Santuario basilica di San Luigi Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santuario basilica
di San Luigi Gonzaga
Castiglione delle Stiviere - Basilica di S.Luigi.jpg
La basilica di San Luigi
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàCastiglione delle Stiviere
ReligioneCristiana cattolica
TitolareSan Luigi Gonzaga
Diocesi Mantova
ArchitettoLuca Bienni
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1608
CompletamentoXVIII secolo
Sito web

Coordinate: 45°23′23.85″N 10°29′18.1″E / 45.389958°N 10.488361°E45.389958; 10.488361

Il santuario basilica di San Luigi Gonzaga è un edificio religioso di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova e si affaccia nella piazza dedicata al santo, patrono mondiale della gioventù. Nell'aprile del 1964 papa Paolo VI lo elevò alla dignità di basilica minore.[1]

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Interno
Castiglione delle Stiviere, basilica di San Luigi. San Luigi presenta alla Vergine le tre nipoti Cinzia, Olimpia e Gridonia

Edificata nel 1608 per volere del marchese Francesco Gonzaga, fu terminata nel secolo successivo.[2]

L'interno è a navata unica secondo lo spirito dei decreti del Concilio di Trento, perché l'attenzione dei fedeli fosse concentrata sull'altare e sul celebrante.

Tra le opere d'arte custodite nella basilica è da citare l'affresco rappresentante la gloria di San Luigi del pittore veronese Giorgio Anselmi, del 1740.

In una cappella di sinistra è collocata una pala del 1650, La Pietà, opera del Guercino.

In una cappella laterale di destra sono esposti i corpi delle venerabili Cinzia, Olimpia e Gridonia Gonzaga,[3] nipoti di san Luigi e fondatrici dell'ordine delle vergini di Gesù.

Sull'altare maggiore, in un'urna settecentesca, è conservato il teschio del santo al di sopra del quale è collocata la pala settecentesca del pittore veronese Antonio Balestra che raffigura San Luigi in preghiera davanti alla Vergine. Sulla parete destra del presbiterio, sulla cantoria, vi è l'organo a canne, costruito da Gerolamo Bonato nel 1794.

Nel 1991 papa Giovanni Paolo II pregò nella basilica in occasione della sua visita pastorale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Catholic.org Basilicas in Italy
  2. ^ Mantova e provincia.
  3. ^ Rosanna Golinelli Berto. Associazione per i monumenti domenicani (a cura di), Sepolcri Gonzagheschi, Mantova, 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131291342 · ISNI (EN0000 0001 0661 1206 · LCCN (ENnr93024740 · WorldCat Identities (ENnr93-024740