Ned Leeds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ned Leeds
Saga del clone (Gil Kane).jpg
Ned Leeds tenuto in ostaggio dallo Sciacallo durante la battaglia tra l'Uomo Ragno e il suo clone, disegni di Gil Kane
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Inglese
Alter egoHobgoblin III
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.novembre 1964
1ª app. inThe Amazing Spider-Man (Vol. 1[1]) n. 18
Editore it.Editoriale Corno
app. it.12 novembre 1970
app. it. inL'Uomo Ragno n. 15
Interpretato daJacob Batalon
Voce italianaFrancesco Ferri
Specieumano
SessoMaschio
Etniastatunitense
Luogo di nascitaSouth Huntington, New York
Abilità

Hobgoblin

  • tuta protettiva
  • vasto arsenale portatile
  • bombe-zucca
  • aliante a forma di pipistrello
AffiliazioneDaily Bugle

Edward "Ned" Leeds è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Steve Ditko (disegni) pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in The Amazing Spider-Man (Vol. 1[1]) n. 18 (novembre 1964).

Giornalista del Daily Bugle e marito di Betty Brant, Ned Leeds ha subito un lavaggio del cervello da parte di Hobgoblin venendo convinto di essere lui e infine ucciso in una sparatoria a Berlino mentre indossava il costume del supercriminale.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Esordito su The Amazing Spider-Man n. 18 (novembre 1964) ad opera di Stan Lee e Steve Ditko, il personaggio diviene nel corso degli anni uno dei principali comprimari della testata finché non viene ucciso nello one shot Spider-Man Versus Wolverine, datato febbraio 1987 e scritto dall'allora redattore capo della Marvel Jim Owsley. La suddetta decisione è stata definita discutibile dal team creativo di The Amazing Spider-Man, Tom DeFalco, Ron Frenz e Peter David, in quanto Owsley non ha dato loro alcun preavviso delle sue intenzioni e, stando a Frenz: «Owsley ha lasciato che io e Tom [DeFalco] continuassimo coi nostri piani senza dirci in anticipo che stava per uccidere Ned. Fino a quando Spider-Man vs Wolverine è uscito non ci siamo consultati sul fatto che Ned Leeds sarebbe stato ucciso in quella storia. Non posso parlare del motivo per cui l'ha fatto, ma posso parlare del modo in cui lo ha fatto. Ha mantenuto un grande segreto fino a quando ci siamo sentiti fregati[2]».

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nato a South Huntington, New York, Ned Leeds diviene un giornalista investigativo presso il Daily Bugle, dove conosce Betty Brant, segretaria del direttore, che conforta quando il fratello viene ucciso da un gangster e con la quale inizia una relazione dopo la fina del rapporto tra lei e Peter Parker[3]. Nonostante i due siano spesso distanti a causa dei molti reportage di Ned in Europa[4] la loro relazione rimane stabile portandoli a fidanzarsi[5] e, tempo dopo, a sposarsi[6].

Durante questo periodo Leeds viene promosso a redattore capo del Bugle e, in un'occasione, preso in ostaggio dallo Sciacallo per costringere l'Uomo Ragno ad affrontare il suo clone[7]. Quando J. Jonah Jameson gli assegna l'incarico di investigare su Hobgoblin[8], Leeds riesce a seguirlo di nascosto dopo uno scontro con l'Uomo Ragno e a penetrare nel suo covo[9] venendo tuttavia sorpreso dal supercriminale che gli fa un lavaggio del cervello convincendolo di essere lui[10] per poi farlo agire in qualità di suo sostituto in vista dell'alleanza col boss criminale la Rosa (Richard Fisk), rivale di Kingpin, per iniziare una guerra tra bande ed assumere il controllo delle bische clandestine[11].

Nel frattempo il lavaggio del cervello lo rende sempre più violento e paranoico nei confronti dei colleghi e della moglie, che intraprende dunque una relazione con Flash Thompson[10][12]. Nel frattempo la guerra tra la Rosa e Kingpin si conclude in favore di quest'ultimo e il vero Hobgoblin, temendo per la sua incolumità, decide di abbandonare il suo alleato e ritirarsi non prima però, di assicurarsi la sopravvivenza facendo emergere nel sottobosco criminale newyorkese notizie sulla "vera identità" di Ned Leeds[10][13] che, dunque, nel corso di un servizio giornalistico a Berlino assieme a Peter Parker, viene trovato da un gruppo di sicari capeggiati dallo Straniero e ucciso[13][14].

Nonostante Jack Lanterna (Jason Macendale), mandante dell'omicidio, sottragga il costume dell'uomo per divenire il nuovo Hobgoblin così che Peter trovi il corpo dell'amico in abiti civili[14], successivamente lui e Betty vengono messi al corrente della cosa grazie a delle fotografie scattate dallo Straniero al momento dell'omicidio per il Kingpin[13][15].

Per anni ingiustamente creduto l'Hobgoblin originale da tutti, il suo nome viene ufficialmente ripulito dopo la cattura di Roderick Kingsley[8].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Ned Leeds è un brillante giornalista dotato di grandi capacità analitiche ed investigative[9] che, dopo il lavaggio del cervello che lo convince di essere Hobgoblin, inizia ad allenarsi in maniera intensiva divenendo un grande esperto di combattimento corpo a corpo e utilizzando l'equipaggiamento che caratterizza il supercriminale inclusa la sua resistente tuta protettiva, l'aliante a forma di pipistrello, le bombe-zucca e un variegato arsenale di lame, fumogeni, shuriken a forma di pipistrello e cariche stordenti, tuttavia, non avendo assunto la Formula di Goblin, non possiede alcuna capacità sovrumana o rigenerativa[8].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Spider-Man Loves Mary Jane[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie Spider-Man Loves Mary Jane Ned Leeds è uno studente liceale con cui Mary Jane si frequenta fino a quando, dopo che gli rivela di riternerlo il ragazzo giusto per lei, questi la lascia e torna dalla sua ex-ragazza Betty Brant[16].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ultimate Spider-Man.

Nell'universo Ultimate Ned Leeds è un reporter alcolizzato del Daily Bugle che nutre una vicendevole antipatia per Betty Brant[17].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ (EN) Glenn Greenberg, When Hobby Met Spidey, in Back Issue!, nº 35, TwoMorrows Publishing, agosto 2009, p. 18.
  3. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 18, novembre 1964.
  4. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 29, ottobre 1965.
  5. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 30, novembre 1965.
  6. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 156, maggio 1976.
  7. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 149, ottobre 1975.
  8. ^ a b c Spider-Man: Hobgoblin Lives (Vol. 1) n. 1, gennaio 1997.
  9. ^ a b The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 251, aprile 1984.
  10. ^ a b c Spider-Man: Hobgoblin Lives (Vol. 1) n. 3, marzo 1997.
  11. ^ Web of Spider-Man (Vol. 1) n. 30, settembre 1987.
  12. ^ Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 275, aprile 1986.
  13. ^ a b c The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 289, giugno 1987.
  14. ^ a b Spider-Man Versus Wolverine (Vol. 1) n. 1, febbraio 1987.
  15. ^ Web of Spider-Man (Vol. 1) n. 92, settembre 1992.
  16. ^ Spider-Man Loves Mary Jane (Vol. 1) n. 6-7, settembre-ottobre 2008.
  17. ^ Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 121, giugno 2008.
  18. ^ (EN) Ned Leeds, Cold-Blooded Killer?, su Tumblr, 23 ottobre 2013.
  19. ^ (EN) 17 Things We Learned On the Set of Spider-Man: Homecoming, su IGN.com, 3 aprile 2017. URL consultato il 25 maggio 2017.