Castello Oldofredi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello Oldofredi
Iseo (10).JPG
Il castello Oldofredi a Iseo
Ubicazione
StatoI locali interni ospitano la biblioteca e una sala conferenze
Stato attualeItalia Italia
RegioneLombardia
CittàIseo
Informazioni generali
TipoCastello
StileMedievale con rifacimenti
Primo proprietarioFamiglia Oldofredi
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Iseo o castello Oldofredi prende il nome dall'omonima famiglia di Iseo, anche se non esistono documenti che ne attestino la proprietà.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Posizionato su un'emergenza rocciosa a meridione del centro storico, risulta esistente già nel IX-X secolo come proprietà del monastero bresciano di Santa Giulia.

La struttura è a pianta quadrata di circa 10 metri per lato, di cui la parte più antica risulta essere il mastio posizionata nell'ala meridionale.

Nel 1161 subì una devastazione ordinata da Federico Barbarossa, successivamente venne ricostruito e munito di quattro torri ai lati e un fossato scavato nella roccia.

Le porte d'accesso, a sesto acuto, erano rivolte a nord e a sud e nelle chiavi di volta era riportato lo stemma veronese dei Della Scala.

A partire dall'inizio Quattrocento, con l'estensione del dominio della Repubblica di Venezia sul Bresciano, la fortificazione perse la sua importanza militare. La proprietà passò alla famiglia Celeri da Lovere, che la mantenne fino al 1585, quando venne donato ai frati cappuccini.

I monaci operarono diverse modifiche nella struttura, tra cui la mozzatura delle torri e la costruzione della chiesa di san Marco, consacrata nel 1629.

Con le soppressioni di Napoleone nel 1797 i frati abbandonarono il convento, che subì una privatizzazione. Il comune di Iseo riuscì ad acquistarne il possesso negli anni '60 del Novecento e restaurarlo.

Oggi ospita la biblioteca comunale Fulgenzio Rinaldi, la sede di alcune associazioni culturali e la sala civica nella precedente chiesa di San Marco.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]