Uomo Assorbente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uomo Assorbente
L'Uomo Assorbente contro l'Uomo Ragno, disegni di Steve McNiven.
L'Uomo Assorbente contro l'Uomo Ragno, disegni di Steve McNiven.
Universo Universo Marvel
Nome orig. Absorbing Man
Lingua orig. Inglese
Alter ego Carl Creel
Soprannome "Crusher"
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. marzo 1965
1ª app. in Journey into Mystery (Vol. 1[1]) n. 114
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 12 ottobre 1971
app. it. in Il Mitico Thor n. 18
Interpretato da Brian Patrick Wade
Voce italiana Massimo Bitossi
Specie umano mutato
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita Bronx, New York
Abilità
  • forza e resistenza elevate
  • esperto nel corpo a corpo
  • assunzione delle caratteristiche di ogni materia che tocca
  • limitata rigenerazione
Affiliazione Signori del male
Parenti

L’Uomo Assorbente (Absorbing Man), il cui vero nome è Carl "Crusher" Creel, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni) nel 1965, pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Journey into Mystery (Vol. 1) n. 114 (marzo 1965).

Nonostante sia un supercriminale, Creel non è un uomo completamente maligno e qualora impegnato in un combattimento con qualche supereroe tenta sempre di non coinvolgere o uccidere passanti innocenti, pur non facendosi scrupoli a minacciarli.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nato a New York, Carl Creel è stato messo sotto pressione sin dall'infanzia da parte del padre, autoritario e molto rozzo[2]. Costretto a difendersi dai teppisti di strada, si diede alla boxe e venne soprannominato "Crusher", poiché tutti gli avversari che combattevano contro di lui venivano brutalmente messi al tappeto. Durante la sua carriera di pugile, Creel è stato anche l'ultimo avversario di "Battlin' Jack" Murdock[3], ucciso dalla mafia per non aver accettato di perdere contro di "Crusher" il quale, tuttavia, ignorava che l'incontro fosse truccato. Anni dopo, in un impeto di rabbia uccide volontariamente un avversario, venendo squalificato e mandato in prigione per omicidio[4].

Poco tempo dopo la sua incarcerazione, Loki, alla ricerca di un degno avversario per Thor, sceglie Creel, nella cui vicenda rivede se stesso: entrambi cacciati dalla società civile e in cerca di vendetta[2]. Apparendogli nella sua cella, il Dio delle Malefatte gli dona un'erba magica che, una volta ingerita, conferisce all'ex-pugile la capacità di imitare la struttura molecolare di ogni materiale con cui entra in contatto, dal più duro al più soffice. Sfruttando tale capacità Creel, ribattezzatosi "Uomo Assorbente", assorbe il ferro della sua palla da prigione ed evade per poi scontrarsi con Thor, che lo sconfigge con l'astuzia facendolo trasformare in elio e spedendolo nello spazio[5]. Soccorso da Loki affronta nuovamente il Dio del Tuono e lo stesso Odino ma viene nuovamente sconfitto ed esiliato nello spazio profondo assieme al Dio delle Malefatte[6].

Supercriminale[modifica | modifica wikitesto]

Tornato sulla Terra dopo essersi fuso con una cometa, l'Uomo Assorbente si scontra in numerose occasioni con Hulk[7][8], i Vendicatori[9], Devil[10], Dazzler[11] e l'Uomo Ragno[12] riportando una sconfitta dopo l'altra. In seguito partecipa alle Guerre Segrete dove conosce Mary MacPherran (Titania), supercriminale dal carattere molto simile al suo con cui intraprende una relazione sentimentale sfociata in matrimonio[13].

La coppia si unisce poi alla nuova formazione dei Signori del male sconfiggendo per poco i Vendicatori, salvo poi venire battuti da Wasp e Scott Lang[14]. Dopo aver avuto altri scontri con Thor[15], Thunderstrike[16] e Quasar[17], Creel viene imprigionato nel carcere sperimentale di Hank Pym "Big House" (dove i prigionieri sono ridotti a dimensioni minuscole grazie alle "Particelle Pym") e tenta la fuga ma viene fermato da She-Hulk[18].

Durante Civil War viene sconfitto ed apparentemente ucciso da Sentry[19] ma successivamente lo si rivede vivo e vegeto al funerale di Stilt-Man[20] e, tempo dopo, assieme a Titania, aiuta She-Hulk e Jazinda ad arrestare suo cugino Rocky Davis[21].

Durante Dark Reign, l'Uomo Assorbente si unisce alla nuova incarnazione della Lethal Legion agli ordini di Grim Reaper[22]. Sconfitto e imprigionato, riesce ad evadere un'ennesima volta di prigione assorbendo il potere del Cubo Cosmico[23] ma Norman Osborn lo trafigge in seguito con una lama incantata asgardiana (fornitagli da Loki) che lo priva di tutti i suoi poteri[24].

Contemporaneamente lo si scopre avere un figlio, Jerry Sledge (Stonewall), membro dei Secret Warriors[25].

Recuperati misteriosamente i suoi poteri, Creel irrompe alla Torre dei Vendicatori reclamando la sua palla da prigione (cimelio che lo accompagna dall'inizio della sua carriera criminale[2]); tuttavia viene sconfitto dagli sforzi combinati di Maria Hill, Sharon Carter e Victoria Hand[26]. Scortato in prigione sotto sedativi dall'Academia dei Vendicatori, Creel riesce a riprendersi ed ha un violento scontro con Hank Pym, uscendone pesantemente sconfitto.

Fear Itself[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fear Itself (fumetto).

Diverso tempo dopo, assieme a Titania, Creel si dirige a Johannesburg, in Sudafrica, in cerca di diamanti. Qui assiste all'arrivo di uno dei sette martelli magici del Serpente e prova prima ad alzarlo e poi ad assorbirne il materiale, entrambe le volte senza successo; al contrario di Titania che, sollevata l'arma, si trasforma in "Skirn, la Distruttrice di Uomini"[27], la quale lo porta in Cina al fine di trovare un martello adatto a lui che, una volta sollevato, lo trasforma in "Greithoth, il Distruttore di Volontà"[28]. La coppia si reca dunque a Dubai distruggendo tutto ciò che incontra[29][30] ma, al termine del crossover, vengono entrambi riportati alla normalità.

Tempo dopo, l'Uomo Assorbente si unisce al gruppo di supercriminali guidato da Magneto per combattere Teschio Rosso/Onslaught[31].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Creel ha la capacità di assorbire e duplicare le proprietà dei materiali con cui entra in contatto, siano essi solidi, liquidi, gassosi o fonti energetiche. Tale capacità si estende anche ai suoi vestiti ed alla sua inseparabile palla da carcerato[2]. L'assorbimento incide parecchio sulla sua forza, sulla sua resistenza e perfino sulle sue dimensioni: qualora l'oggetto di cui assorbe le caratteristiche sia un grande edificio, per esempio, Creel può raggiungere la sua stessa altezza. A prescindere dal materiale in cui si trasformi, Creel conserva inalterato il suo intelletto e la sua capacità comunicativa (sebbene il suo primo tentativo di assorbire le proprietà dell'acqua lo abbia quasi fatto impazzire[32]). Qualora il suo corpo venga danneggiato in qualsivoglia maniera, Creel è in grado di rigenerarsi non appena ritorna in forma umana: in un'occasione Wolverine gli ha tagliato il braccio mentre era di pietra e, appena ha disattivato il suo potere, gli è immediatamente ricresciuto[33]. Il suo potere è ad ogni modo direttamente proporzionale alla forza del materiale di cui imita le caratteristiche.

Non esistono limiti apparenti a ciò che Creel può assorbire, dato che ha assunto le caratteristiche del bronzo[2], della cocaina[34], della Lancia Cosmica di Odino[35], del diamante[10], del vetro[36], della luce[11], della roccia, della seta, del suolo[5], del ferro[2], del Mjolnir[37], dell'acqua[32] e perfino della stessa fisiologia asgardiana[35]. Tuttavia il tentativo di assorbire i poteri di Sentry lo ha quasi ucciso[19]. Nel tempo ha inoltre imparato a richiamare a se le capacità di materiali assorbiti precedentemente[38].

Dato il suo passato di pugile professionista, ha sviluppato una certa abilità nel combattimento corpo a corpo, ed è naturalmente dotato di un'elevata forza fisica e di una grande resistenza. La sua maggiore debolezza è invece l'intelligenza poco acuta, che lo rende facilmente raggirabile e permette ai suoi avversari di ritorcergli spesso contro il suo potere: per esempio in un'occasione, combattendo con Hulk, ha frantumato del vetro e ne ha assunto per errore la fragilità dando al Golia Verde la possibilità di farlo in pezzi[39]; mentre in un'altra circostanza Deadpool, con un sotterfugio, lo ha fatto trasformare in carta igienica[40].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: L'era di Apocalisse.

Nella realtà alternativa de L'era di Apocalisse, l'Uomo Assorbente e Diablo sono due guardie in un campo di reclusione in Messico.

Terra X[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Terra X (fumetto).

Nella realtà alternativa di Terra X, Creel è in grado di assorbire anche la conoscenza[41].

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: House of M.

In House of M, Creel è un membro dei Signori del male di Hood[42].

Marvel Zombi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Marvel Zombi.

Nell'universo di Marvel Zombi, Creel è uno zombie al servizio di Kingpin[43].

Vecchio Logan[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Vecchio Logan.

Nel corso del loro viaggio, Occhio di Falco rivela a Logan che l'Uomo Assorbente e Magneto sono i responsabili della morte di Thor[44].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Uomo Assorbente compariva negli script iniziali del film del 2003 Hulk[45]. Sebbene alla fine non sia comparso tuttavia, i suoi poteri e quelli di Zzzax sono stati combinati per creare il personaggio di David Banner[46][47].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

L'Uomo Assorbente, interpretato da Brian Patrick Wade.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b c d e f Journey into Mystery #114
  3. ^ Battlin' Jack Murdock, Zeb Wells (testi) e Carmine Digiandomenico (disegni)
  4. ^ Fear Itself n. 5, Panini Comics (marzo 2012)
  5. ^ a b Journey into Mystery #115
  6. ^ Journey into Mystery #121-123
  7. ^ Hulk #125
  8. ^ Hulk #208-209
  9. ^ Avengers #183-184
  10. ^ a b Daredevil #360
  11. ^ a b Dazzler #18
  12. ^ Marvel Knights: Spider-Man #13-18
  13. ^ Marvel Super-Heroes Secret Wars #1-12
  14. ^ Avengers #270, 273-275
  15. ^ Thor #375-376
  16. ^ Thor #446
  17. ^ Quasar #5
  18. ^ She-Hulk #10
  19. ^ a b Civil War: The Return #1
  20. ^ Punisher War Journal (Vol. 2) #4
  21. ^ She-Hulk (Vol. 2) #22-23
  22. ^ Lethal Legion #1-3
  23. ^ Mighty Avengers #32
  24. ^ Mighty Avengers #33
  25. ^ Secret Warriors #12
  26. ^ Age of Heroes #3
  27. ^ Fear Itself #2
  28. ^ Avengers Academy #15
  29. ^ Avengers Academy #15-19
  30. ^ Iron Man 2.0 #5-6
  31. ^ Avengers & X-Men: AXIS #2
  32. ^ a b Avengers #184
  33. ^ Secret Wars #7
  34. ^ Marvel Knights Spider-Man #16
  35. ^ a b Journey Into Mystery #123
  36. ^ Journey Into Mystery #121
  37. ^ Thor #376
  38. ^ She-Hulk (Vol. 2) #23
  39. ^ Hulk #209
  40. ^ Headtrip; edizione italiana: In viaggio con la testa #10
  41. ^ Earth X #0-12
  42. ^ House of M: Masters of Evil #1
  43. ^ Marvel Zombies 3 #3
  44. ^ Wolverine #67
  45. ^ Dayna Van Buskirk, Feature Article: The Lost "Hulk" - David Hayter's Draft, UGO. URL consultato il 3 dicembre 2007.
  46. ^ Daniel James Wood, Elements of Classical Mythology in Ang Lee's Hulk, The Film Journal. URL consultato il 30 agosto 2010.
  47. ^ Bill Warren, Hulk, AVRev, 1 agosto 2007. URL consultato il 30 agosto 2010.
  48. ^ Crusher Creel to Menace Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D., Marvel.com, 21 agosto 2014. URL consultato il 22 agosto 2014.
  49. ^ Josh Wilding, Latest DAREDEVIL Image Reveals A Major Tie To AGENTS OF S.H.I.E.L.D., comicbookmovie.com, 20 febbraio 2015. URL consultato l'11 aprile 2015.
  50. ^ Max Nicholson e Roth Cornet, JEPH LOEB CONFIRMS DAREDEVIL'S CONNECTION TO AN AGENTS OF SHIELD VILLAIN, IGN, 8 aprile 2015. URL consultato l'11 aprile 2015.
  51. ^ Chris Arrant, Marvel Adds More Characters to LEGO Marvel Super Heroes, newsarama.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics