Campionato europeo di calcio femminile 2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato europeo di calcio femminile 2013
UEFA Women's Euro 2013
Competizione Campionato europeo di calcio femminile
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 11ª
Organizzatore UEFA
Date dal 10 luglio 2013
al 28 luglio 2013
Luogo Svezia Svezia
(7 città)
Partecipanti 12 (44 alle qualificazioni)
Impianto/i 7 stadi
Sito web www.uefa.com
Risultati
Vincitore Germania Germania
(8º titolo)
Secondo Norvegia Norvegia
Semi-finalisti Svezia Svezia
Danimarca Danimarca
Statistiche
Miglior giocatore Germania Nadine Angerer[1]
Miglior marcatore Svezia Lotta Schelin (5)
Incontri disputati 25
Gol segnati 56 (2,24 per incontro)
Pubblico 216 888
(8 676 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Finlandia 2009 Paesi Bassi 2017 Right arrow.svg

L'undicesima edizione del campionato europeo di calcio femminile si è svolta in Svezia tra il 10 e il 28 luglio 2013[2]. Per il paese scandinavo è stato il secondo europeo organizzato, dopo quello del 1997 organizzato insieme alla Norvegia. Il Paese ospite è stato scelto il 4 ottobre 2010 a Minsk dal Comitato Esecutivo della UEFA e la Svezia è stata scelta scartando la candidatura dei Paesi Bassi[3].

Il torneo è stato vinto dalla Germania per l'ottava volta nella sua storia, la sesta consecutiva, dopo aver sconfitto in finale la Norvegia[4].

Struttura del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Venne confermata la partecipazione di dodici nazionali alla fase finale per l'ultima volta, visto che dall'edizione 2017 il numero di squadre partecipanti sarebbe stato aumentando da 12 a 16[5].

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 2013.

Le qualificazioni sono iniziate il 3 marzo 2011, concludendosi il 25 ottobre 2012. La nazionale svedese è stata ammessa direttamente come rappresentativa del paese organizzatore, mentre le restanti 44 squadre nazionali hanno preso parte alle qualificazioni. Alle qualificazioni non hanno partecipano Andorra, Azerbaigian, Cipro, Gibilterra, Liechtenstein e San Marino.

La fase di qualificazione è suddivisa in tre turni[6]:

  • Turno preliminare: le 8 nazionali con il ranking UEFA peggiore sono suddivise in due gruppi da quattro squadre. Ogni gruppo gioca in un girone all'italiana che si disputa in una delle nazioni rappresentate estratte a sorte dalla UEFA. Le due vincitrici dei gironi vengono promosse alla fase a gironi di qualificazione.
  • Girone di qualificazione: Le 38 nazionali (36 dal ranking superiore più le due promosse dal turno preliminare) sono divise in tre gironi da sei squadre e in quattro gironi da cinque squadre. Ogni gruppo è giocato con il formato del girone all'italiana. Le sette vincitrici dei gironi e la migliore seconda (non contando i risultati contro la sesta classificata dei gironi da sei) si qualificano direttamente per la fase finale, mentre le sei restanti seconde classificate sono ammesse alla fase dei play-off.
  • Play-off: Le sei nazionali rimaste giocano partite di andata e ritorno per determinare l'ultime tre squadre qualificate.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Ultima presenza
1 Svezia Svezia 004 ottobre 2010 00Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Finlandia 2009
2 Italia Italia 0016 giugno 2012 00Vincitrice gruppo 1 di qualificazione Finlandia 2009
3 Germania Germania 0016 giugno 2012 00Vincitrice gruppo 2 di qualificazione Finlandia 2009
4 Francia Francia 0015 settembre 2012 00Vincitrice gruppo 4 di qualificazione Finlandia 2009
5 Finlandia Finlandia 0015 settembre 2012 00Vincitrice gruppo 5 di qualificazione Finlandia 2009
6 Norvegia Norvegia 0019 settembre 2012 00Vincitrice gruppo 3 di qualificazione Finlandia 2009
7 Inghilterra Inghilterra 0019 settembre 2012 00Vincitrice gruppo 6 di qualificazione Finlandia 2009
8 Danimarca Danimarca 0019 settembre 2012 00Vincitrice gruppo 7 di qualificazione Finlandia 2009
9 Paesi Bassi Paesi Bassi 0019 settembre 2012 00Migliore seconda delle qualificazioni Finlandia 2009
10 Spagna Spagna 0024 ottobre 2012 00Vincitrice play-off Norvegia/Svezia 1997
11 Russia Russia 0025 ottobre 2012 00Vincitrice play-off Finlandia 2009
12 Islanda Islanda 0025 ottobre 2012 00Vincitrice play-off Finlandia 2009

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Göteborg Solna Norrköping
Gamla Ullevi
Capacità: 15 000
Friends Arena
Capacità: 50 100
Nya Parken
Capacità: 11 750
3 gironi
1 semifinale
Finale 3 gironi
1 quarto di finale
Gamla Ullevi inside.JPG Friends Arena (7751335978).jpg Norrkopings idrottspark.jpg
Linköping
Stadi ospitanti i campionati europei di calcio femminile 2013.
Kalmar
Linköping Arena
Capacità: 8 000
Guldfågeln Arena
Capacità: 11 800
Linköpings Arena.jpg Goldenbird arena1.png
3 gironi
1 semifinale
3 gironi
1 quarto di finale
Halmstad Växjö
Örjans Vall
Capacità: 7 500
Myresjöhus Arena
Capacità: 12 000
Örjan.JPG 120727 MSHArena 8183.jpg
3 gironi
1 quarto di finale
3 gironi
1 quarto di finale

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio si è svolto il 9 novembre 2012 allo Svenska Mässan Exhibition and Congress Centre di Göteborg[7]. Svezia Germania e Francia sono state inserite automaticamente, e rispettivamente, nei gruppi A, B e C. Le altre nove squadre sono state divise, in base al ranking UEFA, in due urne, una di tre e una di sei squadre.

Teste di serie Urna 1 Urna 2

Svezia Svezia (Gruppo A)
Germania Germania (Gruppo B)
Francia Francia (Gruppo C)

Inghilterra Inghilterra
Norvegia Norvegia
Italia Italia

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato europeo di calcio femminile 2013.

Fase a gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti delle nazionali a Euro 2013

Si qualificano alla fase ad eliminazione diretta le prime due classificate di ciascuno dei quattro gruppi[6].

In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri[6]:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. migliore differenza reti;
  5. maggiore numero di reti segnate;
  6. calci di rigore se le due squadre sono a parità di punti al termine dell'ultima giornata;
  7. posizione del ranking UEFA al momento del sorteggio dei gironi.

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Svezia Svezia 7 3 2 1 0 9 2 +7
2. Italia Italia 4 3 1 1 1 3 4 -1
3. Danimarca Danimarca 2 3 0 2 1 3 4 -1
4. Finlandia Finlandia 2 3 0 2 1 1 6 -5
Halmstad
10 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Italia Italia0 – 0
referto
Finlandia FinlandiaÖrjans Vall (3 011 spett.)
Arbitro: Romania Teodora Albon

Göteborg
10 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Svezia Svezia1 – 1
referto
Danimarca DanimarcaUllevi (16 128 spett.)
Arbitro: Germania Bibiana Steinhaus

Halmstad
13 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Italia Italia2 – 1
referto
Danimarca DanimarcaÖrjans Vall (2 190 spett.)
Arbitro: Svizzera Esther Staubli

Göteborg
13 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Finlandia Finlandia0 – 5
referto
Svezia SveziaUllevi (16 414 spett.)
Arbitro: Romania Cristina Dorcioman

Halmstad
16 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Svezia Svezia3 – 1
referto
Italia ItaliaÖrjans Vall (7 288 spett.)
Arbitro: Ungheria Katalin Kulcsár

Göteborg
16 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Danimarca Danimarca1 – 1
referto
Finlandia FinlandiaUllevi (8 360 spett.)
Arbitro: Ucraina Kateryna Monzul'

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Norvegia Norvegia 7 3 2 1 0 3 1 +2
2. Germania Germania 4 3 1 1 1 3 1 +2
3. Islanda Islanda 4 3 1 1 1 2 4 -2
4. Paesi Bassi Paesi Bassi 1 3 0 1 2 0 2 -2
Kalmar
11 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Norvegia Norvegia1 – 1
referto
Islanda IslandaGuldfågeln Arena (3 867 spett.)
Arbitro: Ungheria Katalin Kulcsár

Växjö
11 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Germania Germania0 – 0
referto
Paesi Bassi Paesi BassiMyresjöhus Arena (8 861 spett.)
Arbitro: Italia Silvia Spinelli

Kalmar
14 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Norvegia Norvegia1 – 0
referto
Paesi Bassi Paesi BassiGuldfågeln Arena (4 256 spett.)
Arbitro: Romania Teodora Albon

Växjö
14 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Islanda Islanda0 – 3
referto
Germania GermaniaMyresjöhus Arena (4 620 spett.)
Arbitro: Finlandia Kirsi Heikkinen

Kalmar
17 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Germania Germania0 – 1
referto
Norvegia NorvegiaGuldfågeln Arena (10 346 spett.)
Arbitro: Svizzera Esther Staubli

Växjö
17 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Paesi Bassi Paesi Bassi0 – 1
referto
Islanda IslandaMyresjöhus Arena (3 406 spett.)
Arbitro: Romania Cristina Dorcioman

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Francia 9 3 3 0 0 7 1 +6
2. Spagna Spagna 4 3 1 1 1 4 4 0
3. Russia Russia 2 3 0 2 1 3 5 -2
4. Inghilterra Inghilterra 1 3 0 1 2 3 7 -4
Norrköping
12 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Francia Francia3 – 1
referto
Russia RussiaNya Parken (2 980 spett.)
Arbitro: Svezia Jenny Palmqvist

Linköping
12 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Inghilterra Inghilterra2 – 3
referto
Spagna SpagnaLinköping Arena (5 190 spett.)
Arbitro: Ucraina Kateryna Monzul'

Linköping
15 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Inghilterra Inghilterra1 – 1
referto
Russia RussiaLinköping Arena (3 629 spett.)
Arbitro: Germania Bibiana Steinhaus

Norrköping
15 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Spagna Spagna0 – 1
referto
Francia FranciaNya Parken (5 068 spett.)
Arbitro: Italia Carina Vitulano

Linköping
18 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Francia Francia3 – 0
referto
Inghilterra InghilterraLinköping Arena (7 332 spett.)
Arbitro: Finlandia Kirsi Heikkinen

Norrköping
18 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Russia Russia1 – 1
referto
Spagna SpagnaNya Parken (2 157 spett.)
Arbitro: Svezia Jenny Palmqvist

Confronto tra le terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P
B Islanda Islanda 4 3 1 1 1
A Danimarca Danimarca[8] 2 3 0 2 1
C Russia Russia 2 3 0 2 1

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale Semifinali Finale
                   
21 luglio 2013 - Halmstad        
 Svezia Svezia  4
24 luglio 2013 - Göteborg
 Islanda Islanda  0  
 Svezia Svezia  0
21 luglio 2013 - Växjö
   Germania Germania  1  
 Italia Italia  0
28 luglio 2013 - Solna
 Germania Germania  1  
 Germania Germania  1
22 luglio 2013 - Kalmar
   Norvegia Norvegia  0
 Norvegia Norvegia  3
25 luglio 2013 - Norrköping
 Spagna Spagna  1  
 Norvegia Norvegia  1 (4)
22 luglio 2013 - Linköping
   Danimarca Danimarca  1 (2)  
 Francia Francia  1 (2)
 Danimarca Danimarca (dtr)  1 (4)  

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Halmstad
21 luglio 2013, ore 15:00 UTC+2
Svezia Svezia4 – 0
referto
Islanda IslandaÖrjans Vall (7 468 spett.)
Arbitro: Finlandia Kirsi Heikkinen

Växjö
21 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Italia Italia0 – 1
referto
Germania GermaniaMyresjöhus Arena (9 265 spett.)
Arbitro: Ungheria Katalin Kulcsár

Kalmar
22 luglio 2013, ore 18:00 UTC+2
Norvegia Norvegia3 – 1
referto
Spagna SpagnaGuldfågeln Arena (10 435 spett.)
Arbitro: Germania Bibiana Steinhaus

Linköping
22 luglio 2013, ore 20:45 UTC+2
Francia Francia1 – 1
(d.t.s.)
referto
Danimarca DanimarcaLinköping Arena (7 448 spett.)
Arbitro: Italia Carina Vitulano

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Göteborg
24 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Svezia Svezia0 – 1
referto
Germania GermaniaGamla Ullevi (16 608 spett.)
Arbitro: Svizzera Esther Staubli

Norrköping
25 luglio 2013, ore 20:30 UTC+2
Norvegia Norvegia1 – 1
(d.t.s.)
referto
Danimarca DanimarcaNya Parken (9 260 spett.)
Arbitro: Ucraina Kateryna Monzul'

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Solna
28 luglio 2013, ore 16:00 UTC+2
Germania Germania1 – 0
referto
Norvegia NorvegiaFriends Arena (41 301 spett.)
Arbitro: Romania Cristina Dorcioman

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Germania
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Norvegia
Germania:
POR 1 Nadine Angerer (c) Sbagliato (parato al 29) Sbagliato (parato al 61)
DIF 4 Leonie Maier
DIF 5 Annike Krahn Ammonizione al 70’ 70’
DIF 3 Saskia Bartusiak
DIF 15 Jennifer Cramer
CEN 8 Nadine Keßler
CEN 20 Lena Goeßling
CEN 9 Lena Lotzen Uscita al 46’ 46’
CEN 10 Dzsenifer Marozsán
CEN 6 Simone Laudehr Uscita al 77’ 77’
ATT 13 Célia Okoyino da Mbabi
Sostituzioni:
ATT 11 Anja Mittag Ingresso al 46’ 46’
DIF 2 Bianca Schmidt Ingresso al 77’ 77’
Allenatore:
Silvia Neid
GER-NOR-2013-07-28.svg
Norvegia:
POR 1 Ingrid Hjelmseth
DIF 6 Maren Mjelde
DIF 7 Trine Rønning Sbagliato (parato al 61)
DIF 3 Marit Fiane Christensen Uscita al 85’ 85’
DIF 5 Toril Hetland Akerhaugen
CEN 4 Ingvild Stensland (c) Uscita al 76’ 76’
CEN 8 Solveig Gulbrandsen Sbagliato (parato al 29) Uscita al 68’ 68’
CEN 22 Cathrine Dekkerhus
CEN 10 Caroline Graham Hansen
CEN 16 Kristine Wigdahl Hegland
ATT 21 Ada Hegerberg
Sostituzioni:
ATT 9 Elise Thorsnes Ingresso al 68’ 68’
CEN 19 Ingvild Isaksen Ingresso al 76’ 76’
ATT 11 Leni Larsen Kaurin Ingresso al 85’ 85’
Allenatore:
Even Pellerud

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

5 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Scarpa d'oro[9]
Scarpa d'oro Scarpa d'argento Scarpa di bronzo
Svezia Lotta Schelin
5 reti
2 assist
Svezia Nilla Fischer
3 reti
0 assist
Francia Louisa Nécib
2 reti
2 assist
Squadra del torneo UEFA[1]
Portieri Difensori Centrocampisti Attaccanti
Germania Nadine Angerer
Norvegia Ingrid Hjelmseth
Danimarca Stina Lykke Petersen
Germania Saskia Bartusiak
Francia Laure Boulleau
Norvegia Marit Fiane Christensen
Svezia Nilla Fischer
Germania Annike Krahn
Norvegia Maren Mjelde
Francia Wendie Renard
Germania Lena Goeßling
Norvegia Solveig Gulbrandsen
Germania Dzsenifer Marozsán
Francia Louisa Nécib
Danimarca Katrine Søndergaard Pedersen
Svezia Caroline Seger
Svezia Josefine Öqvist
Spagna Verónica Boquete
Italia Melania Gabbiadini
Francia Eugénie Le Sommer
Germania Célia Okoyino da Mbabi
Svezia Lotta Schelin
Francia Gaëtane Thiney

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Germany No1 Angerer heads up all-star squad, su uefa.com, 30 luglio 2013. URL consultato il 16 novembre 2019.
  2. ^ (EN) UEFA European Women's Championship Final Tournament 2013 (PDF), su en.uefa.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  3. ^ (FR) La Suède accueillera l'UEFA EURO féminin 2013, su fr.uefa.com, 4 ottobre 2010. URL consultato il 29 settembre 2011.
  4. ^ (EN) Angerer the hero as Germany make it six in a row, su uefa.com, 28 luglio 2013. URL consultato il 16 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Women's EURO and U17s expanded, su uefa.com, 8 dicembre 2011.
  6. ^ a b c (EN) Regulations of the UEFA European Women's Championship, 2011–13 (PDF), su uefa.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  7. ^ (EN) Familiar path for Germany at Women's EURO 2013, su uefa.com, 9 novembre 2012.
  8. ^ La Danimarca è stata ammessa ai quarti di finale dopo un sorteggio. (EN) Denmark complete quarter-final lineup, su uefa.com, 18 luglio 2013. URL consultato il 16 novembre 2019.
  9. ^ (EN) Sweden's Schelin wins Golden Boot, su uefa.com, 28 luglio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]