Nazionale di calcio femminile dell'Irlanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Irlanda Irlanda
Ireland FA.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FAI
Confederazione UEFA
Codice FIFA IRL
Soprannome The Girls in Green
Selezionatore Inghilterra Colin Bell
Record presenze Emma Byrne (134)
Capocannoniere Olivia O'Toole (54)
Stadio Tallaght Stadium
Ranking FIFA 31º
Esordio internazionale
Scozia Scozia 10-1 Irlanda Irlanda
Greenock, Scozia; 22 aprile 1973
Migliore vittoria
Malta Malta 0-9 Irlanda Irlanda
Ta' Qali, Malta; 22 ottobre 2003
Irlanda Irlanda 9-0 Montenegro Montenegro
Dublino, Irlanda; 7 giugno 2016
Peggiore sconfitta
Svezia Svezia 10-0 Irlanda Irlanda
Borås, Svezia; 20 settembre 1992
Campionato del mondo
Partecipazioni N/A
Campionato europeo
Partecipazioni N/A
Torneo Olimpico
Partecipazioni N/A

La nazionale di calcio femminile dell'Irlanda è la rappresentativa calcistica femminile internazionale dell'Irlanda, gestita dalla Federazione calcistica dell'Irlanda (Football Association of Ireland - FAI) e, in base alla classifica emessa dalla FIFA il 29 marzo 2019, risulta occupare il 31º posto del FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking[1].

Come membro dell'UEFA partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, Campionato europeo UEFA, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei ad invito come l'Algarve Cup o la Cyprus Cup.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 venne istituita la Women's Football Association of Ireland, un'istituzione che rimase indipendente dalla Football Association of Ireland (FAI) fino al 1991[2]. Il 22 aprile dello stesso 1973 venne organizzata la prima partita della rappresentativa nazionale dell'Irlanda, disputata a Greenock, contro le padrone di casa della Scozia e persa per 10-1. Nei dieci anni successivi la rappresentativa nazionale disputò amichevoli per lo più contro le altre nazionali delle isole britanniche. La prima partecipazione internazionale risale alle qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 1984, con le irlandesi inserite nel gruppo 2 assieme a Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord: la nazionale chiuse al terzo posto, conquistando le prime due vittorie internazionali contro la rappresentativa nordirlandese[3]. Analogo risultato venne ottenuto dalle irlandesi in occasione delle qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 1987, col gruppo 2 formato dalle stesse squadre[4]. Nel corso delle qualificazioni al torneo del 1989 la nazionale irlandese riuscì a bloccare sul pareggio la nazionale svedese, che avrebbe successivamente concluso al terzo posto la fase finale[5]. Nel 1992 la nazionale irlandese andò incontro alla più larga sconfitta della sua storia, perdendo l'ultima partita del girone di qualificazione al campionato europeo 1993 contro la Svezia per 10-0[6][7]. Dopo aver rinunciato alla partecipazione alle qualificazioni per il campionato europeo del 1995, la nazionale partecipò alle qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 1997, concludendo al secondo posto nel proprio gruppo. Nelle qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 2009 l'Irlanda raggiunse i play-off per la qualificazione alla fase finale, ma venne sconfitta nella doppia sfida dalla nazionale islandese[8].

Nelle qualificazioni al campionato mondiale non è mai andata oltre il terzo posto nel proprio girone, come accaduto nelle qualificazioni per il torneo del 2015 e per il torneo del 2019. Nei tornei a invito, come l'Algarve Cup e la Cyprus Cup, ha accumulato diverse partecipazioni, ottenendo come miglior risultato un quarto posto finale nella Cyprus Cup 2017, ottenuto dopo aver perso la finale per il terzo posto contro la Corea del Nord[9].

Nell'aprile 2017 la squadra richiese un miglioramento nel trattamento alla FAI, interrompendo gli allenamenti e minacciando di boicottare la partita amichevole contro la Slovacchia[10]. Le richieste erano per un miglior trattamento economico per ciascuna partita disputata e per ottenere un pagamento aggiuntivo compensativo dall'assenza da lavoro per unirsi alla rappresentativa nazionale (broken time payment) per le calciatrici non professioniste[10]. La protesta rientrò dopo che venne trovato un accordo con la federazione, così che l'amichevole contro la Slovacchia venne disputata[11].

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1991 Non qualificata
1995 Non qualificata
1999 Non qualificata
2003 Non qualificata
2007 Non qualificata
2011 Non qualificata
2015 Non qualificata
2019 Non qualificata
Campionato europeo
Edizione Risultato
1984 Non qualificata
1987 Non qualificata
1989 Non qualificata
1991 Non qualificata
1993 Non qualificata
1995 Non qualificata
1997 Non qualificata
2001 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata
Algarve Cup
Edizione Risultato
dal 1994 al 2002 Non invitata
2003 11º posto
2004 Non invitata
2005 Non invitata
2006 10º posto
2007 11º posto
2008 12º posto
2009 Non invitata
2010 Non invitata
2011 Non invitata
2012 11º posto
dal 2013 al 2019 Non invitata
Cyprus Cup
Edizione Risultato
2008 Non invitata
2009 Non invitata
2010 Non invitata
2011 Non invitata
2012 Non invitata
2013 8º posto
2014 6º posto
2015 Non invitata
2016 7º posto
2017 4º posto
2018 Non invitata
2019 Non invitata

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle 20 calciatrici convocate dal selezionatore Colin Bell per l'amichevole del 9 aprile 2019 contro l'Italia[12].

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
P Marie Hourihan 10 marzo 1987 (32 anni) Inghilterra Brighton & Hove
P Grace Moloney 1º marzo 1993 (26 anni) Inghilterra Reading
D Diane Caldwell 11 settembre 1988 (30 anni) Germania Sand
D Megan Campbell 28 giugno 1993 (26 anni) Inghilterra Manchester City
D Megan Connolly 7 marzo 1997 (22 anni) Inghilterra Brighton & Hove
D Niamh Fahey 13 ottobre 1987 (31 anni) Inghilterra Liverpool
D Zara Foley 11 aprile 2002 (17 anni) Irlanda Cork City
D Eabha O'Mahony 17 maggio 2002 (17 anni) Irlanda Cork City
D Claire O'Riordan 12 ottobre 1994 (24 anni) Germania MSV Duisburg
D Louise Quinn 17 giugno 1990 (29 anni) Inghilterra Arsenal
D Harriet Scott 10 febbraio 1993 (26 anni) Inghilterra Birmingham City
D Niamh Farrelly 15 aprile 1999 (20 anni) Irlanda Peamount United
C Denise O'Sullivan 4 febbraio 1994 (25 anni) Stati Uniti N. Carolina Courage
C Tyler Toland 8 agosto 2001 (17 anni) Irlanda Kildrum Tigers
C Jessica Ziu 16 giugno 2002 (17 anni) Irlanda Shelbourne
A Amber Barrett 16 gennaio 1996 (23 anni) Irlanda Peamount United
A Rianna Jarrett 5 luglio 1994 (25 anni) Irlanda Wexford Youths
A Leanne Kiernan 27 aprile 1999 (20 anni) Inghilterra West Ham
A Katie McCabe 21 settembre 1995 (23 anni) Inghilterra Arsenal
A Emily Whelan 2 agosto 2002 (16 anni) Irlanda Shelbourne

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, su fifa.com, 29 marzo 2019. URL consultato il 6 aprile 2019.
  2. ^ Fan Hong e J.A. Mangan, Soccer, Women, Sexual Liberation: Kicking Off a New Era, Taylor & Francis, 2004, ISBN 9780714684086.
  3. ^ (EN) European Women Championship 1982-84, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  4. ^ (EN) European Women Championship 1985-87, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  5. ^ (EN) European Women Championship 1987-89, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  6. ^ (EN) European Women Championship 1991-93, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  7. ^ (EN) Svezia - Irlanda 10-0, tabellino, su fai.ie. URL consultato il 7 aprile 2019.
  8. ^ (EN) Iceland advance to Finland finals, su uefa.com, 30 ottobre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Ireland finish fourth in Cyprus Cup, su rte.ie, 8 marzo 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  10. ^ a b (EN) Ireland women's team withdraw from training, su rte.ie, 5 aprile 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Agreement reached between FAI and women's national team, su rte.ie, 6 aprile 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Ireland WNT: Bell selects squad for Italy challenge, su fai.ie, 29 marzo 2019. URL consultato il 6 aprile 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]