Marta Vieira da Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marta
Marta Vieira da Silva 2013.jpg
Marta nel 2013
Nome Marta Vieira da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 162 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Orlando Pride
Carriera
Giovanili
2000-2002 Vasco da Gama
Squadre di club1
2000-2002 CR Vasco da Gama.svg Vasco da Gama 16 (4)
2002-2004 Santa Cruz FC.svg Santa Cruz 38 (16)
2004-2008 Umeå IK 103 (111)
2008-2009 Los Angeles Sol 19 (10)
2009-2010 Santos 14 (26)
2010-2011 FC Gold Pride 24 (19)
2011 Santos 12 (13)
2011-2012 Western NY Flash 14 (10)
2012-2014 Tyresö 35 (24)
2014-2017 Rosengård 49 (26)
2017- Orlando Pride 24 (13)
Nazionale
2002- Brasile Brasile 101 (105)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atene 2004
Argento Pechino 2008
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Cina 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2017 (nazionale)

Marta Vieira da Silva, detta Marta (Dois Riachos, 19 febbraio 1986), è una calciatrice brasiliana, attaccante dell'Orlando Pride e della nazionale brasiliana.

Riconosciuta come una delle migliori giocatrici nella storia del calcio, è l'unica ad aver vinto il FIFA Women's World Player of the Year per cinque volte dal 2006 al 2010.

Nel gennaio 2013 viene nominata come una dei sei Ambasciatori del Campionato mondiale di calcio 2014 in Brasile al fianco di Amarildo, Bebeto, Carlos Alberto, Ronaldo e Mário Zagallo[1].

In agosto 2016, Marta è stata una degli otto portabandiera alle Olimpiadi di Rio de Janeiro[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordi in Brasile[modifica | modifica wikitesto]

Marta fu scoperta dalla rinomata allenatrice brasiliana Helena Pacheco, quando aveva solo 14 anni. Ha Iniziato a giocare nella formazione femminile del Vasco da Gama, dove è rimasta due anni fino a che il club non ha abolito, nel 2001, la squadra femminile. Nel 2002 ha giocato in un piccolo club di San Paolo, rimasto attivo una sola stagione.

Umeå IK[modifica | modifica wikitesto]

Marta con la maglia dell'Umeå IK.

È passata all'Umeå IK per la stagione 2004. Nello stesso anno la squadra svedese raggiunge la finale della UEFA Women's Cup, vinta in totale 8-0 contro l'1. FFC Francoforte, 3-0 all'andata in Svezia, con una sua doppietta, e 5-0 al ritorno in Germania, con un altro suo gol.[3] In campionato l'Umeå termina al secondo posto, a solo un punto dal Djurgården. Marta realizza 22 dei 106 gol che le svedesi segnano in campionato, miglior marcatrice del campionato ex aequo con Laura Kalmari del Malmö, 32 in più rispetto alle campionesse del Djurgården, e realizza anche l'unica rete dell'Umeå nella finale della Coppa svedese, persa contro il Djurgården 2-1.

La seconda stagione in Svezia finisce in gloria con le sue 21 reti, miglior marcatrice ex aequo con la compagna di squadra Therese Lundin, che aiutano la squadra ad ottenere una convincente vittoria in campionato, durante il quale non perde una partita. Risulta sconfitta ancora in Coppa di Svezia, dove è ancora il Djurgården ad imporsi 3-1, nonostante tre settimane prima sia stato battuto 7-0 in campionato.

Nel 2006 vince il secondo campionato consecutivo, ancora senza sconfitte, e realizza 21 reti che le permettono di diventare la capocannoniere del torneo ma, per la terza volta di fila, perde la finale della Coppa di Svezia, 3-2 contro il Linköpings FC. Più tardi, nel corso del 2007, perde la finale della UEFA Women's Cup 2006-2007 contro l'Arsenal ma riesce a vincere la Coppa nazionale, in cui realizza il gol del decisivo 4-3 sull'AIK.

La televisione di stato svedese SVT le ha dedicato un documentario intitolato Marta - Pelés kusin (Marta - la cugina di Pelé).

Los Angeles Sol[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno in cui Marta vinse il FIFA World Player of the Year annunciò il suo trasferimento nella Women's Professional Soccer nella squadra dei Los Angeles Sol, con la quale firmò tre anni di contratto. Con questa vinse la classifica cannonieri della lega del 2009, permettendo alla squadra di laurearsi campione della stagione regolare e qualificarsi per la fase finale della competizione, uscendo battuta però in finale per 1 a 0 ad opera del Fc Sky Blue.

Santos[modifica | modifica wikitesto]

Durante la pausa della Women's Professional Soccer, Marta firma con il Santos FC un contratto di tre mesi per giocare in Copa Libertadores femminile e in Coppa del Brasile femminile aiutando il Santos FC a vincere entrambi i tornei, segnando tre gol nelle due finali dei tornei.

FC Gold Pride[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2010 i Los Angeles Sol fallirono lasciando così svincolate le diciannove giocatrici che costituivano la rosa della squadra. Venne così organizzato un draft denominato 2010 WPS Dispersal Draft nel quale le giocatrici svincolate si accasarono in diverse squadre della WPS Championship. Marta firmò per tre anni con il FC Gold Pride: con questa squadra vinse la stagione regolare della WPS Championship e la fase finale riuscendo così a conquistare il titolo della WPS Championship, inoltre vinse i titoli individuali di capocannoniere, miglior giocatrice e miglior giocatrice delle finali della WPS Championship. Partecipò anche al WPS All-Star 2010. Il 17 novembre dello stesso anno diventa poi free agent per il fallimento del FC Gold Pride.

Santos[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2010 Marta firma nuovamente con il Santos FC per giocare di nuovo in Copa Libertadores femminile e in Coppa del Brasile femminile.

Western New York Flash[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2011 Marta si accasa per la sua terza squadra della WPS Championship i Western New York Flash per concludere i tre anni di contratto firmati in precedenza con il FC Gold Pride.

Marta ha contribuito ad aiutare la squadra a vincere il campionato segnando 10 reti che gli hanno consentito di aggiudicarsi il suo terzo PUMA Golden Boot award consecutivo e la nomina nella WPS Best XI dell'anno 2011.[4]

Tyresö[modifica | modifica wikitesto]

Al momento della cancellazione del campionato americano WPS nel 2012, Marta ha deciso di ritornare in Svezia nella Damallsvenskan ed il 22 Febbraio 2012 ha firmato un contratto biennale con il Tyresö FF. Al suo primo anno contribuisce alla prima e tuttora unica storica vittoria del campionato svedese con 12 reti in 21 presenze ma soprattutto trascina insieme alla compagna Christen Press la squadra svedese fino alla finale della UEFA Women's Champions League 2013-2014 contro le tedesche del Wolfsburg segnando addirittura una doppietta che però non è servita a causa della sconfitta finale per 3-4.[5]

Alcuni giorni dopo la difficile situazione economica della squadra costrinse la società a ritirare l'iscrizione della squadra alla prossima competizione europea e molte calciatrici e membri dello staff lasciarono il club compresa Marta a causa della quota del suo salario molto elevata.[6]

Rosengård[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di alcune voci che la vedevano vicino ai norvegesi dell'Avaldsnes IL[7] ed ai francesi del Paris Saint-Germain[8], nel Luglio 2014 ha firmato un contratto di sei mesi con i campioni uscenti svedesi del Rosengård[9] per perseguire l'obiettivo di vincere titoli e soprattuto la Champions League femminile. Con la squadra svedese, Marta si è laureata campionessa di Svezia per due anni consecutivi nel 2014 e 2015, ha vinto la Svenska Cupen nel 2016 ed infine la Svenska Supercupen nel 2015 e 2016.

Orlando Pride[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la sconfitta del Rosengård contro il Barcellona nei quarti di finale della UEFA Women's Champions League, Marta si è unita il 7 aprile 2017 agli Orlando Pride da svincolata firmando un contratto di due anni con opzione per un terzo[10]. La stagione sportiva si è conclusa con la qualificazione ai Playoffs della National Women's Soccer League per poi fermarsi in semifinale dopo la sconfitta di 4-1 contro i Portland Thorns[11]. Il 12 ottobre 2017 Marta è stato nominata insieme alla compagna Ali Krieger nella 2017 NWSL Best XI[12].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la selezione brasiliana femminile Under-19, al termine del Mondiale di Thailandia 2004, dove segnò 3 reti, fu nominata migliore calciatrice del torneo.

Ha vinto la medaglia d'argento alle Olimpiadi del 2004 con la nazionale brasiliana.

Ai Mondiali 2007, torneo in cui la selezione brasiliana è giunta seconda, Marta è stata eletta migliore giocatrice e ha vinto la scarpa d'oro come migliore marcatrice del torneo (7 reti, cui vanno aggiunti 2 assist)[13] e un suo gol nella semifinale contro gli Stati Uniti è stato scelto come rete più spettacolare del torneo[14].

Alle Olimpiadi del 2008 ha contribuito al secondo posto della nazionale brasiliana. In tale torneo ha segnato tre reti e servito un assist[15].

Marta ha fatto parte della formazione brasiliana al Campionato mondiale di calcio femminile 2011 in cui il Brasile è stato eliminato ai quarti di finale dagli Stati Uniti. Durante la competizione oltre ai due assist ha segnato quattro reti che gli hanno consentito di eguagliare il record di 14 reti detenuto dalla tedesca Birgit Prinz[16].

Al successivo Campionato mondiale di calcio femminile 2015 e quarto personale per Marta diventa con 15 reti il miglior marcatore nella storia della Coppa del Mondo grazie al gol messo a segno al debutto contro la Corea del Sud. Qualche mese dopo raggiunge il titolo di miglior marcatore in assoluto della Nazionale di calcio brasiliana superando le 95 reti di Pelé con la maglia verdeoro. [17].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 ottobre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Stati Uniti Los Angeles Sol WPS 20 10 20 10
2009 Brasile Santos CBFF 7 18 CLF 6 7 13 25
2010 Stati Uniti Gold Pride WPS 25 20 25 20
2011 Brasile Santos CLF 4 2 4 2
2011 Stati Uniti Western New York Flash WPS 15 10 15 10
2012 Svezia Tyresö D 21 12 SC 4 4 25 16
2013 D 15 12 SC 1 1 UWCL 8 7 20 14
Totale Tyresö 36 24 5 5 8 7 49 36
2014 Svezia Rosengård D 9 5 SC  ?  ? UWCL 6 4 15 9
2015 D 21 8 SC  ?  ? UWCL 6 5 27 13
2016 D 19 13 SC  ?  ? UWCL 6 0 25 13
2017 D 0 0 SC  ?  ? 0 0
Totale Rosengård 49 26  ?  ? 18 9 67 35
2017 Stati Uniti Orlando Pride NWSL 23+1 13 24 13
Totale carriera 169+ 103+ 12+ 5+ 36+ 16+ 217+ 151+

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Umeå IK: 2005, 2006, 2007, 2008
Tyresö: 2012
Rosengård: 2014, 2015
Umeå IK: 2007
Rosengård: 2015-2016
Umeå IK: 2007
Rosengård: 2015, 2016
Santos: 2009
FC Gold Pride: 2010
Western New York Flash: 2011

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Umeå IK: 2003-2004
Santos: 2009

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2003, 2007
2003, 2010
Atene 2004, Pechino 2008

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2006, 2007, 2008, 2009, 2010
2004, 2005, 2006, 2008
2007, 2008
2004
2007
2007
2009
2009, 2010
2009, 2010
2010
2010
  • All-Star Team
Mondiale Under-19 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brazil 2014 Ambassadors unveiled, in fifa.com, 30 Gennaio 2013.
  2. ^ San Diego resident carries Olympic flag in Rio, in sandiegouniontribune.com, 7 Agosto 2016.
  3. ^ (EN) Marta magic earns Umeå glory, in uefa.com, 1° luglio 2006. URL consultato il 21 dicembre 2008.
  4. ^ Marta Vieira da Silva just some of the achievements so far in Football, in womenssoccerunited.com, 22 febbraio 2012.
  5. ^ Tyresö FF 3-4 Vfl Wolfsburg: UEFA Women's Champions League Final, in womenssoccerunited.com, 22 maggio 2014.
  6. ^ Tyresö hoppar av allsvenskan direkt, in svd.se, 5 Giugno 2014.
  7. ^ Norsk klubb vill ha Marta, in damfotboll.com, 22 Giugno 2014.
  8. ^ Seger och Marta nära en flytt till Paris SG, in expressen.se, 22 Giugno 2014.
  9. ^ Marta stays in Sweden, signs with FC Rosengård, in http://equalizersoccer.com, 21 Luglio 2014.
  10. ^ Brazil icon Marta signs with Orlando Pride in major coup for NWSL, in sportsillustrated.com, 7 aprile 2017.
  11. ^ Orlando Pride season ends with 4-1 playoff loss to Portland Thorns, in orlandosentinel.com, 7 Ottobre 2017.
  12. ^ Orlando Pride’s Marta, Ali Krieger Named to NWSL Best XI, in orlandocitysc.com, 12 ottobre 2017.
  13. ^ Notizia sul sito della Fifa
  14. ^ Classifica sul sito della Fifa.
  15. ^ Statistiche sul sito della Fifa
  16. ^ Women's World Cup 2011, USA Vs. Brazil: Marta Puts Brazil In Front, US On Short End Of Calls, in seattle.sbnation.com, 10 Luglio 2011.
  17. ^ Depois de passar Pelé, Marta chega a 100 gols pela seleção brasileira, in esporte.uol.com.br, 13 Dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN107921015 · LCCN: (ENn2010010198