Castello di Mornico Losana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Mornico Losana
Castello di Mornico - panoramio.jpg
Il castello
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneLombardia
CittàMornico Losana
Informazioni generali
TipoCastello medievale
Inizio costruzioneXII secolo
MaterialeLaterizio e pietra
Condizione attualeBuona
Proprietario attualePrivato
Sito webwww.castellodimornico.it/
Informazioni militari
Funzione strategicadifesa
M. Merlo, Castelli, rocche, case-forti, torri della Provincia di Pavia, Pavia 1971
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il Castello di Mornico Losana è una fortificazione situata nel comune italiano di Mornico Losana, in provincia di Pavia. L'edificio è posto a 350 m s.l.m. sull'altura che sovrasta il borgo, si trova nell'Oltrepò Pavese, su un crinale che fa da spartiacque tra la val Sorda e la valle del Verzate, con ottima visibilità della pianura Padana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mornico è citato tra i luoghi che nel 1164 l'imperatore Federico I concesse alla città di Pavia, tutti luoghi fortificati e dotati di autonoma amministrazione. Fu incluso dai Pavesi nella podesteria o squadra di Montalto, infeudata ai Belcredi, che ne costruirono o più probabilmente ricostruirono il castello, con funzioni di avamposto verso la pianura rispetto al castello principale di Montalto, da qui ben visibile. Subisce nei secoli vari assalti e viene assegnato dagli Sforza a varie famiglie piacentine. Seguì le sorti di Montalto nei successivi passaggi: agli Strozzi, ai Taverna e al definitivo ritorno ai Belcredi, con la dominazione spagnola, che nel XVIII secolo presero anche il titolo di marchesi di Mornico, ne mantennero il possesso fino alla prima metà del XIX secolo trasformando il borgo fortificato in un maniero.[1] All'inizio del XIX secolo il castello diviene proprietà del marchese Doria, poi a quelle dei Brignole. Nel 1880, il castello passa nelle mani dei De Filippi, che successivamente lo alienano, al professor Lorini. Oggi è una struttura alberghiera destinata a location per l'organizzazione di ricevimenti di nozze e convegni.[2]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente vi era solo una torre in pietra con la funzione di avvistamento, grazie alla sua posizione privilegiata con vista sulla pianura Padana. Attualmente si presenta come un palazzo di abitazione, venne ristrutturato come casa-forte all’inizio del 1700, e fu trasformato in un maniero con una torre merlata, che risale alla fine del XIX secolo, e una struttura muraria con loggette e rientranze. D’epoca medievale sono rimasti solo i basamenti perimetrali dei sotterranei.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Merlo, Castelli, rocche, case-forti, torri della Provincia di Pavia, Pavia 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]