UEFA Women's Champions League 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UEFA Women's Champions League 2015-2016
Competizione UEFA Women's Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 15ª
Organizzatore UEFA
Date dall'11 agosto 2015
al 26 maggio 2016
Partecipanti 56
Nazioni 47
Sito Web UEFA Women's Champions League
Risultati
Vincitore Francia O. Lione
(3º titolo)
Secondo Germania Wolfsburg
Statistiche
Miglior marcatore Norvegia Ada Hegerberg (13)[1]
Incontri disputati 109
Gol segnati 421 (3,86 per incontro)
Reggio Emilia, Stadio Giglio, 2010 (cropped).jpg
Il Mapei Stadium di Reggio Emilia, palcoscenico della finale del 2016.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

La UEFA Women's Champions League 2015-16 è stata la quindicesima edizione del campionato europeo di calcio femminile per club. La finale si è giocata al Mapei Stadium di Reggio Emilia, in Italia, il 26 maggio 2016. L'Olympique Lione ha vinto il trofeo per la terza volta nella sua storia, battendo il Wolfsburg ai rigori[2].

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Hanno partecipato al torneo 2015-2016 un totale di 56 squadre provenienti da 47 diverse federazioni affiliate alla UEFA. Il coefficiente UEFA è stato utilizzato per determinare il numero di partecipanti per ogni federazione[3]:

  • Le federazioni alle posizioni di classifica dalla numero 1 alla numero 8 hanno avuto il diritto di iscrizione di due squadre alla fase di qualificazione.
  • Tutte le altre federazioni hanno avuto la facoltà di iscrivere una sola squadra alla fase di qualificazione.
  • La vincitrice dell'edizione 2014-15 acquisisce di diritto di iscrizione anche se nella stagione nazionale 2014-15 non è riuscita a qualificarsi per il torneo. Dato che l'1. FFC Francoforte aveva terminato la stagione di Frauen-Bundesliga 2014-2015 fuori dalle prime due posizioni, si è resa necessaria questa terza inclusione, così che la Federazione calcistica della Germania (DFB) ha potuto iscrivere per questa stagione tre squadre.

Ranking[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione 2015-16 della UEFA Women's Champions League, alle squadre sono stati assegnati i posti in base al loro coefficiente all'anno 2014, il quale tiene conto delle loro prestazioni in competizioni europee dalla stagione 2009-10 a quella 2013-14[4].

Grazie alle prestazioni sportive ottenute in campo internazionale negli ultimi anni, la Spagna ha superato la Repubblica Ceca nella classifica del coefficiente UEFA assicurandosi così una seconda squadra partecipante.

Pos. Federazione Coeff. Sq.
1 Germania Germania 91,666 2+1
2 Francia Francia 78,500 2
3 Svezia Svezia 61,500
4 Inghilterra Inghilterra 58,500
5 Russia Russia 47,000
6 Italia Italia 39,500
7 Spagna Spagna 35,000
8 Danimarca Danimarca 35,000
9 Rep. Ceca Repubblica Ceca 34,000 1
10 Austria Austria 31,500
11 Norvegia Norvegia 30,000
12 Scozia Scozia 22,000
13 Svizzera Svizzera 20,000
14 Belgio Belgio 19,000
15 Kazakistan Kazakistan 19,000
16 Polonia Polonia 18,500
17 Paesi Bassi Paesi Bassi 18,000
18 Islanda Islanda 17,000
Pos. Federazione Coeff. Sq.
19 Cipro Cipro 16,000 1
20 Serbia Serbia 15,000
21 Finlandia Finlandia 15,000
22 Ungheria Ungheria 14,500
23 Romania Romania 14,000
24 Bielorussia Bielorussia 12,500
25 Grecia Grecia 12,500
26 Ucraina Ucraina 12,000
27 Turchia Turchia 10,000
28 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 10,000
29 Portogallo Portogallo 8,500
30 Slovacchia Slovacchia 8,000
31 Israele Israele 8,000
32 Irlanda Irlanda 8,000
33 Slovenia Slovenia 7,500
34 Bulgaria Bulgaria 7,500
35 Estonia Estonia 5,000
36 Croazia Croazia 5,000
Pos. Federazione Coeff. Sq.
37 Fær Øer Fær Øer 5,000 1
38 Lituania Lituania 4,000
39 Macedonia Macedonia 3,000
40 Galles Galles 3,000
41 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 2,000
42 Montenegro Montenegro 1,000
43 Moldavia Moldavia 0,500
44 Lussemburgo Lussemburgo 0,000
45 Georgia Georgia 0,000 (NI)
46 Lettonia Lettonia 0,000 1
47 Malta Malta 0,000
48 Albania Albania 0,000
(NP) Andorra Andorra 0,000 (NI)
Armenia Armenia
Azerbaigian Azerbaijan
Gibilterra Gibilterra
Liechtenstein Liechtenstein
San Marino San Marino

Legenda:

  • (NI) - Non partecipa
  • (NP) - Nessuna posizione (l'associazione non ha partecipato alle cinque stagioni utilizzate per il calcolo dei coefficienti)

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Diversamente da quanto avvenga per la Champions League, non tutte le federazioni sono rappresentate almeno con una squadra, così che non è possibile determinare il numero esatto di partecipanti in ogni fase del torneo fino a che non viene conosciuta la lista delle vincitrici di ogni campionato nazionale. Per questa edizione la squadra detentrice del titolo, le prime due classificate nei campionati nazionali per le federazioni nelle posizioni da 1 a 8 e la vincitrice del campionato di primo livello delle federazioni dalla 9 alla 15 entrano nella competizione dai sedicesimi di finale, le rimanenti nell'iniziale fase di qualificazione[5].

La seguente lista contiene le squadre qualificate per il torneo e che potrebbero competere per l'edizione in corso. Con DT si è indicata la detentrice del titolo, con CN la squadra campione nazionale, con la seconda classificata, con Ned 1 e Bel 1 la squadra olandese e la squadra belga meglio classificate nella BeNe League, il campionato di calcio femminile unito di Belgio e Paesi Bassi[6]. la squadra campione di Gibilterra è considerata non ammissibile, in quanto nella stagione 2014-15 del campionato gibilterrino di calcio femminile si è giocato con squadre composte di sole nove atlete. Dopo alcuni anni di pausa la Federazione calcistica della Georgia è riuscita a organizzare per il 2014 un campionato nazionale. Per la prima volta in 12 anni la squadra austriaca del Neulengbach viene esclusa dalla fase di qualificazione. Il Lussemburgo riesce a iscrivere una squadra al torneo per la prima volta dalla stagione 2011-12. La squadra faroese KÍ Klaksvík continua ad essere quella che ha partecipato a tutte le edizioni[7].

Sedicesimi di finale
Germania 1. FFC Francoforte (DT) Germania Bayern Monaco (CN)[8] Germania Wolfsburg () Francia Olympique Lione (CN)
Francia Paris Saint-Germain () Svezia Rosengård (CN)[9] Svezia KIF Örebro () Inghilterra Liverpool (CN)[10]
Inghilterra Chelsea ()[10] Russia Zvezda Perm' (CN)[11] Russia Zorky Krasnogorsk (2ª) Italia AGSM Verona (CN)
Italia Brescia () Spagna Barcellona (CN) Spagna Atlético Madrid () Danimarca Brøndby (CN)
Danimarca Fortuna Hjørring (2ª) Rep. Ceca Slavia Praga (CN)[12] Austria St. Pölten-Spratzern (CN)[13] Norvegia LSK Kvinner FK (CN)[14]
Scozia Glasgow City (CN) Svizzera Zurigo (CN)[15] Belgio Standard Liegi (Bel 1) Kazakistan BIIK Kazygurt (CN)[16]
Fase di qualificazione
Polonia Medyk Konin (CN) Paesi Bassi Twente (Ned 1) Islanda Stjarnan (CN)[17] Cipro Apollon Limassol (CN)[18]
Finlandia PK-35 Vantaa (CN)[19] Ungheria Ferencváros (CN) Serbia Spartak Subotica (CN) Romania Olimpia Cluj (CN)
Bielorussia Minsk (CN)[20] Ucraina Žytlobud-1 Charkiv (CN)[21] Grecia PAOK Salonicco (CN)[22] Turchia Konak Belediyespor (CN)[23]
Bosnia ed Erzegovina SFK 2000 (CN) Portogallo Benfica (CN)[24] Slovacchia Nové Zámky (CN) Israele ASA Tel Aviv (CN)
Irlanda Wexford Youths (CN)[25] Slovenia Pomurje (CN)[26] Bulgaria NSA Sofia (CN)[27] Estonia Pärnu (CN)[28]
Croazia Osijek (CN) Fær Øer KÍ Klaksvík (CN)[29] Lituania Gintra Universitetas (CN) Macedonia Dragon 2014 (CN)
Galles Cardiff Metropolitan (CN) Irlanda del Nord Glentoran Belfast United (CN)[30] Montenegro Ekonomist (CN) Moldavia Noroc Nimoreni (CN)[31]
Malta Hibernians (CN)[32] Lettonia Rīgas FS (CN)[33] Albania Vllaznia (CN)[34] Lussemburgo Jeunesse Junglinster (CN)[35]

Turni e sorteggi[modifica | modifica wikitesto]

L'UEFA ha fissato il calendario della competizione e gli abbinamenti che saranno necessari nello svolgersi del torneo nella sua sede di Nyon, Svizzera[36]. Contrariamente alle stagioni precedenti, il sorteggio per il turno dei sedicesimi e degli ottavi di finale sono separati con gli abbinamenti ai sedicesimi già determinati alla prima estrazione.

Turno Sorteggio Andata Ritorno
Qualificazioni 25 giugno 2015 11-13-16 agosto 2015
Sedicesimi 20 agosto 2015 7-8 ottobre 2015 14-15 ottobre 2015
Ottavi 19 ottobre 2015 11-12 novembre 2015 18-19 novembre 2015
Quarti 27 novembre 2015 23-24 marzo 2016 30-31 marzo 2016
Semifinali 23-24 aprile 2016 30 aprile-1 maggio 2016
Finale 26 maggio 2016 al Mapei Stadium-Città del Tricolore, Reggio Emilia

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Women's Champions League 2015-2016 - Qualificazioni.

Partecipanti al turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio per il turno di qualificazione si è tenuto il 25 giugno 2015[37][38]. Le 32 squadre che partecipano ai preliminari vengono divise in quattro fasce da otto per il sorteggio in base al coefficiente UEFA del club, il quale tiene conto delle prestazioni nelle competizioni europee dalla stagione 2010–11 alla 2014–15 più il 33% del valore del coefficiente assegnato alla federazione nello stesso intervallo di tempo[39][40].

In ogni gruppo, le squadre giocano una contro l'altra in un mini-torneo all'italiana con le teste di serie preselezionate. Le otto vincitrici dei gironi acquisiscono il diritto di accedere ai sedicesimi di finale. Le partite si sono svolte nei giorni 11, 13 e 16 agosto 2015.

In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri[3]:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. se, dopo aver applicato i criteri dall'1 al 3, ci sono squadre ancora in parità di punti, i criteri dall'1 al 3 si riapplicano alle sole squadre in questione. Se continua a persistere la parità, si procede con i criteri dal 5 al 9;
  5. migliore differenza reti;
  6. maggiore numero di reti segnate;
  7. calci di rigore se le due squadre sono a parità di punti al termine dell'ultima giornata;
  8. classifica del fair play;
  9. posizione nel ranking UEFA.

N.B. Nella dicitura dei gironi viene indicata in corsivo la squadra ospitante.

Gruppo 1[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Bielorussia Minsk 9 3 3 0 0 16 1 +15
Bosnia ed Erzegovina SFK 2000 6 3 2 0 1 8 4 +4
Turchia Konak Belediyesi 3 3 1 0 2 7 14 -7
Albania Vllaznia 0 3 0 0 3 1 13 -12
  KON MIN SFK VLL
Konak Belediyesi 1 – 10 5 - 1
Minsk 3 – 0
SFK 2000 3 – 1 5 – 0
Vllaznia 0 – 3

Fonte: Sito UEFA Gruppo 1

Gruppo 2[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Grecia PAOK Salonicco 9 3 3 0 0 18 0 +18
Bulgaria NSA Sofia 6 3 2 0 1 8 5 +3
Irlanda del Nord Glentoran Belfast United 3 3 1 0 2 3 6 -3
Macedonia Dragon 2014 0 3 0 0 3 0 18 -18
  DRA GBU NSA PAOK
Dragon 2014 0 – 2
Glentoran Belfast United 1 – 2
NSA Sofia 6 – 0 0 – 4
PAOK Salonicco 10 – 0 4 - 0

Fonte: Sito UEFA Gruppo 2

Gruppo 3[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Islanda Stjarnan 9 3 3 0 0 11 0 +11
Cipro Apollon Limassol 6 3 2 0 1 10 2 +8
Fær Øer KÍ Klaksvík 1 3 0 1 2 3 9 -6
Malta Hibernians 1 3 0 1 2 3 16 -13
  APO HIB KLA STJ
Apollon Limassol 8 – 0 2 - 0
Hibernians 3 – 3
KÍ Klaksvík 0 – 4
Stjarnan 2 – 0 5 - 0

Fonte: Sito UEFA Gruppo 3

Gruppo 4[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Paesi Bassi Twente 9 3 3 0 0 19 0 +19
Ungheria Ferencváros 6 3 2 0 1 13 3 +10
Israele ASA Tel Aviv 3 3 1 0 2 6 10 -4
Lussemburgo Jeunesse Junglinster 0 3 0 0 3 1 26 -25
  ASA FER JEU TWE
ASA Tel Aviv 5 - 1 0 - 7
Ferencváros 2 - 1
Jeunesse Junglinster 0 - 11
Twente 2 - 0 10 - 0

Fonte: Sito UEFA Gruppo 4

Gruppo 5[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Romania Olimpia Cluj 9 3 3 0 0 12 1 +11
Slovenia Pomurje 6 3 2 0 1 6 3 +3
Estonia Pärnu 3 3 1 0 2 3 7 -4
Montenegro Ekonomist 0 3 0 0 3 2 12 -10
  EKO OLI PÄR POM
Ekonomist 1 - 2
Olimpia Cluj 6 - 1 4 - 0
Pärnu 1 - 2
Pomurje 4 - 0 0 - 2

Fonte: Sito UEFA Gruppo 5

Gruppo 6[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Serbia Spartak Subotica 9 3 3 0 0 9 2 +7
Portogallo Benfica 6 3 2 0 1 7 2 +5
Croazia Osijek 3 3 1 0 2 4 6 -2
Moldavia Noroc Nimoreni 0 3 0 0 3 1 11 -10
  BEN NOR OSI SPA
Benfica 3 - 0
Noroc Nimoreni 0 - 3
Osijek 4 - 0 0 - 3
Spartak Subotica 2 - 1 4 - 1

Fonte: Sito UEFA Gruppo 6

Gruppo 7[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Polonia Medyk Konin 9 3 3 0 0 15 0 +15
Irlanda Wexford Youths 6 3 2 0 1 6 7 -1
Lituania Gintra Universitetas 3 3 1 0 2 5 6 -1
Galles Cardiff Metropolitan 0 3 0 0 3 2 15 -13
  CAR GIN MED WEX
Cardiff Metropolitan 1 - 5
Gintra Universitetas 5 - 1 0 - 1
Medyk Konin 5 - 0 4 - 0
Wexford Youths 0 - 6

Fonte: Sito UEFA Gruppo 7

Gruppo 8[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Finlandia PK-35 Vantaa 9 3 3 0 0 20 1 +19
Ucraina Žytlobud-1 Charkiv 6 3 2 0 1 10 3 +7
Lettonia Rīgas FS 3 3 1 0 2 4 15 -11
Slovacchia Nové Zámky 0 3 0 0 3 2 17 -15
  NOV PKV RĪG ŽYT
Nové Zámky 0 - 5
PK-35 Vantaa 9 - 0 9 - 0
Rīgas FS 3 - 2
Žytlobud-1 Charkiv 1 - 2 4 - 1

Fonte: Sito UEFA Gruppo 8

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Women's Champions League 2015-2016 - Fase a eliminazione diretta.

Alla fase a eliminazione diretta partecipano 32 squadre, di cui 24 squadre qualificate direttamente ai sedicesimi e le 8 squadre che hanno vinto il proprio girone nel turno preliminare. Le fasce per il sorteggio vengono composte in base al coefficiente UEFA dei club. Nei sedicesimi e negli ottavi di finale non possono essere accoppiate squadre dello stesso Paese. In questa fase le squadre si affrontano in partite di andata e ritorno, eccetto che nella finale.

Teste di serie:

Non teste di serie:

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per i sedicesimi di finale si è tenuto a Nyon il 20 agosto 2015[41][42]. L'andata si disputa il 7 e l'8 ottobre 2015, mentre il ritorno si disputa il 14 e il 15 ottobre 2015.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
BIIK Kazygurt Kazakistan 2 - 5 Spagna Barcellona 1 - 1 1 - 4
Medyk Konin Polonia 0 - 9 Francia Olympique Lione 0 - 6 0 - 3
Olimpia Cluj Romania 0 - 15 Francia Paris Saint-Germain 0 - 6 0 - 9
Slavia Praga Rep. Ceca 4 - 2 Danimarca Brøndby 4 - 1 0 - 1
Standard Liegi Belgio 0 - 8 Germania 1. FFC Francoforte 0 - 2 0 - 6
PAOK Salonicco Grecia 0 - 8 Svezia KIF Örebro 0 - 3 0 - 5
Twente Paesi Bassi 3 - 3 (g.f.c.) Germania Bayern Monaco 1 - 1 2 - 2
Atlético Madrid Spagna 3 - 2 Russia Zorky Krasnogorsk 0 - 2 3 - 0
St. Pölten-Spratzern Austria 6 - 7 Italia AGSM Verona 4 - 5 2 - 2
Stjarnan Islanda 2 - 6 Russia Zvezda Perm' 1 - 3 1 - 3
LSK Kvinner FK Norvegia 2 - 1 Svizzera Zurigo 1 - 0 1 - 1 (d.t.s.)
Chelsea Inghilterra 4 - 0 Scozia Glasgow City 1 - 0 3 - 0
PK-35 Vantaa Finlandia 0 - 9 Svezia Rosengård 0 - 2 0 - 7
Minsk Bielorussia 0 - 6 Danimarca Fortuna Hjørring 0 - 2 0 - 4
Spartak Subotica Serbia 0 - 4 Germania Wolfsburg 0 - 0 0 - 4
Brescia Italia 2 - 0 Inghilterra Liverpool 1 - 0 1 - 0

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per gli ottavi di finale si è tenuto a Nyon il 19 ottobre 2015[43]. Le partite di andata si sono disputate l'11 e il 12 novembre 2015, quelle di ritorno il 18 e il 19 novembre 2015.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Twente Paesi Bassi 0 - 2 Spagna Barcellona 0 - 1 0 - 1
Brescia Italia 2 - 1 Danimarca Fortuna Hjørring 1 - 0 1 - 1
Atlético Madrid Spagna 1 - 9 Francia Olympique Lione 1 - 3 0 - 6
Slavia Praga Rep. Ceca 2 - 1 Russia Zvezda Perm' 2 - 1 0 - 0
Chelsea Inghilterra 1 - 4 Germania Wolfsburg 1 - 2 0 - 2
KIF Örebro Svezia 1 - 1 (g.f.c.) Francia Paris Saint-Germain 1 - 1 0 - 0
AGSM Verona Italia 2 - 8 Svezia Rosengård 1 - 3 1 - 5
LSK Kvinner FK Norvegia 2 - 2 (4–5 d.t.r.) Germania 1. FFC Francoforte 0 - 2 2 - 0

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli accoppiamenti per i quarti di finale e per le semifinali si è svolto a Nyon il 27 novembre 2015[44]. L'andata si è disputata il 23 marzo 2016, mentre il ritorno si è disputato il 30 marzo 2016.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Wolfsburg Germania 6 - 0 Italia Brescia 3 - 0 3 - 0
Rosengård Svezia 1 - 1 (4-5 d.t.r.) Germania 1. FFC Francoforte 0 - 1 1 - 0 (d.t.s.)
Olympique Lione Francia 9 - 1 Rep. Ceca Slavia Praga 9 - 1 0 - 0
Barcellona Spagna 0 - 1 Francia Paris Saint-Germain 0 - 0 0 - 1

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

L'andata si è disputata il 24 aprile 2016, mentre il ritorno si è disputato il 1º e il 2 maggio 2016.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Olympique Lione Francia 8 - 0 Francia Paris Saint-Germain 7 - 0 1 - 0
Wolfsburg Germania 4 - 1 Germania 1. FFC Francoforte 4 - 0 0 - 1

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Emilia
26 maggio 2016, ore 18:00 CEST
Gara unica
Wolfsburg Flag of Germany.svg 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Flag of France.svg Olympique Lione Mapei Stadium-Città del Tricolore
Arbitro Ungheria Katalin Kulcsár

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo di capocannoniere del torneo è nuovamente concesso alla giocatrice con il maggior numero di gol segnati nella fase di qualificazione e in quella ad eliminazione diretta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hegerberg capocannoniere della stagione 2015/16, su it.uefa.com, 26 maggio 2016. URL consultato il 5 giugno 2016.
  2. ^ Lione in estasi, amarezza Wolfsburg, su it.uefa.com, 26 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  3. ^ a b (EN) Regulations of the UEFA Women's Champions League 2015/16 Season (PDF), su UEFA.com, 1 maggio 2015. URL consultato il 20 agosto 2015.
  4. ^ (EN) 2015/16 coefficient rankings (PDF), su UEFA.com. URL consultato il 10 giugno 2015.
  5. ^ (EN) Access List for the UEFA Women's Champions League 2015/16 (PDF), su UEFA.com.
  6. ^ (EN) 2015/16 participants and coefficients (PDF), su UEFA.com.
  7. ^ (EN) Women's Champions League entries confirmed, su UEFA.com, 10 giugno 2015.
  8. ^ Münchnerinnen sind Frauenfußball-Meister!, su kicker.de, 10 maggio 2015.
  9. ^ Rosengård complete Swedish title defence, su UEFA, 25 settembre 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  10. ^ a b Liverpool pip Chelsea to title, su shekicks.net, 12 ottobre 2014. URL consultato il 12 ottobre 2014.
  11. ^ "Звезда" выше всех!, su zvezda2005.ru, 20 ottobre 2014. URL consultato il 20 ottobre 2014.
  12. ^ (CS) Slavia porazila Slovácko a převzala pohár, su zfotbal.cz, 14 giugno 2015. URL consultato il 14 giugno 2015.
  13. ^ (DE) St. Pölten-Spratzern holt erstmals den Meistertitel, su derstandard.at, 9 maggio 2015. URL consultato il 9 maggio 2015.
  14. ^ (NO) Overlegne gulljenter, su rb.no, 1 novembre 2014. URL consultato il 2 novembre 2014.
  15. ^ (DE) Der FCZ ist wieder Meister, su frauenfussballmagazin.ch, 22 aprile 2015. URL consultato il 24 aprile 2015.
  16. ^ Kazakhstan Championship among women’s League clubs was finished, su kff.kz, 30 settembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  17. ^ Stjarnan take title, Rosengård book return, su UEFA, 23 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  18. ^ (EL) Apollon wins seventh title in a row, su apollon.com.cy, 2 marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2015.
  19. ^ Onnea PK-35, Suomen mestari!, su sportti.com, 18 ottobre 2014. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  20. ^ (BE) Анастасия Харланова - "Мы чемпионы!!!", su fcminsk.by, 26 ottobre 2014. URL consultato il 27 ottobre 2014.
  21. ^ Чемпионат Украины среди женщин. Сезон-2014. Матч 14 тура. "Жилстрой-2" - "Жилстрой-1". Отчет, su gilstroy-1.ucoz.ru, 19 ottobre 2014. URL consultato il 19 ottobre 2014.
  22. ^ (EL) Γυναικείο ποδόσφαιρο: Άρης-ΠΑΟΚ 0-3, su thestival.gr, 3 marzo 2015. URL consultato il 3 marzo 2015.
  23. ^ (TR) Kadınlar futbolda şampiyon Konak Belediyespor, su milliyet.com.tr, 24 aprile 2015. URL consultato il 24 aprile 2015.
  24. ^ (PT) Resultados 5.ª jornada I Divisão Nacional, Apur. Campeão: Clube Futebol Benfica campeão nacional ao derrotar a Fundação por 5-1, su futebolfemininoportugal.com, 2 maggio 2015. URL consultato il 2 maggio 2015.
  25. ^ (EN) Wexford claim WNL title, su wnl.fai.ie, 28 marzo 2015. URL consultato il 29 marzo 2015.
  26. ^ V koper po novo lovoriko, su znkpomurje.com, 18 maggio 2015. URL consultato il 18 maggio 2015.
  27. ^ Отборът на НСА с 12-та титла от държавния шампионат при жените, su focus-sport.net, 12 maggio 2015. URL consultato il 12 maggio 2015.
  28. ^ (ET) Pärnu JK kindlustas endale Eesti meistritiitli, su jalgpall.ee, 6 settembre 2014. URL consultato il 6 settembre 2014.
  29. ^ (FO) Heimsmetið er veruleiki!, su in.fo, 28 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.
  30. ^ (EN) Glentoran retain Northern Irish title, su shekicks.net, 4 settembre 2014. URL consultato il 6 settembre 2014.
  31. ^ FC Noroc Nimoreni, su Facebook, 28 maggio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  32. ^ (EN) Hibernians BOV Women's League Champions, su maltafootball.com, 27 aprile 2015. URL consultato il 28 aprile 2015.
  33. ^ (LV) Rīgas Futbola skola 2014.gada Latvijas Sieviešu futbola līgas čempiones, su rigasfutbolaskola.lv, 28 luglio 2014. URL consultato il 6 settembre 2014 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2014).
  34. ^ (SQ) VLLAZNIA PER FEMRA, SHPALLET KAMPIONE E VENDIT, su rozafa.tv, 12 aprile 2015. URL consultato il 21 aprile 2015.
  35. ^ (FR) Junglinster champion, su Luxemburger Wort, 16 maggio 2015. URL consultato il 16 maggio 2015.
  36. ^ (EN) 2014-2016 UEFA Women's calendar (PDF), su UEFA.com, UEFA. URL consultato il 18 novembre 2014.
  37. ^ (EN) Draws — Qualifying round, su UEFA.com, 25 giugno 2015.
  38. ^ (EN) Thirty-two learn qualifying round opponents, su UEFA.com, 25 giugno 2015. URL consultato il 25 giugno 2015.
  39. ^ (EN) Cumulative Club Coefficient Ranking (PDF), su UEFA.com. URL consultato il 22 agosto 2015.
  40. ^ (EN) Qualifying round draw live on Thursday, su UEFA.com, 23 giugno 2015. URL consultato il 22 agosto 2015.
  41. ^ (EN) Women's Champions League round of 32 draw, UEFA.
  42. ^ (EN) Women's Champions League round of 32 draw, UEFA.
  43. ^ (EN) Women's Champions League round of 16 draw, UEFA.
  44. ^ (EN) Women's Champions League quarter-final and semi-final draw, UEFA.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio