa USA 2002 -
6-10-2002 Cary Italia Italia 1 – 2 Russia Russia Coppa USA 2002 -
9-10-2002 Cary Australia Australia 0 – 1 Italia Italia Coppa USA 2002 -
13-11-2002 Lovanio Belgio Belgio 1 – 5 Italia Italia Amichevole -
22-1-2003 Roma Italia Italia 4 – 1 Scozia Scozia Amichevole -
25-2-2003 Viareggio Italia Italia 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
30-3-2003 Trento Italia Italia 8 – 0 Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Qual. Euro 2005 Chiara Gazzoli
Tatiana Zorri (rig.)
2 Rita Guarino
Pamela Conti
Patrizia Panico
Alessia Tuttino
16-4-2003 Hoofddorp Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 5 Italia Italia Amichevole -
17-5-2003 Solna Svezia Svezia 5 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2005 -
19-7-2003 Vaasa Finlandia Finlandia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2005 Patrizia Panico
9-9-2003 Livingston Scozia Scozia 0 – 4 Italia Italia Amichevole -
27-7-2003 Frauenfeld Svizzera Svizzera 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2005 Patrizia Panico
22-10-2003 Kansas City Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 Italia Italia Amichevole -
21-1-2004 Atene Grecia Grecia 0 – 3 Italia Italia Amichevole -
17-2-2004 Viareggio Italia Italia 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
14-3-2004 Guia Italia Italia 1 – 0 Cina Cina Algarve Cup 2004 - Girone Maria Ilaria Pasqui
16-3-2004 Olhão Norvegia Norvegia 3 – 0 Italia Italia Algarve Cup 2004 - Girone -
18-3-2004 Lagos Finlandia Finlandia 1 – 2 Italia Italia Algarve Cup 2004 - Girone Patrizia Panico
Maria Ilaria Pasqui
20-3-2004 Faro Francia Francia 3 – 3 dts
(4-3 dcr)
Italia Italia Algarve Cup 2004 - 3º/4º posto 2 Patrizia Panico
Chiara Gazzoli
31-3-2004 Bolzano Italia Italia 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
24-4-2004 Andria Italia Italia 1 – 1 Finlandia Finlandia Qual. Euro 2005 Patrizia Panico
22-5-2004 Trapani Italia Italia 0 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2005 -
26-6-2004 Benevento Italia Italia 2 – 1 Svezia Svezia Qual. Euro 2005 Chiara Gazzoli
Patrizia Panico
4-9-2004 Bergen Norvegia Norvegia 3 – 1 Italia Italia Amichevole -
25-9-2004 Niš Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro 1 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2005 Melania Gabbiadini
Moira Placchi
13-11-2004 Crotone Italia Italia 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2005 - Play-off Tatiana Zorri
Alessia Tuttino
27-11-2004 Čáslav Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2005 - Play-off Ilaria Pasqui
Patrizia Panico
Elisa Camporese
17-2-2005 Milton Keynes Inghilterra Inghilterra 4 – 1 Italia Italia Amichevole -
23-2-2005 Santa Maria da Feira Portogallo Portogallo 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
13-4-2005 Genova Italia Italia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
27-4-2005 Fiuggi Italia Italia 0 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
18-5-2005 Venezia Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
6-6-2005 Preston Francia Francia 3 – 1 Italia Italia Euro 2005 - Girone Sara Di Filippo Cap: P. Panico
9-6-2005 Preston Italia Italia 0 – 4 Germania Germania Euro 2005 - Girone - Cap: P. Panico
12-6-2005 Preston Norvegia Norvegia 5 – 3 Italia Italia Euro 2005 - Girone 2 Melania Gabbiadini
Elisa Camporese
Cap: P. Panico
Totale Presenze 56 Reti 99

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Calciatrice[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Trani 80: 1984, 1985-1986
Lazio: 1986-1987, 1987-1988
Reggiana: 1989-1990, 1990-1991
Milan Salvarani: 1991-1992
Torres Fo.S.: 1993-1994
Agliana: 1994-1995
Verona Günther: 1995-1996
Modena: 1996-1997, 1997-1998
Lazio: 1985, 1986-1987
Modena: 1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1984-1985 (27 reti), 1987-1988 (40 reti), 1988-1989 (26 reti)
Reggiana: 1989-1990 (38 reti), 1990-1991 (29 reti)
Milan 82: 1991-1992 (31 reti), 1992-1993 (33 reti)
Torres: 1993-1994 (33 reti),
Agliana:1994-1995 (31 reti)
Verona Gunther: 1995-1996 (39 reti)
Modena: 1996-1997 (47 reti), 1997-1998 (41 reti).
  • UEFA Golden Player
Norvegia-Svezia 1997[25]

Allenatrice[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Canada: Messico 2010
Canada: 2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2014
2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carolina Morace - biografia
  2. ^ Pro Patria-Triestina sospesa, il Totocalcio paga i 12, la Repubblica, 8 giugno 1998. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  3. ^ La Morace guiderà la Lazio femminile, Corriere della Sera, 25 agosto 1998. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  4. ^ Ecco la Morace - Mi ispiro a Lippi, la Repubblica, 2 luglio 1999. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  5. ^ a b c La Morace lascia, era la prima donna allenatrice, Corriere della Sera, 14 settembre 1999. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  6. ^ Morace, debutto vincente - E Tajani guida la "ola", Corriere della Sera, 6 settembre 1999. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  7. ^ La Morace guiderà la Lazio femminile, Corriere della Sera, 25 agosto 1998. URL consultato il 10 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2012).
  8. ^ Morace - Gaucci, è già divorzio, Corriere della Sera, 14 settembre 1999. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  9. ^ Nazionale Parlamentari, De Sisti: "Talvolta qualcuno si ricorda di me...", Tuttomercatoweb.com, 11 marzo 2009. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  10. ^ UFFICIALE: Carolina Morace lascia la panchina del Canada, Notiziario del Calcio, 23 luglio 2011. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  11. ^ ‘Hall of Fame del calcio italiano', si aprono le porte per altre 10 stelle, su vivoazzurro.it, 20 ottobre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  12. ^ Morace named T&T women’s head coach, su mobile.concacaf.com, 7 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  13. ^ Italian Morace is T&T women’s coach, su guardian.co.tt, 8 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  14. ^ Benvenuta Carolina Morace, acmilan.com. URL consultato il 22 giugno 2018.
  15. ^ Comunicato ufficiale: Carolina Morace, su acmilan.com, 13 maggio 2019. URL consultato il 13 maggio 2019.
  16. ^ Morace, nessun rimpianto: "Torno a fare l'avvocato", Corriere della Sera, 15 settembre 1999. URL consultato il 10 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2012).
  17. ^ Avv. Carolina Morace - Studio Legale Carusi Morace Archiviato l'8 luglio 2013 in Internet Archive.
  18. ^ La Morace: "Sono io il centravanti di Galagoal", Corriere della Sera, 6 settembre 1992. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  19. ^ Rassegna stampa (PDF), Comune di Cervia, 9 settembre 2005. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  20. ^ Darwin Pastorin si prepara a condurre "Il gol sopra Berlino"[collegamento interrotto], Tuttomercatoweb.com, 6 giugno 2006. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  21. ^ Vela, rugby e Superbike esclusive La7, Corriere della Sera, 27 gennaio 2007. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  22. ^ La Morace: "Sono io il centravanti di Galagoal", Corriere della Sera, 6 settembre 1992. URL consultato il 10 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2012).
  23. ^ Italia-Portogallo, 18 ottobre 2000, su figc.it. URL consultato il 19 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2018).
  24. ^ Portogallo-Italia, 22 novembre 2000, su figc.it. URL consultato il 19 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2018).
  25. ^ (EN) 1997: Carolina Morace, su uefa.com, 5 luglio 2011. URL consultato il 28 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]