Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Associazione Sportiva Dilettantistica Torres Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la squadra professionistica di calcio maschile di Sassari, vedi Associazione Sportiva Dilettantistica Torres.
A.S.D. Torres Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Rossoblù; Sarde; Sassaresi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Quarti Blu con croce Bianca e Rosso con torre Bianca.png Rosso e blu
Simboli Croci e torri
Inno Dimònios[1]
Luciano Sechi
Dati societari
Città Sassari
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato inattiva
Fondazione 1980
Scioglimento 2015
Stadio Vanni Sanna
(12 000[2] posti)
Palmarès
ScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudettoScudetto Coppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa Italia Supercoppa italianaSupercoppa italianaSupercoppa italianaSupercoppa italianaSupercoppa italianaSupercoppa italianaSupercoppa italiana
Scudetti 7
Trofei nazionali 8 Coppe Italia
7 Supercoppe italiane
Dati aggiornati al aprile 2017
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Torres Calcio, nota semplicemente come Torres Femminile, è stata una società calcistica femminile con sede a Sassari. Ha militato in Serie A dal 1990 al 2015, quando non si è iscritta al campionato per inadempienze finanziarie[3].

Nel suo palmarès può vantare la conquista di sette campionati italiani, otto Coppe Italia e sette Supercoppe italiane, per un totale di ventidue trofei che ne fanno la squadra più titolata del panorama nazionale.

Nella stagione 2014-2015 ha partecipato alla massima serie come sezione femminile della S.E.F. Torres 1903[4].

Storia

Il club nasce nel 1980 con denominazione A.C.F. Delco Costruzioni di Sassari e si affilia alla F.I.G.C.F. e inizia l'attività sportiva nella stagione 1981[5] iscrivendosi al campionato di Serie C.

Nel 1989, il C.U.S. Sassari (la futura Torres) vince il campionato sardo di Serie C e ottiene la promozione in Serie B. la stagione successiva approda in Serie A. Già nella prima stagione, la Woman vince la Coppa Italia. Nella stagione 1993-1994 arriva il primo scudetto, grazie anche ai gol di Carolina Morace e, nella stagione successiva, la seconda Coppa Italia.

Campionato nazionale femminile Serie A 2006-2007, 2ª giornata andata, Vigor Senigallia-Torres finita 1-2. calcio di punizione per il Torres.

Tra il 1999 e il 2005, la Torres vince altri due scudetti, quattro Coppe Italia, due Supercoppe italiane e la Italy Women's Cup[6], oltre a stabilire il record di 38 vittorie consecutive in gare ufficiali tra campionato e Coppa Italia. La Torres è stata la prima squadra italiana a partecipare alla UEFA Women's Cup, la versione femminile della Coppa Campioni.

Nel 2008, dopo essere arrivata seconda in campionato, la Torres si aggiudica la sua settima Coppa Italia battendo il Bardolino Verona nella finale di ritorno per 1-0, rimediando così alla sconfitta dell'andata per 3-2. Nell'estate del 2009, a Taormina, si aggiudica la Supercoppa battendo 2-1 il Bardolino Verona.

Nel campionato 2009-2010 vince il suo quarto scudetto dominando il campionato sin dalla prima giornata, oltre alla Supercoppa, ma perde la finalissima di Coppa Italia. A coronamento di una grande stagione, arriva ai quarti di finale di Champions League (miglior piazzamento della storia per la squadra sarda). La stagione successiva realizza un treble, vincendo la Supercoppa, scudetto e Coppa Italia. Nella stagione successiva, realizza un double, vincendo campionato e Supercoppa, ma uscendo in semifinale di Coppa Italia. All'avvio della stagione 2012, si aggiudica subito la Supercoppa.[7]

Dopo la conclusione della stagione 2013-2014 che nonostante il conseguimento di un trofeo, la Supercoppa, due secondi posti (Campionato e Coppa Italia) ed il raggiungimento dei quarti di finale della Champions League è considerata sotto le aspettative, nel giugno 2014 il presidente Leonardo Marras decide di dare le dimissioni[8] e non viene rinnovata la fiducia all'allenatrice Manuela Tesse[9].

Nel giugno 2014 la Torres Femminile cambia denominazione, entrando a far parte della società, fino ad ora solamente maschile, S.E.F. Torres 1903, la principale squadra calcistica di Sassari. La direzione tecnica è affidata al nuovo allenatore Mario Silvetti, il quale resterà fino ai primi di novembre dando le dimissioni per motivi personali. Gli subentra provvisoriamente Mario Pompili, preparatore dei portieri, con il quale si presenta alla partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions.[10]

Nel settembre 2015 viene resa nota la mancata iscrizione della squadra al campionato di Serie A per inadempienze finanziarie[3].

Cronistoria

Cronistoria della A.S.D. Torres Calcio
  • 1980 - Nasce l'A.C.F. Delco Sassari.
Si iscrive al campionato sardo di Serie C 1981.
  • 1981 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1982 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1983 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1984 - 4° nel girone unico della Serie C sarda[11].
  • 1985 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1985-1986 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1986-1987 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1987-1988 - Nel girone unico della Serie C sarda.
  • 1988-1989 - 1º girone unico della Serie C sarda.
Cambia denominazione da C.U.S. Sassari a S.S. Woman Sassari[12].
  • 1989-1990 - 1ª nel girone A della Serie B, promossa in Serie A.

Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (1º titolo).
Cambia denominazione in S.S. Torres Fo.S..
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (2º titolo).
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (3º titolo).

  • 2000-2001 - Scudetto.svg Campione d'Italia (3º titolo).
Cambia denominazione in Torres Terra Sarda[13].
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (4º titolo).
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (1º titolo).
Finalista di Supercoppa Italiana.
Fase a gironi di Women's Cup.
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (5º titolo).
Vince la Italy Women's Cup (1º titolo).
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (6º titolo).
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (2º titolo).
Cambia denominazione in Eurospin Torres[14].
Quarti di finale di Coppa Italia.
Semifinali di Coppa Italia.
Cambia denominazione in A.S.D. Torres Calcio[15][16].
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (7º titolo).
Vince la Italy Women's Cup (2º titolo).
Finalista di Coppa Italia.
Finalista di Supercoppa Italiana.
  • 2009-2010 - Scudetto.svg Campione d'Italia (4º titolo).
Finalista di Coppa Italia.
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (3º titolo).
Quarti di finale di Champions League.

Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia (8º titolo).
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (4º titolo).
Ottavi di finale di Champions League.
Semifinali di Coppa Italia.
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (5º titolo).
Ottavi di finale di Champions League.
Semifinali di Coppa Italia.
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (6º titolo).
Quarti di finale di Champions League.
Finalista in Coppa Italia.
Supercoppaitaliana.png Vince la Supercoppa Italiana (7º titolo).
Quarti di finale di Champions League.

Cambia denominazione da Associazione Sportiva Dilettantistica Torres Calcio a S.E.F. Torres 1903
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Champions League.
  • 2015-2016 - Esclusa dalla Serie A per inadempienze finanziarie.

Palmarès

Trofei ufficiali

Nazionali

22 trofei[17]

1993-1994, 1999-2000, 2000-2001, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
1990-1991, 1994-1995, 1999-2000, 2000-2001, 2003-2004, 2004-2005, 2007-2008, 2010-2011
2000, 2004, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013
1989-1990

Altre competizioni

Internazionali

2 trofei[18]

2004; 2008

Note

  1. ^ L' inno Dimònios adottato dalle rossoblù (righe 6-7-8)., torrescalciofemminile.it.
  2. ^ Stadio - dati tecnici., forzatorres.org.
  3. ^ a b Fine della storia: la Torres lascia e non si iscrive alla serie A, in Corrieredellosport.it, 11 settembre 2015. URL consultato il 27 maggio 2016.
  4. ^ Uomini e donne, solo una Torres. Capitani: "Rilanciamo e puntiamo sui giovani". Comune Sassari: "Stadio? Si può fare", in SardegnaSport.com, 27 giugno 2014. URL consultato il 3 ottobre 2014.
  5. ^ F.I.G.C.F., comunicato ufficiale n. 3 del 18 marzo 1981
  6. ^ La Torres si tuffa nell'Italy Women's Cup., ricerca.gelocal.it.
  7. ^ Vittoria della Supercoppa Italiana 2012., torrescalciofemminile.it.
  8. ^ Torrescalciofemminile.com
  9. ^ Torrescalciofemminile.com
  10. ^ Troppo Francoforte, Torres eliminata
  11. ^ La F.I.G.C.F. non riesce a far diventare il girone sardo un campionato di tipo interregionale a causa degli alti costi logistici (troppo alti i costi dei voli e dei traghetti per le squadre di Serie C). Riesce ad organizzare un girone unico composto da 8 squadre sarde. Classifica finale pubblicata dal comunicato ufficiale n. 23 del 5 luglio 1984.
  12. ^ F.I.G.C. Comitato Nazionale Calcio Femminile, comunicato ufficiale n. 13 del 17 ottobre 1989.
  13. ^ Divisione Calcio Femminile, comunicato ufficiale n. 3 del 3 agosto 2001, pag. 2. (Nota bene: senza "S.S.")
  14. ^ Divisione Calcio Femminile, comunicato ufficiale n. 14 del 27 settembre 2006, pag. 2. (Nota bene: senza "S.S.")
  15. ^ Comitato Regionale Sardegna, comunicato ufficiale n. 10 del 25 settembre 2008.
  16. ^ Delegazione Provinciale di Sassari, comunicato n. 7 del 1º ottobre 2008.
  17. ^ Al numero totale dei trofei non è sommato il Campionato di Serie B vinto nella stagione 1989-1990
  18. ^ Non ufficiali

Bibliografia

  • Luca Barboni e Gabriele Cecchi, Annuario del calcio femminile, Mariposa Editrice - Fornacette (PI) (edizioni 1998/99, 1999-2000 e 2000-2001) e Etruria Football Club (edizioni 2001/2002 e 2002/2003) che ha pubblicato l'elenco delle calciatrici in ogni edizione.

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni