Palazzina della Paleologa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzina della Paleologa
Mantova, Villa della Paleologa.jpg
Palazzina della Paleologa
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMantova
Coordinate45°09′39.2″N 10°48′01.55″E / 45.16089°N 10.80043°E45.16089; 10.80043
Informazioni generali
Condizionidemolito
Costruzione1531
Demolizione1899
Realizzazione
ArchitettoGiulio Romano
ProprietarioMargherita Paleologa

La palazzina della Paleologa (o villa della Paleologa) era un edificio civile di Mantova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio venne costruito a forma rettangolare[1] a partire dal 1531 su progetto[2] dell'architetto di corte Gonzaga Giulio Romano[3] e fu destinato ad accogliere la residenza di Margherita Paleologa, duchessa consorte di Mantova di Federico II Gonzaga. Margherita, dopo il matrimonio del 5 ottobre 1531. Margherita alloggiò nelle stanze del castello di San Giorgio in attesa che fosse pronta la palazzina, che da lei prese il nome.[4]

La palazzina, dotata di un giardino pensile e decorata al suo interno da Giulio Romano e dalla sua scuola,[5] era collegata al castello di San Giorgio con un corridoio.

La costruzione venne abbattuta nel 1899 con la motivazione "per ragioni di estetica e di maggior comodità all'accesso di Porta San Giorgio".

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]