Castello di Castellaro Lagusello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Castellaro Lagusello
Castellaro Lagusello-Castello.jpg
Castello
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
CittàMonzambano
Coordinate45°22′24″N 10°38′08″E / 45.373333°N 10.635556°E45.373333; 10.635556Coordinate: 45°22′24″N 10°38′08″E / 45.373333°N 10.635556°E45.373333; 10.635556
Mappa di localizzazione: Nord Italia
Castello di Castellaro Lagusello
Informazioni generali
TipoCastello medievale
CostruzioneXIII secolo-XIII secolo
CostruttoreScaligeri
MaterialeCiottoli, malta, laterizio
Primo proprietarioScaligeri
DemolizioneXVIII secolo
Condizione attualeparzialmente in rovina
Proprietario attualeComune di Monzambano e privati
Visitabile
Informazioni militari
Funzione strategicadifesa del borgo
Termine funzione strategicaXVII secolo
Notetorre alta 27 metri visitabile attraverso 100 gradini
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Castellaro Lagusello (o di Castellaro) è un'antica roccaforte risalente al XIII secolo situata nel centro di Castellaro Lagusello, frazione del comune di Monzambano, in provincia di Mantova, che conserva inalterato l'originario impianto urbanistico, oltre ad alcuni edifici medievali e le opere difensive, tra cui le quattro torri e le mura perimetrali a difesa del borgo.

Edificato intorno al XIII secolo dagli Scaligeri di Verona, era originariamente costituito da due parti distinte: la parte a nord, con torre quadrata e ponte levatoio a difesa e la parte a sud, verso il lago, come residenza castellata. Fu per molti secoli conteso per la sua posizione strategica di confine.
Tra il XIV secolo ed il XV secolo la proprietà passò più volte dalle mani dei Visconti (1390) a quelle dei Gonzaga (Francesco I Gonzaga, dal 1391 al 1393) e di nuovo Visconti (1393-1405) e Gonzaga sino al 1441. Nella metà del XV secolo la Repubblica di Venezia si appropriò del borgo e lo mantenne sino agli inizi del XVII secolo quando, persa la sua funzione strategica, il castello venne venduto ad una famiglia nobile che ne trasformò una parte a propria residenza.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Boriani, Castelli e torri dei Gonzaga nel territorio mantovano, Brescia, 1969.
  • Leandro Zoppè, Itinerari gonzagheschi, Milano, 1988, ISBN 88-85462-10-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Torre del castello