Futbol Club Barcelona (femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FC Barcelona
Calcio Football pictogram.svg
Campione di Spagna in carica
Fc barcelona.png
Barça, Blaugrana
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Blue HEX-00529F Gold HEX-FFDF1A White Purple HEX-A2214B Red HEX-E1393D.svg Blu, granata
Dati societari
Città Barcellona
Nazione Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg RFEF
Campionato Primera División Femenina
Fondazione 1988
Presidente Spagna Joan Laporta
Allenatore Spagna Jonatan Giráldez
Stadio Stadio Johan Cruijff
(6 000 posti)
Sito web www.fcbarcelona.com/football/feminine
Palmarès
Coppa dei Campioni
Titoli nazionali 8 campionati spagnoli
Trofei nazionali 8 coppe della Regina
2 supercoppe spagnole
Trofei internazionali 1 Women's Champions League
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 17 maggio 2021
Si invita a seguire il modello di voce

Il Futbol Club Barcelona, noto semplicemente come Barcelona e conosciuto anche come Futbol Club Barcelona Femení, è la sezione di calcio femminile dell'omonima società polisportiva spagnola con sede a Barcellona, militante nella Primera División, massima serie del campionato spagnolo.

Fondata nel 1988, il club è il più titolato in Spagna, potendo contare in bacheca sette campionati spagnoli, otto Coppe della Reina, due supercoppe spagnole e una UEFA Women's Champions League.

Il club, inoltre con la vittoria nel 2021 di campionato, coppa, Women's Champions League, ha conseguito per la prima volta il triplete, diventando assieme la sezione maschile, il primo club a raggiungere questo traguardo con entrambe le sezioni[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Club Femení Barcelona, fondato nel 1988, fu tra i membri fondatori del campionato femminile spagnolo, che proprio quell'anno vide svolgersi la sua prima edizione. La squadra rimase nella massima serie fino al 2001, vincendo anche un'edizione della coppa nazionale nel 1994. Nel 2001 divenne ufficialmente la sezione di calcio femminile del Futbol Club Barcelona, ma - nella riforma del calcio femminile spagnolo - non venne ammessa alla neocostituita Superliga Femenina, bensì alla Liga Nacional, seconda serie nazionale. Dopo aver disputato tre stagioni nel campionato di secondo livello, nel 2004 ritornò nella massima serie vincendo lo spareggio promozione contro l'Oiartzun[2]. Dopo due stagioni concluse poco sotto metà classifica, concluse all'ultimo posto la stagione 2006-2007, retrocedendo nuovamente nel campionato di secondo livello[3]. La permanenza in seconda serie durò un solo anno con la squadra guidata da Xavi Llorens che conquistò il ritorno in Superliga nel 2008.

Una formazione del Barcelona Femení artefice del doblete nella stagione 2012-2013

Gli anni successivi videro il Barcellona consolidarsi come squadra d'alta classifica prima in campo nazionale e successivamente in campo europeo. Nel 2011 conquistò la sua seconda Coppa della Regina sconfiggendo in finale le concittadine dell'Espanyol[4]. L'anno successivo il Barcellona diede inizio a un quadriennio in cui vinse la Primera División per quattro volte consecutive e la Coppa della Regina per due edizioni consecutive (2013 e 2014).

Nella stagione 2011-2012 vinse la prima edizione della Primera División distanziando l'Athletic Bilbao di tre soli punti, vincendo 31 partite su 34, realizzando 119 reti e subendone solo 19[5]. Grazie a questo successo il Barcellona venne ammesso per la prima volta in UEFA Women's Champions League per l'edizione 2012-2013, dalla quale venne eliminato subito ai sedicesimi di finale dall'Arsenal. Nella stagione 2012-2013 bissò il successo in campionato andando a vincere 2-1 all'ultima giornata allo stadio San Mamés sulle padrone di casa dell'Athletic Bilbao e scavalcandole in classifica al primo posto[6].

Nella UEFA Women's Champions League 2013-2014 il Barcellona raggiunse i quarti di finale dove venne eliminato dal Wolfsburg, che si apprestava a vincere la coppa per il secondo anno consecutivo. In campionato il Barcellona continuò a trionfare, vincendo anche la Primera División 2013-2014 con tre giornate di anticipo il 13 aprile 2004 e nuovamente con due soli punti di vantaggio sull'Athletic Bilbao[7]. Il terzo campionato vinto consecutivamente gli consentì di tenere il trofeo di proprietà[7]. Due mesi dopo, il 22 giugno vinse anche la Coppa della Regina[8], la quarta della sua storia, e il 31 agosto dello stesso anno si aggiudicò anche, per la quinta volta, la Copa de Catalunya. Nel 2015 vinse il campionato per la quarta volta consecutiva[9], e per il quarto anno consecutivo il suo attaccante Sonia Bermúdez vinse la classifica delle migliori marcatrici. In Champions League raggiunse nuovamente i quarti di finale nell'edizione 2015-2016, venendo però eliminato dal Paris Saint-Germain. Al termine della Primera División 2015-2016 il Barcellona mancò il quinto trionfo, concludendo al secondo posto in classifica di un punto dietro all'Athletic Bilbao. Anche nelle tre stagioni successive la squadra concluse il campionato al secondo posto e in tutte e tre le occasioni alle spalle dell'Atlético Madrid. Sia nel 2017 che nel 2018 arrivò la conquista della Coppa della Regina, sconfiggendo in finale in entrambe le edizioni l'Atletico Madrid: nel 2017 grazie a un largo successo per 4-1[10], mentre nel 2018 con una vittoria di misura grazie alla rete di Mariona Caldentey nei minuti di recupero del secondo tempo supplementare[11]. Dopo aver raggiunto per la prima volta la semifinale di Champions League nell'edizione 2016-2017, venendo eliminato dal Paris Saint-Germain, il Barcellona raggiunse per la prima volta la finale nell'edizione 2018-2019. Dopo aver eliminato, in sequenza dai sedicesimi, le kazake del BIIK Kazygurt, le scozzesi del Glasgow City e le norvegesi del LSK Kvinner, in semifinale le Blaugranas sconfissero le tedesche del Bayern Monaco con un doppio 1-0; la finale, disputata alla Groupama Arena di Budapest, vide prevalere per 4-1 le rancesi dell'Olympique Lione, vincitrici del torneo per il quarto anno consecutivo[12].

La formazione del Barcellona nella finale di Champions League 2019.

La stagione 2019-2020 fu funestata dalla pandemia di COVID-19, che causò la sospensione dei tornei nel mese di marzo 2020. Al momento della sospensione del campionato il Barcellona era in testa alla classifica con nove punti di vantaggio sull'Atletico Madrid e gli venne assegnata la vittoria del campionato dalla federazione spagnola (RFEF) quando il campionato venne definitivamente sospeso[13]. Poco prima della sospensione dei tornei il Barcellona aveva vinto la sua prima Supercoppa spagnola, ripristinata dopo vent'anni, battendo in finale la Real Sociedad per 10-1[14]. L'edizione 2020 della Coppa della Regina venne completata nel corso della stagione successiva e le Blaugranas vinsero la finale sul Logroño, completando il triplete. L'edizione 2019-2020 di Champions League venne completata nella seconda metà di agosto 2020 col Barcellona sconfitto dal Wolfsburg in semifinale dopo che aveva superato le connazionali dell'Atletico Madrid ai quarti di finale.

Anche nella stagione 2020-2021 arrivò un triplete con la vittoria di campionato, coppa nazionale e Champions League. In campionato la vittoria, la seconda consecutiva, giunse con cinque giornate d'anticipo e con tre gare da recuperare, vincendo 33 partite su 34[15]. La Coppa della Regina venne vinta superando 4-2 in finale il Levante. In Champions League il trionfo del Barcellona rappresentò la prima volta per una squadra spagnola e l'interruzione delle cinque vittorie di fila dell'Olympique Lione, nonché divenne il primo club a vincere sia il torneo maschile sia il torneo femminile della Champions League[16]. Dopo aver eliminato il Manchester City ai quarti di finale e il Paris Saint-Germain in semifinale, il primo trofeo internazionale venne conquistato grazie al successo per 4-0 sulle inglesi del Chelsea, col risultato maturato già al 36' del primo tempo[17].

Il primo successo della stagione 2021-2022 giunse con la conquista della seconda Supercoppa spagnola, grazie al netto successo per 7-0 sull'Atletico Madrid[18]. Il 13 marzo successivo, con la vittoria per 5-0 sul Real Madrid nel Clásico, il Barcellona vinse il campionato per la terza volta consecutiva con sei giornate d'anticipo e a punteggio pieno[19]. In Champions League, dopo aver vinto a punteggio pieno il gruppo C della fase a gironi, il Barça superò prima il Real Madrid e poi il Wolfsburg per raggiungere la seconda finale consecutiva. Le partite casalinghe dei quarti di finale e delle semifinali vennero disputate davanti a un pubblico record di 91 553 e 91 648 spettatori, rispettivamente, al Camp Nou, battendo tutti i precedenti record[20][21].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Futbol Club Barcelona
  • 1988 - Fondazione della sezione femminile del Futbol Club Barcelona.
  • 1988-1989 - 4º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1989-1990 - 5º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1990-1991 - 6º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1991-1992 - 2º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1992-1993 - 3º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1993-1994 - 2º in División de Honor de Fútbol Femenino.
Vince la Coppa della Regina. (1º titolo)
  • 1994-1995 - 7º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1995-1996 - 8º in División de Honor de Fútbol Femenino.
  • 1996-1997 - 4º in División de Honor de Fútbol Femenino gruppo 3.
  • 1997-1998 - 1º in División de Honor de Fútbol Femenino gruppo 3.
  • 1998-1999 - 5º in División de Honor de Fútbol Femenino gruppo 3.
  • 1999-2000 - 6º in División de Honor de Fútbol Femenino gruppo 3.
  • 2000-2001 - 4º in División de Honor de Fútbol Femenino gruppo 3. Retrocesso in Liga Nacional.
  • 2001-2002 - 1º in Liga Nacional gruppo 3.
  • 2002-2003 - 1º in Liga Nacional gruppo 3.
  • 2003-2004 - 1º in Liga Nacional gruppo 3. Promosso in Superliga.
  • 2004-2005 - 9º in Superliga.
  • 2005-2006 - 8º in Superliga.
  • 2006-2007 - 14º in Superliga. Retrocesso in Liga Nacional.
  • 2007-2008 - 2º in Liga Nacional gruppo 3. Promosso in Superliga.
  • 2008-2009 - 6º in Superliga.
  • 2009-2010 - 5º in Superliga.
  • 2010-2011 - 4º in Superliga.
Vince la Coppa della Regina. (2º titolo)
Sedicesimi di finale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (3º titolo)
Quarti di finale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (4º titolo)
Ottavi di finale in UEFA Women's Champions League.
Quarti di finale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (5º titolo)
Semifinale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (6º titolo)
Quarti di finale in UEFA Women's Champions League.
Finale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (7º titolo)
Semifinale in UEFA Women's Champions League.
Vince la Coppa della Regina. (8º titolo)
Vince la UEFA Women's Champions League. (1º titolo)
in Coppa della Regina.
Finale in UEFA Women's Champions League.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici del F.C. Barcelona

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2011-2012, 2012-2013, 2013-2014[22], 2014-2015, 2019-2020, 2020-2021, 2021-2022
1993-94, 2011, 2013, 2014[23], 2017, 2018, 2019-2020, 2020-2021
2020, 2022

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2009, 2010, 2011, 2012, 2014[24][25], 2015, 2016

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1991-1992, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2020-2021

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finalista: 2018-2019, 2021-2022

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
División de Honor 13 1988-1989 2000-2001 30
Superliga 6 2004-2005 2010-2011
Primera División 11 2011-2012 2021-2022
Liga Nacional 4 2001-2002 2007-2008 4

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa della Regina 21 1991 2022 21
Supercoppa spagnola 3 2020 2022 3
UEFA Women's Champions League 10 2012-2013 2021-2022 10

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2021-2022[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, ruoli e numeri di maglia come da sito ufficiale, aggiornata al 23 aprile 2022[26].

N. Ruolo Giocatore
1 Spagna P Sandra Paños
2 Spagna D Irene Paredes
3 Spagna D Jana Fernández
4 Spagna D María Pilar León
5 Spagna D Melanie Serrano
6 Spagna A Claudia Pina
7 Norvegia A Caroline Graham Hansen
8 Spagna D Marta Torrejón (vice-capitano)
9 Spagna A Mariona Caldentey
10 Spagna A Jennifer Hermoso
11 Spagna C Alexia Putellas (capitano)
12 Spagna C Patricia Guijarro
N. Ruolo Giocatore
13 Spagna P Catalina Coll
14 Spagna C Aitana Bonmatí
15 Spagna D Leila Ouahabi
16 Svezia A Fridolina Rolfö
17 Spagna D Andrea Pereira
18 Svizzera D Ana-Maria Crnogorčević
19 Spagna A Bruna Vilamala
20 Nigeria A Asisat Oshoala
22 Paesi Bassi C Lieke Martens
23 Norvegia C Ingrid Syrstad Engen
24 Spagna P Gemma Font

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Miki Soria, Tricampeonas: El Barça logra un triplete histórico, su sport.es, 30 maggio 2021. URL consultato il 31 maggio 2021.
  2. ^ (ES) Las chicas ya están en lo más alto (PDF), su mundodeportivo.com, 29 giugno 2004. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  3. ^ (ES) Stoichkov quiere a Alexanko (PDF), su mundodeportivo.com, 7 maggio 2007. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  4. ^ (ES) El Barcelona gana la Copa de la Reina tras vencer al Espanyol en la final, su marca.com, 19 giugno 2011. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  5. ^ (ES) El Barça femenino, campeón de Liga, su mundodeportivo.com, 28 maggio 2012. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  6. ^ (ES) 1-2. El Barça arrebata el título al Athletic en San Mamés, su mundodeportivo.com, 6 maggio 2013. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  7. ^ a b (ES) F.C. Barcelona femenino se proclama por tercera vez consecutiva campeón de Liga, su rfef.es, 13 aprile 2014. URL consultato il 3 dicembre 2016.
  8. ^ (ES) El FC Barcelona vuelve a conquistar el doblete al ganar la Copa en penaltis, su mundodeportivo.com, 21 giugno 2014. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  9. ^ (ES) El FC Barcelona femenino, campeón de liga por cuarta vez consecutiva, su sport.es, 18 aprile 2016. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  10. ^ (ES) El FC Barcelona, campeón de la Copa de la Reina, su laliga.com, 18 giugno 2017. URL consultato il 7 maggio 2022.
  11. ^ (ES) David Menayo, Mariona Caldentey da la Copa de la Reina al Barcelona con un gol en el último minuto, su marca.com, 2 giugno 2018. URL consultato il 7 maggio 2022.
  12. ^ Poker delle "Lionesse" in Champions, Ada Hegerberg umilia il Barça, su gazzetta.it, 18 maggio 2019. URL consultato il 7 maggio 2022.
  13. ^ (ES) Comunicado de la RFEF en relación con las competicioned no profesionales del fútbol español, su rfef.es, 6 maggio 2020. URL consultato il 7 maggio 2022.
  14. ^ (EN) Real Sociedad 1-10 Barça Women: Super Cup Champions!, su fcbarcelona.com, 9 febbraio 2020. URL consultato il 7 maggio 2022.
  15. ^ Valentina Marrè, Barcellona campione. Levante e Real Madrid lottano per il secondo posto, su lfootball.it, 10 maggio 2021. URL consultato il 7 maggio 2022.
  16. ^ Poker al Chelsea, il Barcellona vince la Women's Champions League, su it.uefa.com, 16 maggio 2021. URL consultato il 7 maggio 2022.
  17. ^ Il Barcellona vince Champions femminile 2021: Chelsea battuto 4-0, su sport.sky.it, 16 maggio 2021. URL consultato il 7 maggio 2022.
  18. ^ (EN) Second Spanish Super Cup winners, now outright leaders, su fcbarcelona.com, 23 gennaio 2022. URL consultato il 7 maggio 2022.
  19. ^ (ES) Mayca Jiménez, Manita del Barça en el 'Clásico' para ser gran campeón de Liga, su as.com, 13 marzo 2022. URL consultato il 7 maggio 2022.
  20. ^ Che spettacolo al Camp Nou: il Barcellona femminile vince davanti a 91.553 spettatori, su lfootball.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 7 maggio 2022.
  21. ^ Martina Pozzoli, Il Barcellona femminile batte 5-1 il Wolfsburg. Nuovo record di spettatori: 91.648 persone al Camp Nou, su lfootball.it, 22 aprile 2022. URL consultato il 7 maggio 2022.
  22. ^ (ES) El FC Barcelona, campeón de Liga, su vavel.com, www.vavel.com, 13 aprile 2014. URL consultato il 13 aprile 2014.
    «El FC Barcelona se proclamó campeón de Liga tras doblegar al Atlético de Madrid por 0-3, en un choque brillante de Sonia Bermúdez y Jenni Hermoso. Es el tercer título consecutivo de la escuadra catalana, que acumula 55 jornadas consecutivas sin conocer la derrota.»
  23. ^ (ES) El FC Barcelona, campeón de la Copa de la Reina, su huelvaya.es, http://huelvaya.es, 22 giugno 2014. URL consultato il 22 giugno 2014.
    «El FC Barcelona se ha proclamado campeón de la Copa de la Reina en esta temporada tras derrota en la tanda de penaltis al Athletic de Bilbao por 5-4, después de que los 90 minutos reglamentarios terminaran sin goles y la prórroga acabara con empate a un gol. En la lotería de los penaltis, el triunfo fue para el conjunto blaugrana.»
  24. ^ (ES) El Barça suma y sigue. Se proclama campeón de la Copa Catalunya 2014, su ffemenino.es, http://www.ffemenino.es/, 2 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
    «Las chicas de Xavi Llorens logran su 5ª Copa Catalunya -de 10 disputadas- y empata con el RCD Espanyol en el palmarès de dicha competición. Las azulgranas derrotaron en la final (4-0) a las periquitas.»
  25. ^ (ES) Femenino A - RCD Espanyol (Final Copa Catalunya, 4-0), su youtube.com, 31 agosto 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
    «Final de la Copa Catalunya en el Municipal de Les Planes, en Sant Joan Despí..»
  26. ^ (EN) Rosa 2021-2022, su fcbarcelona.com. URL consultato il 23 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio