The Amazing Spider-Man 2 (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Amazing Spider-Man 2
videogioco
PiattaformaPlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, Nintendo 3DS, PlayStation 4, Wii U, Xbox One, iOS, Android
Data di pubblicazioneFlags of Canada and the United States.svg 29 aprile 2014
Zona PAL 2 maggio 2014
GenereAvventura, azione
OrigineCanada
SviluppoBeenox
PubblicazioneActivision
SerieSpiderman
Modalità di giocoGiocatore singolo
SupportoNintendo Optical Disc, memory card
Preceduto daThe Amazing Spider-Man

The Amazing Spider-Man 2 è un videogioco d'avventura/azione basato sull'omonimo film, sviluppato dalla Beenox e pubblicato dalla Activision. È stato pubblicato il 29 aprile 2014 in Nord America e il 2 maggio in Europa.

Costumi alternativi[modifica | modifica wikitesto]

  • Spider-Man (default)
  • Costume Vigilante
  • Costume Amazing Spider-Man (2012)
  • Costume Amazing Spider-Man (2014)
  • Costume Ultimate Spider-Man (Miles Morales)
  • Costume ricochet
  • Costume Big Time
  • Costume Scarlet Spider
  • Costume Spider-Man 2099
  • Costume Flipside
  • Costume Spider-Armor MKII
  • Costume Superior Spider-Man
  • Costume Hornet
  • Costume Spider-Carnage
  • Electro-Proof Suit (DLC)
  • Spider-Man Noir (DLC)
  • Iron Spider (DLC)
  • Capitan Universo (DLC)
  • Costume Symbiote (DLC)
  • Costume Ends of the Earth (DLC)

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Spider-Man/Peter Parker: Supereroe che ha visto suo zio Ben morire e giurò vendetta verso il criminale Carradine, decidendo di diventare Spider-Man per proteggere tutti i cittadini di New York.
  • Carnage / Cletus Kasady: Killer psicopatico, si tramuta in Carnage tramite un cocktail sperimentale per curare gli Osborn. Inoltre si scopre essere l'assassino di Carradine. È il boss finale sotto forma di Carnage. Uno dei principali nemici nel gioco.
  • Shocker / Herman Schultz: Boss della malavita e alcuni dei suoi uomini verranno uccisi da Carnage ancora umano e diverrà Shocker quando ruberà la tecnologia della Oscorp Verrà battuto facilmente da Spider-Man. È il primo boss.
  • Kingpin / Wilson Fisk: Corrotto, è uno degli ultimi boss e molto potente. Spesso l'uomo ragno lo sottovaluta per la sua stazza goffa ma in realtà ha un potenziale. All'inizio del gioco si allea con Harry Osborn, dicendo di voler aiutare la sua città, New York, sbarazzandosi dei criminali e allestendo la Task Force. Inoltre, scoprendo la malattia di Harry Osborn, per poi prendere il controllo della Oscorp. Si scopre anche che ha assunto Kraven, incaricandolo di uccidere Spider-Man.
  • Kraven il cacciatore / Sergei Kravinoff: Terzo boss del gioco. All'inizio sembrerà buono, diventando il "maestro" di caccia di Spider-Man, ma verrà pagato dalla Task Force e verrà poi sconfitto da quest'ultimo in un isolotto a Central Park.
  • Ben Parker: Zio di Peter, appare fisicamente una sola volta (all'inizio del gioco). È grazie a lui che Peter, onorandolo, diventerà Spider-Man, prendendo le sue responsabilità.
  • Green Goblin / Harry Osborn: Penultimo boss del gioco. Dapprima sarà amico di Peter e sarà nemico di Spider-Man dopo che quest'ultimo rifiuta di dargli la cura della malattia. Diventerà Goblin e successivamente morirà, dopo che venne sconfitto da Spider-Man.
  • Black Cat / Felicia Hardy: Secondo boss. Appare poche volte nel gioco. Anche lei è stata assunta da Kingpin/Wilson Fisk incaricandola di uccidere Spider-Man, ma non riesce a portare questo compito, in quanto innamorata di lui.
  • Jean DeWolff: Non appare ma fa vari camei nei diari vocali.
  • Stan Lee: Omaggio a Stan Lee. Ha un negozio di fumetti
  • May Parker: Zia di Peter. Nel gioco apparirà pochissime volte. Vuole molto bene al nipote, facendola restare sempre in pensiero.
  • Whitney Chang: Giornalista e amica di Spider Man. Lavora per il Daily Bugle.
  • Donald Menken: Si scoprirà essere il criminale Camaleonte
  • J. Jonah Jameson: Proprietario del Daily Bugle. Nel gioco non appare fisicamente, ma fa solo un cameo vocale.
  • Russo Thug / Criminal

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb169255387 (data)