Maura Furlotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maura Furlotti
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Jolly
Ritirata 1996 - giocatrice
Carriera
Squadre di club1
1970-1971non conosciuta Roma '70? (?)
1971non conosciuta Trastevere? (?)
1972Lazio CF? (?)
1973-1992Lazio CF? (?)
1993-1996Fiammamonza? (?)
Nazionale
1972-1991Italia Italia100 (?)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio femminile
Bronzo 1984
Bronzo Norvegia 1987
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Maura Furlotti (Roma, 12 settembre 1957) è un'ex calciatrice italiana, di ruolo jolly.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo fratello maggiore Sandro è stato un calciatore professionista (con la Serie C con la maglia della Cynthia come massima categoria raggiunta).

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera giocando come attaccante, venendo poi arretrata in difesa da Ferruccio Mazzola nel 1981[1]; successivamente ha anche giocato da centrocampista e su entrambe le fasce, ricoprendo di fatto tutti i ruoli possibili, portiere escluso.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nell'A.S.F. Roma '70, passando poi in prestito all'A.C.F. Trastevere (con cui esordisce in Serie A nel campionato del 1971). Gioca in massima serie anche nella stagione successiva, nella quale è in prestito alla Lazio CF, che nel 1973 la acquista a titolo definitivo.

A partire dal campionato 1973 rimane alla Lazio per complessivi 19 anni consecutivi[1] (20 se si comprende il primo campionato in prestito), la maggior parte dei quali da capitana della squadra[1]: con le biancocelesti nel 1977 vince la Coppa Italia, battendo nella finale di Rimini ai calci di rigore il Milan femminile[2]: si tratta del primo trofeo nazionale nella storia del club. Nel 1979 partecipa invece alla vittoria del primo Scudetto delle laziali[1], successo che viene bissato nella stagione successiva[1]. Nel 1981 arriva invece un secondo posto in classifica, mentre nel 1982 e nel 1983 le romane rimangono lontane dal vertice della classifica; nel 1984 conquista invece un altro secondo posto, piazzamento che viene replicato nella stagione successiva, nella quale il club vince anche la seconda Coppa Italia della propria storia. Nella stagione 1985-1986 il campionato viene terminato al sesto posto in classifica.

Nella stagione 1986-1987 e nella stagione 1987-1988 la Furlotti vince altri due campionati consecutivi, continuando poi a giocare con la Lazio anche nella stagione 1988-1989, nella stagione 1989-1990, nella stagione 1990-1991 ed infine nella stagione 1991-1992. In carriera ha giocato più di 500 partite ufficiali con la Lazio femminile[3].

Nel 1992 anche a causa di un grave infortunio al ginocchio rimane momentaneamente svincolata[1], trasferendosi in seguito alla Fiammamonza, con cui gioca in massima serie nella stagione 1993-1994, nella stagione 1994-1995 e nella stagione 1995-1996.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Nazionale nel 1972, vestendo poi la maglia azzurra per tutti i due decenni successivi e totalizzandovi 100 presenze[3].

Con le azzurre ha partecipato ad un Mondiale (nel 1991) ed a 3 edizioni dei Campionati Europei (nel 1984, nel 1987 e nel 1991), due delle quali (quella del 1984 e quella del 1987) terminate al terzo posto..

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1979, 1980, 1986-1987, 1987-1988
Lazio: 1977, 1985

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]