Gonzaga-Nevers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gonzaga-Nevers
Coat of arms of the House of Gonzaga (1627).svg
Inquartato: nel I e nel IV Gonzaga di Mantova [come stemma del Monferrato] ; nel II e nel III troncato, il primo partito di tre, il secondo di due, che dà sette quarti: nel 1o di rosso alla ruota di otto raggi gigliati d'oro con uno scudetto d'argento in cuore broccante (Clèves); nel 2o d'oro alla fascia scaccata d'argento e di rosso di tre file, 8,8,8 (La Marck); nel 3o d'azzurro seminato di gigli d'oro al lambello di rosso castellato di nove pezzi d'oro (Artois); nel 4o di nero al leone d'oro armato e lampassato di rosso (Brabante); nel 5o d'azzurro seminato di gigli d'oro alla bordura composta d'argento e di rosso (Borgogna moderno); nel 6o di rosso a tre rastri d'oro posti 2, 1 (Rethel); nel 7o inquartato: nel primo e nel quarto d'azzurro a tre gigli d'oro posti 2, 1, nel secondo e nel terzo di rosso alla bordura spinata d'argento (Albret d'Orval); sul tutto d'azzurro a tre gigli d'oro posti 2, 1, alla bordura di rosso caricata di otto bisanti d'argento (Alençon).
Stato
Casata di derivazioneGonzaga
Titoli
  • Duca di Mantova
  • Duca di Monferrato
  • Duca di Nevers
  • Duca di Rethel
  • Principe d'Arches
  • Duca di Mayenne
  • Duca di Aiguillon
  • FondatoreLudovico Gonzaga-Nevers
    Ultimo sovranoFerdinando Carlo di Gonzaga-Nevers
    Data di fondazione1627
    Data di deposizione1707
    Nevers, palazzo ducale

    Gonzaga-Nevers era la linea dinastica collaterale dei Gonzaga, ora estinta, iniziata in Francia da Ludovico Gonzaga, terzogenito di Federico II che, sposando nel 1565 Enrichetta di Nevers, ereditiera del ducato di Nevers e Rethel, divenne duca di Nevers e Rethel[1] e proseguita con Carlo I di Nevers e Rethel (Parigi, 1580 – Mantova, 1637), figlio dei nobili precedenti.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Ludovico Gonzaga nacque a Mantova nel 1539 e, come terzo figlio del duca regnante Federico Gonzaga, avrebbe avuto poche possibilità di ereditare il trono ducale. Così, a 10 anni, venne inviato a Parigi come erede del patrimonio di sua nonna, Anna d'Alençon, vedova del marchese Guglielmo IX del Monferrato e, come suddito del re Enrico II di Francia, si arruolò nell'esercito francese. Il 4 marzo 1565, naturalizzato francese, cambiò il suo nome da Ludovico a Luigi e sposò Enrichetta di Clèves, erede dei ducati di Nevers e Rethel, titoli che iniziarono da allora a utilizzare. I discendenti di questa coppia vennero designati come il ramo dei Gonzaga-Nervers di Casa Gonzaga.

    Il figlio maggiore di Luigi e di Enrietta, Carlo Gonzaga usò il titolo francese di Duca onorario di Nevers, duca di Rethel, duca di Mayenne e principe d'Arches. Alla morte nel 1627 del cugino Vincenzo II Gonzaga, ultimo discendente della linea diretta dei Gonzaga, Carlo I, a seguito della Guerra di successione di Mantova e del Monferrato, subentrò nel diritto di successione al Ducato di Mantova.

    Dinastia (1627-1708)[modifica | modifica wikitesto]

    Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Tavole genealogiche della Casa dei Gonzaga.
    1627-1637 Carlo I di Gonzaga-Nevers (1580-1637)
    1637-1665 Carlo II di Gonzaga-Nevers (1629-1665)
    1665-1708 Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers (1652-1708)

    La linea si estinse con Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers nel 1708, morto senza figli legittimi e il Ducato di Mantova venne annesso al Ducato di Milano. Il padre di Ferdinando Carlo, Carlo II di Gonzaga-Nevers aveva peraltro già ceduto al Cardinale Mazarino il Ducato di Nevers e Rethel.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Coniglio, p.433

    Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

    • Giuseppe Coniglio, I Gonzaga, Varese, Dall'Oglio, 1973. ISBN non esistente.
    • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835. ISBN non esistente.

    Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

    Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]