Campionato mondiale di calcio femminile 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mondiale di calcio femminile 2019
Championnat du monde féminin de football 2019
Logo della competizione
Competizione Campionato mondiale di calcio femminile
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIFA
Date dal 7 giugno 2019
al 7 luglio 2019
Luogo Francia Francia
(9 città)
Partecipanti 24
Impianto/i 9 stadi
Risultati
Vincitore Stati Uniti Stati Uniti
(4º titolo)
Secondo Paesi Bassi Paesi Bassi
Terzo Svezia Svezia
Quarto Inghilterra Inghilterra
Statistiche
Miglior giocatore Stati Uniti Megan Rapinoe
Miglior marcatore Inghilterra Ellen White (6)
Stati Uniti Alex Morgan (6)
Stati Uniti Megan Rapinoe (6)
Miglior portiere Paesi Bassi Sari van Veenendaal
Incontri disputati 52
Gol segnati 146 (2,81 per incontro)
Pubblico 1 131 312
(21 756 per incontro)
FIFA Women's World Cup 2019 Final - US team on podium (4).jpg
La nazionale statunitense festeggia il trionfo iridato.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2015 2023 Right arrow.svg

Il campionato mondiale di calcio femminile 2019 è stata l'ottava edizione ufficiale della manifestazione e si è svolta in Francia dal 7 giugno al 7 luglio 2019[1]. La nazionale degli Stati Uniti, alla terza finale consecutiva, ha confermato il titolo mondiale conquistato quattro anni prima[2]. Gli Stati Uniti eguagliano così la Germania, che aveva vinto due edizioni consecutive nel 2003 e nel 2007.

Si è trattata della prima edizione di un campionato mondiale di calcio femminile nel quale è stato utilizzato il video assistant referee (VAR)[3]. Due i record principali, precedentemente stabiliti a livello maschile, eguagliati in questa edizioneː la terza finale consecutiva raggiunta dagli Stati Uniti (come Germania Ovest e Brasile tra gli uomini), e la presenza di sette squadre europee su otto nei quarti di finale, come nel campionato del mondo 1994. Da segnalare, inoltre, che per la sesta volta (quarta consecutiva) in otto edizioni la nazionale del paese ospitante (in questo caso la Francia) è stata eliminata nei quarti di finale. Jillian Ellis, alla guida degli Stati Uniti, diventa la prima donna a vincere da allenatrice due mondiali consecutivi, eguagliando il risultato ottenuto da Vittorio Pozzo a livello maschile, che vinse due mondiali consecutivi da allenatore dell'Italia nel 1934 e nel 1938.

Selezione della nazione ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Le due candidate erano:

Il 19 marzo 2015 la FIFA ha annunciato come Paese ospitante la Francia[4].

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Le partite del torneo vengono disputate in nove stadi selezionati il 14 giugno 2017[5].

Décines-Charpieu (Lione) Parigi Nizza Montpellier
Parc Olympique Lyonnais Parco dei Principi Allianz Riviera Stadio della Mosson
Capacità: 59 186 Capacità: 48 583 Capacità: 35 624 Capacità: 32 900
Stade des Lumières - 24 janvier 2016.jpg Paris Parc des Princes 1.jpg Allianzcoupdenvoi.jpg Australie-Fidji.4.JPG
Rennes
Roazhon Park
Capacità: 29 778
Rennes - Montpellier L1 20150815 - Scène match.JPG
Le Havre Valenciennes Reims Grenoble
Stade Océane Stade du Hainaut Stadio Auguste Delaune Stade des Alpes
Capacità: 25 178 Capacità: 25 172 Capacità: 21 127 Capacità: 20 068
Intérieur stade Océane.jpg Intérieur Stade du Hainaut (2013).JPG Stade Auguste-Delaune 2 Tribünen.JPG GF38-CLERMONT001.jpg

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio femminile 2019.

Il numero di squadre partecipanti è stato di 24, con un numero di partite disputate pari a 52. La distribuzione dei posti per le sei federazioni è stato approvato dalla FIFA nel consiglio del 13-14 ottobre 2016 e ufficializzato con apposita circolare dell'11 novembre 2016[6]. L'unica variazione rispetto all'edizione precedente è nella federazione organizzatrice del torneo: CONCACAF per il Canada nel 2015, UEFA per la Francia nel 2019[7].

  • AFC (Asia): 5 posti,
  • CAF (Africa): 3 posti,
  • CONCACAF (Centro e Nord America, Caraibi): 3 posti,
  • CONMEBOL (Sud America): 2 posti,
  • OFC (Oceania): 1 posto,
  • UEFA (Europa): 8 posti,
  • nazione ospitante (Francia): 1 posto,
  • Spareggio tra CONCACAF e CONMEBOL: 1 posto.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Confederazione Partecipante in quanto Ultima presenza
1 Francia Francia 19 marzo 2015 UEFA Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Canada 2015
2 Cina Cina 9 aprile 2018 AFC Terzo posto nella Coppa AFC 2018 Canada 2015
3 Thailandia Thailandia 12 aprile 2018 AFC Quarto posto nella Coppa AFC 2018 Canada 2015
4 Australia Australia 13 aprile 2018 AFC Secondo posto nella Coppa AFC 2018 Canada 2015
5 Giappone Giappone 13 aprile 2018 AFC Campione della Coppa AFC 2018 Canada 2015
6 Corea del Sud Corea del Sud 16 aprile 2018 AFC Quinto posto nella Coppa AFC 2018 Canada 2015
7 Brasile Brasile 19 aprile 2018 CONMEBOL Campione della Copa América 2018 Canada 2015
8 Cile Cile 22 aprile 2018 CONMEBOL Secondo posto nella Copa América 2018 Esordiente
9 Spagna Spagna 8 giugno 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 7 di qualificazione UEFA Canada 2015
10 Italia Italia 8 giugno 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 6 di qualificazione UEFA Stati Uniti 1999
11 Inghilterra Inghilterra 31 agosto 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 1 di qualificazione UEFA Canada 2015
12 Scozia Scozia 4 settembre 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 2 di qualificazione UEFA Esordiente
13 Norvegia Norvegia 4 settembre 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 3 di qualificazione UEFA Canada 2015
14 Svezia Svezia 4 settembre 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 4 di qualificazione UEFA Canada 2015
15 Germania Germania 4 settembre 2018 UEFA Vincitrice del gruppo 5 di qualificazione UEFA Canada 2015
16 Canada Canada 14 ottobre 2018 CONCACAF Secondo posto nella CONCACAF Women's Championship 2018 Canada 2015
17 Stati Uniti Stati Uniti 14 ottobre 2018 CONCACAF Campione della CONCACAF Women's Championship 2018 Canada 2015
18 Giamaica Giamaica 17 ottobre 2018 CONCACAF Terzo Posto della CONCACAF Women's Championship 2018 Esordiente
19 Paesi Bassi Paesi Bassi 13 novembre 2018 UEFA Vincitrice dello spareggio nelle qualificazioni UEFA Canada 2015
20 Argentina Argentina 13 novembre 2018 CONMEBOL Vincitrice dello spareggio CONCACAF-CONMEBOL Cina 2007
21 Nigeria Nigeria 27 novembre 2018 CAF Finalista della Coppa delle Nazioni Africane femminile 2018 Canada 2015
22 Sudafrica Sudafrica 27 novembre 2018 CAF Finalista della Coppa delle Nazioni Africane femminile 2018 Esordiente
23 Camerun Camerun 30 novembre 2018 CAF Terzo posto nella Coppa delle Nazioni Africane femminile 2018 Canada 2015
24 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 1º dicembre 2018 OFC Campione della Coppa delle nazioni oceaniane femminile 2018 Canada 2015

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 dicembre 2018 la FIFA ha annunciato la lista degli arbitri e degli assistenti selezionati[8][9]. Il 2 maggio 2019 la FIFA ha annunciato la lista aggiuntiva di ufficiali di gara aventi mansioni esclusivamente VAR[10][11].

Confederazione Arbitri Assistenti Arbitri VAR
AFC Australia Kate Jacewicz Giappone Makoto Bozono, Maiko Hagio Australia Chris Beath
Cina Qin Liang Cina Fang Yan Emirati Arabi Uniti Mohammed Abdulla Hassan
Australia Casey Reibelt Corea del Sud Kim Kyoung-min, Lee Seul-gi
Corea del Nord Ri Hyang-ok Corea del Nord Hong Kum-nyo
Giappone Yoshimi Yamashita Giappone Naomi Teshirogi
CAF Etiopia Lidya Tafesse Abebe Malawi Bernadettar Kwimbira, Kenya Mary Njoroge
Zambia Gladys Lengwe Madagascar Lidwine Rakotozafinoro
Ruanda Salima Mukansanga Mauritius Queency Victoire
CONCACAF Canada Marie-Soleil Beaudoin Canada Chantal Boudreau, Honduras Shirley Perello Canada Drew Fischer
Honduras Melissa Borjas Giamaica Princess Brown, Stephanie-Dale Yee Sing
Stati Uniti Ekaterina Koroleva Stati Uniti Felisha Mariscal, Kathryn Nesbitt
Messico Lucila Venegas Messico Enedina Caudillo, Mayte Chávez
CONMEBOL Brasile Edina Alves Batista Brasile Neuza Back, Tatiane Sacilotti Argentina Mauro Vigliano
Cile María Carvajal Cile Loreto Toloza, Leslie Vásquez
Argentina Laura Fortunato Argentina Mariana De Almeida, Ecuador Mónica Amboya
Uruguay Claudia Umpiérrez Uruguay Luciana Mascaraña, Colombia Mary Blanco
OFC Nuova Zelanda Anna-Marie Keighley Nuova Zelanda Sarah Jones, Samoa Maria Salamasina
UEFA Rep. Ceca Jana Adámková Rep. Ceca Lucie Ratajová, Slovacchia Mária Súkeníková Italia Massimiliano Irrati, Paolo Valeri
Portogallo Sandra Braz Scozia Kylie Cockburn, Irlanda Michelle O'Neill Portogallo Tiago Martins
Francia Stéphanie Frappart Francia Manuela Nicolosi, Grecia Chrysoula Kourompylia Francia Clément Turpin
Germania Riem Hussein Germania Katrin Rafalski, Svezia Julia Magnusson Germania Bastian Dankert, Sascha Stegemann
Ungheria Katalin Kulcsár Ungheria Katalin Török, Croazia Sanja Rođak-Karšić Polonia Paweł Gil
Ucraina Kateryna Monzul' Ucraina Oleksandra Ardaševa, Maryna Striletska Spagna Carlos del Cerro Grande
Russia Anastasija Pustovojtova Russia Ekaterina Kurochkina, Svizzera Susanne Küng Paesi Bassi Danny Makkelie
Svizzera Esther Staubli Inghilterra Sian Massey, Lisa Rashid Spagna José María Sánchez Martínez
Germania Bibiana Steinhaus Romania Petruța Iugulescu, Mihaela Tepusa Germania Felix Zwayer

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio per definire la composizione dei gruppi si è tenuto l'8 dicembre 2018 presso il centro "La Seine Musicale" sito sull'isola Île Seguin, nei pressi di Boulogne-Billancourt nella regione dell'Île-de-France[12][13].

Le 24 squadre partecipanti sono stati distribuite in quattro urne secondo la classifica mondiale femminile della FIFA pubblicata il 7 dicembre 2018, con la Francia inserita nell'urna 1 con posizione A1[14]. Ciascun gruppo non può contenere più di una squadra appartenente alla stessa confederazione, eccetto che per la UEFA che presenta nove nazionali alla competizione[15].

Urne[modifica | modifica wikitesto]

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4

Francia Francia (A1)
Stati Uniti Stati Uniti
Germania Germania
Inghilterra Inghilterra
Canada Canada
Australia Australia

Paesi Bassi Paesi Bassi
Giappone Giappone
Svezia Svezia
Brasile Brasile
Spagna Spagna
Norvegia Norvegia

Corea del Sud Corea del Sud
Cina Cina
Italia Italia
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Scozia Scozia
Thailandia Thailandia

Argentina Argentina
Cile Cile
Nigeria Nigeria
Camerun Camerun
Sudafrica Sudafrica
Giamaica Giamaica

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato mondiale di calcio femminile 2019.

Ogni nazionale deve fornire alla FIFA una squadra preliminare tra 23 e 50 giocatrici entro il 26 aprile 2019, lista che non deve essere pubblicata. Dalla squadra preliminare, ciascuna nazionale deve fornire una lista finale di 23 giocatrici (tre delle quali nel ruolo di portiere) entro una scadenza annunciata. Le giocatrici dell'ultima squadra possono essere sostituite da una giocatrice della squadra preliminare a causa di gravi infortuni o malattie fino a 24 ore prima del calcio d'inizio della sua prima partita.[16]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

La programmazione delle partite è stata annunciata l'8 febbraio 2018[17]. L'orario di tutte le partite è CEST[18].

Si qualificano alla fase ad eliminazione diretta le prime due classificate di ciascuno dei sei gruppi più le quattro migliori terze[16].

In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri[16]:

  1. migliore differenza reti;
  2. maggiore numero di reti segnate;
  3. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  5. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  6. classifica del fair play:
    1. cartellino giallo: -1 punto,
    2. cartellino rosso da doppia ammonizione: -3 punti,
    3. cartellino rosso diretto: -4 punti,
    4. cartellino giallo e cartellino rosso diretto: -5 punti,
  7. sorteggio.

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Francia 9 3 3 0 0 7 1 +6
2. Norvegia Norvegia 6 3 2 0 1 6 3 +3
3. Nigeria Nigeria 3 3 1 0 2 2 4 -2
4. Corea del Sud Corea del Sud 0 3 0 0 3 1 8 -7

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Parigi
7 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 1
Francia Francia4 – 0
referto
Corea del Sud Corea del SudParco dei Principi (45 261 spett.)
Arbitro: Uruguay Umpiérrez

Reims
8 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 2
Norvegia Norvegia3 – 0
referto
Nigeria NigeriaStadio Auguste Delaune (11 058 spett.)
Arbitro: Australia Jacewicz

Grenoble
12 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 14
Nigeria Nigeria2 – 0
referto
Corea del Sud Corea del SudStade des Alpes (11 252 spett.)
Arbitro: Russia Pustovojtova

Nizza
12 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 13
Francia Francia2 – 1
referto
Norvegia NorvegiaAllianz Riviera (34 872 spett.)
Arbitro: Germania Steinhaus

Rennes
17 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 25
Nigeria Nigeria0 – 1
referto
Francia FranciaRoazhon Park (28 267 spett.)
Arbitro: Honduras Borjas

Reims
17 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 26
Corea del Sud Corea del Sud1 – 2
referto
Norvegia NorvegiaStadio Auguste Delaune (13 034 spett.)
Arbitro: Canada Beaudoin

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania Germania 9 3 3 0 0 6 0 +6
2. Spagna Spagna 4 3 1 1 1 3 2 +1
3. Cina Cina 4 3 1 1 1 1 1 0
4. Sudafrica Sudafrica 0 3 0 0 3 1 8 -7

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Rennes
8 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 3
Germania Germania1 – 0
referto
Cina CinaRoazhon Park (15 283 spett.)
Arbitro: Canada Beaudoin

Le Havre
8 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 4
Spagna Spagna3 – 1
referto
Sudafrica SudafricaStade Océane (12 044 spett.)
Arbitro: Cile Carvajal

Valenciennes
12 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 15
Germania Germania1 – 0
referto
Spagna SpagnaStade du Hainaut (20 761 spett.)
Arbitro: Ucraina Monzul'

Parigi
13 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 16
Sudafrica Sudafrica0 – 1
referto
Cina CinaParco dei Principi (20 011 spett.)
Arbitro: Ungheria Kulcsár

Montpellier
17 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 27
Sudafrica Sudafrica0 – 4
referto
Germania GermaniaStadio della Mosson (15 502 spett.)
Arbitro: Portogallo Braz

Le Havre
17 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 28
Cina Cina0 – 0
referto
Spagna SpagnaStade Océane (11 814 spett.)
Arbitro: Brasile Batista

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Australia e Italia in campo allo Stade du Hainaut di Valenciennes nella gara inaugurale del gruppo C
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Italia Italia 6 3 2 0 1 7 2 +5
2. Australia Australia 6 3 2 0 1 8 5 +3
3. Brasile Brasile 6 3 2 0 1 6 3 +3
4. Giamaica Giamaica 0 3 0 0 3 1 12 -11

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Valenciennes
9 giugno 2019, ore 13:00 CEST
partita 5
Australia Australia1 – 2
referto
Italia ItaliaStade du Hainaut (15 380 spett.)
Arbitro: Honduras Borjas

Grenoble
9 giugno 2019, ore 15:30 CEST
partita 6
Brasile Brasile3 – 0
referto
Giamaica GiamaicaStade des Alpes (17 668 spett.)
Arbitro: Germania Hussein

Montpellier
13 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 17
Australia Australia3 – 2
referto
Brasile BrasileStadio della Mosson (17 032 spett.)
Arbitro: Svizzera Staubli

Reims
14 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 18
Giamaica Giamaica0 – 5
referto
Italia ItaliaStadio Auguste Delaune (12 016 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Keighley

Grenoble
18 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 29
Giamaica Giamaica1 – 4
referto
Australia AustraliaStade des Alpes (17 402 spett.)
Arbitro: Ungheria Kulcsár

Valenciennes
18 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 30
Italia Italia0 – 1
referto
Brasile BrasileStade du Hainaut (21 669 spett.)
Arbitro: Messico Venegas

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Inghilterra Inghilterra 9 3 3 0 0 5 1 +4
2. Giappone Giappone 4 3 1 1 1 2 3 -1
3. Argentina Argentina 2 3 0 2 1 3 4 -1
4. Scozia Scozia 1 3 0 1 2 5 7 -2

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nizza
9 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 7
Inghilterra Inghilterra2 – 1
referto
Scozia ScoziaAllianz Riviera (13 188 spett.)
Arbitro: Rep. Ceca Adámková

Parigi
10 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 8
Argentina Argentina0 – 0
referto
Giappone GiapponeParco dei Principi (25 055 spett.)
Arbitro: Francia Frappart

Rennes
14 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 20
Giappone Giappone2 – 1
referto
Scozia ScoziaRoazhon Park (13 201 spett.)
Arbitro: Etiopia Abebe

Le Havre
14 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 19
Inghilterra Inghilterra1 – 0
referto
Argentina ArgentinaStade Océane (20 294 spett.)
Arbitro: Cina Qin

Nizza
19 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 31
Giappone Giappone0 – 2
referto
Inghilterra InghilterraAllianz Riviera (14 319 spett.)
Arbitro: Uruguay Umpiérrez

Parigi
19 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 32
Scozia Scozia3 – 3
referto
Argentina ArgentinaParco dei Principi (28 205 spett.)
Arbitro: Corea del Nord Ri

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Paesi Bassi Paesi Bassi 9 3 3 0 0 6 2 +4
2. Canada Canada 6 3 2 0 1 4 2 +2
3. Camerun Camerun 3 3 1 0 2 3 5 -2
4. Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 3 0 0 3 1 5 -4

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Montpellier
10 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 9
Canada Canada1 – 0
referto
Camerun CamerunStadio della Mosson (10 710 spett.)
Arbitro: Corea del Nord Ri

Le Havre
11 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 10
Nuova Zelanda Nuova Zelanda0 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi BassiStade Océane (10 654 spett.)
Arbitro: Brasile Batista

Valenciennes
15 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 22
Paesi Bassi Paesi Bassi3 – 1
referto
Camerun CamerunStade du Hainaut (22 423 spett.)
Arbitro: Australia Reibelt

Grenoble
15 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 21
Canada Canada2 – 0
referto
Nuova Zelanda Nuova ZelandaStade des Alpes (14 856 spett.)
Arbitro: Giappone Yamashita

Reims
20 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 33
Paesi Bassi Paesi Bassi2 – 1
referto
Canada CanadaStadio Auguste Delaune (19 277 spett.)
Arbitro: Francia Frappart

Montpellier
20 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 34
Camerun Camerun2 – 1
referto
Nuova Zelanda Nuova ZelandaStadio della Mosson (8 009 spett.)
Arbitro: Ucraina Monzul'

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Stati Uniti Stati Uniti 9 3 3 0 0 18 0 +18
2. Svezia Svezia 6 3 2 0 1 7 3 +4
3. Cile Cile 3 3 1 0 2 2 5 -3
4. Thailandia Thailandia 0 3 0 0 3 1 20 -19

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Rennes
11 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 12
Cile Cile0 – 2
referto
Svezia SveziaRoazhon Park (15 875 spett.)
Arbitro: Messico Venegas

Reims
11 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 11
Stati Uniti Stati Uniti13 – 0
referto
Thailandia ThailandiaStadio Auguste Delaune (18 591 spett.)
Arbitro: Argentina Fortunato

Nizza
16 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 24
Svezia Svezia5 – 1
referto
Thailandia ThailandiaAllianz Riviera (9 354 spett.)
Arbitro: Ruanda Mukansanga

Parigi
16 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 23
Stati Uniti Stati Uniti3 – 0
referto
Cile CileParco dei Principi (45 594 spett.)
Arbitro: Germania Hussein

Le Havre
20 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 35
Svezia Svezia0 – 2
referto
Stati Uniti Stati UnitiStade Océane (22 418 spett.)
Arbitro: Russia Pustovojtova

Rennes
20 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 36
Thailandia Thailandia0 – 2
referto
Cile CileRoazhon Park (13 567 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Keighley

Confronto tra le terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Le quattro squadre con la miglior classifica si qualificano agli ottavi di finale. I criteri usati per determinare il miglior piazzamento sono, nell'ordine:

  1. maggior numero di punti;
  2. miglior differenza reti;
  3. maggior numero di reti segnate;
  4. classifica del fair play;
  5. sorteggio.
Pos. Gr. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. C Brasile Brasile 6 3 2 0 1 6 3 +3
2. B Cina Cina 4 3 1 1 1 1 1 0
3. E Camerun Camerun 3 3 1 0 2 3 5 -2
4. A Nigeria Nigeria 3 3 1 0 2 2 4 -2
5. F Cile Cile 3 3 1 0 2 2 5 -3
6. D Argentina Argentina 2 3 0 2 1 3 4 -1

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
22 giugno - 21:00 (CEST)            
 2A. Norvegia Norvegia (dcr)  1 (4)
27 giugno - 21:00 (CEST)
 2C. Australia Australia  1 (1)  
 Norvegia Norvegia  0
23 giugno - 17:30 (CEST)
   Inghilterra Inghilterra  3  
 1D. Inghilterra Inghilterra  3
2 luglio - 21:00 (CEST)
 3E. Camerun Camerun  0  
 Inghilterra Inghilterra  1
23 giugno - 21:00 (CEST)
   Stati Uniti Stati Uniti  2  
 1A. Francia Francia (dts)  2
28 giugno - 21:00 (CEST)
 3C. Brasile Brasile  1  
 Francia Francia  1
24 giugno - 18:00 (CEST)
   Stati Uniti Stati Uniti  2  
 2B. Spagna Spagna  1
7 luglio - 17:00 (CEST)
 1F. Stati Uniti Stati Uniti  2  
 Stati Uniti Stati Uniti  2
25 giugno - 18:00 (CEST)
   Paesi Bassi Paesi Bassi  0
 1C. Italia Italia  2
29 giugno - 15:00 (CEST)
 3B. Cina Cina  0  
 Italia Italia  0
25 giugno - 21:00 (CEST)
   Paesi Bassi Paesi Bassi  2  
 1E. Paesi Bassi Paesi Bassi  2
3 luglio - 21:00 (CEST)
 2D. Giappone Giappone  1  
 Paesi Bassi Paesi Bassi (dts)  1
22 giugno - 17:30 (CEST)
   Svezia Svezia  0   Finale 3° posto
 1B. Germania Germania  3
29 giugno - 18:30 (CEST) 6 luglio - 17:00 (CEST)
 3A. Nigeria Nigeria  0  
 Germania Germania  1  Inghilterra Inghilterra  1
24 giugno - 21:00 (CEST)
   Svezia Svezia  2    Svezia Svezia  2
 2F. Svezia Svezia  1
 2E. Canada Canada  0  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Grenoble
22 giugno 2019, ore 17:30 CEST
partita 38
Germania Germania3 – 0
referto
Nigeria NigeriaStade des Alpes (17 988 spett.)
Arbitro: Giappone Yamashita

Nizza
22 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 37
Norvegia Norvegia1 – 1
(d.t.s.)
referto
Australia AustraliaAllianz Riviera (12 229 spett.)
Arbitro: Germania Hussein

Valenciennes
23 giugno 2019, ore 17:30 CEST
partita 39
Inghilterra Inghilterra3 – 0
referto
Camerun CamerunStade du Hainaut (20 148 spett.)
Arbitro: Cina Qin

Le Havre
23 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 40
Francia Francia2 – 1
(d.t.s.)
referto
Brasile BrasileStade Océane (23 965 spett.)
Arbitro: Canada Beaudoin

Reims
24 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 41
Spagna Spagna1 – 2
referto
Stati Uniti Stati UnitiStadio Auguste Delaune (19 633 spett.)
Arbitro: Ungheria Kulcsár

Parigi
24 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 42
Svezia Svezia1 – 0
referto
Canada CanadaParco dei Principi (38 078 spett.)
Arbitro: Australia Jacewicz

Montpellier
25 giugno 2019, ore 18:00 CEST
partita 43
Italia Italia2 – 0
referto
Cina CinaStadio della Mosson (17 492 spett.)
Arbitro: Brasile Batista

Rennes
25 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 44
Paesi Bassi Paesi Bassi2 – 1
referto
Giappone GiapponeRoazhon Park (21 076 spett.)
Arbitro: Honduras Borjas

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le Havre
27 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 45
Norvegia Norvegia0 – 3
referto
Inghilterra InghilterraStade Océane (21 111 spett.)
Arbitro: Messico Venegas

Parigi
28 giugno 2019, ore 21:00 CEST
partita 46
Francia Francia1 – 2
referto
Stati Uniti Stati UnitiParco dei Principi (45 595 spett.)
Arbitro: Ucraina Monzul'

Valenciennes
29 giugno 2019, ore 15:00 CEST
partita 47
Italia Italia0 – 2
referto
Paesi Bassi Paesi BassiStade du Hainaut (22 600 spett.)
Arbitro: Uruguay Umpiérrez

Rennes
29 giugno 2019, ore 18:30 CEST
partita 48
Germania Germania1 – 2
referto
Svezia SveziaRoazhon Park (25 301 spett.)
Arbitro: Francia Frappart

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Lione
2 luglio 2019, ore 21:00 CEST
partita 49
Inghilterra Inghilterra1 – 2
referto
Stati Uniti Stati UnitiParc Olympique Lyonnais (53 512 spett.)
Arbitro: Brasile Batista

Lione
3 luglio 2019, ore 21:00 CEST
partita 50
Paesi Bassi Paesi Bassi1 – 0
(d.t.s.)
referto
Svezia SveziaParc Olympique Lyonnais (48 452 spett.)
Arbitro: Canada Beaudoin

Finale terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Nizza
6 luglio 2019, ore 17:00 CEST
partita 51
Inghilterra Inghilterra1 – 2
referto
Svezia SveziaAllianz Riviera (20 316 spett.)
Arbitro: Russia Pustovoitova

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Lione
7 luglio 2019, ore 17:00 CEST
partita 52
Stati Uniti Stati Uniti2 – 0
referto
Paesi Bassi Paesi BassiParc Olympique Lyonnais (57 900 spett.)
Arbitro: Francia Frappart

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

6 reti
5 reti
4 reti
3 reti
2 reti
1 rete
1 autorete

Qualificazioni alle Olimpiadi estive[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato mondiale viene utilizzato dalla UEFA per qualificare tre squadre al torneo femminile di calcio dei Giochi olimpici estivi di Tokyo 2020[19]. Se le squadre in competizione per uno dei tre posti vengono eliminate nello stesso turno, si procede con uno spareggio da disputare all'inizio del 2020[20]. Comunque, un massimo di quattro squadre potrà partecipare a questi eventuali spareggi perché è disponibile solo una finestra di partite internazionali[20]. Per la prima volta, grazie a un accordo tra le federazioni britanniche, è stato deciso che la qualificazione del Regno Unito al torneo olimpico sarà legata ai risultati della nazionale inglese[21].

Per i Giochi Olimpici si sono qualificate le nazionali del Regno Unito, dei Paesi Bassi e della Svezia, tutte e tre qualificate alle semifinali del campionato mondiale (il Regno Unito attraverso le prestazioni dell'Inghilterra).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) OC for FIFA Competitions approves procedures for the Final Draw of the 2018 FIFA World Cup, su fifa.com, 14 settembre 2017. URL consultato il 10 giugno 2018.
  2. ^ Mondiale calcio donne, le stelle che protestano per il "pay equality" e la novità Giamaica, su repubblica.it, 2 giugno 2019.
  3. ^ (EN) FIFA Council decides on key steps, su fifa.com, 15 marzo 2019. URL consultato il 6 aprile 2019.
  4. ^ (EN) France to stage 2019 Women's World Cup, su uefa.com, 19 marzo 2015. URL consultato il 20 aprile 2017.
  5. ^ (EN) The nine host cities confirmed, su fifa.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 10 giugno 2018.
  6. ^ (EN) Circular no. 1565 (PDF), su resources.fifa.com, 11 novembre 2016. URL consultato il 10 giugno 2018.
  7. ^ (EN) FIFA leaves berths unchanged for 2019 Women's World Cup, su apnews.com, 15 ottobre 2016. URL consultato il 10 giugno 2018.
  8. ^ (EN) Match officials appointed for FIFA Women's World Cup France 2019, su fifa.com, 3 dicembre 2018. URL consultato il 10 maggio 2019.
  9. ^ (EN) FIFA Women's World Cup France 2019, List of match officials (PDF), su resources.fifa.com, 3 dicembre 2018. URL consultato il 10 maggio 2019.
  10. ^ (EN) Fifteen video match officials appointed for France 2019, su fifa.com, 2 maggio 2019. URL consultato il 10 maggio 2019.
  11. ^ (EN) FIFA Women's World Cup France 2019, Selected Referees/Support Referees, Assistant Referees & VARs (PDF), su img.fifa.com, 2 maggio 2019. URL consultato il 10 maggio 2019.
  12. ^ (FR) Le calendrier du mondial 2019 dévoilé, su fff.fr, 8 febbraio 2018. URL consultato il 10 giugno 2018.
  13. ^ (EN) FIFA Women’s World Cup France 2019™ match schedule confirmed, su fifa.com, 8 dicembre 2018. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  14. ^ (EN) Draw pots confirmed by latest Women's Ranking, su fifa.com, 7 dicembre 2018. URL consultato il 7 dicembre 2018.
  15. ^ (EN) Organising Committee takes important decisions on FIFA Women's World Cup, su fifa.com, 1º ottobre 2018. URL consultato il 7 dicembre 2018.
  16. ^ a b c (EN) Regulations FIFA Women's World Cup 2019 (PDF), su resources.fifa.com. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  17. ^ (EN) Match schedule for FIFA Women's World Cup France 2019 announced, su fifa.com, 8 febbraio 2018. URL consultato il 10 giugno 2018.
  18. ^ (EN) Match schedule FIA Women's World Cup France 2019 (PDF), su resources.fifa.com, 8 febbraio 2018. URL consultato il 10 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2018).
  19. ^ (EN) Olympic Football Tournaments Tokyo 2020 - Women, su fifa.com. URL consultato il 23 giugno 2019.
  20. ^ a b (EN) FIFA Women's World Cup fixtures/results, su uefa.com, 16 giugno 2019. URL consultato il 23 giugno 2019.
  21. ^ (EN) Tokyo 2020 Olympics: Home nations agree to GB women's football team, su bbc.com, 1º ottobre 2018. URL consultato il 23 giugno 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]