Accademia di belle arti di Sassari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Accademia di belle arti "Mario Sironi"
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàSassari
Dati generali
Fondazione1989
Tipostatale
FacoltàAFAM
RettoreAntonio Bisaccia
Sito web

L'Accademia di belle arti "Mario Sironi" di Sassari è un istituto di alta cultura per la formazione delle arti visive in Italia. Fondata nel 1989 è in ordine cronologico la più giovane tra le venti accademie nazionali.

Istituita nella più antica terra del Mediterraneo, la Sardegna, l'Accademia ha sede a Sassari. Città prima aragonese, poi regia, centro di studi universitari tra i più antichi d’Europa - l’università cittadina risale al XVI secolo - Sassari ha dato i natali a uomini di cultura (compresi due presidenti della Repubblica, Antonio Segni e Francesco Cossiga) e artisti illustri.

L’Accademia di belle arti di Sassari, come le altre diciannove accademie italiane, ha il compito di preparare all’esercizio e allo studio dell’arte, e rappresenta il più elevato livello di formazione artistica dello Stato. È sede primaria di alta formazione, di specializzazione e di ricerca nel settore artistico e svolge correlate attività di produzione della creatività artistica contemporanea, sia nella direzione della tecnica tradizionale che di quella tecnologica e scientifica sperimentale più avanzata.

L'Accademia è dotata di personalità giuridica e gode di autonomia statutaria, didattica, scientifica, amministrativa, finanziaria e contabile. È articolata, sul piano dell'offerta formativa, in scuole di 1º livello (triennale) e 2º livello (biennale), pittura, decorazione, scultura, scenografia, grafica d'arte, nuove tecnologie dell'arte, didattica dell’arte. Corsi di studio ai quali si accede con Diploma di Scuola Secondaria Superiore, previo esame di ammissione.

L'Accademia rilascia specifico diploma accademico di primo o secondo livello. I titoli rilasciati sono equipollenti ai titoli di studio universitari a livello europeo.

Ha vinto quattro premi nazionali delle arti negli ultimi cinque anni).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]