UEFA Women's Champions League 2018-2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
UEFA Women's Champions League 2018-2019
Competizione UEFA Women's Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 18ª
Organizzatore UEFA
Date dal 7 agosto 2018
al 18 maggio 2019
Partecipanti 60
Nazioni 48
Sito Web UEFA Women's Champions League
Statistiche (al 13 agosto 2018)
Incontri disputati 60
Gol segnati 275 (4,58 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2017-2018

La UEFA Women's Champions League 2018-2019 è la diciottesima edizione del campionato europeo di calcio femminile per club. Il torneo è iniziato il 7 agosto 2018 e si conclude il 18 maggio 2019 con la finale[1], che si svolge alla Groupama Arena di Budapest, in Ungheria[2].

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Partecipano al torneo 2018-2019 un totale di 60 squadre provenienti da 48 diverse federazioni affiliate alla UEFA. Il coefficiente UEFA viene utilizzato per determinare il numero di partecipanti per ogni federazione[1]:

  • Le federazioni alle posizioni di classifica dalla numero 1 alla numero 12 hanno il diritto di iscrizione di due squadre.
  • Tutte le altre federazioni hanno la facoltà di iscrivere una sola squadra alla fase di qualificazione.
  • La vincitrice dell'edizione 2017-2018 acquisisce di diritto di iscrizione anche se nella stagione nazionale 2017-2018 non è riuscita a qualificarsi per il torneo. Dato che l'Olympique Lione ha vinto la stagione di Division 1 Féminine 2017-2018, questa regola non si è applicata.

Ranking[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione 2018-2019 della UEFA Women's Champions League, alle squadre sono assegnati posti in base al loro coefficiente all'anno 2017, il quale tiene conto delle loro prestazioni in competizioni europee dalla stagione 2012-2013 a quella 2016-2017[3].

Pos. Federazione Coeff. Sq.
1 Germania Germania 86,000 2
2 Francia Francia 80,000
3 Svezia Svezia 61,500
4 Inghilterra Inghilterra 53,000
5 Spagna Spagna 44,000
6 Danimarca Danimarca 38,500
7 Italia Italia 37,000
8 Russia Russia 35,500
9 Svizzera Svizzera 33,000
10 Rep. Ceca Repubblica Ceca 33,000
11 Austria Austria 28,000
12 Norvegia Norvegia 27,500
13 Scozia Scozia 26,000 1
14 Paesi Bassi Paesi Bassi 25,000
15 Kazakistan Kazakistan 21,000
16 Polonia Polonia 20,000
17 Cipro Cipro 18,000
18 Islanda Islanda 17,000
19 Serbia Serbia 15,500
Pos. Federazione Coeff. Sq.
20 Romania Romania 15,000 1
21 Ungheria Ungheria 14,000
22 Belgio Belgio 13,500
23 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 13,000
24 Lituania Lituania 12,000
25 Turchia Turchia 12,000
26 Slovenia Slovenia 11,000
27 Finlandia Finlandia 11,000
28 Portogallo Portogallo 10,500
29 Bielorussia Bielorussia 10,000
30 Ucraina Ucraina 9,500
31 Grecia Grecia 8,500
32 Irlanda Irlanda 8,500
33 Croazia Croazia 7,500
34 Israele Israele 7,000
35 Estonia Estonia 5,500
36 Bulgaria Bulgaria 5,000
37 Slovacchia Slovacchia 4,500
Pos. Federazione Coeff. Sq.
38 Fær Øer Fær Øer 3,000 1
39 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 3,000
40 Galles Galles 2,000
41 Montenegro Montenegro 1,500
42 Albania Albania 1,500
43 Kosovo Kosovo 1,000
44 Lettonia Lettonia 1,000
45 Macedonia Macedonia 1,000
46 Moldavia Moldavia 0,500
47 Malta Malta 0,500
48 Lussemburgo Lussemburgo 0,000 (NI)
(NP) Andorra Andorra 0,000 (NI)
Armenia Armenia
Azerbaigian Azerbaigian
Georgia Georgia 1
Gibilterra Gibilterra (NI)
Liechtenstein Liechtenstein
San Marino San Marino

Legenda:

  • (NI) - Non partecipa
  • (NP) - Nessuna posizione (l'associazione non ha partecipato alle cinque stagioni utilizzate per il calcolo dei coefficienti)

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

La seguente lista contiene le squadre qualificate per il torneo e che competeranno per l'edizione in corso. Con DT si è indicata la detentrice del titolo, con CN la squadra campione nazionale, con la seconda classificata[4][5]. Per la prima volta dalla nascita della UEFA Women's Champions League la squadra faroese del KÍ Klaksvík non si è qualificata alla competizione. La Fiorentina ha preso il posto del Brescia, secondo classificato in Serie A e che ha ceduto il proprio titolo sportivo per la stagione 2018-2019 all'A.C. Milan[6]. L'Elpides Karditsas, secondo classificato nella Alpha Ethniki, ha preso il posto del P.A.O.K., campione greco in carica, ma squalificato dalla UEFA[7].

Sedicesimi di finale
Germania Wolfsburg (CN) Germania Bayern Monaco () Francia Olympique Lione (CN) (DT) Francia Paris Saint-Germain ()
Svezia Linköping (CN) Svezia Rosengård () Inghilterra Chelsea (CN) Inghilterra Manchester City ()
Spagna Atletico Madrid (CN) Spagna Barcellona () Danimarca Fortuna Hjørring (CN) Danimarca Brøndby (2ª)
Italia Juventus (CN) Italia Fiorentina () Russia Zvezda 2005 Perm' (CN) Russia Rjazan'-VDV (2ª)
Svizzera Zurigo (CN) Rep. Ceca Sparta Praga (CN) Austria St. Pölten (CN) Norvegia LSK Kvinner FK (CN)
Fase di qualificazione
Svizzera Basilea () Rep. Ceca Slavia Praga (2ª) Austria Landhaus Vienna (2ª) Norvegia Avaldsnes ()
Scozia Glasgow City (CN) Paesi Bassi Ajax (CN) Kazakistan BIIK Kazygurt (CN) Polonia Górnik Łęczna (CN)
Cipro Barcelona FA (CN) Islanda Þór/KA (CN) Serbia Spartak Subotica (CN) Romania Olimpia Cluj (CN)
Ungheria MTK Hungária (CN) Belgio Anderlecht (CN) Bosnia ed Erzegovina SFK 2000 (CN) Lituania Gintra Universitetas (CN)
Turchia Ataşehir Belediyesi (CN) Slovenia Olimpia Lubiana (CN) Finlandia Honka (CN) Portogallo Sporting Lisbona (CN)
Bielorussia Minsk (CN) Ucraina Žytlobud-1 Charkiv (CN) Grecia Elpides Karditsas (2ª) Irlanda Wexford Youths (CN)
Croazia Osijek (CN) Israele Kiryat Gat (CN) Estonia Pärnu (CN) Bulgaria NSA Sofia (CN)
Slovacchia Slovan Bratislava (CN) Fær Øer EB/Streymur/Skála (CN) Irlanda del Nord Linfield (CN) Galles Cardiff Metropolitan (CN)
Montenegro Breznica (CN) Albania Vllaznia (CN) Kosovo Mitrovica (CN) Lettonia Rīgas FS (CN)
Macedonia Dragon 2014 (CN) Moldavia Agarista-ȘS Anenii Noi (CN) Malta Birkirkara (CN) Georgia Martve (CN)

Turni e sorteggi[modifica | modifica wikitesto]

La UEFA ha fissato il calendario della competizione e gli abbinamenti che saranno necessari nello svolgersi del torneo nella sua sede di Nyon, Svizzera[1].

Turno Sorteggio Andata Ritorno
Qualificazioni 22 giugno 2018 7-13 agosto 2018
Sedicesimi 17 agosto 2018 12-13 settembre 2018 26-27 settembre 2018
Ottavi 1º ottobre 2018 17-18 ottobre 2017 31 ottobre / 1º novembre 2018
Quarti 9 novembre 2018 20-21 marzo 2019 27-28 marzo 2019
Semifinali 20-21 aprile 2019 27-28 aprile 2019
Finale 18 maggio 2019 alla Groupama Arena, Budapest

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Women's Champions League 2018-2019 - Qualificazioni.

Il sorteggio per il turno di qualificazione si è tenuto il 22 giugno 2018[8][9]. Le 40 squadre che partecipano ai preliminari sono state divise in quattro fasce da dieci per il sorteggio in base al coefficiente UEFA del club, il quale tiene conto delle prestazioni nelle competizioni europee dalla stagione 2013-2014 alla 2017-2018 più il 33% del valore del coefficiente assegnato alla federazione nello stesso intervallo di tempo[5]. In ogni gruppo, le squadre giocano una contro l'altra in un mini-torneo all'italiana con le teste di serie preselezionate. Le dieci vincitrici dei gironi e le migliori due seconde acquisiscono il diritto di accedere ai sedicesimi di finale.

In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri[1]:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. se, dopo aver applicato i criteri dall'1 al 3, ci sono squadre ancora in parità di punti, i criteri dall'1 al 3 si riapplicano alle sole squadre in questione. Se continua a persistere la parità, si procede con i criteri dal 5 al 9;
  5. migliore differenza reti;
  6. maggiore numero di reti segnate;
  7. calci di rigore se le due squadre sono a parità di punti al termine dell'ultima giornata;
  8. classifica del fair play;
  9. posizione nel ranking UEFA.

N.B. Nella dicitura dei gironi viene indicata in corsivo la squadra ospitante.

Gruppo 1[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Paesi Bassi Ajax 7 3 2 1 0 6 1 +5
2. Islanda Þór/KA 7 3 2 1 0 5 0 +5
3. Irlanda Wexford Youths 3 3 1 0 2 4 9 -5
4. Irlanda del Nord Linfield 0 3 0 0 3 2 7 -5
  AJA ÞÓR WEX LIN
Ajax 4 - 1 2 - 0
Þór/KA 0 - 0 2 - 0
Wexford Youths 0 - 3
Linfield 2 - 3

Gruppo 2[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Cipro Barcelona FA 9 3 3 0 0 10 0 +10
2. Bielorussia Minsk 6 3 2 0 1 7 2 +5
3. Slovacchia Slovan Bratislava 3 3 1 0 2 1 3 -2
4. Slovenia Olimpia Lubiana 0 3 0 0 3 0 13 -13
  MIN BAR OLI SLO
Minsk 6 - 0 1 - 0
Barcelona FA 2 - 0 2 - 0
Olimpia Lubiana 0 - 6
Slovan Bratislava 1 - 0

Gruppo 3[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Scozia Glasgow City 6 3 2 0 1 10 2 +8
2. Belgio Anderlecht 6 3 2 0 1 12 2 +10
3. Polonia Górnik Łęczna 6 3 2 0 1 13 2 +11
4. Georgia Martve 0 3 0 0 3 0 29 -29
  GLA GÓR AND MAR
Glasgow City 1 - 2 7 - 0
Górnik Łęczna 0 - 2 12 - 0
Anderlecht 0 - 1
Martve 0 - 10

Gruppo 4[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Rep. Ceca Slavia Praga 9 3 3 0 0 15 3 +12
2. Ungheria MTK Hungária 4 3 1 1 1 9 7 +2
3. Turchia Ataşehir Belediyesi 4 3 1 1 1 10 10 0
4. Kosovo Mitrovica 0 3 0 0 3 2 16 -14
  SLA MTK ATA MIT
Slavia Praga 7 - 2 4 - 0
MTK Hungária 1 - 4 6 - 1
Ataşehir Belediyesi 2 - 2
Mitrovica 1 - 6

Gruppo 5[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Serbia Spartak Subotica 9 3 3 0 0 10 0 +10
2. Svizzera Basilea 6 3 2 0 1 7 5 +2
3. Israele Kiryat Gat 1 3 0 1 2 4 8 -4
4. Montenegro Breznica 1 3 0 1 2 4 12 -8
  SPA BAS KIR BRE
Spartak Subotica 1 - 0 4 - 0
Basilea 0 - 5 4 - 0
Kiryat Gat 0 - 3
Breznica 4 - 4

Gruppo 6[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Ucraina Žytlobud-1 Charkiv 9 3 3 0 0 16 3 +13
2. Romania Olimpia Cluj 6 3 2 0 1 10 6 +4
3. Galles Cardiff Metropolitan 1 3 0 1 2 6 10 -4
4. Malta Birkirkara 1 3 0 1 2 3 16 -13
  OLI ŽYT CAR BIR
Olimpia Cluj 3 - 2 6 - 1
Žytlobud-1 Charkiv 3 - 1 8 - 0
Cardiff Metropolitan 2 - 5
Birkirkara 2 - 2

Gruppo 7[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Kazakistan BIIK Kazygurt 9 3 3 0 0 9 1 +8
2. Grecia Elpides Karditsas 6 3 2 0 1 6 4 +2
3. Austria Landhaus Vienna 3 3 1 0 2 3 6 -3
4. Lettonia Rīgas FS 0 3 0 0 3 2 9 -7
  KAZ LAN ELP RĪG
BIIK Kazygurt 2 - 1 5 - 0
Landhaus Vienna 0 - 2 2 - 1
Elpides Karditsas 3 - 1
Rīgas FS 1 - 2

Gruppo 8[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Bosnia ed Erzegovina SFK 2000 9 3 3 0 0 10 0 +10
2. Albania Vllaznia 6 3 2 0 1 7 7 0
3. Estonia Pärnu 3 3 1 0 2 4 5 -1
4. Moldavia Agarista-ȘS Anenii Noi 0 3 0 0 3 1 11 -10
  SFK PÄR VLL AGA
SFK 2000 5 - 0 5 - 0
Pärnu 1 - 2 2 - 0
Vllaznia 3 - 1
Agarista-ȘS Anenii Noi 1 - 4

Gruppo 9[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Lituania Gintra Universitetas 7 3 2 1 0 17 1 +16
2. Finlandia Honka 7 3 2 1 0 13 1 +12
3. Bulgaria NSA Sofia 3 3 1 0 2 3 14 -11
4. Fær Øer EB/Streymur/Skála 0 3 0 0 3 0 17 -17
  GIN NSA HON EBS
Gintra Universitetas 1 - 1 7 - 0
NSA Sofia 0 - 9 3 - 0
Honka 5 - 0
EB/Streymur/Skála 0 - 7

Gruppo 10[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Norvegia Avaldsnes 7 3 2 1 0 8 4 +4
2. Portogallo Sporting Lisbona 6 3 2 0 1 9 3 +6
3. Croazia Osijek 4 3 1 1 1 15 5 +10
4. Macedonia Dragon 2014 0 3 0 0 3 0 20 -20
  AVA OSI SPO DRA
Avaldsnes 3 - 2 3 - 0
Osijek 2 - 2 13 - 0
Sporting Lisbona 3 - 0
Dragon 2014 0 - 4

Raffronto tra le seconde classificate[modifica | modifica wikitesto]

Le migliori due tra le seconde classificate si qualificano, insieme alle vincitrici dei gironi, ai sedicesimi di finale[1]. Per determinarne la classifica vengono considerate le partite contro la prima e la terza del gruppo e i criteri per stilare la classifica sono, in ordine di rilevanza, i seguenti[1]:

  1. maggior numero di punti ottenuti
  2. superiore differenza goal
  3. maggior numero di reti segnate
  4. miglior punteggio coefficiente club
  5. fair play nelle 3 partite del girone
Pos Gr Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. 9 Finlandia Honka 4 2 1 1 0 6 1 +5
2. 1 Islanda Þór/KA 4 2 1 1 0 3 0 +3
3. 10 Portogallo Sporting Lisbona 3 2 1 0 1 5 3 +2
4. 7 Grecia Elpides Karditsas 3 2 1 0 1 4 3 +1
5. 3 Belgio Anderlecht 3 2 1 0 1 2 2 0
6. 6 Romania Olimpia Cluj 3 2 1 0 1 4 5 -1
7. 2 Bielorussia Minsk 3 2 1 0 1 1 2 -1
8. 5 Svizzera Basilea 3 2 1 0 1 3 5 -2
9. 8 Albania Vllaznia 3 2 1 0 1 3 6 -3
10. 4 Ungheria MTK Hungária 1 2 0 1 1 3 6 -3

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Women's Champions League 2018-2019 - Fase a eliminazione diretta.

Alla fase a eliminazione diretta partecipano 32 squadre, di cui 20 squadre qualificate direttamente ai sedicesimi e le 12 squadre qualificatesi dal turno preliminare. Le fasce per il sorteggio vengono composte in base al coefficiente UEFA dei club[5]. Nei sedicesimi e negli ottavi di finale non possono essere accoppiate squadre dello stesso Paese. In questa fase le squadre si affrontano in partite di andata e ritorno, eccetto che nella finale.

Teste di serie:

Non teste di serie:

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per le semifinali si è tenuto a Nyon il 17 agosto 2018[10]. L'andata si disputa il 12-13 settembre 2018, mentre il ritorno si disputa il 26-27 settembre 2018.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Honka Finlandia - Svizzera Zurigo - -
Fiorentina Italia - Danimarca Fortuna Hjørring - -
Ajax Paesi Bassi - Rep. Ceca Sparta Praga - -
Avaldsnes Norvegia - Francia Olympique Lione - -
Rjazan'-VDV Russia - Svezia Rosengård - -
Juventus Italia - Danimarca Brøndby - -
SFK 2000 Bosnia ed Erzegovina - Inghilterra Chelsea - -
Atletico Madrid Spagna - Inghilterra Manchester City - -
Þór/KA Islanda - Germania Wolfsburg - -
Gintra Universitetas Lituania - Rep. Ceca Slavia Praga - -
BIIK Kazygurt Kazakistan - Spagna Barcellona - -
Barcelona FA Cipro - Scozia Glasgow City - -
Spartak Subotica Serbia - Germania Bayern Monaco - -
St. Pölten-Spratzern Austria - Francia Paris Saint-Germain - -
Žytlobud-1 Charkiv Ucraina - Svezia Linköping - -
LSK Kvinner Norvegia - Russia Zvezda 2005 Perm' - -

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per le semifinali si terrà a Nyon il 1º ottobre 2018. L'andata si disputa il 17-18 ottobre 2018, mentre il ritorno si disputa il 31 ottobre e il 1º novembre 2018.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
- - -
- - -
- - -
- - -
- - -
- - -
- - -
- - -

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per le semifinali si terrà a Nyon il 9 novembre 2018. L'andata si disputa il 20-21 marzo 2019, mentre il ritorno si disputa il 27-28 marzo 2019.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
- - -
- - -
- - -
- - -

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per le semifinali si terrà a Nyon il 9 novembre 2018. L'andata si disputa il 20-21 aprile 2019, mentre il ritorno si disputa il 27-28 aprile 2019.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
- - -
- - -

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Budapest
18 maggio 2019, ore 20:45 CEST
 –  Groupama Arena

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Regulations of the UEFA Women's Champions League 2018/19 (PDF), su uefa.com. URL consultato il 18 giugno 2018.
  2. ^ 2019: destinazione Budapest, su it.uefa.com, 24 maggio 2018. URL consultato il 18 giugno 2018.
  3. ^ (EN) 2018/19 coefficient rankings (PDF), su uefa.com. URL consultato il 18 giugno 2018.
  4. ^ (EN) Confermate le squadre di Women's Champions League, su it.uefa.com, 10 giugno 2018. URL consultato il 18 giugno 2018.
  5. ^ a b c (EN) Lista d'accesso delle squadre ammesse alla UEFA Women's Champions League (PDF), su uefa.com. URL consultato il 18 giugno 2018.
  6. ^ La Fiorentina batte il Tavagnacco e vola in Europa, su calciofemminile.lnd.it, 17 giugno 2018. URL consultato il 18 giugno 2018.
  7. ^ (EL) Α' Εθνική Γυναικών: Με χαμόγελα και τη 2η θέση έκλεισαν τη σεζόν οι Ελπίδες Καρδίτσας, su palo.gr. URL consultato il 18 giugno 2018.
  8. ^ (EN) UEFA.com, UEFA Women's Champions League - Draws, su UEFA.com. URL consultato il 22 giugno 2018.
  9. ^ (EN) Women's Champions League qualifying round draw, su uefa.com, 16 giugno 2018. URL consultato il 18 giugno 2018.
  10. ^ (EN) UEFA.com, UEFA Women's Champions League - Draws, su UEFA.com. URL consultato il 17 agosto 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio