Bellusco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bellusco
comune
Bellusco – Stemma Bellusco – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Monza e della Brianza-Stemma.png Monza e Brianza
Amministrazione
Sindaco Roberto Invernizzi (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°37′N 9°25′E / 45.616667°N 9.416667°E45.616667; 9.416667 (Bellusco)Coordinate: 45°37′N 9°25′E / 45.616667°N 9.416667°E45.616667; 9.416667 (Bellusco)
Altitudine 214 m s.l.m.
Superficie 6,54 km²
Abitanti 7 343[1] (30-4-2017)
Densità 1 122,78 ab./km²
Frazioni San Nazzaro
Comuni confinanti Busnago, Mezzago, Ornago, Roncello, Sulbiate, Vimercate
Altre informazioni
Cod. postale 20882
Prefisso 039
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 108006
Cod. catastale A759
Targa MB
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti belluschesi
Patrono santa Giustina
Giorno festivo seconda domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bellusco
Bellusco
Bellusco – Mappa
Posizione del comune di Bellusco nella provincia di Monza e della Brianza
Sito istituzionale

Bellusco (Belösch in dialetto brianzolo[2]) è un comune italiano di 7.343[1] abitanti della provincia di Monza e Brianza, situato a nord-est di Monza. Fa parte del territorio Vimercatese.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello[modifica | modifica wikitesto]

Voluto dal signore paesano Martino Da Corte, è stato edificato nel XV secolo sul luogo di una precedente costruzione. All'ingresso, in memoria del committente recita la scritta: Laude a Dio Martin Dà Corte m'ha facto, non a offension de persona alcuna, solo a riparo de ogni suo disfacto. Da secoli, dagli abitanti del paese, è conosciuta la leggenda del passaggio sotterraneo, che collegherebbe il castello di Bellusco a quello del vicino paese di Sulbiate. Non si sono mai rinvenute tracce del tunnel, ma non si sono neanche mai fatte ricerche approfondite in proposito; le uniche fonti che lo chiamano in causa ritengono situato il suo ingresso nell'ala nord-est del castello stesso, al di sotto di un terrazzo sorretto da muro a scarpa. Il Castello smise all'inizio dell'Ottocento di essere un bene unitario e venne smembrato in diverse proprietà, ancora oggi abitate. Ad oggi è classificato come edificio a uso rurale.[3]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT, al 1º gennaio 2011 la popolazione straniera residente era di 520 persone[5], pari al 7,21% di tutti i residenti. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:[6]

Pos. Cittadinanza Popolazione
1 Marocco Marocco 156
2 Romania Romania 95
3 Albania Albania 64
4 Egitto Egitto 28
5 Sri Lanka Sri Lanka 21
5 Ecuador Ecuador 21

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1º settembre 2010 la parrocchia di Bellusco si è fusa con le parrocchie di Cavenago di Brianza, Mezzago e Ornago formando la Comunità Pastorale Santa Maria Maddalena.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Bellusco[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Bellusco è servita da alcune autolinee suburbane; fra il 1890 e il 1958 era inoltre presente una stazione della tranvia Monza-Trezzo-Bergamo[7].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Davide Stucchi L'Ulivo Sindaco
13 giugno 1999 12 giugno 2004 Irene Maria Colombo Lista civica Sindaco
12 giugno 2004 7 giugno 2009 Irene Maria Colombo Lista civica Sindaco
7 giugno 2009 25 maggio 2014 Roberto Invernizzi Partito Democratico Sindaco
25 maggio 2014 in carica Roberto Invernizzi Partito Democratico Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Bellusco 1947 che milita nel girone T lombardo di 2ª Categoria. È nata nel 1947.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 71.
  3. ^ "Nel Castello di Bellusco. Vediamo se sai che...", in VperVimercatese.com, sito di cultura locale, 11 settembre 2014
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Popolazione straniera residente al 1º gennaio 2011 per età e sesso, ISTAT. URL consultato il 18 agosto 2012.
  6. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 18 agosto 2012.
  7. ^ Paolo Zanin, Monza e i suoi tram. Storia dei collegamenti tranviari da Monza a Milano e alla Brianza, 2ª ed., Firenze, Phasar, 2009. ISBN 978-88-6358-028-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN249437340
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia