Mary Jane Watson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mary Jane Watson
Mary Jane Watson.jpg
Mary Jane ritratta da J. Scott Campbell
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Inglese
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.Giugno 1965
1ª app. inAmazing Spider-Man n. 25
Editore it.Editoriale Corno
app. it.Gennaio 1971
app. it. inL'Uomo Ragno (I serie) n. 20
Interpretata daKirsten Dunst
Voce italianaDomitilla D'Amico
SpecieUmana
SessoFemmina
ProfessioneGiornalista (Marvel's Spider-Man)
Affiliazione
  • Stark Industries
  • Daily Bugle
(EN)

«Go get 'em, Tiger!»

(IT)

«Falli secchi, Tigre!»

(Mary Jane Watson a Peter Parker, alias l'Uomo Ragno[1])

Mary Jane Watson, detta anche MJ, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics, creato da Stan Lee (testi) e John Romita Sr. (disegni), che ha fatto la sua prima apparizione sul numero 42 di Amazing Spider-Man (novembre 1966), prima edizione in italiano L'Uomo Ragno n. 35, prima serie, Editoriale Corno, agosto 1971.

In realtà il personaggio, disegnato da Steve Ditko, era già comparso in numeri precedenti ma sempre inquadrato in modo che le sue fattezze non fossero riconoscibili. La prima di queste apparizioni parziali risale al numero 25 di Amazing Spider-Man del giugno 1965 (prima edizione in italiano L'Uomo Ragno n. 20, prima serie, Editoriale Corno). Da allora è diventata il principale interesse amoroso di Spider-Man e in seguito sua moglie. Mary Jane è l'interesse amoroso più famoso e prominente di Peter Parker a causa della loro lunga storia, poiché è anche rappresentata nella maggior parte dei media e adattamenti di Spider-Man. Nel fumetto creato da Stan Lee e Steve Ditko è la ragazza con i capelli rossi, nipote della signora Anna Watson, grande amica di May Parker, ovvero la zia di Peter.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

È descritta all'inizio della storia come una bellissima ragazza dai capelli rossi. Mary Jane Watson è nata a Montoursville, in Pennsylvania, da Philip e Madeline Watson. MJ è la seconda di due figlie, con sua sorella maggiore Gayle nata quattro anni prima. A causa dei continui spostamenti della sua famiglia (come risultato dei vari lavori di insegnante di del padre) MJ iniziò a sviluppare una personalità estroversa, gentile, spensierata, reattiva e comprensiva, caratteristiche che l'aiutò a fare amicizia nonostante l'apparenza superficiale, indifferente e festaiola.

Tuttavia Philip, che era anche uno scrittore fallito, sfogò la sua frustrazione sulla famiglia diventando un violento alcolizzato. Dopo che Madeline lasciò Philip, le Watson rimasero con vari parenti. Uno dei questi parenti a cui MJ era particolarmente affezionata era la zia Anna, che viveva nel Queens, a New York.

La notte dell'omicidio di Ben Parker, MJ notò un frenetico Peter che correva nella sua casa con Spider-Man che emergeva da una finestra al piano di sopra solo pochi istanti dopo. A questo ha dedotto che Peter e Spider-Man erano la stessa cosa. Confusa dalle emozioni scatenate dalla scoperta, ha scelto di tenere questa informazione per sé, e proprio come Peter si è rifiutata di perseguire una relazione con lui, per paura che potesse trascurarla per i suoi doveri di supereroe.[2]

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

Mary Jane era al liceo quando conobbe Peter Parker in un incontro organizzato dalle loro zie. Peter, che si aspettava una ragazza scialba fu sorpreso dalla sua bellezza e dalla sua spigliatezza. È in quest'occasione che Mary Jane pronuncia la celebre frase «Ammettilo tigre... Hai appena fatto centro!». Dall'inizio segretamente attratta da Peter e costretta ad un ruolo secondario, ossia quello di amica confidente e fidanzata del suo migliore amico Harry Osborn, il suo rapporto cambiò dopo la tragica morte di Gwen Stacy, grande amore di Peter, avvenuta durante una battaglia tra l'Uomo Ragno e il Goblin.[3]

In Amazing Spider-Man numeri 257-258-259 (novembre 1984)[4] lo scrittore Tom De Falco, rivela come Mary Jane fosse a conoscenza del segreto di Peter fin dal giorno dell'assassinio di zio Ben. Nella graphic novel The Amazing Spider-Man: Parallel Lives (gennaio 1990)[5] lo scrittore Gerry Conway spiega ai lettori, con un'operazione di ret-con, come Mary Jane fosse a conoscenza del segreto di Peter ben prima che lui glielo confessasse, ma l'avesse tenuto per sé perché voleva che fosse il ragazzo a confidarsi con lei.

Dopo diversi anni tumultuosi, Peter le chiese di sposarlo e MJ accettò; il matrimonio non fu per niente facile per lei, divenuta un bersaglio per ogni criminale che conosceva l'identità segreta di Peter ma, benché non siano state poche le volte in cui i due si siano separati per periodi più o meno lunghi, l'amore profondo e sincero che provava per lui l'ha sempre spinta a tornare insieme. MJ venne aggredita diverse volte dai nemici di Peter, ma quando incontrò per la prima volta Venom fu la volta in cui venne più violata rispetto alle altre occasioni in cui ha avuto a che fare con i nemici dell'Uomo Ragno. Sebbene il supercriminale non l'abbia nemmeno sfiorata, la terrorizzò in una maniera che non superò mai fino in fondo (arriva addirittura a dimenticarsi il suo nome, subito dopo aver visto per la prima volta il simbionte).

In seguito, Mary Jane rimase incinta, ma la bambina fu perduta a causa di Norman Osborn, che provocò un avvelenamento da cibo. La bambina si sarebbe dovuta chiamare May, in onore di May Parker, creduta morta, sempre a causa di Norman. Inoltre, Goblin fece credere all'Uomo Ragno di avere con sé una May. Il supereroe cerco', credendo si trattasse di sua figlia, ma in realtà ritrovò sua zia May viva (vedere Spider-Man contro Goblin, volume antologico). Inoltre, la sua carriera di modella e attrice la mise di fronte a diversi psicopatici ossessionati dalla sua bellezza, come il miliardario Jonathan Caesar e l'agente Goldman. Dopo che la casa di zia May venne bruciata, Peter portò la sua famiglia a vivere nella Stark Tower, dove MJ strinse amicizia con tutti i Nuovi Vendicatori, anche se non mancarono le complicazioni; alcuni paparazzi, infatti, a vederla entrare nella torre, insinuarono di un flirt tra la rossa attrice e Tony Stark.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Civil War (fumetto).

Durante Civil War Mary Jane convinse Peter ad appoggiare la registrazione e a smascherarsi, divenendo in seguito una fuggiasca che viveva in clandestinità quando Peter cambiò fazione.

Soltanto un altro giorno[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Soltanto un altro giorno.

Dopo che spararono a zia May (mandandola in coma irreversibile), Mary Jane e Peter decidono di rinunciare al loro amore e al loro matrimonio in cambio della vita di May, stringendo un patto con il demone Mefisto. Questa rinuncia causa diversi cambiamenti, come il fatto che Peter Parker non ha rivelato la propria identità segreta durante Civil War e perciò è un fuorilegge; zia May invece è in buona salute e appare ringiovanita. Fra Mary Jane e Peter non c'è più alcun rapporto, per ragioni tenute misteriose si sono completamente allontanati, anzi fra i due si avverte una certa ostilità. Inoltre MJ si è trasferita per parecchio tempo in California per diventare un'attrice ed è tornata da poco.

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Durante il matrimonio di Zia May, MJ torna in città, Peter le parla e le chiede di uscire. Lei all'appuntamento non si presenta perché ha dimenticato di mettere la sveglia. Quando accende la TV vede che l'Uomo Ragno ha salvato delle persone da un incendio e dentro di sé si complimenta con Peter. Qui si scopre che MJ ricorda ancora l'identità segreta di Spidey, però non si capisce se ha ancora il ricordo del patto fatto con Mefisto.

Spider-Island[modifica | modifica wikitesto]

MJ è a New York, durante Spider-Island; era leggermente immune al ragno-virus, a causa degli anni di intimità con Peter. Dopo aver ricevuto poteri ragneschi mentre gli altri cittadini si trasformavano in ragni giganti, ha aiutato la resistenza a combattere gli aracnidi e difendere l'Empire State Building, mentre Spider-Man stava usando il casco del Dottor Octopus come antenna per diffondere la cura con gli Octbot. In seguito, Peter l'ha curata dal virus.

Superior Spider-Man[modifica | modifica wikitesto]

Mary Jane non si rende conto che il Dottor Octopus ha preso il controllo del corpo di Peter; tuttavia nota in lui alcuni tratti del carattere dello scienziato. Invece di provare a conquistarla, Octopus rivive tutti i momenti del passato di Peter e Mary Jane e, convintosi che "quella Watson" non sia così importante, decide di rompere con lei. Successivamente, il locale di Mary Jane viene incendiato da Re Goblin, e lei, con sua grande delusione, viene salvata da un pompiere di nome Pedro, invece che da Peter. Inizia così una relazione con il pompiere. Il simbionte Venom però, prende il controllo di Octopus. Mary Jane dopo averlo trovato, pretende una spiegazione sul suo comportamento. In risposta Octopus si trasforma in Superior Venom e la minaccia di morte. Dopo essere stato liberato, Octopus si scusa per il suo comportamento e i due si riconciliano.

Goblin Nation[modifica | modifica wikitesto]

Durante la Goblin Nation, Mary Jane porta via zia May, Jay e Pedro dalla città per la loro sicurezza. In seguito, Peter rivela a Mary Jane che il dottor Octopus aveva preso il controllo del suo corpo. Mary Jane crede a Peter ma sceglie di uscire dalla sua vita, come Carlie Cooper, per evitare ancora una volta di essere un bersaglio dei nemici dell'Uomo Ragno.

Invincible Iron Man[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla distruzione della sua discoteca, durante un non specificato scontro tra superumani, Mary Jane decide di trasferirsi nella più tranquilla Chicago in Illinois, e apre una nuova discoteca che fa la stessa fine dell'altra quando Iron Man e il Dottor Destino si scontrano con Madame Masque. Successivamente Tony le offre un lavoro come sua assistente personale e lei accetta.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Ultimate Mary Jane[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ultimate Spider-Man.

La versione Ultimate di Mary Jane Watson è una compagna di liceo di Peter Parker, che le rivela nel tredicesimo numero di essere l'Uomo Ragno. Sua fidanzata, offre spesso il suo appoggio a Peter e lo appoggia nella sua carriera da supereroe, tanto che spesso è anch'essa minacciata dai supercriminali nemici dell'Uomo Ragno. Negli ultimi tempi la relazione con Peter Parker si è incrinata, soprattutto per causa della doppia vita di Parker, che tende a escluderla per proteggerla, e Parker ha avviato una storia con Kitty Pryde degli Ultimate X-Men.[6]

Durante la saga del clone è stata rapita da uno dei cloni mal riusciti di Spider-Man, che la porta nei laboratori abbandonati della Oscorp esponendola al siero Oz, a dir suo per proteggerla, trasformandola in una specie di goblin rosso, che viene fermato dall'arrivo del vero Spider-man e del suo clone femminile. Alla fine della saga viene curata da Mister Fantastic e si rimette con Peter. Al debutto di Ultimate Comics Spider-Man, si è visto Peter stare insieme a Gwen; per ragioni ignote ha rotto con Mary Jane.

Durante l'attacco di Goblin a casa di Peter aiuta l'amato investendo Goblin con un camion; tuttavia, non riuscendo a ucciderlo, viene allontanata da Peter. Mary Jane assiste allo scontro in cui Spider-Man muore sconfiggendo Goblin.

Terra-982[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Girl.

In questo universo Mary Jane ha avuto una bambina chiamata Mayday, Peter ha sacrificato una gamba per proteggerla da Goblin, ritirandosi dai panni dell'Uomo Ragno. Divenuta adolescente May è diventata Spider-Girl combattendo il crimine e anche se Mary Jane e suo padre non accettano di buon grado questo sua scelta; in seguito hanno dovuto ricredersi. Mary Jane e Peter hanno avuto un altro figlio, il piccolo Ben.

Exiles[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Exiles (Marvel Comics).

In questo universo è stata Mary Jane Watson ad essere morsa dal ragno radioattivo e a diventare una supereroina, con il nome di Donna Ragno. Inoltre in questa versione Mary Jane è lesbica. Il suo mondo fu piegato dal virus Legacy che aveva infettato tutti i supereroi, ma grazie agli Exiles riuscirono a distruggere il virus sfruttando il sangue degli asgardiani. Nella missione s'innamorò di una delle componenti degli Exiles, Mariko Yashida (una Sole Ardente alternativa), ma vennero separate e poi ricongiunte quando questa Mary Jane si unì al gruppo. Quando Mariko Yashida morì gli Exiles portarono il cadavere di quest'ultima sulla terra della Donna Ragno.

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Nella realtà creata da Scarlet, MJ non sposò mai Peter, divenne invece un'attrice di fama mondiale e supermodella. Ironicamente interpretò Gwen (la moglie di Peter in questa realtà) in tutti i film di Spider-Man; secondo alcune voci che circolano sui giornali ha una relazione con Tony Stark.

Noir[modifica | modifica wikitesto]

In quest'universo Mary Jane Watson è una volontaria presso il Bowery Welfare Center gestito da May Parker. Peter però in genere la ignora dato che prova forti sentimenti per Felicia Hardy.

Mangaverse[modifica | modifica wikitesto]

Nell'Universo Mangaverse Mary Jane veste i panni di Spider-Woman.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Mary Jane Watson è un'attrice, ballerina e modella professionista di talento, con quello che ne consegue in termini di elasticità, forma fisica e capacità di ingannare, ed è in grado di occultare le sue fattezze con trucchi semplici ma efficaci. Mary Jane ha usato le sue abilità nel design della moda e nel cucito in molte occasioni per realizzare e riparare i costumi d'azione del marito. Ha una moderata esperienza in autodifesa, dato che ha avuto molti allenatori, compreso Capitan America. È stata in grado di respingere gli attaccanti di normale forza e abilità, tra cui il Camaleonte usando una mazza da baseball e uno stalker ossessivo usando una stecca. Nella Terra 1048[7] è una giornalista di grande talento per il Daily Bugle, con eccezionali capacità di investigazione e pensiero logico. È in grado di persuadere i soggetti intervistati, comprensiva e molto capace di prendersi cura di sé stessa.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man (film), Spider-Man 2, Spider-Man 3 e Marvel Cinematic Universe.
Mary Jane Watson interpretata da Kirsten Dunst nel film Spider-Man.
  • Nelle trasposizioni cinematografiche di Spider-Man realizzate dal regista Sam Raimi, il ruolo di "MJ" è affidato a Kirsten Dunst (doppiata in italiano da Domitilla D'Amico), ma il suo ruolo è invertito rispetto ai fumetti della continuity classica, ed è posto al centro della vita di Peter Parker subito come suo grande amore inizialmente non corrisposto e sua vicina di casa fin dall'infanzia. Da notare come il primo amore fumettistico di Peter, cioè Gwen Stacy, non compaia nemmeno nei primi due film. Come interpretato nella trilogia, Mary Jane Watson è una giovane donna di 18-19 anni dai lunghi capelli rossi, bellissima, gentile, scherzosa, dolce, allegra, passionale ed energica, dal desiderio estremo di affetto generale, sebbene con dei difetti, come l'essere insicura, bisognosa di impressionare le persone che considera importanti e un po' ingenua. Nel tentativo di sfuggire al padre violento e alcolizzato per perseguire un futuro più felice, cerca di far carriera come attrice e ha una relazione iniziale con Flash Thompson, poi con Harry Osborn e, nel secondo film, sembra destinata a sposare John Jameson, infine rendendosi conto di non amarlo veramente. Si occupa anche della dura realtà dell'essere un'attrice e ha le sue lotte in ogni film. Non fa mai la prepotente o giudica Peter ed è amichevole nei suoi confronti, e persino flirta con lui e lo chiama "Tigre" (in omaggio al tormentone nei fumetti). In primo luogo sviluppa un'attrazione per Spider-Man dopo che quest'ultimo la salva ripetutamente, dopodiché si scambiano un bacio, e più avanti si innamora di Peter (all'inizio ignara che fossero la stessa persona) poiché molto gentile con lei oltre al suo aspetto. Sfortunatamente, il suo coinvolgimento con Spider-Man la rende anche un bersaglio comune dei suoi nemici, facendole richiedere il suo salvataggio in tutti e tre i film, come notato da Emily Kubincanek del Film School Rejects.[8]
  • Sarebbe dovuta comparire nel film The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro ma successivamente il suo personaggio venne eliminato. In questo film a vestire i suoi panni sarebbe stata l'attrice Shailene Woodley.
  • Nei film del Marvel Cinematic Universe Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far from Home il personaggio Michelle Jones, interpretata da Zendaya, viene soprannominata MJ come omaggio alla più nota fidanzata di Peter.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Mary Jane Watson appare anche in Spider-Man per PlayStation 4 (2018).

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal suo memorabile debutto, Mary Jane Watson si è guadagnata un posto nei sondaggi sui fumetti nel corso degli anni, rendendola il personaggio privo di superpoteri più popolare nell'universo Marvel e uno degli interessi amorosi femminili più noti nella cultura pop dei supereroi.[9][10][11]

Risulta 43ª nella classifica «Le 100 donne più sexy dei fumetti» di Comics Buyer's Guide[12].

Serie di film di Sam Raimi[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante sia stata ritratta come una damigella in pericolo per tutti e tre i film, l'interpretazione di Kirsten Dunst del personaggio è stata generalmente ben accolta.

Owen Gleiberman di Entertainment Weekly ha sottolineato la capacità di Dunst di "prestare anche alla più piccola linea un solletico di musica civettuola".[13] Nella recensione del Los Angeles Times, il critico Kenneth Turan ha notato che Dunst e Tobey Maguire hanno stabilito una connessione reale sullo schermo, concludendo che la loro relazione "coinvolgeva il pubblico in una misura raramente vista nei film".[14]

Tuttavia, gli elementi del suo personaggio sono stati accolti con una risposta mista. Nella sua recensione di Spider-Man 3, Ryan Gilbey del NewStatesman è stato critico nei confronti del personaggio di Dunst: "Gli autori non sono riusciti a trovare molto da fare per Mary Jane se non urlare molto".[15] Allie Gemmill di Bustle ha scritto nel 2017 che i film ritraggono Mary Jane come una costante damigella in pericolo e hanno dato l'illusione che fosse definita principalmente dagli uomini della sua vita.[16] Al contrario, Adadora Asidianya ha scritto che Mary Jane fornisce una voce della ragione per Peter, sia come amica che come interesse amoroso.[17]

Il "bacio capovolto" tra Spider-Man e Mary Jane nel film del 2002 è ora considerato uno dei momenti più iconici della storia del cinema.[18] Entertainment Weekly ha inserito il bacio in Spider-Man nella lista dei migliori di fine decennio, dicendo: "C'è una linea sottile tra romantico e banale. E il bacio bagnato dalla pioggia tra Spider-Man e Mary Jane del 2002 balla il tip tap proprio su quella linea. Il motivo per cui funziona? Anche se sospetta che sia Peter Parker, non cerca di scoprirlo. E questo è sexy."[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Filmato audio "Go get 'em, Tiger.", su YouTube, 22 marzo 2015. URL consultato il 20 dicembre 2020.
  2. ^ Untold Tales of Spider-Man (Vol. 1) n. 16, dicembre 1996
  3. ^ Andrea Fiamma, Gwen Stacy, storia di una morte eccellente, in Fumettologica, 5 febbraio 2015. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  4. ^ Prima edizione in lingua italiana: L'Uomo Ragno nn. 48-49 e 51, Star Comics, 1990.
  5. ^ Prima edizione in lingua italiana: Super Comics nn. 1-3, Max Bunker Press, ottobre - dicembre 1990.
  6. ^ Ultimate Spider-Man Annual n. 1, ottobre 2005; prima ed. it. Ultimate Spider-Man n. 43, Panini Comics, aprile 2006.
  7. ^ Marvel's Spider-Man (videogioco)
  8. ^ (EN) The Cinematic Evolution of Spider-Man's Love Interests, su Film School Rejects.
  9. ^ (IT) Spider-Man: alla scoperta di Mary Jane Watson, il grande amore di Peter Parker, su everyeye.it.
  10. ^ (IT) In che modo Mary Jane Watson è diventata un personaggio dei fumetti popolare nel corso degli anni?, su Quora.
  11. ^ (IT) MARY JANE, OVVERO LA PREVALENZA DELLA ROSSA, su GIORNALE POP.
  12. ^ Comics Buyer's Guide Presents 100 Sexiest Women in Comics, su comicvine.gamespot.com.
  13. ^ (EN) Spider-Man—Movie Review, su Entertainment Weekly.
  14. ^ (EN) 'Spider-Man' – Movie Review, su Los Angeles Times (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2009).
  15. ^ (EN) Take a crawl on the dark side, su NewStatesman.
  16. ^ (EN) 'Spider-Man' Love Interest Mary Jane Watson Deserved So Much More, su Bustle.
  17. ^ (EN) Spider-Man: 10 Things We Should've Seen From Mary Jane In Into The Spider-Verse, su CBR.
  18. ^ (EN) Spider-Man's Iconic Upside Down Kiss, su Medium.
  19. ^ "The 100 Greatest Movies, TV Shows, Albums, Books, Characters, Scenes, Episodes, Songs, Dresses, Music Videos, and Trends that Entertained Us over the Past 10 Years". Entertainment Weekly. No. 1079/1080. December 11, 2009. pp. 74–84. ASIN B00382WGUY.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno2018048614
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics