UEFA Women's Champions League 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
UEFA
Women's Champions League 2009-2010
Competizione UEFA Women's Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA
Date dal 30 luglio 2009
al 20 maggio 2010
Partecipanti 53
Nazioni 44
Risultati
Vincitore Germania Turbine Potsdam
(2º titolo)
Secondo Francia Olympique Lione
Statistiche
Miglior marcatore Svizzera Vanessa Bürki (11)
Incontri disputati 103
Gol segnati 428 (4,16 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-2009 2010-2011 Right arrow.svg

La UEFA Women's Champions League 2009-2010 è stata la prima edizione della UEFA Women's Champions League[1] e la nona edizione del torneo europeo femminile di calcio per club destinato alle formazioni vincitrici dei massimi campionati nazionali d'Europa. Il torneo è stato vinto per la seconda volta dalle tedesche del Turbine Potsdam, che in finale hanno sconfitto le francesi dell'Olympique Lione dopo i tiri di rigore[2]. Per la prima volta hanno partecipato al torneo anche le squadre seconde classificate nei campionati delle otto nazioni con il ranking UEFA più alto[1][2].

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Partecipano al torneo 2009-2010 un totale di 53 squadre provenienti da 44 diverse federazioni affiliate alla UEFA. L'FCR 2001 Duisburg ha partecipato come squadra campione in carica. Poiché l'FCR 2001 Duisburg non si era classificato nelle prime due posizioni della Frauen-Bundesliga 2008-2009, la federazione tedesca partecipa al torneo con tre squadre[2].

Il torneo si compone di due fasi[1]: una prima fase a gironi e una fase finale ad eliminazione diretta. Accedono direttamente alla fase a eliminazione diretta la squadra campione in carica e le squadre campioni nazionali appartenenti alle prime 24 federazioni secondo il ranking UEFA[3][4]. Alla prima fase a gironi accedono le squadre seconde classificate delle prime otto federazioni e le squadre campioni nazionali appartenenti alle restanti 20 federazioni secondo il ranking UEFA[3][4]. Le squadre vincenti i sette gironi della prima fase accedono alla fase ad eliminazione diretta, il cui primo turno sono i sedicesimi di finale[1]. La finale si gioca in gara unica allo stadio Coliseum Alfonso Pérez di Getafe, in Spagna[2].

Turno Andata Ritorno
Fase di qualificazione dal 30 luglio al 4 agosto 2009
Sedicesimi di finale 30 settembre 2009 7 ottobre 2009
Ottavi di finale 4 novembre 2009 11-12 novembre 2009
Quarti di finale 10 marzo 2010 17 marzo 2010
Semifinali 10-11 aprile 2010 17-18 aprile 2010
Finale 20 maggio 2010

Ranking[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione 2009-2010 della UEFA Women's Champions League alle squadre sono stati assegnati i posti in base al loro coefficiente all'anno 2008, il quale tiene conto delle loro prestazioni in competizioni europee dalla stagione 2003-2004 a quella 2007-2008[3].

Pos. Federazione Coeff. Sq.
1 Germania Germania 78,000 2+1
2 Svezia Svezia 72,500 2
3 Inghilterra Inghilterra 48,000
4 Francia Francia 40,000
5 Danimarca Danimarca 39,000
6 Russia Russia 34,000
7 Norvegia Norvegia 32,000
8 Italia Italia 28,500
9 Islanda Islanda 25,000 1
10 Bielorussia Bielorussia 19,500
11 Paesi Bassi Paesi Bassi 19,500
12 Spagna Spagna 19,000
13 Rep. Ceca Repubblica Ceca 18,000
14 Austria Austria 16,500
15 Belgio Belgio 14,000
Pos. Federazione Coeff. Sq.
16 Kazakistan Kazakistan 14,000 1
17 Polonia Polonia 13,500
18 Ucraina Ucraina 13,000
19 Svizzera Svizzera 12,500
20 Serbia Serbia 12,000
21 Grecia Grecia 10,500
22 Finlandia Finlandia 9,500
23 Ungheria Ungheria 9,500
24 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 7,500
25 Moldavia Moldavia 7,500
26 Israele Israele 7,000
27 Azerbaigian Azerbaijan 7,000 (NI)
28 Romania Romania 6,500 1
29 Scozia Scozia 6,000
30 Portogallo Portogallo 5,500
Pos. Federazione Coeff. Sq.
31 Bulgaria Bulgaria 5,500 1
32 Slovenia Slovenia 5,000
33 Slovacchia Slovacchia 4,500
34 Croazia Croazia 4,000
35 Galles Galles 4,000
36 Lituania Lituania 3,000
37 Macedonia Macedonia 2,500
38 Fær Øer Fær Øer 2,000
39 Irlanda Irlanda 1,500
40 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1,500
41 Estonia Estonia 0,000
42 Cipro Cipro 0,000
43 Georgia Georgia 0,000
44 Malta Malta 0,000
(NP) Turchia Turchia 0,000

Legenda:

  • (NI) - Non partecipa
  • (NP) - Nessuna posizione (l'associazione non ha partecipato alle cinque stagioni utilizzate per il calcolo dei coefficienti)

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

La seguente lista contiene le squadre qualificate per il torneo[5]. Con DT è indicata la detentrice del titolo, con CN la squadra campione nazionale, con la seconda classificata.

Fase ad eliminazione diretta
Germania FCR 2001 Duisburg (DT) Germania Turbine Potsdam (CN) Svezia Umeå IK (CN) Inghilterra Arsenal (CN)
Francia Olympique Lione (CN) Danimarca Fortuna Hjørring (CN) Russia Zvezda Perm' (CN) Norvegia Røa (CN)
Italia Bardolino Verona (CN) Islanda Valur (CN) Bielorussia Universitet Vitebsk (CN) Paesi Bassi AZ Alkmaar (CN)
Spagna Rayo Vallecano (CN) Rep. Ceca Sparta Praga (CN) Austria Neulengbach (CN) Belgio Standard Liegi (CN)
Kazakistan Alma-KTZh (CN) Polonia Unia Racibórz (CN) Ucraina Žytlobud-1 Charkiv (CN) Svizzera Zurigo (CN)
Serbia Mašinac (CN) Grecia PAOK Salonicco (CN) Finlandia Honka (CN) Ungheria Viktória Szombathely (CN)
Bosnia ed Erzegovina SFK 2000 (CN)
Fase di qualificazione
Germania Bayern Monaco (2ª) Svezia Linköping (2ª) Inghilterra Everton (2ª) Francia Montpellier (2ª)
Danimarca Brøndby (2ª) Russia Rossijanka (2ª) Norvegia Team Strømmen (2ª) Italia Torres ()
Moldavia Roma Calfa (CN) Israele Maccabi Holon (CN) Romania Clujana (CN) Scozia Glasgow City (CN)
Portogallo 1º Dezembro (CN) Bulgaria NSA Sofia (CN) Slovenia ŽNK Krka (CN) Slovacchia Slovan Duslo Šaľa (CN)
Galles Cardiff City Ladies (CN) Croazia Osijek (CN) Lituania Gintra Universitetas (CN) Macedonia ŽFK Tikvesanka (CN)
Fær Øer KÍ Klaksvík (CN) Irlanda St Francis (CN) Irlanda del Nord Glentoran (CN) Cipro Apollon Limassol (CN)
Estonia Levadia Tallinn (CN) Georgia Norchi Dinamoeli (CN) Malta Birkirkara (CN) Turchia Trabzonspor (CN)

Fase di qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio per la fase di qualificazione si è tenuto il 24 giugno 2009[6]. Le partite dei singoli gironi sono state ospitate da una delle quattro squadre, indicata in corsivo.

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Šiauliai e a Panevezys (Lituania).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania Bayern Monaco 9 3 3 0 0 32 2 +30
2. Scozia Glasgow City 6 3 2 0 1 13 5 +8
3. Lituania Gintra Universitetas 3 3 1 0 2 7 11 -4
4. Georgia Norchi Dinamoeli 0 3 0 0 3 1 35 -34
30 luglio 2009 Bayern Monaco 5 - 2 Glasgow City
30 luglio 2009 Gintra Universitetas 7 - 1 Norchi Dinamoeli
1º agosto 2009 Bayern Monaco 19 - 0 Norchi Dinamoeli
1º agosto 2009 Glasgow City 2 - 0 Gintra Universitetas
4 agosto 2009 Gintra Universitetas 0 - 8 Bayern Monaco
4 agosto 2009 Norchi Dinamoeli 0 - 9 Glasgow City

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Strumica e a Turnovo (Macedonia).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Montpellier 9 3 3 0 0 12 1 +11
2. Bulgaria NSA Sofia 6 3 2 0 1 7 4 +3
3. Fær Øer KÍ Klaksvík 3 3 1 0 2 5 6 -1
4. Macedonia ŽFK Tikvesanka 0 3 0 0 3 3 16 -13
30 luglio 2009 Montpellier 2 - 0 KÍ Klaksvík
30 luglio 2009 NSA Sofia 5 - 0 ŽFK Tikvesanka
1º agosto 2009 Montpellier 7 - 1 ŽFK Tikvesanka
1º agosto 2009 KÍ Klaksvík 1 - 2 NSA Sofia
4 agosto 2009 NSA Sofia 0 - 3 Montpellier
4 agosto 2009 KÍ Klaksvík 4 - 2 ŽFK Tikvesanka

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Copenaghen su due campi del Brøndby (Danimarca).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Danimarca Brøndby 9 3 3 0 0 12 0 +12
2. Portogallo 1º Dezembro 6 3 2 0 1 13 1 +12
3. Galles Cardiff City Ladies 3 3 1 0 2 10 9 +1
4. Malta Birkirkara 0 3 0 0 3 1 26 -25
30 luglio 2009 Brøndby 5 - 0 Cardiff City Ladies
30 luglio 2009 1º Dezembro 10 - 0 Birkirkara
1º agosto 2009 Brøndby 6 - 0 Birkirkara
1º agosto 2009 Cardiff City Ladies 0 - 3 1º Dezembro
4 agosto 2009 1º Dezembro 0 - 1 Brøndby
4 agosto 2009 Birkirkara 1 - 10 Cardiff City Ladies

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Krško e a Ivančna Gorica (Slovenia).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Italia Torres 9 3 3 0 0 13 0 +13
2. Slovacchia Slovan Duslo Šaľa 4 3 1 1 1 4 4 0
3. Turchia Trabzonspor 3 3 1 0 2 3 11 -8
4. Slovenia ŽNK Krka 1 3 0 1 2 2 7 -5
30 luglio 2009 Torres 1 - 0 Slovan Duslo Šaľa
30 luglio 2009 ŽNK Krka 0 - 2 Trabzonspor
1º agosto 2009 Torres 9 - 0 Trabzonspor
1º agosto 2009 Slovan Duslo Šaľa 2 - 2 ŽNK Krka
4 agosto 2009 ŽNK Krka 0 - 3 Torres
4 agosto 2009 Slovan Duslo Šaľa 2 - 1 Trabzonspor

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Linköping (Svezia).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Svezia Linköping 9 3 3 0 0 20 0 +20
2. Romania Clujana 6 3 2 0 1 10 6 +4
3. Irlanda del Nord Glentoran 3 3 1 0 2 2 4 -2
4. Moldavia Roma Calfa 0 3 0 0 3 0 22 -22
30 luglio 2009 Clujana 1 - 0 Glentoran
30 luglio 2009 Linköping 11 - 0 Roma Calfa
1º agosto 2009 Roma Calfa 0 - 9 Clujana
1º agosto 2009 Linköping 3 - 0 Glentoran
4 agosto 2009 Clujana 0 - 6 Linköping
4 agosto 2009 Glentoran 2 - 0 Roma Calfa

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Limassol (Cipro).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Russia Rossijanka 9 3 3 0 0 19 0 +19
2. Cipro Apollon Limassol 6 3 2 0 1 6 1 +5
3. Israele Maccabi Holon 3 3 1 0 2 2 11 -9
4. Irlanda St Francis 0 3 0 0 3 0 15 -15
30 luglio 2009 Rossijanka 11 - 0 St Francis
30 luglio 2009 Maccabi Holon 0 - 4 Apollon Limassol
1º agosto 2009 Rossijanka 1 - 0 Apollon Limassol
1º agosto 2009 St Francis 0 - 2 Maccabi Holon
4 agosto 2009 Maccabi Holon 0 - 7 Rossijanka
4 agosto 2009 St Francis 0 - 2 Apollon Limassol

Gruppo G[modifica | modifica wikitesto]

Gare disputate a Osijek (Croazia).

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Inghilterra Everton 9 3 3 0 0 11 1 +10
2. Norvegia Team Strømmen 6 3 2 0 1 14 1 +13
3. Estonia Levadia Tallinn 3 3 1 0 2 4 13 -9
4. Croazia Osijek 0 3 0 0 3 2 16 -14
30 luglio 2009 Everton 3 - 1 Osijek
30 luglio 2009 Team Strømmen 5 - 0 Levadia Tallinn
1º agosto 2009 Everton 7 - 0 Levadia Tallinn
1º agosto 2009 Osijek 0 - 9 Team Strømmen
4 agosto 2009 Team Strømmen 0 - 1 Everton
4 agosto 2009 Osijek 1 - 4 Levadia Tallinn

Fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

L'andata è stata giocata il 30 settembre 2009, il ritorno il 7 ottobre 2009.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Standard Liegi Belgio 1 - 3 Francia Montpellier 0 - 0 1 - 3
Unia Racibórz Polonia 2 - 3 Austria Neulengbach 1 - 3 1 - 0
Torres Italia 6 - 2 Islanda Valur 4 - 1 2 - 1
Žytlobud-1 Charkiv Ucraina 0 - 11 Svezia Umeå IK 0 - 5 0 - 6
AZ Alkmaar Paesi Bassi 2 - 3 Danimarca Brøndby 1 - 2 1 - 1
Alma-KTZh Kazakistan 1 - 2 Rep. Ceca Sparta Praga 1 - 0 0 - 2
Mašinac Serbia 0 - 6 Francia Olympique Lione 0 - 1 0 - 5
Universitet Vitebsk Bielorussia 4 - 11 Germania FCR 2001 Duisburg 1 - 5 3 - 6
Rayo Vallecano Spagna 2 - 5 Russia Rossijanka 1 - 3 1 - 2
Viktória Szombathely Ungheria 2 - 9 Germania Bayern Monaco 0 - 5 2 - 4
SFK 2000 Bosnia ed Erzegovina 0 - 8 Russia Zvezda Perm' 0 - 3 0 - 5
Honka Finlandia 1 - 16 Germania Turbine Potsdam 1 - 8 0 - 8
PAOK Salonicco Grecia 0 - 18 Inghilterra Arsenal 0 - 9 0 - 9
Røa Norvegia 3 - 2 Inghilterra Everton 3 - 0 0 - 2
Zurigo Svizzera 0 - 5 Svezia Linköping 0 - 2 0 - 3
Fortuna Hjørring Danimarca 5 - 2 Italia Bardolino Verona 4 - 0 1 - 2

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

L'andata è stata giocata il 4 e il 5 novembre 2009, il ritorno l'11 e il 12 novembre 2009.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
FCR 2001 Duisburg Germania 3 - 1 Svezia Linköping 1 - 1 2 - 0
Rossijanka Russia 1 - 2 Svezia Umeå IK 1 - 3 1 - 2
Montpellier Francia 1 - 0 Germania Bayern Monaco 0 - 0 1 - 0 (d.t.s.)
Turbine Potsdam Germania 5 - 0 Danimarca Brøndby 1 - 0 4 - 0
Neulengbach Austria 2 - 8 Italia Torres 1 - 4 1 - 4
Sparta Praga Rep. Ceca 0 - 5 Inghilterra Arsenal 0 - 3 0 - 2
Røa Norvegia 1 - 1 (g.f.c.) Russia Zvezda Perm' 0 - 0 1 - 1
Fortuna Hjørring Danimarca 0 - 6 Francia Olympique Lione 0 - 1 0 - 5

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

L'andata è stata giocata il 10 marzo 2010, il ritorno il 14 e il 17 marzo 2010.

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
FCR 2001 Duisburg Germania 4 - 1 Inghilterra Arsenal 2 - 1 2 - 0
Umeå IK Svezia 2 - 2 (g.f.c.) Francia Montpellier 0 - 0 2 - 2
Olympique Lione Francia 3 - 1 Italia Torres 3 - 0 0 - 1
Turbine Potsdam Germania 10 - 0 Norvegia Røa 5 - 0 5 - 0

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Olympique Lione Francia 3 - 2 Svezia Umeå IK 3 - 2 0 - 0
FCR 2001 Duisburg Germania 1 - 1 (1-4 d.t.r.) Germania Turbine Potsdam 1 - 0 0 - 1 (d.t.s.)

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Lione
10 aprile 2010, ore 17:00 (CEST)
Olympique Lione Francia 3 – 2
referto
Svezia Umeå IK Stade de Gerland (4 636 spett.)
Arbitro Germania Christine Beck

Duisburg
11 aprile 2010, ore 14:00 (CEST)
FCR 2001 Duisburg Germania 1 – 0
referto
Germania Turbine Potsdam PCC-Stadion (2 150 spett.)
Arbitro Rep. Ceca Dagmar Damková

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Umeå
28 aprile 2010, ore 20:00 (CEST)
Umeå IK Svezia 0 – 0
referto
Francia Olympique Lione Gammliavallen (1 526 spett.)
Arbitro Romania Cristina Dorcioman

Potsdam
28 aprile 2010, ore 14:00 (CEST)
Turbine Potsdam Germania 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Germania FCR 2001 Duisburg Stadio Karl-Liebknecht (4 522 spett.)
Arbitro Ungheria Gyöngyi Gaál

Finale[modifica | modifica wikitesto]

20 maggio 2010 Olympique Lione Francia 0 - 0 d.t.s.
6-7 d.t.r.
Germania Turbine Potsdam Getafe, Coliseum Alfonso Pérez
Spettatori: 13 000
Arbitro: Finlandia Kirsi Heikkinen
Tiri di rigore

Franco Segnato
Dickenmann Segnato
Kaci Segnato
Henry Sbagliato
Herlovsen Sbagliato
Renard Segnato
Simone Segnato
Bouhaddi Segnato
Thomis Sbagliato

Sbagliato Zietz
Segnato Peter
Segnato Odebrecht
Sbagliato Mittag
Segnato Kerschowski
Segnato Nagasato
Segnato Bajramaj
Segnato Sarholz
Segnato Schmidt

Formazioni

Sarah Bouhaddi
Amelie Rybeck
Ammonizione Wendie Renard
Ammonizione Laura Georges
Corine Franco
Uscita al 70’ 70’ Ingvild Stensland
Uscita al 89’ 89’ Louisa Nécib
Ammonizione Uscita al 105’ 105’ Shirley Cruz Trana
Lara Dickenmann
Amandine Henry
Élodie Thomis

Anna Felicitas Sarholz
Babett Peter
Josephine Henning
Bianca Schmidt
Tabea Kemme Uscita al 106’ 106’ Ammonizione
Nadine Kessler Uscita al 66’ 66’
Jennifer Zietz
Viola Odebrecht
Anja Mittag Ammonizione
Fatmire Bajramaj
Jessica Wich Uscita al 66’ 66’

A disposizione

Ingresso al 76’ 76’ Aurélie Kaci
Ingresso al 89’ 89’ Isabell Herlovsen
Ingresso al 105’ 105’ Simone Gomes Jatobá

Isabel Kerschowski Ingresso al 66’ 66’
Yūki Nagasato Ingresso al 66’ 66’
Corina Schröder Ingresso al 106’ 106’

Allenatori

Farid Benstiti Francia

Germania Bernd Schröder

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: Sito UEFA.

Gol Giocatore Squadra
11 Svizzera Vanessa Bürki Germania Bayern Monaco
10 Svezia Ida Brännström Svezia Linköping
9 Germania Inka Grings Germania FCR 2001 Duisburg
9 Scozia Kim Little Inghilterra Arsenal
9 Germania Anja Mittag Germania Turbine Potsdam

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Women's Champions League details confirmed, UEFA. (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2009).
  2. ^ a b c d 2009/10: la nuova era comincia dal Potsdam, UEFA.
  3. ^ a b c (EN) UEFA Women's Champions League places for the 2009/10 season (PDF), UEFA. (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2014).
  4. ^ a b (EN) Access list for the UEFA Women's Champions League 2009/10 (PDF), UEFA. (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2012).
  5. ^ (EN) Women's Champions League lineup takes shape, UEFA, 15 giugno 2009. URL consultato il 5 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Brøndby and Bayern learn qualifying fate, UEFA, 24 giugno 2009. URL consultato il 5 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]