Ritratto di Margherita Paleologa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Margherita Paleologa
Portrait believed to depict Margherita Paleologo by Giulio Romano.jpg
AutoreGiulio Romano
Data1531
Tecnicaolio su pannello
Dimensioni115×90 cm
UbicazioneHampton Court, Richmond upon Thames

Il Ritratto di Margherita Paleologa[1] (ritratto di donna) è uno dei dipinti che Giulio Romano eseguì nel 1531 circa durante il suo soggiorno a Mantova, presso la corte del marchese Federico II Gonzaga.

Il dipinto ritrae una nobildonna in abito nero con bordi in oro e con un copricapo. Dietro al soggetto tre visitatori che si stanno accomiatando. Ad essere ritratta, per molto tempo si pensò che fosse Isabella d'Este. Con tutta probabilità invece si tratta di Margherita Paleologa, figlia di Guglielmo IX del Monferrato e di Anna d'Alençon, che il 3 ottobre 1531 sposò il marchese di Mantova, figlio di Isabella. La nobildonna si fece ritrarre col cappello a ciambella tipico della suocera, la "capigliara", riecheggiando il ritratto che ne aveva eseguito Tiziano anni prima.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Royal Collection, su royalcollection.org.uk. URL consultato il 15 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]