Joan Laporta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joan Laporta nel 2008.

Joan Laporta i Estruch, noto semplicemente come Joan Laporta (Barcellona, 29 giugno 1962), è un avvocato spagnolo.

È principalmente ricordato per essere stato il presidente della squadra di calcio del Barcellona dal 2003 al 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla carriera di avvocato, Laporta è sempre stato molto attivo anche in campo politico: è stato infatti il cofondatore, insieme a Sebastià Roca, del progetto Elefant Blau, una piattaforma creata per denunciare i metodi di gestione della squadra di calcio del Barcellona da parte dell'allora presidente blaugrana, Josep Lluís Núñez. Nel 2000, in seguito alle dimissioni di Núñez, Laporta ha fatto parte della lista di opposizione capeggiata da Lluis Bassat, che perse le elezioni contro Joan Gaspart, già vice di Núñez tra il 1998 ed il 2000.

Il 15 giugno 2003 Laporta vinse le elezioni presidenziali del Barcellona, con il 52,6% dei consensi. In quelle successive, datate 6 luglio 2008, venne riconfermato n° 1 del club catalano, con il 60,6% dei voti a favore.

Decise poi di non ricandidarsi per le elezioni del 2010, che vennero vinte dall'imprenditore spagnolo Sandro Rosell, con il 60% delle preferenze. Nel giugno del 2015 si è candidato per le imminenti elezioni presidenziali del club blaugrana, ma a vincere è stato il presidente uscente Josep Maria Bartomeu, con il 54,6% dei voti a favore.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN100923661 · ISNI: (EN0000 0001 2314 5948 · BNF: (FRcb150940460 (data)