Film sull'Uomo Ragno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Uomo Ragno.

L'Uomo Ragno, personaggio dei fumetti Marvel Comics, è stato trasposto sul grande schermo in sette occasioni tra il 2002 e il 2019. Progetti concreti legati agli adattamenti cinematografici sul supereroe sono stati messi in cantiere fin dal 1985, ma il primo film è uscito nelle sale solo diciassette anni dopo, diretto da Sam Raimi e con Tobey Maguire nel ruolo del protagonista. Il film Spider-Man e i due successivi capitoli hanno dato vita ad una trilogia di grande successo, che ha ottenuto complessivamente circa 2,5 miliardi di dollari di incasso in tutto il mondo. Nel 2010 è iniziata invece la produzione di un reboot della saga, con il film The Amazing Spider-Man, uscito a luglio 2012, diretto Marc Webb e interpretato da Andrew Garfield, che ritornano anche nel capitolo successivo, The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro.

Erano previsti due spin-off della saga The Amazing Spider-Man sui Sinistri Sei e Venom, tuttavia nel febbraio del 2015 viene annunciato un accordo tra la Sony Pictures e i Marvel Studios per produrre un nuovo reboot di Spider-Man ambientato nel Marvel Cinematic Universe: il personaggio è apparso prima in Captain America: Civil War, e poi come protagonista di Spider-Man: Homecoming, uscito nel luglio 2017, e Spider-Man: Far from Home, uscito nel luglio 2019. A seguito di questo accordo la saga The Amazing Spider-Man viene cancellata, ma gli spin off sui Sinistri Sei e su Venom rimangono comunque in lavorazione. Nel marzo 2017 viene ufficialmente annunciato il film Venom, uscito il 4 ottobre 2018 con Tom Hardy nel ruolo di protagonista.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

I primi live action[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'Uomo Ragno (film), L'Uomo Ragno colpisce ancora e L'Uomo Ragno sfida il Drago.
Nicholas Hammond nei panni di Peter Parker.

A quindici anni dalla creazione del personaggio, nel 1977 il network televisivo CBS decise di produrre la serie televisiva in live action The Amazing Spider-Man, con Nicholas Hammond nel ruolo del protagonista. La serie tv ebbe successo ma la carenza di personaggi presi dalle storie originali, la mancanza di criminali con superpoteri, gli effetti speciali poco mirabolanti e i costi di produzione che divennero troppo alti, si fermò dopo 15 episodi, raccolti in due stagioni. Dal 1980 al 1990 venne accarezzata (ma mai messa in cantiere) l'idea di far incontrare il personaggio con altre leggende della Marvel, compresi gli interpreti de L'incredibile Hulk, ovvero Bill Bixby (David Bruce Banner) e Lou Ferrigno (Hulk). Degli episodi prodotti, alcuni vennero adattati nei film per la televisione L'Uomo Ragno (1977), L'Uomo Ragno colpisce ancora (1978) e L'Uomo Ragno sfida il Drago (1979).

I diritti in mano a Cannon Films[modifica | modifica wikitesto]

La pessima performance di Superman III bloccò temporaneamente la produzione di ulteriori adattamenti di fumetti supereroistici.[1] Nel 1985, Roger Corman propose a Hollywood di adattare il fumetto Marvel Comics Spider-Man: l'idea non venne accettata e il progetto scadette subito.[2]

Sempre nel 1985, i due vertici della Cannon Films, i cugini Menahem Golan e Yoram Globus, acquisirono i diritti cinematografici di Spider-Man a tempo determinato per circa 250.000 $.[3] Nel caso il progetto non si fosse sviluppato ulteriormente, i diritti sarebbero dovuti tornare come da contratto alla Marvel Comics nel 1990.[4] Golan e Globus proposero come regista Tobe Hooper ed assegnarono a Leslie Stevens la stesura di una sceneggiatura che rispecchiasse la loro visione dell'Uomo Ragno.[5] La storia avrebbe trattato la trasformazione del giornalista dilettante Peter Parker, a seguito di un bombardamento di radiazioni, in un mostruoso uomo-tarantola con l'animo buono.[5][6]

Ritenendo avessero frainteso il personaggio, la Marvel Comics scartò la proposta, ma continuò a premere su un possibile adattamento: la Cannon assunse allora due nuovi sceneggiatori, Ted Newsom e John D. Brancato, incaricati di scrivere una storia originale.[7] Nella nuova sceneggiatura veniva introdotto il personaggio del Dottor Octopus, originariamente maestro e mentore di Parker, come antagonista. Vennero assoldati il regista Joseph Zito e lo sceneggiatore Barney Cohen.[8] Per il nuovo progetto fu stanziato un budget tra i 15 e i 20 milioni di dollari.[3] Prima dell'inizio del casting, Zito propose di utilizzare lo stuntman Scott Leva per il ruolo di Spider-Man; si fece anche il nome di Tom Cruise.[9] Per il ruolo di Dottor Octopus entrò in negoziato Bob Hoskins, mentre il creatore di Spider-Man, Stan Lee, si propose per il ruolo di J. Jonah Jameson.[9] Le attrici Lauren Bacall e Katharine Hepburn furono invece candidate per impersonare zia May. Peter Cushing e Adolph Caesar furono considerati per altri ruoli.[7] Tuttavia, il progetto subì un ridimensionamento, poiché la Cannon finanziò in quel periodo film costosi ma di scarso successo come Superman IV e I dominatori dell'universo. Quando la spesa preventiva venne abbassata a 10 milioni, Joseph Zito si tirò fuori dal progetto, ritenendo la cifra sin troppo esigua: la Cannon assunse allora un gruppo di sceneggiatori, tra cui Shepard Goldman, Don Michael Paul, Ethan Wiley e Albert Pyun (scelto anche come regista), per riscrivere in parte il copione adattandolo ad un film più low-budget.[6] A detta di Scott Leva, che, pur non essendo mai stato confermato nel ruolo, comparve in un gran numero di materiale promozionale nei panni di Spider-Man, le continue riscritture non giovarono al progetto, la cui qualità della sceneggiatura passò da "buona, con solo qualche dettaglio da sistemare" a "insalvabile".[9] Nel 1988 si fece anche il nome di Ruggero Deodato come possibile regista.[10] Il film fu tuttavia messo in stallo, quando la Cannon Films entrò in una crisi finanziaria.[5]

Nel 1989, lo studio di produzione Pathé acquisì la Cannon. Con lo scioglimento della major, Globus e Golan si separarono: il primo rimase con la Pathé, mentre il secondo gli preferì la 21st Century Film Corporation; Golan propose a questa di distribuire il film su Spider-Man nel 1992, ed estese il contratto con la Marvel Comics fino a quell'anno.[4] Golan recuperò la sceneggiatura originale del 1985, eliminando i tagli decretati dalla defunta Cannon, e la propose alla 21st,[11] che accettò, fissando per la fine del 1989 l'inizio della produzione.[12] Stephen Herek venne contattato per dirigere il film, mentre ulteriori riscritture vennero da Frank LaLoggia e Neil Ruttenberg.[13][14]

Il progetto di James Cameron[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991, James Cameron stilò 47 pagine di una sceneggiatura alternativa a quella proposta per Spider-Man.[5] Cameron, infatti, era un grande appassionato del personaggio e da tempo desiderava di realizzare una pellicola incentrata su di lui. Presentò dunque il proprio lavoro alla Carolco Pictures, che deteneva i diritti del personaggio, la quale rimase molto colpita dal suo lavoro e decise di finanziare la pellicola. Anche Stan Lee, creatore dell'Uomo Ragno, diede la sua più totale benedizione al progetto, definendo il progetto «fresco e originale». Cameron scelse di raccontare un film di origini, spiegando come mai Peter Parker aveva sviluppato i suoi poteri e come era diventato Spider-Man, ma apportò alcune modifiche alla storia originale, in particolare scelse di far sì che l'eroe mutasse "biologicamente" in modo da sparare le ragnatele dai polsi. Per il regista, infatti, era inconcepibile che un adolescente, sia pur geniale, avrebbe potuto inventare e costruire da solo dei lanciaragnatele.[15] Cameron modificò anche le origini dei due antagonisti, ovvero Electro e l'Uomo Sabbia. Il primo non si chiamava Max Dillon come nei fumetti, ma Carlton Strand: si trattava di un corrotto capitalista megalomane che aveva ottenuto il potere di manipolare l'elettricità in seguito ad un incidente. Il suo scagnozzo, ovvero l'Uomo Sabbia (ribattezzato da Cameron con il semplice nome di Boyd), era relativamente simile nel comportamento e nei poteri alla sua controparte fumettistica. Lo scontro finale tra Spider-Man e i due antagonisti venne collocato in cima alle Torri Gemelle e, nella scena finale, l'eroe uccideva Electro e svelava a Mary Jane la sua "identità segreta".[15]

Per la parte di Peter Parker, Cameron avvicinò al progetto un giovanissimo e non famosissimo Leonardo DiCaprio. «Il progetto non era pronto a partire, ma c’era una sceneggiatura» commentò l'attore - «So che James era più che deciso a dirigerlo a un certo punto, ma le discussioni non sono andate molto avanti».[16] Il progetto, infatti, si arenò quando, nel 1995, la Carolco entrò in bancarotta per problemi economici e giudiziari.[4][17] Dopo aver provato, inutilmente, a convincere la 20th Century Fox, ad acquisire i diritti su Spider-Man, Cameron abbandonò definitivamente il progetto. Successivamente, i diritti finirono alla Sony mentre Cameron ormai aveva iniziato a lavorare a Titanic. Il film di Spider-Man di Sam Raimi, che uscirà nel 2002, manterrà molti elementi proposti proprio nel trattamento di Cameron, come la "mutazione biologica" degli spara-ragnatele. Tuttavia nei crediti del film di Raimi non venne citato Cameron, cosa che non piacque molto al regista.[15]

La trilogia di Raimi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man (film), Spider-Man 2 e Spider-Man 3.
Il logo della trilogia di Spider-Man diretta da Sam Raimi

A distanza di un anno, la Columbia Pictures, un'associata della Sony Pictures Entertainment, comprò i diritti cinematografici al prezzo di 7.000.000 [senza fonte]. Nel 2000, lo studio di produzione, acquisì inoltre tutte le sceneggiature proposte per adattare il fumetto. I primi candidati alla regia furono Ruggero Deodato, Roland Emmerich, Tim Burton, Chris Columbus e David Fincher; quest'ultimo declinò l'offerta in quanto voleva adattare il fumetto The Night Gwen Stacy Died, contrariamente alla volontà dello studio di produzione che voleva un film sulle origini del personaggio.

Dopo una serie di progetti mai andati in porto per anni per una trasposizione cinematografica del personaggio, la casa di produzione Sony Pictures Entertainment affidò la produzione di Spider-Man, uscito nel 2002, al regista Sam Raimi e allo sceneggiatore David Koepp. La parte di Peter Parker fu affidata al giovane Tobey Maguire, e per il ruolo del suo avversario Goblin fu ingaggiato Willem Dafoe. Accanto ai due vi sono Kirsten Dunst come Mary Jane Watson, di cui Parker è innamorato, mentre James Franco è Harry Osborn, miglior amico del ragazzo.

Nella pellicola si assiste all'origine del personaggio, con l'impacciato Parker morso da un ragno geneticamente potenziato. Il ragazzo vede lo zio morire quando, grazie alle sue nuove abilità, avrebbe potuto salvarlo: questo lo porta a prendere la decisione di combattere la criminalità nelle vesti dell'Uomo Ragno, sotto la cui identità dovrà affrontare il Goblin, sotto la cui maschera si nasconde l'industriale Norman Osborn, vittima di un esperimento che ne ha modificato la personalità.

Spider-Man si rivelò un record al botteghino, ottenendo più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo e diventando uno dei film più visti del 2002. Seguì un sequel, Spider-Man 2, diretto sempre da Raimi e interpretato da Maguire. Il lungometraggio vede il protagonista affrontare lo scienziato Otto Octavius (Alfred Molina), diventato il criminale Dottor Octopus. Uscito nel giugno 2004, ha ottenuto ottime recensioni da parte di critici quali Roger Ebert[18], e riceve il premio Oscar per i migliori effetti speciali.

Nel 2007 Raimi diresse il terzo capitolo della trilogia, Spider-Man 3, dove Parker si trovava ad affrontare l'Uomo Sabbia e il simbionte alieno Venom. Il film ottenne un incasso maggiore dei precedenti, ma ricevette critiche a volte contrastanti[19]. Per le scene di violenza presenti venne classificato com PG-13 da MPAA e 12 da BBFC. Ciò nonostante, mentre da un lato si prospettava un quarto capitolo della saga, dall'altra Avi Arad iniziò a parlare della possibilità di girare uno spin-off dedicato al solo Venom.

Quarto film cancellato[modifica | modifica wikitesto]

Ancora prima che iniziasse la produzione di Spider-Man 3, Kevin Feige e Avi Arad progettavano sviluppi ulteriori della saga[20][21]. Nonostante nel gennaio 2007 David Koepp venisse incaricato di scrivere la sceneggiatura dalla Columbia[22], Raimi dichiarò di essere più interessato alla trasposizione de Lo Hobbit che ad un nuovo film sull'Uomo Ragno[23], malgrado preventivasse comunque un'ulteriore trilogia[24]. A complicare la realizzazione intervenne anche il diniego da parte di alcuni attori a tornare, tra cui Tobey Maguire[25] e Kirsten Dunst, la quale specificò che non avrebbe partecipato al film se non fossero tornati anche Maguire e Raimi. Nel 2007, Spider-Man 4 entrò in sviluppo, con Raimi alla regia e Maguire, Dunst e altri membri del cast pronti a riprendere i loro ruoli. Sia un quarto che un quinto film furono pianificati e fu presa in considerazione l'idea di girarli contemporaneamente. Tuttavia, lo stesso Raimi nel marzo del 2009 diffuse la notizia che solo il quarto film era in fase di sviluppo e che, se ci fossero stati un quinto e un sesto film, questi ultimi sarebbero stati in realtà una continuazione del loro predecessore. Inizialmente, la Sony Pictures contattò nuovamente David Koepp, che aveva già sceneggiato il primo film di Spider-Man. Ma nel luglio 2007 fallirono i negoziati tra Columbia e Koepp, cosicché lo studio fu costretto a mettersi alla ricerca di un nuovo sceneggiatore[26]. James Vanderbilt fu assunto nell'ottobre del 2007 per scrivere la sceneggiatura. In seguito la sceneggiatura fu affidata al commediografo, vincitore del premio Pulitzer, David Lindsay-Abaire e poi ulteriormente riscritta da Gary Ross nell'ottobre del 2009. Sony ingaggiò poi Vanderbilt per scrivere lo script per Spider-Man 5 e Spider-Man 6.

Nel 2007, Raimi espresse interesse nel ritrarre la trasformazione del dottor Curt Connors nel suo feroce alter ego, Lizard; l'attore Dylan Baker e il produttore Grant Curtis erano entusiasti dell'idea. Raimi discusse anche con Bruce Campbell allo scopo di proporgli un ruolo più significativo, anziché il consueto cameo. Nel dicembre del 2009 venne riportata la notizia che John Malkovich era in trattative per interpretare l'Avvoltoio e che Anne Hathaway avrebbe interpretato invece Felicia Hardy, anche se non avrebbe vestito i panni della Gatta Nera, come nei fumetti; infatti Felicia era destinata a diventare una nuova figura dai superpoteri chiamata Vulturess.

Ci furono disaccordi tra Raimi e Sony, perché la casa di produzione spinse per poter far uscire il film il 6 maggio 2011, come previsto. La Sony Pictures annunciò nel gennaio del 2010 che la produzione di Spider-Man 4 era stata ufficialmente chiusa a causa del ritiro di Raimi dal progetto. Raimi disse che la sua partecipazione al film si concluse a causa del dubbio che la major aveva nei suoi riguardi, sia di poter rispettare la scadenza prevista per l'uscita sia di dare il giusto apporto creativo al film.

Nonostante ciò, i produttori spiegarono che la serie sarebbe andata avanti anche senza la presenza di Maguire; commentando ciò, Raimi, si disse esterrefatto dalle scelte operate dalla casa di produzione e dalla loro ingerenza[27].

Nel 2010 si iniziò a parlare di una nuova versione dei nemici in Spider-Man 4: Dylan Baker sarebbe rimasto nel ruolo di Lizard, Robert Knepper avrebbe interpretato Carnage e Eliza Dushku sarebbe apparsa nei panni di Gatta Nera. Si pensava anche alla possibilità di scritturare John Malkovich come Avvoltoio. Ci furono anche voci sulla presenza degli antagonisti Kraven in un eventuale Spider-Man 6, su proposta dal produttore Grant Curris, Avvoltoio, Electro e Sinistri Sei su indicazione dello stesso Raimi[28]. John Malkovich e Anne Hathaway vennero dati per ingaggiati come Avvoltoio e Gatta Nera[29].

I film di Marc Webb[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Amazing Spider-Man (film) e The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro.
Il logo della saga di The Amazing Spider-Man diretta da Marc Webb

The Amazing Spider-Man è un film realizzato con tecnologia 3-D, uscito nel 2012[30][31], con Marc Webb alla regia[32] e Andrew Garfield nel ruolo del protagonista[33]. È basato maggiormente sulla versione Ultimate del personaggio e vede Lizard come antagonista e l'introduzione di Gwen Stacy.

Nel 2014 è uscito il sequel, The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro, sempre diretto da Webb, che introduce i personaggi di Harry Osborn, Electro, Rhino e Norman Osborn.

Il 13 dicembre 2013 la Sony annunciò due spin-off, poi cancellati, incentrati su Venom e i Sinistri Sei, che sarebbero dovuti derivare proprio da questo riavvio della saga.[34]

Marvel Cinematic Universe[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2014, in seguito alla diffusione di documenti riservati della Sony Pictures, venne rivelato che la Sony e i Marvel Studios avevano discusso della possibilità di inserire Spider-Man nel film del Marvel Cinematic Universe Captain America: Civil War, lasciando allo stesso tempo i diritti in mano alla Sony. Tuttavia le conversazioni non andarono a buon fine, e la Sony pensò di chiamare Sam Raimi per dirigere una nuova trilogia di film.[35]

Tuttavia, il 9 febbraio 2015 Sony Pictures e Marvel Studios hanno annunciato che Spider-Man sarebbe entrato a far parte del Marvel Cinematic Universe; il personaggio sarebbe apparso in un film del Marvel Cinematic Universe e in un film co-prodotto dal presidente dei Marvel Studios Kevin Feige e Amy Pascal e distribuito da Sony. La Sony continuerà a detenere i diritti del personaggio, il controllo finanziario, distributivo e creativo dei film di Spider-Man. La data di uscita del primo film venne fissata al 7 luglio 2017.[36]

Iron Man 2 (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Iron Man 2.

In una scena del film Tony Stark salva un bambino che indossa una maschera di Iron Man da uno dei droni di Justin Hammer. Nel giugno 2017 Holland rivelò che attraverso un'operazione di retcon la Marvel aveva canonizzato una popolare teoria dei fan e stabilito che il bambino fosse Peter.[37]

Captain America: Civil War (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Captain America: Civil War.

Dopo l'annuncio dell'accordo venne riportato da più testate giornalistiche che Spider-Man sarebbe stato introdotto in Captain America: Civil War. Entro la fine di maggio 2015 Asa Butterfield, Tom Holland, Judah Lewis, Matthew Lintz, Charlie Plummer e Charlie Rowe fecero dei provini per il ruolo di Spider-Man insieme a Robert Downey Jr., interprete di Iron Man, per testare la chimica tra gli attori.[38][39] I sei attori vennero scelti da una rosa di oltre 1500 candidati e fecero un provino di fronte a Feige, Pascal e ai Russo. A giugno Feige e Pascal restrinsero la rosa degli attori a Holland e Rowe.[38] Entrambi fecero un nuovo provino insieme a Downey, mentre Holland fece un provino anche con Chris Evans, interprete di Captain America, ed emerse come favorito.[39] Il 23 giugno 2015 i Marvel Studios e Sony Pictures annunciarono ufficialmente Holland come nuovo interprete di Spider-Man.[40]

Spider-Man: Homecoming (2017)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man: Homecoming.

Il film venne annunciato nel febbraio 2015 ed è uscito il 7 luglio 2017 negli Stati Uniti.[41][42] Il film è diretto da Jon Watts da una sceneggiatura di John Francis Daley & Jonathan M. Goldstein, Watts & Christopher Ford e Chris McKenna & Erik Sommers. Holland, Tomei e Downey riprendono i rispettivi ruoli di Peter Parker / Spider-Man, May Parker e Tony Stark / Iron Man da Civil War; Michael Keaton interpreta Adrian Toomes / Avvoltoio.[43] Le riprese cominciarono nel giugno 2016 ai Pinewood Studios di Atlanta e terminarono a inizio ottobre 2016 a New York.[44][45]

Avengers: Infinity War (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Avengers: Infinity War.

Nel febbraio 2017 è stato confermato che Holland avrebbe ripreso il ruolo di Peter Parker stavolta come Iron Spider in Avengers: Infinity War,[46]

Avengers: Endgame (2019)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Avengers: Endgame.

Spider-Man è riapparso nel sequel di Avengers: Infinity War intitolato Avengers: Endgame previsto per il 2019.[47]

Spider-Man: Far from Home (2019)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man: Far from Home.

Nel dicembre 2016 la Sony annunciò il sequel di Spider-Man: Homecoming, previsto per il 5 luglio 2019.[48]

Il 24 giugno 2018 Tom Holland annuncia che il film si intitolerà Spider-Man: Far from Home.

Sequel di Spider-Man: Far from Home (2021)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2019 i Marvel Studios e Sony ruppero il loro contratto per il personaggio togliendolo dal Marvel Cinematic Universe, tuttavia nel settembre 2019 il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige annuncia il terzo film su Spider-Man previsto per il 2021, ancora senza titolo.

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Spider-Man - Un nuovo universo (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man - Un nuovo universo.

Nell'aprile 2015, la Sony annunciò che Phil Lord e Chris Miller stavano scrivendo e producendo un film d'animazione dell'Uomo Ragno dal titolo Spider-Man - Un nuovo universo, in fase di sviluppo presso la Sony Pictures Animation. Originariamente programmato per essere distribuito il 21 dicembre 2018, Sony annunciò il 26 aprile 2017 che il film sarebbe uscito una settimana prima, il 14 dicembre 2018. La presidente della Sony Pictures Animation, Kristine Belson, svelò il logo del film, con il titolo provvisorio Animated Spider-Man, al CinemaCon 2016, dichiarando che "concettualmente e visivamente [il film] aprirà nuove strade al genere dei supereroi". Il 20 giugno 2016, The Hollywood Reporter ha riferito che il film verrà diretto da Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman. Il protagonista del film è Miles Morales, lo Spider-Man dell'universo Ultimate.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Film Data di distribuzione Incassi Budget
Italia Stati Uniti d'America Italia Stati Uniti d'America Internazionale
Spider-Man[49] 7 giugno 2002 3 maggio 2002 16.059.300 403.706.375 $ 821.708.551 $ 139.000.000 $
Spider-Man 2[50] 16 settembre 2004 30 giugno 2004 18.976.165 373.585.825 $ 783.766.341 $ 200.000.000 $
Spider-Man 3[51] 1º maggio 2007 4 maggio 2007 18.052.986 336.530.303 $ 890.871.626 $ 250.000.000 $
The Amazing Spider-Man[52] 4 luglio 2012 3 luglio 2012 11.766.000 262.030.663 $ 757.930.663 $ 220.000.000 $
The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro[53] 23 aprile 2014 2 maggio 2014 9.063.000 202.408.526 $ 709.000.000 $ 200.000.000 $
Spider-Man: Homecoming[54] 6 luglio 2017 7 luglio 2017 8.592.016 333.616.415 $ 879.686.999 $ 175.000.000 $
Totale[55] 82.509.467 1.912.323.514 $ 4.842.987.320 $ 1.184.000.000 $

Prodotti derivati[modifica | modifica wikitesto]

Danny Elfman compose i temi principali della colonna sonora dei film di Sam Raimi, e il brano Hero, scritto ed interpretato da Chad Kroeger e presente nell'album Music from and Inspired by Spider-Man, raggiunse alti piazzamenti nelle classifiche mondiali.

I tre capitoli realizzati da Raimi vennero concretizzati inoltre da altrettanti adattamenti videoludici, Spider-Man, Spider-Man 2 e Spider-Man 3. Lo stesso tipo di carattere usato per i titoli dei film venne inoltre impiegato nel font della console PlayStation 3[56].

Hasbro si occupò invece di realizzare giocattoli ed action figure legati a tali film[57], e tra il 2002 e il 2004 vennero realizzati alcuni set LEGO ispirati ai primi due film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Michael A. Hiltzik, Spidey's Movie Mess, Los Angeles Times, 29 settembre 1998.
  2. ^ (EN) Don Kaye, A Tangled Web, su MSN.
  3. ^ a b Ronald Grover, Unraveling Spider-Man's Tangled Web, in Business Week, 15 aprile 2002. URL consultato il 22 gennaio 2007 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2009).
  4. ^ a b c d (EN) Michael A. Hiltzik, Untangling the Web, Los Angeles Times Magazine, 24 marzo 2002 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2011).
  5. ^ a b (EN) Edward Gross, Spider-Man Confidential, Hyperion, 2002.
  6. ^ a b (EN) Patrick Daniel O'Neill, Screenwriter Ted Newsom, in Comics Interview Magazine, nº 85, marzo 1990.
  7. ^ (EN) William S. Wilson, The "Never Got Made" File #19: Look Out! Here comes the SPIDER-MAN movie...or maybe not!, su Video Junkie, 28 giugno 2010. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  8. ^ a b c (EN) Pat Jankiewicz, Scott Leva, the Man Who Was Almost Spider-Man, in Starlog/Comics Scene Presents Spider-Man, nº 1, luglio 2002, pp. 62–64.
  9. ^ Dati forniti dal commento audio del regista nel DVD di Cannibal Holocaust.
  10. ^ (EN) Sheldon Teitelbaum, Spider-Man - The Movie: For Cannon Films it was a web too far, su Cinefantastique, settembre 1987.
  11. ^ (EN) 21stCenturyAd1989, in Variety, 5 maggio 1989, p. 11.
  12. ^ (EN) David Hughes, The Greatest Sci-Fi Movies Never Made, ISBN 1-55652-449-8.
  13. ^ (EN) Steve Ryfle, Spider-Man's Tangled Web, in Creative Screenwriting Magazine, maggio-giugno 2002.
  14. ^ a b c Andrea Francesco Berni, Lo Spider-Man perduto di James Cameron, in badtaste.it, 25 dicembre 2009.
  15. ^ Andrea Francesco Berni, Spider-Man: Leonardo DiCaprio torna a riflettere sul film di James Cameron, in badtaste.it, 31 dicembre 2015.
  16. ^ (EN) Jim Bullard, Spider-Man Now 30!, St. Petersburg Times, 17 aprile 1992.
  17. ^ Spider-Man 2 :: rogerebert.com :: Reviews
  18. ^ Spider-Man 3 Reviews, Ratings, Credits, and More at Metacritic
  19. ^ After Spidey, Marvel To Focus On Hulk's Relaunch, Captain America's Big-Screen Debut - MTV Movie News| MTV
  20. ^ IGN Interview: Avi Arad - Movies Feature at IGN Archiviato il 20 marzo 2007 in Internet Archive.
  21. ^ Columbia, Koepp talk 'Spider-Man' - Entertainment News, Film News, Media - Variety[collegamento interrotto]
  22. ^ 'Hobbit' Forming? | EW.com
  23. ^ Sam Raimi Confirms Spidey 4, 5 and 6! | Superhero Hype
  24. ^ Movie News and Rumours - Yahoo! Movies
  25. ^ Sam Raimi Talks Spider-Man 4 | Movie News | Empire
  26. ^ Copia archiviata, su premiere.com. URL consultato il 10 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2008).
  27. ^ Sam Raimi May Not Helm 'Spider-Man 4'; Wants Electro, Vulture As Villains If He Does - MTV Movie News| MTV
  28. ^ EXCLUSIVE: Spider-Man 4 Circling John Malkovich, Anne Hathaway - Movieline Archiviato il 13 dicembre 2009 in Internet Archive.
  29. ^ (EN) Sony Rebooting Spider-Man in 2012!, Superherohype, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  30. ^ (EN) Il nuovo Spider-Man sarà in 3-D, uscirà a luglio 2012, Badtaste, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  31. ^ (EN) Ufficiale: Marc Webb dirigerà il reboot di Spider-Man!, Badtaste, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  32. ^ (EN) It's official! Andrew Garfield to play Spider-Man!, Superherohype, 2 luglio 2010. URL consultato il 2 luglio 2010.
  33. ^ (EN) Everyeye, 13 dicembre 2013, http://www.everyeye.it/cinema/notizia/sony-pictures-conferma-i-film-dedicati-a-venom-e-ai-sinistri-sei_178348. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  34. ^ (EN) Ben Fritz, Sony, Marvel Discussed Spider-Man Movie Crossover, su The Wall Street Journal, 9 dicembre 2014. URL consultato il 21 maggio 2016.
  35. ^ (EN) Sony Pictures Entertainment Brings Marvel Studios Into The Amazing World Of Spider-Man, su Marvel.com, 9 febbraio 2015. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  36. ^ (EN) Bill Bradley, Tom Holland Confirms Popular Fan Theory: Spider-Man Was In ‘Iron Man 2’, su HuffPost, 26 giugno 2017. URL consultato il 27 giugno 2017.
  37. ^ a b (EN) Boris Kyt, Spider-Man Hopefuls Screen-Test in Atlanta as Marvel Decision Nears (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 30 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2016.
  38. ^ a b (EN) Boris Kyt, Tatiana Siegel, Robert Downey Jr. and Secret Screen-Tests: How the New 'Spider-Man' Team Was Chosen, su The Hollywood Reporter, 23 giugno 2015. URL consultato il 21 maggio 2016.
  39. ^ (EN) 'Spider-Man' Finds Tom Holland to Star as New Web-Slinger, su The Hollywood Reporter, 23 giugno 2015.
  40. ^ (EN) Sony Pictures Entertainment Brings Marvel Studios Into The Amazing World Of Spider-Man, su marvel.com, 9 febbraio 2015. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  41. ^ (EN) Alex Osborn, "Spider-Man Reboot Will Be Released In IMAX, su IGN.com, 26 gennaio 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  42. ^ (EN) Justin Kroll, Michael Keaton Back in the Mix for ‘Spider-Man: Homecoming’ Villain (EXCLUSIVE), in Variety, 20 maggio 2016. URL consultato il 21 maggio 2016.
  43. ^ (EN) Lucas Siegel, Spider-Man: Homecoming Starts Filming, su ComicBook.com, 20 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  44. ^ (EN) Megan Peters, Tom Holland Shares Photo From Spider-Man: Homecoming's Last Day Of Filming, su ComicBook.com, 2 ottobre 2016. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  45. ^ (EN) Anthony Breznican, The Guardians of the Galaxy will meet the Avengers in Infinity War, su Entertainment Weekly, 10 febbraio 2017. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  46. ^ (EN) Borys Kit e Aaron Couch, Marvel's Kevin Feige on Why the Studio Won't Make R-Rated Movies, 'Guardians 2' and Joss Whedon's DC Move, su The Hollywood Reporter, 18 aprile 2017. URL consultato il 18 aprile 2017.
  47. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘Spider-Man: Homecoming 2’ Shoots Web Around Independence Day 2019; ‘Bad Boys 4’ Moves To Memorial Day, su Deadline.com, 9 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2016.
  48. ^ Spider-Man (2002) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  49. ^ Spider-Man 2 (2004) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  50. ^ Spider-Man 3 (2007) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  51. ^ The Amazing Spider-Man (2012) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  52. ^ The Amazing Spider-Man 2 (2014) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  53. ^ Spider-Man: Homecoming (2017) - Financial Information, in The Numbers. URL consultato l'8 settembre 2017.
  54. ^ Box Office History for Spider-Man Movies, in The Numbers. URL consultato il 30 settembre 2017.
  55. ^ PS3 News: Kutaragi "insisted" on Spider-Man font for PS3 - ComputerAndVideoGames.com
  56. ^ Hasbro, Marvel and Spider-Man Merchandising Extend Deal - ComingSoon.net

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]