Nazionale di calcio femminile dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paesi Bassi Paesi Bassi
Campione d'Europa in carica Campione d'Europa in carica
Scudo nazionale calcio femminile Paesi Bassi.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione KNVB
Confederazione UEFA
Codice FIFA NED
Soprannome Oranje (Arancioni)
Leeuwinnen (Leonesse)[1]
Selezionatore Paesi Bassi Sarina Wiegman[2]
Record presenze Sherida Spitse (162)
Capocannoniere Vivianne Miedema (61)
Ranking FIFA
Esordio internazionale
Francia Francia 4-0 Paesi Bassi Paesi Bassi
(Hazebrouck, Francia; 17 aprile 1971)
Migliore vittoria
Paesi Bassi Paesi Bassi 12-0 Israele Israele
(Zaandam, Paesi Bassi; 22 agosto 1977)
Paesi Bassi Paesi Bassi 13–1 Macedonia Macedonia
(Zwolle, Paesi Bassi; 28 ottobre 2001)
Peggiore sconfitta
Svezia Svezia 7-0 Paesi Bassi Paesi Bassi
(Borås, Svezia; 26 settembre 1981)
Campionato del mondo
Partecipazioni 2 (esordio: 2015)
Miglior risultato Argento Secondo nel 2019
Campionato europeo
Partecipazioni 3 (esordio: 2009)
Miglior risultato Oro Campione nel 2017
Torneo Olimpico
Partecipazioni N/A

La nazionale di calcio femminile dei Paesi Bassi, in olandese Nederlands vrouwenvoetbalelftal, è la rappresentativa calcistica femminile internazionale dei Paesi Bassi, gestita dalla Federazione calcistica dei Paesi Bassi (Koninklijke Nederlandse Voetbalbond - KNVB).

In base alla classifica emessa dalla Fédération Internationale de Football Association (FIFA) il 12 luglio 2019, la nazionale femminile occupa il 3º posto del FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, guadagnando cinque posizioni rispetto alla classifica redatta il 29 marzo 2019[3].

Come membro dell'Union of European Football Associations (UEFA), partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, Campionato europeo UEFA, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei a invito come l'Algarve Cup o la Cyprus Cup. Ha vinto l'Europeo 2017, disputato in casa. Con questo risultato, i Paesi Bassi sono diventati la seconda nazione, dopo la Germania, ad aver vinto l'Europeo di calcio sia con la nazionale maschile che con la nazionale femminile. Ha vinto anche l'Algarve Cup nel 2018, in condivisione con la Svezia (il trofeo è stato assegnato congiuntamente, per la mancata disputa della finale a causa delle avverse condizioni meteorologiche). Nel mondiale 2019, alla seconda partecipazione, la squadra disputa un buon torneo, arrivando a giocare la finale contro gli Stati Uniti che, però, hanno la meglio, e le sconfiggono per 2-0.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione dei Paesi Bassi prima di una partita contro il Belgio nel maggio 2014.
Calciatrici olandesi al campionato mondiale 2015 in occasione della partita contro la Nuova Zelanda.

Il 23 settembre 1956 una rappresentativa nazionale dei Paesi Bassi disputò un primo incontro non ufficiale con la nazionale della Germania Ovest a Essen, perdendo per 2-1[4]. Il 17 aprile 1971 venne disputata la prima partita della rappresentativa nazionale di calcio femminile dei Paesi Bassi, riconosciuta dalla FIFA, contro la nazionale francese. partita vinta dalle francesi per 4-1[5]. La partita amichevole venne disputata ad Hazebrouck e vinta dalle francesi per 4-1[4]. Il 9 settembre 1973 arrivò la prima partita della nazionale dei Paesi Bassi sotto l'egida della KNVB: la partita vide prevalere la nazionale inglese per 1-0[4]. L'anno successivo arrivò la prima vittoria, per 3-0, contro la Svizzera[4]. Per tutti gli anni ottanta, novanta e primi 2000 la nazionale olandese prese parte ai tornei di qualificazione sia ai campionati europei sia ai campionati mondiali, senza riuscire a conquistare l'accesso alle fase finali. Nel dicembre 1990 la nazionale olandese perse lo spareggio contro la Danimarca, venendo sconfitta per 1-0 in casa dopo i tempi supplementari, mancando così l'accesso alle fasi finali sia del campionato europeo 1991 sia del campionato mondiale 1991, alla sua prima edizione[4].

Il 2009 rappresentò un anno di svolta per il calcio femminile nei Paesi Bassi[4]. Nell'ottobre 2008 la nazionale olandese aveva superato la Spagna nei play-off delle qualificazioni al campionato europeo 2009, grazie alle reti di Karin Stevens nel doppio confronto, accedendo per la prima volta alla fase finale del torneo continentale. La nazionale guidata da Vera Pauw venne sorteggiata nel girone A, assieme alle padrone di casa della Finlandia, alla Danimarca e all'Ucraina, anch'essa all'esordio nel torneo. Le olandesi vinsero la partita d'esordio contro le ucraine per 2-0, vennero poi sconfitte dalle finlandesi per 2-1, e chiusero il girone battendo le danesi per 2-1, concludendo al secondo posto e accedendo alla fase a eliminazione diretta[6]. Nei quarti di finale le olandesi continuarono a stupire, superando la Francia dopo i tiri di rigore[6]. Il cammino si interruppe a pochi minuti dalla fine dei tempi supplementari nella semifinale contro l'Inghilterra, vinta da quest'ultime per 2-1[6], ma lasciando alle olandesi il terzo posto nel torneo a pari merito con la Norvegia[4]. Dopo aver mancato la qualificazione al campionato mondiale 2011, le olandesi si qualificarono al campionato europeo 2013 come migliore seconda dei gironi di qualificazione. Nella fase finale del torneo continentale europeo le olandesi non replicarono le prestazioni dell'edizione precedente, venendo eliminate nella fase a gironi, avendo concluso all'ultimo posto con un pareggio contro la Germania e due sconfitte subite da Norvegia e Islanda[7].

Nel 2015 arrivò la prima storica partecipazione al campionato mondiale. Dopo aver concluso al secondo posto il proprio girone di qualificazione, i Paesi Bassi vennero ammessi ai play-off che avrebbero assegnato un posto per la partecipazione al campionato mondiale 2015: le olandesi superarono prima la Scozia e poi l'Italia, qualificandosi alla fase finale del torneo per la prima volta[8]. Al mondiale canadese i Paesi Bassi vennero sorteggiati nel girone A assieme alle padrone di casa del Canada, alla Cina e alla Nuova Zelanda. La partita d'esordio contro le neozelandesi vide le olandesi prevalere per 1-0 grazie alla rete realizzata da Lieke Martens[9]. Dopo aver perso contro la Cina per 1-0, i Paesi Bassi pareggiarono a pochi minuti dalla fine della partita col Canada, concludendo il girone al terzo posto, e venendo ammessi alla fase a eliminazione diretta come seconda migliore terza. Negli ottavi di finale i Paesi Bassi vennero eliminati dalle campionesse in carica del Giappone per 2-1, concludendo così la loro avventura al campionato mondiale[4].

Nel 2017 i Paesi Bassi ospitarono i campionati europei e la nazionale venne qualificata di diritto. Inserita nel girone A con Danimarca, Belgio e Norvegia, la nazionale olandese, guidata da Sarina Wiegman, vinse tutte e tre le partite, avanzando alla fase a eliminazione diretta[10]. Nei quarti di finale le olandesi superarono la Svezia per 2-0, mentre in semifinale superarono l'Inghilterra con un netto 3-0[10]. In finale i Paesi Bassi affrontarono la Danimarca, che nei quarti aveva eliminato la Germania, vincitrice dei sei campionati europei precedenti. Nella finale, disputatasi il 6 agosto 2017 allo stadio De Grolsch Veste di Enschede, i Paesi Bassi superarono la Danimarca per 4-2, grazie alla doppietta di Vivianne Miedema e alle reti di Lieke Martens e Sherida Spitse, vincendo il campionato europeo per la prima volta nella loro storia[10]. Nel 2018 arrivò anche la vittoria dell'Algarve Cup 2018 a pari merito con la Svezia, dopo che la finale venne cancellata a causa della pioggia torrenziale che ne aveva impedito la disputa[11].

Nelle qualificazioni al campionato mondiale 2019 i Paesi Bassi conclusero il proprio raggruppamento al secondo posto dietro alla Norvegia, venendo così ammessi ai play-off che assicuravano un solo posto al campionato mondiale. Le olandesi, guidate sempre da Sarina Wiegman, superarono prima la Danimarca e poi la Svizzera, conquistando l'accesso alla fase finale del torneo per la seconda edizione consecutiva[12]. Al campionato mondiale di Francia 2019 i Paesi Bassi, sorteggiati nel girone E assieme a Canada, Camerun e Nuova Zelanda, hanno vinto tutte e tre le partite del girone, qualificandosi per la fase a eliminazione diretta come prima classificata[13]. Negli ottavi di finale le olandesi hanno incontrato il Giappone nella riedizione della sfida degli ottavi del torneo 2015, ma in questa occasione hanno prevalso le olandesi per 2-1[14]. Nei quarti di finale hanno superato l'Italia 2-0 ed in semifinale la Svezia, che nei quarti aveva eliminato la Germania (prima vittoria svedese sulle tedesche dopo 24 anni), 1-0 dopo i supplementari, raggiungendo la finale alla loro seconda partecipazione al Mondiale. In finale affronteranno gli Stati Uniti campioni del mondo in carica. Quella olandese è la quarta nazionale europea (dopo Norvegia, Germania, Svezia) a raggiungere la finale nel mondiale femminile. La nazionale olandese è stata poi battuta in finale 2-0 dagli Stati Uniti. Con questo risultato l'Olanda diventa la seconda nazione europea, dopo la Svezia, ad aver disputato almeno una finale nel mondiale di calcio sia a livello maschile che femminile senza riuscire a vincere il trofeo.

Partecipazione ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1991 Non qualificata
1995 Non qualificata
1999 Non qualificata
2003 Non qualificata
2007 Non qualificata
2011 Non qualificata
2015 Ottavi di finale
2019 2º posto Zilveren medaille.svg
Campionato europeo
Edizione Risultato
1984 Non qualificata
1987 Non qualificata
1989 Non qualificata
1991 Non qualificata
1993 Non qualificata
1995 Non qualificata
1997 Non qualificata
2001 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 3º posto Bronzen medaille.svg
2013 Fase a gironi
2017 Campione Gouden medaille.svg
Algarve Cup
Edizione Risultato
1994 Non invitata
1995 5º posto
1996 Non invitata
1997 5º posto
1998 6º posto
dal 1999 al 2016 Non invitata
2017 5º posto
2018 Campione Gouden medaille.svg
2019 11º posto
Cyprus Cup
Edizione Risultato
2008 4º posto
2009 5º posto
2010 3º posto Bronzen medaille.svg
2011 2º posto Zilveren medaille.svg
2012 7º posto
2013 6º posto
2014 9º posto
2015 8º posto
dal 2016 al 2019 Non invitata

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Selezionatori[modifica | modifica wikitesto]

Le calciatrici della nazionale che festeggiano la vittoria del campionato europeo 2017.

Lista dei selezionatori della nazionale olandese[15].

  • 1972-1973: Paesi Bassi Siem Plooyer
  • 1973-1974: Paesi Bassi Bert Wouterse
  • 1974-1975: Paesi Bassi Ger Blok
  • 1975-1977: Paesi Bassi Ron Groenewoud
  • 1977-1978: Paesi Bassi Ruud de Groot
  • 1979-1987: Paesi Bassi Bert van Lingen
  • 1987: Paesi Bassi Nick Labohm
  • 1987: Paesi Bassi Dick Advocaat
  • 1987-1989: Paesi Bassi Piet Buter
  • 1989-1992: Paesi Bassi Bert van Lingen
  • 1992-1995: Paesi Bassi Jan Derks
  • 1995-2001: Paesi Bassi Ruud Dokter
  • 2001: Paesi Bassi Andries Jonker (ad interim)
  • 2001-2004: Paesi Bassi Frans de Kat
  • 2004: Paesi Bassi Remy Reynierse (ad interim)
  • 2004-2010: Paesi Bassi Vera Pauw
  • 2010: Paesi Bassi Ed Engelkes (ad interim)
  • 2010-2015: Paesi Bassi Roger Reijners
  • 2015: Paesi Bassi Sarina Wiegman (ad interim)
  • 2015-2016: Paesi Bassi Arjan van der Laan
  • 2016-oggi: Paesi Bassi Sarina Wiegman

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici della Nazionale olandese

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2017
2018

Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali femminili[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo FIFA 2015
Geurts, 2 van Lunteren, 3 van der Gragt, 4 van den Berg, 5 Hogewoning, 6 Dekker, 7 Melis, 8 Spitse, 9 Miedema, 10 van de Donk, 11 Martens, 12 Bito, 13 Janssen, 14 Hoogendijk, 15 van Dongen, 16 van Veenendaal, 17 Middag, 18 van Erp, 19 van de Ven, 20 Roord, 21 Lewerissa, 22 van de Sanden, 23 Christ, CT: Reijners


Coppa del Mondo FIFA 2019
van Veenendaal, 2 van Lunteren, 3 van der Gragt, 4 van Dongen, 5 van Es, 6 Dekker, 7 van de Sanden, 8 Spitse, 9 Miedema, 10 van de Donk, 11 Martens, 12 Pelova, 13 R. Jansen, 14 Groenen, 15 Kaagman, 16 Kop, 17 E. Jansen, 18 Kerkdijk, 19 Roord, 20 Bloodworth, 21 Beerensteyn, 22 van der Most, 23 Geurts, CT: Wiegman


Europei femminili[modifica | modifica wikitesto]

Campionato d'Europa UEFA 2009
Geurts, 2 Bito, 3 Koster, 4 Meulen, 5 Hogewoning, 6 Hoogendijk, 7 Kiesel-Griffioen, 8 Van de Ven, 9 Melis, 10 Stevens, 11 Smit, 12 Brummel, 13 Christ, 14 De Boer, 15 van den Heiligenberg, 16 Dugardein, 17 Spitse, 18 De Vries, 19 Pieëte, 20 van Dalen, 21 de Ridder, 22 van de Sanden, CT: Pauw


Campionato d'Europa UEFA 2013
Geurts, 2 Bito, 3 Koster, 4 van Dongen, 5 van den Heiligenberg, 6 Hoogendijk, 7 van de Ven, 8 Spitse, 9 Melis, 10 van de Donk, 11 Martens, 12 Heuver, 13 Smit, 14 Slegers, 15 Stentler, 16 van Veenendaal, 17 Worm, 18 Dekker, 19 Versteegt, 20 van Lunteren, 21 de Ridder, 22 Roelvink, 23 Christ, CT: Reijners


Campionato d'Europa UEFA 2017
van Veenendaal, 2 van Lunteren, 3 van der Gragt, 4 van den Berg, 5 van Es, 6 Dekker, 7 van de Sanden, 8 Spitse, 9 Miedema, 10 van de Donk, 11 Martens, 12 Roord, 13 Jansen, 14 Groenen, 15 Folkertsma, 16 Christ, 17 Zeeman, 18 Lewerissa, 19 van den Bulk, 20 Janssen, 21 Beerensteyn, 22 van der Most, 23 Geurts, CT: Wiegman


Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle 23 calciatrici convocate dalla selezionatrice Sarina Wiegman per il campionato mondiale di calcio femminile 2019[16].

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Sari van Veenendaal 3 aprile 1990 (29 anni) 52 0 Inghilterra Arsenal
2 D Desiree van Lunteren 30 dicembre 1992 (26 anni) 70 0 Germania Friburgo
3 D Stefanie van der Gragt 16 agosto 1992 (26 anni) 55 7 Spagna Barcellona
4 D Merel van Dongen 11 febbraio 1993 (26 anni) 26 1 Spagna Betis
5 D Kika van Es 11 ottobre 1991 (27 anni) 57 0 Paesi Bassi Ajax
6 D Anouk Dekker 15 novembre 1986 (32 anni) 77 6 Francia Montpellier
7 A Shanice van de Sanden 2 ottobre 1992 (26 anni) 63 15 Francia Olympique Lione
8 C Sherida Spitse 29 maggio 1990 (29 anni) 161 30 Norvegia Vålerenga
9 A Vivianne Miedema 15 luglio 1996 (22 anni) 74 57 Inghilterra Arsenal
10 C Daniëlle van de Donk 5 agosto 1991 (27 anni) 88 16 Inghilterra Arsenal
11 A Lieke Martens 16 dicembre 1992 (26 anni) 102 42 Spagna Barcellona
12 C Victoria Pelova 3 giugno 1999 (20 anni) 3 0 Paesi Bassi ADO Den Haag
13 A Renate Jansen 7 dicembre 1990 (28 anni) 35 3 Paesi Bassi Twente
14 C Jackie Groenen 17 dicembre 1994 (24 anni) 45 2 Germania 1. FFC Francoforte
15 C Inessa Kaagman 17 aprile 1996 (23 anni) 2 0 Inghilterra Everton
16 P Lize Kop 17 marzo 1998 (21 anni) 1 0 Paesi Bassi Ajax
17 A Ellen Jansen 6 ottobre 1992 (26 anni) 14 1 Paesi Bassi Ajax
18 D Danique Kerkdijk 1º maggio 1996 (23 anni) 18 0 Inghilterra Bristol City
19 C Jill Roord 22 aprile 1997 (22 anni) 40 3 Germania Bayern Monaco
20 D Dominique Bloodworth 17 gennaio 1995 (24 anni) 46 0 Inghilterra Arsenal
21 A Lineth Beerensteyn 11 ottobre 1996 (22 anni) 39 9 Germania Bayern Monaco
22 D Liza van der Most 8 ottobre 1993 (25 anni) 13 0 Paesi Bassi Ajax
23 P Loes Geurts 12 gennaio 1986 (33 anni) 123 0 Svezia K. Göteborg

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Women's football in the Netherlands Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive., Royal Dutch Football Association. Retrieved on 1º luglio 2014.
  2. ^ Wiegman per Van der Laan alla guida dell'Olanda, su it.uefa.com, 13 gennaio 2017. URL consultato il 27 aprile 2017.
  3. ^ (EN) FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, su fifa.com, 12 luglio 2019. URL consultato il 12 luglio 2019.
  4. ^ a b c d e f g h (NL) Storia della nazionale dei Paesi Bassi, su onsoranje.nl. URL consultato il 28 giugno 2019.
  5. ^ (EN) The women's football World Cup is about to start. Here's the lowdown on the Oranje Lionesses, su dutchnews.nl, 5 giugno 2015. URL consultato il 28 giugno 2019.
  6. ^ a b c (EN) 2009: No stopping awesome Germany, su uefa.com, 10 settembre 2009. URL consultato il 28 giugno 2019.
  7. ^ (EN) 2013: Sixth maybe the best for Germany, su uefa.com, 1º agosto 2013. URL consultato il 28 giugno 2019.
  8. ^ Spareggio Mondiale donne, Italia-Olanda 1-2: azzurre eliminate, su gazzetta.it, 27 novembre 2014. URL consultato il 28 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Lieke Martens' stunner seals win for the Netherlands debutants at Fifa Women's World Cup, su thenational.ae, 7 giugno 2015. URL consultato il 28 giugno 2019.
  10. ^ a b c (EN) 2017: Netherlands crowned as Germany reign ends, su uefa.com, 6 agosto 2017. URL consultato il 28 giugno 2019.
  11. ^ (PT) Troféu atribuído a Holanda e Suécia, su fpf.pt, 7 marzo 2018. URL consultato il 28 giugno 2019.
  12. ^ (NL) Oranjevrouwen pakken WK-ticket na 1-1 in Zwitserland, su nrc.nl, 13 novembre 2018. URL consultato il 28 giugno 2019.
  13. ^ (NL) Oranjevrouwen met maximale score naar achtste finale, su onsoranje.nl, 20 giugno 2019. URL consultato il 28 giugno 2019.
  14. ^ (NL) Oranjevrouwen kwartfinalist na zinderende ontknoping tegen Japan, su onsoranje.nl, 20 giugno 2019. URL consultato il 28 giugno 2019.
  15. ^ (NL) Bondscoaches Aller Tijden Oranje vrouwen, su fotball.no, 19 ottobre 2011. URL consultato l'8 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 10 ottobre 2016).
  16. ^ (EN) Sarina Wiegman has announced her World Cup squad, su knvb.com, 10 aprile 2019. URL consultato il 26 aprile 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]