Chiesa di Santa Paola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Paola
Chiesa di Santa Paola a mantova.JPG
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMantova
ReligioneCattolica
Diocesi Mantova
Stile architettonicotardo gotico
Inizio costruzione1416
Completamento1460

La chiesa di Santa Paola è un edificio religioso di Mantova, situato in Piazza dei Mille.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa, con annesso monastero intitolato al Corpo di Cristo, fu edificata agli inizi del Quattrocento per volere di Paola Malatesta, moglie di Gianfrancesco Gonzaga, quinto capitano del popolo di Mantova affinché ospitasse le Clarisse Francescane. Alla costruzione partecipò anche l'architetto ducale Luca Fancelli che nel 1460 completò la costruzione del chiostro. Suor Livia Paola Gonzaga, figlia della marchesa Isabella d'Este e priora del monastero, fece affrescare la chiesa dopo la tumulazione della madre, grazie all'intervento del fratello Federico II Gonzaga, marchese di Mantova. Giulio Romano intervenne nell'opera, di cui rimangono tracce, dipingendo la scena funebre del funerale di Federico II. Tra la fine del Settecento e la fine degli anni cinquanta ospitò una caserma e una fabbrica. Oggi l'ex-convento ospita una scuola di restauro.

Pantheon dei Gonzaga[modifica | modifica wikitesto]

Andrea Mantegna, presumibile ritratto di Paola Malatesta in abito monastico dietro a Paola Gonzaga nella Camera degli Sposi a Mantova

Nella chiesa trovarono sepoltura importanti componenti della dinastia dei Gonzaga:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Battista Intra, L'antica cattedrale di Mantova e le tombe dei primi Gonzaga, 1974. ISBN non esistente
  • Rosanna Golinelli Berto. Associazione per i monumenti domenicani (a cura di), Sepolcri Gonzagheschi, Mantova, 2013, ISBN 978-88-908415-0-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]