Castello di Vezio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Vezio
Castillo de Vezio, Varenna, Italia, 2016-06-25, DD 01.jpg
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Città Perledo e Varenna
Coordinate 46°00′39″N 9°17′12″E / 46.010833°N 9.286667°E46.010833; 9.286667Coordinate: 46°00′39″N 9°17′12″E / 46.010833°N 9.286667°E46.010833; 9.286667
Informazioni generali
Tipo Fortificazione
Stile Bassomedioevale
Inizio costruzione XII secolo
Condizione attuale Ponte levatoio ricostruito e ristrutturato
Proprietario attuale Famiglia Greppi
Visitabile periodo estivo
Sito web http://www.castellodivezio.it
Informazioni militari
Funzione strategica Difesa di Varenna
Comandanti storici Regina Teodolinda
Eventi Spettacoli di volerì Falconeria
Note Falconiere: Nicola Castellano
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia
Piccola torre a lato del castello vista dalla torre principale

Il castello di Vezio di erge su un promontorio sul fondo della Val d'Esino e sovrasta il paese di Varenna. Il castello si trova quasi completamente nel territorio di Varenna, e per una piccola porzione sul territorio di Perledo. La frazione di Vezio appartiene a Perledo in provincia di Lecco; ebbe origine attorno al 1100.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1891 si scoprirono alcune tombe dell'età del ferro e nel 1956 affiorarono spade, elmi e frecce in ferro con cuspide triangolare. La torre principale ha una merlatura quadrata uguale a quella del castello di Cly in Valle d'Aosta. La rocca seguì il destino di Varenna, a cui era stata unita da muri che scendevano fino al lago difendendo il borgo. Divenne un feudo vescovile insieme a Varenna. Successivamente divenne di proprietà della famiglia Lattuada di Lierna per lungo tempo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello[modifica | modifica wikitesto]

All'interno delle mura attorno alla torre, vedrete ciò che rimane di questo avamposto militare. Passando su un ponte levatoio si accede alla torre principale, con la possibilità di raggiungere la sua sommità.

I giardini[modifica | modifica wikitesto]

Siete accolti da un viale in ghiaia che affianca il lato nord del Castello. In primavera sono visibili dei fiori incantevoli. Più avanti, al cancello, a sinistra si nota il lago di Como. Appoggiandovi alla balaustra si vede subito sotto Varenna. Una scalinata in salita porta nel giardino degli olivi. Nei giardini sono presenti dei sotterranei: si tratta di un appostamento del sistema difensivo italiano alla Frontiera Nord verso la Svizzera, impropriamente noto come Linea Cadorna, destinato a battere d'infilata la vallata che da Porlezza scende a Menaggio nel caso di un possibile tentativo tedesco di invasione attraverso il neutrale territorio elvetico.

Il falconiere[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni falchi allevati al castello

Il Castello di Vezio ospita un falconiere che gestisce un allevamento di rapaci, curandoli e addestrandoli. I rapaci, ad oggi, sono sei, di cui due poiane di Harris (originarie dell'America centrale), una poiana ferruginosa (Stati Uniti del Nord e Canada), un barbagianni, un falco lanario e un gufo (Artù).
In alcuni orari si possono ammirare dei voli spettacolari dei rapaci (volerì) che richiamano la tradizione nobile della Falconeria.

Il panorama[modifica | modifica wikitesto]

Dalla cima della torre principale si può godere di un'ampia vista del lago di Como, particolarmente suggestiva nelle giornate più terse.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]