Antonella Carta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonella Carta
Sanitas Trani 80 1985.jpg
Carta (in piedi, quarta da destra) nella Sanitas Trani 80 della stagione 1985
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Carriera
Squadre di club1
1980-1981 600px Giallo e Blu.svg Attilia Nuoro ? (?)[1]
1982 Alaska Lecce 11 (1)
1983-1984Roma CF ? (?)
1984-1987Trani 80 ? (?)
1987-1990Giugliano ? (?)
1990-1991Milan 82 ? (?)
1991-1993Reggiana 49 (41)
1993-1994Torino 28 (24)
1994-1998Lugo 104 (51)
1998-2000Autolelli Picenum 48 (20)
2000-2002Torres 42 (23)
2002-2003ACF Milan ? (?)
Nazionale
Italia Italia120 (31)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Pivot
Squadra Nero e Bianco (Strisce).svg Real Balduina
Carriera
Squadre di club
2011-2012Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).svg Real Milan? (?)
2012-Nero e Bianco (Strisce).svg Sora? (?)
Statistiche aggiornate al 20 dicembre 2014

Antonella Carta (Orotelli, 1º marzo 1967) è una calciatrice italianapivot del Città di Sora Futsal, già calciatrice di calcio femminile a 11 e della Nazionale italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver iniziato la carriera fin da giovane, in Serie C nell'Attilia Nuoro, fa il suo esordio in Serie A con l'Alaska Lecce contribuendo a far conquistare alle bianco-verdi uno Scudetto e una Coppa Italia di calcio femminile.[2] La sua carriera continua sempre ai massimi livelli del campionato italiano di calcio femminile vestendo le maglie di Alaska Lecce, Giolli Roma, Sanitas Trani, Giugliano, Milan 82, Zambelli Reggiana, Torino, Zambelli Lugo, Autolelli Picenum[3] e Torres nella quale concluse la carriera di calcio a 11 nei primi anni 2000, con oltre 700 presenze in Serie A e un attivo di 350 reti segnate, conquistando un totale di sei Scudetti, sette Coppe Italia e una Supercoppa.[2]

Dopo un periodo sabbatico, decide di ricominciare l'attività sportiva nel Calcio a 5, giocando in Serie A con Real Milan[4] Città di Sora.[5] e in Serie C con il Real Balduina

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Alaska Lecce: 1982
Trani: 1985, 1985-1986
Giugliano: 1988-1989
Reggiana: 1992-1993
Torres: 2000-2001
Alaska Lecce: 1982
Trani: 1983
Giugliano: 1988-1989, 1989-1990
Reggiana: 1992-1993
Lugo: 1996-1997
Torres: 2000-2001
Torres: 2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda di Antonella Carta sul libro di Sappino. Sappino non cita che è un campionato di Serie C che all'epoca era un piccolo girone unico solo composto da squadre regionali.
  2. ^ a b Laura Pressi, Intervista a un fenomeno del calcio femminile: Antonella Carta, su CalcioDonne.it, http://www.calciodonne.it/, 14 novembre 2014. URL consultato il 6 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2014).
  3. ^ Giancarlo Padovan, Donne e pallone, l'Italia gioca in salita, su Corsera.it, http://archiviostorico.corriere.it/, 21 giugno 1999. URL consultato il 6 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  4. ^ Real Milan Calcio a 5: pronto per la A lindifferenziato.com.
  5. ^ A volte ritornano: i ciociari ufficializzano Antonella Carta calcioa5live.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca Barboni e Gabriele Cecchi, Annuario del calcio femminile 2002/2003, Ospedaletto (PI), Etruria Football Club - Off Set Grafica, luglio 2003, p. 21, scheda carriera di Antonella Carta aggiornata alla stagione 2001-2002.
  • Calciodonne, Anno II n. 29 del 27 ottobre 1982 a p. 3 in "Campionato ai raggi X - Bisogna saper vincere" - presenze e reti delle calciatrici dell'Alaska Gelati Lecce. Direttore Responsabile Gianni Bezzi - Redazione: Piazza Bologna 2 int. 8, 00162 Roma. Giornale settimanale conservato dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]