Gonzaga di Bonaventura Corradi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gonzaga di Bonaventura Corradi
Coat of arms of the House of Corradi-Gonzaga (until 1328).svg
Tre montoni d'argento, cornati e squillati d'oro in campo nero.
Casata di derivazione Corradi-Gonzaga
Casata principale Corradi-Gonzaga
Fondatore Bonaventura Corradi
Ultimo sovrano Giambattista Gonzaga
Data di fondazione 1260 circa
Data di estinzione 1746
Etnia italiana

I Gonzaga di Bonaventura Corradi[1] costituirono un ramo cadetto della dinastia dei Corradi-Gonzaga, che esistette in linea diretta maschile dal 1260 circa e sino al 1746.

Dalle poche notizie storiche si rileva che la linea si formò a partire da Bonaventura Corradi, figlio di Guidone Corradi, che diede vita con Ludovico I Gonzaga alla dinastia dei Gonzaga di Mantova.

Membri principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Bonaventura Corradi (XIII secolo), figlio di Guidone Corradi;
  • Lancellotto (XIII secolo);
  • Giovannino (XIV secolo), fu tra gli "Anziani del Popolo" di Mantova che nel 1360 elessero Guido Gonzaga a capitano del popolo della città;
  • Marsiglio (XIV secolo), fu nel "Consiglio dei Cento" che proclamarono nel 1388 Francesco I Gonzaga a capitano del popolo di Mantova. Sposò Beatrice Torelli di Mantova;
  • Francesco (XIV secolo), nel 1380 fu inviato a Milano per la sigla del contratto di matrimonio tra Francesco I Gonzaga e Agnese Visconti. Sposò Elisabetta Cappo;
  • Raffaele (XV secolo), fu al servizio del marchese di Mantova Francesco II Gonzaga e ricoprì la carica di podestà di Lonato e di Asola, terre strappate per pochi anni alla Repubblica di Venezia;
  • Luigi (XVI secolo), sposò Cecilia Cattabeni;
  • Gianfrancesco (XVI secolo), detto "Gonzaghino", passò il cognome Gonzaga ai suoi discendenti. Sposò Anna Aliprandi;
  • Luigi (?-1592), sposò Girolama Franberti ed ebbero otto figli, tra cui Raffaele;
  • Raffaele (XVII secolo), sposò Lucrezia Ardizzoni;
  • Luigi (XVII secolo), sposò Margherita Galvani;
  • Gianfrancesco (XVII secolo), sposò Margherita Prandi ed ebbero due figli: Raffaele e Giambattista;
  • Raffaele (1684-1709), senza eredi;
  • Giambattista (4 maggio 1685 - Governolo, 10 luglio 1746), protonotario apostolico.[2]

Alla sua morte Giambattista Gonzaga lasciò l'eredità alla famiglia Torelli e la linea si estinse.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

[3]

  Bonaventura
(XIII secolo)
 
     
  Antonio
Lancillotto
Pagano
 
 
  Giovannino
 
 
  Marsiglio
 
 
  Francesco
 
     
  Gaspero
Raffaele
Lancillotto
 
           
  Giuditta
Luigi
Anna
Federico
Elisabetta
Gianfrancesco
 
 
  Gianfrancesco
 
 
  Luigi
(?-1592)
 
               
Gianfrancesco
Orazio
Terenzia
Raffaele
Laura
Marcello
Ludovico
Cinzia
 
   
  Luigi
Orazio
 
 
  Gianfrancesco
 
   
  Raffaele
(1684-1709)
Giambattista
(?-1746) - linea estinta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Così chiamati per comodità storica dal nome del suo iniziatore.
  2. ^ Roberto Brunelli, I Gonzaga con la tonaca, Ciliverghe, 2005.
  3. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]