Elin Rubensson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elin Rubensson
Elin Rubensson - Rio 2016.jpg
Elin Rubensson a Rio 2016.
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 166 cm
Peso 59 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Attaccante
Squadra K. Göteborg
Carriera
Giovanili
non conosciuta Marieholms IS
2008-2009non conosciuta Stehags IF
Squadre di club1
2010-2013LdB Malmö72 (11)
2014Rosengård15 (2)
2015-K. Göteborg39 (6)
Nazionale
2008-2010Svezia Svezia U-1722 (24)
2011-2012Svezia Svezia U-1926 (24)
2011-2013Svezia Svezia U-235 (0)
2012-Svezia Svezia38 (0)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Mondiali di calcio femminile
Bronzo Francia 2019
Transparent.png Europei di calcio femminile Under-19
Oro Turchia 2012
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2016 (club)
5 novembre 2016 (Nazionale)

Elin Rubensson (Ystad, 11 maggio 1993) è una calciatrice svedese, centrocampista del Kopparbergs/Göteborg e della nazionale svedese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Elin Rubensson si appassiona al calcio fin dalla giovane età, decidendo di tesserarsi con il Marieholms IS, società polisportiva con sede nell'omonima località del comune di Eslöv, nella contea di Scania, per poi spostarsi nella vicina Stehag tesserandosi per la polisportiva Stehags IF e giocando come attaccante con la loro formazione di calcio dal 2008 al 2009.

Nel 2010 coglie l'occasione offertale dal Lait de Beauté Football Club Malmö per giocare in Damallsvenskan, il livello di vertice del campionato svedese di categoria, dalla stagione entrante. Con la maglia del LdB FC Malmö continua ad essere impiegata nel reparto offensivo fino al maggio 2013, quando le viene assegnato il ruolo di terzino sinistro[1], e in seguito quello di centrocampista che continuerà a mantenere per il futuro. Gioca con il LdB FC Malmö fino al termine della stagione 2013 rimanendo a Malmö con la nuova realtà societaria, l'FC Rosengård, per un'altra stagione; con le due squadre vince quattro titoli nazionali, nel 2010, 2011 e 2013 come LdB FC Malmö e nel 2014 come FC Rosengård, e due Supercupen, come LdB FC Malmö, nel 2011 e 2012, congedandosi con un tabellino personale di 13 reti su 87 incontri in campionato.

Nel dicembre 2014 decide di sottoscrivere un contratto biennale con il Kopparbergs/Göteborg.[2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Rubensson viene chiamata dalla Federazione calcistica della Svezia (Svenska Fotbollförbundet - SvFF) per vestire le maglie delle nazionali giovanili fin dal 2008, dove con la formazione Under-17 fa il suo debutto in una competizione ufficiale UEFA il 15 ottobre 2008, nella partita valida per il primo turno di qualificazione all'europeo Under-17 2009, dove la Svezia si impone con un pesante 16-0 sulle avversarie dell'Armenia.[3]

Dal 2010, all'Under-19, squadra con la quale si laurea campione d'Europa in Turchia nel 2012 battendo in finale le avversarie della Spagna. Superati i limiti di età continua a essere inserita in rosa nella Under-23.

Grazie alle prestazioni offerte, nel 2012 viene convocata con la nazionale maggiore, inserita in rosa dalla selezionatrice Pia Sundhage nella formazione impegnata nelle qualificazioni al Mondiale di Canada 2015. Inserita nel gruppo 4 la Svezia si colloca al primo posto del girone garantendosi l'accesso alla fase finale. Rubensson viene inserita nella formazione finale delle 23 convocate annunciata dalla federazione svedese l'11 maggio 2015.[4] In quell'occasione gioca tutte le quattro partite disputate, condividendo con le compagne il superamento della fase a gironi e l'eliminazione agli ottavi di finale da parte delle avversarie della Germania.[3]

Nel 2016 viene nuovamente convocata per rappresentare la Svezia nel torneo di calcio femminile ai Giochi della XXXI Olimpiade di Rio 2016. Inserita nel gruppo E, durante il torneo viene impiegata nella partita del 3 agosto, dove la Svezia supera il Sudafrica per 1-0, condividendo con le compagne il superamento della fase a gironi, il successo ai quarti di finale sui campioni mondiali degli Stati Uniti d'America e quello in semifinale sul Brasile, risolto ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari erano terminati sullo 0-0. Giunti in finale non sono riuscite a battere le avversarie della Germania perdendo l'incontro per 2-0 ma conquistando comunque la prima medaglia d'argento olimpica del calcio femminile svedese.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

LdB Malmö: 2010, 2011, 2013
Rosengård: 2014
LdB Malmö: 2011, 2012

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro 2016
Turchia 2012

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • UEFA Golden Player: 1
Campionato europeo di calcio femminile Under-19 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Elisabeth Lindbäck, Efter succén: Rubensson EM-aktuell, su Expressen, 20 maggio 2013. URL consultato il 16 agosto 2016.
  2. ^ (SV) Elin Rubensson klar för Kopparbergs/Göteborg FC, su Kopparbergs/Göteborg FC, 1º dicembre 2014. URL consultato il 16 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2016).
  3. ^ a b UEFA, Elin Rubensson.
  4. ^ (SV) Sundhages VM-trupp spikad, su Svenska Fotbollförbundet (SvFF). URL consultato l'11 maggio 2015.
  5. ^ FIFA.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]