Castello di Cassino Scanasio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Cassino Scanasio
Castello Visconteo - Rozzano 03-2007 - panoramio.jpg
Il castello di Cassino Scanasio
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneLombardia
CittàCassino Scanasio, Rozzano
Coordinate45°23′23.77″N 9°09′01.03″E / 45.389936°N 9.150285°E45.389936; 9.150285Coordinate: 45°23′23.77″N 9°09′01.03″E / 45.389936°N 9.150285°E45.389936; 9.150285
Mappa di localizzazione: Italia
Castello di Cassino Scanasio
Informazioni generali
CostruzioneXIV secolo-XV secolo
MaterialeMattoni, pietra e legno
Condizione attualeBuona
Proprietario attualeProprietà privata
VisitabileNo
Informazioni militari
UtilizzatoreDucato di Milano
Funzione strategicaDifesa di Rozzano
Termine funzione strategicaXVII secolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Cassino Scanasio (in alcuni documenti anche castello di Rozzano) è un edificio difensivo di origine medievale situato a Cassino Scanasio, frazione del comune di Rozzano, in provincia di Milano, in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del castello di Cassino Scanasio risalirebbe all'XI secolo quando, in alcuni documenti, si cita per la prima volta la presenza di un edificio rurale fortificato detto “casinae scanasane” con pertinenze sui terreni circostanti.

La vera svolta per la struttura avvenne all'inizio del Cinquecento quando il complesso venne acquistato dalla famiglia milanese dei Trivulzio che lo trasformò da fortilizio in una vera e propria dimora di campagna, facendovi costruire le caratteristiche torri cilindriche tuttora visibili.

Nel 1836 il castello venne acquistato dalla famiglia Visconti di Modrone.[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il castello, di struttura quadrangolare, sorge nei pressi della tangenziale ovest di Milano, in posizione un tempo strategica per il controllo sia dell'accesso alla capitale del ducato di Milano da quel punto, sia della campagna circostante.

Un tempo circondato da un fossato con acqua, il medesimo è stato ora riempito occultando la base delle torri che pertanto appaiono più tozze del normale, e che furono realizzate successivamente alle mura. L'accesso alla struttura è possibile attraverso un rivellino di mattoni che sostituisce quello che un tempo doveva essere un ponte levatoio in legno.

Vi si accede attraverso il ponte in muratura che collega all'ingresso principale sulla cui chiave dell'arco è impresso il biscione visonteo.[2]La facciata presenta aperture monofore ogivari in stile gotico di particolare pregio[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Rozzano, https://www.comune.rozzano.mi.it/castello-di-cassino-scanasio/. URL consultato il 16 marzo 2019.
  2. ^ Coloru Stefano, Castello di Cassino Scanasio, Lomnbardia Beni Culturali. URL consultato il 16 marzo 2019.
  3. ^ Castello visconteo di Cassino Scanasio, Castelli e torri d'Italia. URL consultato il 16 marzo 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]