Devil (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Devil
Devil rosso.jpg
Devil disegnato da Greg Land
Universo Universo Marvel
Nome orig. Daredevil
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Matthew Michael "Matt" Murdock
  • Daniel Thomas "Danny" Rand-kai (Iron Fist)
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. Aprile 1964
1ª app. in Daredevil n. 1 n. 1 – I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 6 maggio 1970
app. it. in L'Incredibile Devil n. 1
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
Specie Umana
Sesso Maschio
Professione Avvocato penalista, protettore di Hell's Kitchen
Poteri
  • Udito, tatto, olfatto e gusto ipersviluppati
  • Senso radar
  • Immunità al controllo mentale
  • Capacità di capire attraverso il battito cardiaco se una persona mente

Devil (Daredevil) è un personaggio immaginario dei fumetti creato dallo sceneggiatore Stan Lee e dal disegnatore Bill Everett nel 1964, pubblicato negli Stati Uniti dalla Marvel Comics. Ha esordito nel primo numero della collana Daredevil dell'aprile 1964[1]. La serie a fumetti dedicata al personaggio ha vinto nel 2003 il premio Will Eisner Comic Industry Awards come "migliore serie continuativa".[2] Il sito web IGN lo ha inserito alla decima posizione della classifica dei cento maggiori eroi della storia dei fumetti, dopo Hulk e prima di Dick Grayson[3]. Il personaggio ha avuto una trasposizione cinematografica nel 2003.[4]

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Devil (versione italiana del nome del personaggio Daredevil) è l'alter ego di Matthew "Matt" Murdock, studente di legge divenuto cieco a seguito di un incidente per salvare un vecchio che stava per essere investito da un camion che trasportava delle scorie radioattive. Il contatto con queste gli potenziò però tutti gli altri sensi portandolo poi a sviluppare la capacità di intuire il mondo circostante in modo da compensare la cecità. Superato lo shock iniziale, un cieco di nome Stick, maestro di arti marziali, lo allena aiutandolo ad affinare i propri sensi. Successivamente il padre di Matt venne ucciso da una banda di gangster per essersi rifiutato di truccare un incontro di boxe; non riuscendo ad avere giustizia, Matt ricavò un costume dalla vecchia tuta da boxe di suo padre e iniziò la sua carriera di giustiziere eliminando i criminali che avevano causato la morte del padre. Successivamente Matt si laureò e fondò uno studio legale continuando nella sua attività di giustiziere mascherato contro quei criminali che riuscivano a sfuggire alla giustizia[5][6].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Daredevil (fumetto).

Il personaggio esordisce nella testata Daredevil nell'aprile 1964; la testata prosegue fino all'ottobre 1998 concludendosi con il n° 380. La storie di Devil dal mese successivo proseguono sulla testata Marvel Knight che diventa la seconda serie dedicata al personaggio che prosegue fino al n° 119 dell'agosto 2009, quando viene ripresa la prima serie ripartendo la numerazione con il numero 500, inglobando così i numeri precedenti usciti nella seconda serie e concludendosi dopo dodici numeri per continuare nella terza serie che prosegue per 36 numeri da settembre 2011 ad aprile 2014.[7][2][8] Da maggio 2014 esordisce la quarta serie regolare che rilancia il personaggio nell'ambito dell'iniziativa editoriale All New Marvel NOW! e conclusa nel novembre 2015.[9] Nel 2016 esordisce la quinta serie regolare dedicata al personaggio all'interno dell'iniziativa editoriale All New All Different Marvel.[10]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia la prima serie a fumetti compare negli anni settanta, pubblicata tradotta dall'Editoriale Corno nella collana L'incredibile Devil (1970-1975) e poi in appendice sulla collana L'Uomo Ragno (prima e seconda serie, 1975-1983).[6] Negli anni ottanta la Star Comics ripropone il personaggio in appendice alla testata I Fantastici Quattro dal 1988 fino al 1994, quando il nuovo editore Marvel Italia, realizza una nuova testata, Devil & Hulk che venne pubblicata fino a giugno 2012 per 186 numeri.[6] Successivamente le storie del personaggio sono state pubblicate nella collana contenitore Devil e i Cavalieri Marvel edito dal nuovo editore Panini Comics, subentrato alla Marvel Italia.[11]

Saghe[modifica | modifica wikitesto]

Creato nel 1964 da Stan Lee, il personaggio ha conosciuto alterne fortune editoriali passando da periodi di crisi e momenti migliori che hanno visto grandi autori cimentarsi con il personaggio come, negli anni settanta la gestione di Gene Colan e, nei primi anni ottanta, quella di Frank Miller che ha rivoluzionato il personaggio; poi il ciclo realizzato da Ann Nocenti e John Romita Jr., dai contenuti di forte denuncia sociale; il secondo ciclo di Miller, “Born Again” e infine il ciclo di Kevin Smith e Joe Quesada, “Guardian Devil”, in cui il lirismo dei testi si fonde con un segno e inquadrature davvero innovative[6].

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Elektra[modifica | modifica wikitesto]

Frank Miller entra a far parte dello staff nel 1979 come disegnatore e dopo alcuni numeri di prova incomincia anche a scrivere le storie modificandone il tono rendendolo un noir, introducendo il personaggio di Elektra Natchios,ex-compagna di Matt Murdock all'università ed esperta di arti marziali e sai, che torna nella sua vita per uccidere il suo alter ego su ordine del boss Kingpin. Elektra tenta di uccidere Devil più volte ma quando scopre la sua vera identità rinuncia all'incarico e Kingpin chiama al suo servizio lo psicopatico assassino Bullseye. Questa saga segna non solo il cambio di stile e genere del fumetto ma anche un periodo di enorme successo dell'eroe.

Rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Devil: Rinascita.

Nel 1986 Frank Miller torna a occuparsi del personaggio con il disegnatore David Mazzucchelli realizzando la saga Rinascita[12] dove Karen Page, ex-segretaria ed ex-ragazza di Matt, ora pornostar tossicodipendente, vende il nome dell'identità segreta di Devil a Kingpin che lo perseguita l'eroe facendolo lentamente impazzire fino a quando non riesce a riprendersi la sua vita. In questo ciclo di storie Devil in costume appare rare volte lasciando più spazio al suo alter ego, Matt Murdock.

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni novanta la qualità delle storie è altalenante e spesso mediocre, non all'altezza dei periodi precedenti di Lee, Miller e di Ann Nocenti, a detta di tutta la critica specializzata.[senza fonte] In questo periodo Matt abbandona la sua identità di Devil, perché la sua identità segreta è stata rivelata all'opinione pubblica e finendo poi per inscenare la sua morte. Tornato, decide di riaprire il suo studio legale insieme all'amico Foggy, con l'aiuto di Rosilind Sharpe.

La nuova versione delle origini[modifica | modifica wikitesto]

Miller ritorna successivamente nel 1993 col disegnatore John Romita con la miniserie "L'Uomo senza paura"[13]Jr. nella quale vengono narrate nuovamente le origini del personaggio in maniera molto più dark e violenta della versione originaria di Lee ed Everett. Come in Rinascita anche qui Matt appare per tutto il fumetto senza costume tranne che nelle ultime due pagine.

Diavolo Custode (Guardian Devil)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998, Joe Quesada e Kevin Smith elaborano la saga pubblicata sulla nuova serie di Daredevil, la seconda, fatta ripartire dal nº 1 proprio per rilanciare il personaggio. Matt Murdock è coinvolto in un complotto apparentemente orchestrato da entità metafisiche. Deve difendere un bambino creduto essere il "Nuovo Messia" o "L'Anticristo". Karen muore.

Anni 2000/2010[modifica | modifica wikitesto]

Ciò che viene dopo la morte[modifica | modifica wikitesto]

Matt si sposa con Milla, anch'essa cieca che presto verrà a conoscenza della sua doppia identità. Nel 2005 David Lapham realizza la miniserie sullo scontro fra Devil e Punisher. Successivamente l'autore Ed Brubaker realizza un ciclo di storie dove a Devil viene offerta la possibilità di entrare nel gruppo dei Nuovi Vendicatori ma lui rifiuta. Dopo che Kingpin viene spodestato, Matt prende il suo posto come "zar del crimine" e il suo primo ordine ai criminali fu di lasciare in pace Hell's Kitchen. Alcuni mesi dopo Wilson Fisk torna e dice di avere le prove che Matt è Devil e che le avrebbe consegnate in cambio della sua scarcerazione. Matt venne arrestato e durante la sua permanenza in prigione un nuovo Devil appare in città.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Civil War (fumetto).

Mentre Matt è in carcere si scatena la guerra civile tra i supereroi; Matt scappa di prigione e torna a New York scoprendo che un nuovo Devil ha preso il suo posto: Pugno d'acciaio, che lo ha fatto per salvare la sua identità segreta. Matt torna così ad avere un'identità segreta dichiarando di essere stato vittima di un complotto riuscendo a depistare l'opinione pubblica e continua ad agire di notte nei panni di Devil.

Devil diventa la vittima di un complotto organizzato da Mister Fearche, tramite un potente veleno, droga Milla e Melvin Potter alias Gladiatore, e li costringe a compiere degli omicidi di cui poi non ricordano nulla. Matt riesce a risalire a Fear e a farlo arrestare ma dato che non esiste antidoto al veleno la moglie è costretta a essere ricoverata in un istituto psichiatrico.

Il Ritorno del Re[modifica | modifica wikitesto]

Devil è stato nuovamente preso di mira dall'organizzazione criminale nota come la Mano la quale mette sulle sue tracce Lady Bullseye. Nel confronto finale Devil scopre che questa vuole offrigli la guida della Mano. Per attirare Kingpin nuovamente a New York la donna e i suoi sicari uccidono la nuova famiglia che Wilson si era fatto facendogli credere di averlo fatto per conto di Murdock. Kingpin invece di attaccare il suo ex-nemico lo incontra nel cimitero dov'è sepolta sua madre e i due stringono un patto: distruggere la Mano. In realtà Fisk è in combutta con la Mano allo scopo di assumerne il comando; per evitarlo Murdock decide di accettare l'offerta precedentemente rifiutata diventando il loro capo supremo a patto che essi espellano dalle loro fila Lady Bullseye e non abbiano mai più contatti con Wilson Fisk. Matt, per proteggere i suoi cari, allora sparisce da Hell's Kitchen, abbandonando l'identità di Devil e diventando il leader della Mano.

Dark Reign: La Lista[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Dark Reign.

Norman Osborn, venendo a sapere che Devil è il nuovo capo della Mano, lo inserisce nella sua Lista e gli manda contro Bullseye e alcuni agenti dell'H.A.M.M.E.R.. Fuori, mentre Devil e Bullseye si affrontano, Lester fa crollare un palazzo pieno di persone con un esplosivo e riesce a scappare. Devil capisce che ormai Norman Osborn è diventato il capo assoluto del regno e decide di reagire. Ma Kingpin e Lady Bullseye hanno visto tutto.

Shadowland: il lato oscuro di un eroe[modifica | modifica wikitesto]

Matt è divenuto il capo della Mano e, nella sua personale guerra al crimine, fa costruire una prigione per criminali al centro di Hell's Kitchen (Shadowland) e cambia il colore del costume in nero. In seguito inizia a dare la caccia a tutti i criminali in modo disumano. Gli abitanti di Hell's Kitchen, temendo il nuovo Devil, iniziano a lasciare il quartiere. I Vendicatori provano a fermare Devil, che però ordina ai ninja di attaccare quelli che erano un tempo suoi amici, i quali vengono poi contattati da Kingpin; quest'ultimo richiama dall'oltretomba Ghost Rider, che inizia a liberare i criminali imprigionati a Shadowland, ma infine Devil lo caccia via.

Elektra e Typhoid Mary scoprono che la Mano ha rinchiuso dentro Matt una entità assetata di potere e distruzione che ne ha cambiato l'indole. Tutti gli amici di Devil attaccano nuovamente la fortezza-prigione, lo liberano dall'inflluenza del demone e distruggono Shadowland. In seguito Matt va in Nevada a riflettere sugli errori commessi in quanto, nonostante fosse sotto il controllo dell'entità, è stato comunque lui a volere la morte di Bullseye e altre atrocità di cui ora si pente.

Daredevil: Reborn[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo peregrinare in New Mexico incontra un bambino di nome Bill, cieco, in un piccolo villaggio isolato il cui padre venne ucciso da alcuni malviventi. Lo sceriffo Cole scopre che Matt è in realtà Devil e decide di arrestarlo poiché è al soldo dei malviventi. Dopo uno scontro con il capo dell'organizzazione malavitosa, Matt si ritrova ferito e solo. Lo sceriffo nel frattempo si trova nei guai con il boss per via di un contrabbando di armi non arrivato e ora il boss vuole ucciderlo. Matt arriva in tempo sbarazzandosi dei criminali. Tornato poi a Hell's Kitchen, contatta Foggy per ricostituire lo studio legale e per tornare a ripulire le strade del quartiere nei panni di Devil.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Matt Murdock è un maestro di arti marziali, un pugile esperto, maestro di ninjutsu, conoscitore di karate, acrobata. Lo "Official Handbook Of The Marvel Universe" (Manuale Ufficiale dell'Universo Marvel) anche chiamato in forma abbreviata OHOTMU, classifica ufficialmente la sua abilità nelle arti marziali 5/7.[14] L'incidente che lo ha privato della vista gli ha però potenziato gli altri sensi garantendogli un super udito che gli permette di sentire suoni inudibili da orecchio umano come gli ultrasuoni oppure capire se una persona mente grazie alla variazione del ritmo del battito cardiaco; anche l'olfatto, il gusto, e il tatto sono potenziati e, a esempio, palpando l'inchiostro stampato sul giornale, Matt riesce a leggere ciò che c'è scritto oppure il rumore delle ossa, le vibrazioni di corrente, gli spostamenti d'aria, il calore corporeo e lo scricchiolio delle articolazioni danno a Matt la possibilità di prevenire le mosse avversarie. La sua prerogativa principale è un sesto senso che gli consente di individuare la posizione degli oggetti e delle persone. Il bastone da cieco funge anche da arma, col nome di "Billy Club", dividendosi in due bastoni più piccoli uniti per mezzo di una fune con cui Matt agevola le sue mosse acrobatiche, dandogli inoltre la possibilità di lanciare una delle due estremità contro gli avversari. col tempo è stato modificato caricandolo con dei colpi di mortaio, un registratore, una torcia fumogena e un porta-medicine. Queste doti lo rendono capace di competere con combattenti sia più esperti dal punto di vista tecnico che più forti sotto l'aspetto atletico, come Capitan America. Altra abilità di Matt, è la sua crescita e preparazione mentale: talmente complessa da essere molto resistente ai controlli cerebrali. Un esempio è il duello con Psylocke, nell'omnibus della saga "Avengers Vs. X-Men", dove la donna viene oltremodo traumatizzata dalla complessità mentale del personaggio, oppure l'immunità dimostrata dinanzi al controllo mentale dell'Uomo Porpora e in "Battaglie del Secolo", dove collabora con Batman contro lo Spaventapasseri e la sua formula che induce chimicamente terrore nelle vittime ma non in Matt.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Versione Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Amalgam esiste una mercenaria cieca di nome Slade Murdock alias Dare, personaggio femminile nato dalla fusione di Devil col mercenario della DC Comics Deathstroke. Dare fa coppia con la ninja Catsai (Elektra più Catwoman) e il loro mortale nemico è Big Question (Kingpin più l'Enigmista, celebre nemico di Batman).

Versione Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Ultimate, sebbene non abbia una collana a lui dedicata, compare come comprimario in altre testate. La sua versione Ultimate è del tutto simile a quella classica. Muore in Ultimatum. Il suo corpo viene trovato da Spider-Man e da Ultimate Hulk

Versione House of M[modifica | modifica wikitesto]

Nella realtà di House of M, Matt Murdock non è Devil, ma un semplice avvocato che sembra avere una relazione con Jennifer Walters. In seguito sarà uno dei supereroi risvegliati da Layla Miller per combattere la casata di Magneto e far tornare tutto com'era prima.

Personaggi comprimari[modifica | modifica wikitesto]

Amici[modifica | modifica wikitesto]

  • Karen Page: innamorata di Matt da sempre, sua ex segretaria, poi divenuta pornostar e drogata, che ha venduto l'identità segreta dell'eroe a Kingpin per una dose di eroina. È tornata aiutando un bambino da proteggere ed è uscita di scena uccisa da Bullseye fra le braccia dell'eroe.
  • Natasha Romanoff: supereroina (Vedova Nera), agente segreto, vive una relazione intensa ma contrastata, fatta di ritorni e abbandoni, con Matt Murdock. Insieme a lui nei panni di Devil ha anche agito contro il crimine in più di un'occasione.
  • Elektra Natchios: fidanzata di Matt ai tempi del liceo e tornata anni dopo come assassina comandata da Kingpin per uccidere Devil. Quando riconosce nell'eroe il suo ex abbandona la missione, finendo uccisa dal sadico Bullseye. È stata resuscitata in circostanze misteriose dalla setta della Mano.
  • Heather Glenn: personaggio controverso, ha deciso di suicidarsi dopo vari eventi che l'hanno sconvolta.
  • Glorianna O'Breen: prima fidanzata con Matt, poi amore del suo amico Foggy, uccisa da un assassino di Kingpin.
  • Milla Donovan: la donna che ha sposato Devil; è cieca ed è rimasta stressata dalla doppia identità del marito; successivamente è impazzita a seguito di alcuni eventi macchinati da Mister Fear.
  • Typhoid Mary: nemica di Devil, di cui è anche innamorata, perché ha una personalità dissociata.
  • Maya Lopez/Echo: ragazza sorda innamorata di Matt ma decisa ad uccidere Devil perché ingannata da Kingpin che le aveva fatto credere che Matt fosse stato l'assassino di suo padre. Ha assunto l'identità di Ronin, unendosi ai Nuovi Vendicatori.
  • Jack Murdock: padre di Matt, pugile decaduto, ucciso dalla malavita.
  • Ben Urich: reporter del Daily Bugle, amico di Matt Murdock.
  • Vedova Nera: agisce spesso in coppia con Devil.
  • Echo: ragazza manovrata da Kingpin affinché uccida Devil. Dopo aver capito il suo sbaglio ed esser diventata amica di Matt, è diventata la supereroina Ronin ed è entrata nei Vendicatori.
  • Karen Page: ex-ragazza ed ex-segretaria di Matt Murdock. Diventata una tossica porno attrice ha venduto il nome della vera identità dell'eroe per una dose. È stata uccisa da Bullseye.
  • Elektra Natchios: ex-ragazza di Matt, uccisa da Bullseye, risorta grazie alla setta della Mano, oggi è una letale killer a pagamento con un suo codice morale.
  • Franklin "Foggy" Nelson: amico, socio e aiutante di Matt.
  • Gladiatore: ex-nemico storico dell'eroe, poi divenuto grande amico, ora fatto impazzire da Hood e di nuovo contro l'eroe in declino
  • Luke Cage: supereroe dalla pelle impenetrabile, amico di Devil.
  • Punitore: amico-nemico storico di Devil.
  • Uomo Ragno: corre in aiuto di Devil quando ne ha bisogno. Devil era a conoscenza della sua identità segreta, ma come tutti l'ha dimenticata dopo Soltanto un altro giorno. Hanno una salda amicizia.
  • Stick: mentore di Devil.
  • Pugno d'acciaio: amico di Matt, combattente esperto di arti marziali.
  • Jessica Jones: supereroina che ha abbandonato il costume per divenire un investigatore privato. È sposata con Luke Cage.
  • Suor Maggie: una suora che aiuta Matt quando ne ha bisogno. In realtà è sua madre.
  • Turk: delinquentello di quartiere, informatore di Devil.
  • Nick Manolis: capo della polizia amico di Devil.
  • Dakota North: un'investigatrice privata che lavora per la Nelson & Murdock.
  • Rosalind Sharpe: madre di Foggy, è stata per un periodo socia in affari di suo figlio e di Matt.
  • Becky Blake: nuova segretaria per la Nelson&Murdock. È paralizzata.

Avversari[modifica | modifica wikitesto]

  • Bue: uomo gigantesco dotato di forza erculea.
  • Bullet: mercenario di Kingpin, entrò in conflitto con Devil.
  • Bullseye: il più letale tra i nemici di Devil. Assassino dalla mira infallibile al servizio di Kingpin. Ha ucciso i più importanti amori dell'eroe: Karen Page ed Elektra Natchios. È diventato un membro dei nuovi Thunderbolts.
  • Bushwacker: un ex-prete che può trasformare il suo braccio in un fucile. È anche un nemico mortale di Punisher.
  • Deathstalker: dopo esser stato bloccato in un'altra dimensione, è tornato sotto forma di spettro per uccidere l'eroe.
  • Crusher: pugile psicolabile; tentò di uccidere l'eroe.
  • Electro: nemico storico dell'Uomo Ragno, questo supercriminale ha combattuto numerose volte anche contro Devil.
  • Gufo: il primo grande nemico di Devil. È conosciuto per aver creato la droga M.G.H.
  • Jester: un attore che usa i suoi giocattoli per far del male.
  • Kingpin: il boss della malavita di New York e il più grande nemico di Devil, concepito però in origine come avversario dell'Uomo Ragno. Conosce la sua vera identità e l'ha sfruttata il più delle volte per distruggere la vita di Matt.
  • Kirigi: un ninja assassino, fatto risorgere dalla Mano. È acerrimo nemico anche di Elektra.
  • Lady Bullseye
  • Leap-Frog: uno strano individuo che si crede una ranocchia.
  • Machinesmith: Specializzato in robotica, crea riproduzioni di esseri umani convincenti. la sua identità umana precedente era quella di Samuel "Starr" Saxon, il secondo Mister Fear.
  • Matador: un nemico di Devil che si veste e si atteggia come un torero.
  • Mefisto: il diavolo in persona, che Devil ha combattuto più di una volta.
  • Mister Fear: un crudele nemico di Devil che usa un gas per incutere terrore nelle sue vittime. Negli anni il suo ruolo è stato impersonato da almeno quattro persone.
  • Mister Hyde: uno scienziato pazzoide che ha sperimentato su di sé una formula che lo ha trasformato in un essere mostruoso e dalla forza sovrumana. In origine era un nemico di Thor.
  • Mysterio: nemico dell'Uomo Ragno, ha combattuto molte volte contro Devil.
  • Nuke: cyborg psicopatico, progettato come macchina da guerra.
  • Lo Scarabeo: non ha super poteri ma è provvisto di un'armatura che gli permette di volare e lo rende superforte.
  • Stilt-Man: può allungare le sue gambe tramite prolunghe telescopiche che fanno parte del suo costume.
  • Typhoid Mary: ex-mutante pirocineta e psicopatica, ha avuto anche una relazione con Matt Murdock.
  • Uomo Porpora: ha il potere di ipnotizzare la gente e di fargli fare ciò che vuole. Devil è immune dal suo potere.

Gli autori[modifica | modifica wikitesto]

Segue una lista dei disegnatori e sceneggiatori che nel tempo hanno realizzato le storie più significative di Devil.

Sceneggiatori[modifica | modifica wikitesto]

Disegnatori[modifica | modifica wikitesto]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Daredevil interpretato da Ben Affleck nell'omonimo film.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni nelle serie animate:

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Impatto culturale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daredevil vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  2. ^ a b Daredevil vol 2 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  3. ^ Daredevil - Top 100 Comic Book Heroes, IGN Entertainment. URL consultato il 9 marzo 2015.
  4. ^ Daredevil (2003), su mymovies.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  5. ^ Daredevil :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  6. ^ a b c d Daredevil, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  7. ^ Daredevil vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  8. ^ Daredevil vol 3 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  9. ^ Daredevil vol 4 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  10. ^ Daredevil vol 5 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  11. ^ Devil e i Cavalieri Marvel, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 03 luglio 2017.
  12. ^ Born Again, Daredevil nn. 227-233, Marvel Comics, 1986.
  13. ^ Man Without Fear, ottobre 1993 - febbraio 1994
  14. ^ Il Manuale Ufficiale dell'Universo Marvel, noto anche come OHOTMU, è appunto una guida dettagliata sull'Universo Marvel. La prima serie di 15 volumi è stata pubblicata in formato comic book nel 1982, mentre gli ultimi aggiornamenti sono stati pubblicati tra il 2004 e il 2007.
  15. ^ movies.ign.com, http://movies.ign.com/articles/057/057419p1.html .
  16. ^ movies.ign.com, http://movies.ign.com/articles/036/036436p1.html .
  17. ^ Comic Book Urban Legends Revealed #147 | Comics Should Be Good! @ Comic Book Resources
  18. ^ (EN) Charlie Cox Is the Man Without Fear in Marvel's Daredevil, su marvel.com, 27 maggio 2014.
  19. ^ Daredevil Game Canceled - Xbox News at IGN

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics