Ada Hegerberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ada Hegerberg
Ada Hegerberg 2019.jpg
Ada Hegerberg nel 2019
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 177 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Olympique Lione
Carriera
Squadre di club1
2010-2011Kolbotn31 (15)
2012Stabæk18 (24)
2012-2014Turbine Potsdam25 (16)
2014-Olympique Lione104 (129)
Nazionale
2009-2010Norvegia Norvegia U-153 (1)
2010Norvegia Norvegia U-168 (7)
2010-2011Norvegia Norvegia U-175 (3)
2011Norvegia Norvegia U-1912 (10)
2011-2012Norvegia Norvegia U-209 (5)
2011-2017Norvegia Norvegia66 (38)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio femminile
Argento Svezia 2013
Transparent.png Europei di calcio femminile Under-19
Argento Italia 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 aprile 2019

Ada Hegerberg (Molde, 10 luglio 1995) è una calciatrice norvegese, attaccante dell'Olympique Lione e della nazionale norvegese.

Nel 2016 è stata nominata UEFA Women's Player of the Year mentre nel 2018 ha vinto l'edizione inaugurale del Pallone d'oro femminile.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha una sorella, Andrine, anch'ella calciatrice e già convocata nella nazionale norvegese. Nata a Molde,[2] cresce in quel di Sunndalsøra,[3] trasferendosi a Kolbotn a 12 anni.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ada Hegerberg con la maglia dell'Olympique Lione nel 2014.

Club[modifica | modifica wikitesto]

Hegerberg cresce con la famiglia a Sunndal appassionandosi al calcio fin da giovanissima e decidendo di tesserarsi con il Sunndal Fotball dove gioca con la sorella minore Andrine.[5] Nel 2007 la famiglia si trasferisce a Kolbotn e le due sorelle continuano l'attività nelle giovanili del Kolbotn IL.[6]

Debutta al Kolbotn nel 2010.[7] Il 6 agosto 2011 realizza una tripletta in una partita di prima divisione norvegese contro il Røa (4-1), segnando i tre gol in appena 7': con queste tre marcature, a soli 16 anni, diviene la più giovane calciatrice ad aver siglato una tripletta nella massima serie della Norvegia.[8] Sempre all'età di 16 anni, è votata giovane calciatrice norvegese dell'anno.[9]

All'inizio dell'annata 2012, le sorelle Hegerberg si trasferiscono allo Stabæk:[10] durante questa esperienza, le due giocatrici vengono considerate come le giovani speranze del calcio norvegese[11] e Ada Hegerberg ottiene il premio come talento del mese per la seconda volta nel maggio 2012.[12] In questo mese, durante la sfida contro il Fart (8-2), realizza cinque reti solo nel primo tempo. A fine stagione si laurea miglior marcatrice del torneo norvegese con 24 centri in 18 sfide di campionato.[7] Inoltre, il suo contributo è essenziale nella coppa norvegese: sigla una doppietta in semifinale contro l'Amazon Grimstad (3-0)[13] e firma una tripletta nella finale contro Røa, consentendo al suo club di vincere 4-0 e di aggiudicarsi il trofeo.[14]

Nel 2013 Ada e sua sorella si trasferiscono al Turbine Potsdam, dove raggiungono la connazionale Maren Mjelde.[15] Al suo esordio con la nuova maglia, segna subito al Friburgo, battuto per 3-1.[16] A fine stagione il club raggiunge il secondo posto sia in campionato sia in coppa di Germania.[17]

Nel 2014 la Hegerberg passa alle francesi dell'Olympique Lione[18] Il 15 dicembre 2015 viene candidata alla vittoria finale del Gullballen, riconoscimento principale del premio Kniksen.[19] Negli anni dell'Olympique Lione è altrettanto determinante, contribuendo a vincere campionato e coppa sia alla sia prima stagione che alla seconda dove, in Champions League, diventa la miglior realizzatrice del torneo e non si fa sfuggire il trofeo strappandolo al Wolfsburg nella finale di Reggio Emilia.[20] Nella stagione 2018-2019 contribuisce, con una tripletta in finale, alla vittoria della quarta Champions League consecutiva del Lione.

La successiva stagione, ancora tra le protagoniste del campionato contendendo il titolo di capocannoniere con Marie-Antoinette Katoto del Paris SG, nel gennaio 2020 è costretta, vittima della rottura di un legamento crociato, a disertare il terreno di gioco per il resto della stagione.[21]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Hegerberg viene convocata dalla federazione calcistica della Norvegia (Norges Fotballforbund - NFF) fin dal 2009, inizialmente per vestire la maglia della formazione Under-15 e passando un anno dopo a Under-16 e Under-17, giocando con quest'ultima la seconda fase di qualificazione al campionato europeo di categoria 2010, debuttando il 12 aprile, nella sconfitta per 4-0 con le pari età della Germania che costa alla sua nazionale il mancato accesso alla fase finale, e siglando la sua prima rete tre giorni più tardi, quella che al 76' fissa il risultato nella ininfluente vittoria per 1-0 sull'Austria. Rimane in rosa anche l'anno seguente, convocata solamente per la doppia amichevole del 23 e 25 febbraio giocata con l'Inghilterra e dove va a rete in entrambi gli incontri, quello che riequilibra il punteggio nel primo finito 1-1 e quello che nel secondo fissa il risultato su 3-1 per la Norvegia.[22]

Sempre nel 2011, in aprile, arriva la prima convocazione nella formazione Under-19, chiamata dal tecnico Jarl Torske in occasione della seconda fase di qualificazione all'Europeo di Italia 2011, andando a segno al debutto nell'incontro del 2 aprile con la Croazia fissando il risultato sul 2-0 dopo che aveva aperto le marcature la sorella Andrine, giocando anche l'ultima partita del gruppo 4 dove la sua Nazionale chiude il girone a punteggio pieno conquistando l'accesso alla fase finale per l'ottava volta nella sua storia sportiva. Inserita da Torske anche nella rosa delle giocatrici in partenza per l'Italia, scende in campo in tutti i cinque incontri disputati dalla sua nazionale, i tre della fase a gironi, dove la Norvegia è inserita nel girone B con Germania, Paesi Bassi e Spagna e si classifica al secondo posto dietro alle tedesche, nella semifinale vinta per 3-2 sulle padrone di casa dell'Italia, incontro dove al 48' sigla la rete del parziale vantaggio per 2-1, e infine nella finale dove incontra nuovamente la Germania, che dopo aver vinto 3-1 l'incontro inaugurale della fase a gironi si impone con un netto 8-1 sulle scandinave conquistando il suo sesto titolo europeo.[22]

Le prestazioni offerte fino ad allora offerte le valgono, nel novembre 2011, la doppia convocazione ella nazionale maggiore e in quella Under-20, debuttando nella prima il 19 novembre, rilevando al 73' Madeleine Giske nell'incontro perso per 3-1 con l'Irlanda del Nord, e quattro giorni più tardi nella seconda, in amichevole con le pari età della Svizzera e vinta per 1-0 grazie alla sua rete siglata al 40'[9].[22]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 aprile 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010 Norvegia Kolbotn TS 10 3 CN 0 0 - - - - - - 10 3
2011 TS 21 12 CN 2 0 - - - - - - 23 12
Totale Kolbotn 31 15 2 0 - - - - 33 15
2012 Norvegia Stabæk TS 18 24 CN 5 7 - - - - - - 23 31
2012-2013 Germania Turbine Potsdam BL 11 5 CG 2 0 UWCL 0 0 - - - 13 5
2013-2014 BL 14 6 CG 1 1 UWCL 4 2 - - - 19 9
Totale Turbine Potsdam 25 11 3 1 4 2 - - 32 14
2014-2015 Francia Olympique Lione D1 22 26 CF 6 7 UWCL 4 1 - - - 32 34
2015-2016 D1 21 33 CF 5 8 UWCL 9 13 - - - 35 54
2016-2017 D1 22 20 CF 3 3 UWCL 8 4 - - - 33 27
2017-2018 D1 20 31 CF 0 0 UWCL 9 15 - - - 29 46
2018-2019 D1 19 19 CF 3 2 UWCL 7 7 - - - 28 25
2019-2020 D1 7 9 CF 0 0 UWCL 4 9 - - - 10 16
Totale Olympique Lione 111 138 17 20 40 46 - - 167 202
Totale carriera 185 188 27 28 45 51 - - 253 262

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Olympique Lione: 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019
Olympique Lione: 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2018-2019
Stabæk: 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Olympique Lione: 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2018
2015-2016
  • Giovane calciatrice norvegese dell'anno: 1
2011
2015-2016 (33), 2016-2017 (20), 2017-2018 (31)
2015-2016 (13), 2017-2018 (15)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pallone d'oro femminile 2018, vince Ada Hegerberg, su sport.sky.it, 3 dicembre 2018.
  2. ^ (NO) Norway Mediaguide 2013 (PDF), Football Association of Norway, p. 10. URL consultato il 23 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2013).
  3. ^ (EN) Julien Debove, Hegerberg sisters unite for Norway success, UEFA, 4 giugno 2011. URL consultato il 23 settembre 2013.
  4. ^ (NO) Hegerberg månedens fotballtalent for Juli, su fotball.no, Football Association of Norway, 13 settembre 2011. URL consultato il 23 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2013).
  5. ^ (NO) Ukens profiler: Ada og Andrine Hegerberg, su fotball.no. URL consultato il 17 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2012).
  6. ^ (NO) Hegerberg månedens fotballtalent for Juli, su fotball.no, 13 settembre 2011. URL consultato il 23 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2013).
  7. ^ a b (NO) Bjørnar Hellen e Olav Traaen, Hegerberg-søstrene til tysk toppklubb, NRK, 13 dicembre 2012. URL consultato il 23 settembre 2013.
  8. ^ (NO) 16-åring senket serielederen med hattrick, Aftenposten, 6 agosto 2011. URL consultato il 17 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2013).
  9. ^ a b (NO) Ragnhild Gulbrandsen, Stabæk forsterker ytterligere, Budstikka, 12 dicembre 2011. URL consultato il 17 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  10. ^ (NO) Hegerberg-søstrene til Stabæk, Norwegian News Agency, 12 dicembre 2011. URL consultato il 21 gennaio 2012.
  11. ^ (NO) Jan Magnus Weiberg-Aurdal, Stortalent (16) scoret fem mål på én omgang: – Jeg gjør bare jobben min, TV 2, 11 maggio 2012. URL consultato il 17 settembre 2013.
  12. ^ (NO) Ada Stolsmo Hegerberg er månedens fotballtalent - mai 2012, TV 2, 24 maggio 2013. URL consultato il 23 settembre 2013.
  13. ^ (NO) Kjetil Flygind, Her sender Hegerberg Stabæk til cupfinale, Fædrelandsvennen, 10 ottobre 2012. URL consultato il 17 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2013).
  14. ^ (NO) Hans Henrik Løken, 17-åring blei cupheltinne for Stabæk, NRK, 24 novembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2013.
  15. ^ (DE) Potsdam signs Norwegian trio, womensoccer.de, 14 dicembre 2012. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  16. ^ (NO) Debuterte i Tyskland med scoring, Avisenes Nyhetsbyrå, 17 febbraio 2013. URL consultato il 23 settembre 2013.
  17. ^ (NO) Andreas Kristoffer Berge, Maren Mjelde og Ada Hegerberg om sesongen i Tyskland og EM, su Fotballmagasinet, 6 luglio 2013. URL consultato il 23 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2013).
  18. ^ (DE) Ada Hegerberg wechselt zu Olympique Lyon
  19. ^ (NO) Her er de tre nominerte til Gullballen 2015[collegamento interrotto], fotball.no. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  20. ^ Hegerberg capocannoniere della stagione 2015/16, su it.uefa.com, 26 maggio 2016. URL consultato il 4 giugno 2016.
  21. ^ (EN) Calcio femminile, rottura del crociato per Ada Hegerberg, lei però twitta: «Il meglio deve ancora venire», su corriere.it, 28 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  22. ^ a b c fotball.no, Norges Fotballforbund, Ada Hegerberg.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1883154441726835460005 · GND (DE1172769923 · WorldCat Identities (EN1883154441726835460005