Palazzo Municipale (Mantova)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Municipale
Palazzo Municipale di Mantova.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMantova
Indirizzovia Roma, 39
Coordinate45°09′26″N 10°47′34″E / 45.157222°N 10.792778°E45.157222; 10.792778
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVI secolo
Stileneoclassico
Usouffici
Realizzazione
ArchitettoGiovanni Battista Vergani
ProprietarioComune di Mantova
Palazzo Municipale

Il Palazzo Municipale è uno storico edificio di Mantova, sito in via Roma 39.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo venne edificato nel XVI secolo e fu la residenza di Emilia Cauzzi Gonzaga, figlia naturale di Federico II Gonzaga, V marchese di Mantova e della sua amante Isabella Boschetti.[1][2] In seguito divenne di proprietà di Scipione Gonzaga, principe di Bozzolo. Dal 1797 è la sede degli uffici comunali.

La municipalità lo acquistò nel 1819 e operò una profonda ristrutturazione dell'edificio. Dal 1829 al 1832 l'architetto Giovanni Battista Vergani provvide a sistemare la facciata in stile neoclassico, aggiungendo una serie di semicolonne ioniche, tra le quali spicca lo stemma della città.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Genealogia Gonzaga di Bozzolo, su genealogy.euweb.cz.
  2. ^ Marco Introini, Luigi Spinelli, Architettura di Mantova. Dal Palazzo Ducale alla Cartiera Burgo, p. 136, Cinisello Balsamo, 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Introini, Luigi Spinelli, Architettura di Mantova. Dal Palazzo Ducale alla Cartiera Burgo, p. 136, Cinisello Balsamo, 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]