Castello di Romagnese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Romagnese
Castello Dal Verme
Romagnese febbraio 2019.jpg
Il torrione di notte
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneLombardia
CittàRomagnese
Informazioni generali
TipoCastello medievale
Inizio costruzioneXII secolo
Materialepietra
Condizione attualeBuona
Proprietario attualeComune
Informazioni militari
Funzione strategicadifesa
M. Merlo, Castelli, rocche, case-forti, torri della Provincia di Pavia, Pavia 1971
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il Castello di Romagnese o castello Dal Verme, è una fortificazione situata nel comune italiano di Romagnese, in provincia di Pavia. L'edificio si trova nell'Oltrepò Pavese, a 630 m s.l.m. nel centro del borgo situato nella val Tidone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Non si conosce la data di costruzione del castello. La struttura attuale fu eretta a scopo difensivo dai Dal Verme nel XIV secolo, si suppone abbia soppiantato le rovine di una casa fortificata edificata dai monaci dell'abbazia di San Colombano di Bobbio, sotto la cui giurisdizione appartenne Romagnese fino al 1014 e poi passata nelle mani del vescovo di Bobbio dopo la formazione della contea vescovile di Bobbio. Nel 1383 il castello fu concesso da Gian Galeazzo Visconti al condottiero Jacopo Dal Verme come in riconoscimento delle imprese militari che determinarono l'espansione dei Visconti nell'Oltrepò, dopo aver avuto il castello di Rocca d'Olgisio nel 1378 e la valle di Pecorara nel 1380. Inizia il pressoché ininterrotto dominio dei Dal Verme con Luigi Dal Verme, figlio di Jacopo, conte di Bobbio e Voghera, della val Tidone e Castel San Giovanni. Proprietà del comune oggi ospita la sede del municipio e, nella torre, un piccolo museo di Civiltà Contadina, che raccoglie attrezzi di epoche passate utilizzati nell'agricoltura di montagna.[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Dell'antica rocca rimane soltanto un'ala superstite, il castello vermesco aveva probabilmente pianta a forma di U, oggi è costituito da un imponente edificio quadrilatero a base trapezoidale, realizzato in pietre squadrate. Con base speronata con cordonatura orizzontale sui lati sud e ovest, il torrione ha la merlatura originale guelfa ricoperta da un tetto, aggiunto nella seconda metà del XIX secolo. Sulla facciata orientale si apre un elegante portale in pietra arenaria di impostazione settecentesca, coronato da una balaustra.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ comune.romagnese.pv.it, https://www.comune.romagnese.pv.it/m-vivere/m-turismo/storia.
  2. ^ varziviva.net, http://www.varziviva.net/romagnese.htm.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Conti F., Hybsch V., Vincenti A., I castelli della Lombardia, Novara 1990, [vol. 1], pp. 153.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]